Ustica, giocatori calcetto


Ustica, giocatori Calcetto 1969
Ustica, giocatori Calcio 1969

Dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica riceviamo e pubblichiamo – Avviso di condizioni meteorologiche avverse

Avviso di meteo avverse

Dalla tarda serata di oggi, lunedì 05 febbraio 2018, e per le successive 24 – 30 ore si prevedono nevicate, al di sopra dei 200 – 400 metri , su Liguria, Piemonte e settori occidentali dell’Emilia Romagna, con apporti al suolo generalmente moderati.

Dalle prime ore di domani, martedì 06 febbraio 2018, e per  le successive 12 – 18 ore si prevedono precipitazioni a carattere di rovescio o temporale sulla Sicilia specie sui settori centro occidentali.
I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento

Campionato di calcio di 3^ categoria, gir. “B” – Risultati dell’11^ g.ta, classifica e prossimo turno.


Ustica, sul terrazzo della chiesa dopo la Messa


Ustica, sul terrazzo della chiesa dopo la Messa
Ustica, sul terrazzo della chiesa dopo la Messa

A proposito della “mano tesa” del Sindaco. 


Mano, tesa, sindaco, Ustica
Mano, tesa, sindaco, Ustica

       Distante da Ustica ma non distaccato dalle vicende che caratterizzano l’Isola, notoriamente a me molto cara, ho letto dell”invito “a costruire – in occasione delle prossime elezioni comunali di maggio – un percorso unitario e condiviso” che Attilio Licciardi ha rivolto “a TUTTI gli usticesi” senza distinzioni. Personalmente ho apprezzato il contenuto e l’obiettività con cui il Sindaco in carica, prima di arrivare al dunque, non ha si risparmiato critiche ad altri ma anche alla sua stessa amministrazione. In merito a questo passo mi sia concessa una premessa ed una considerazione.                                                              

Premessa: assolutamente senza voler fare polemica “cronologica” ma ad Attilio Licciardi sommessamente mi permetto ricordare che l’invito all’unità alla vigilia di una consultazione elettorale locale non è che sia proprio una novità dell’ultim’ora; in <Usticasape>, parlano gli articoli in archivio, nel recente passato ne abbiamo fatto forte cavallo di battaglia, puntualmente “azzoppato” da quanti poi pregiudizialmente si affrettarono a bollare la nostra idea nel migliore dei giudizi come <velleitaria> e nel peggiore come propositiva di una pessima <accozzaglia>. Successive condivisioni firmate all’interno e fuori dal nostro blog mi hanno sempre convinto che quello delle consultazioni elettorali comunali usticesi da affrontare nel segno dell’UNITA’ non sarebbe stato un argomento definitivamente chiuso ma costantemente aperto. Infatti ecco del tutto inaspettato arrivare ora ulteriore “assist” da parte del Sindaco.                                                                                               

Considerazione: Per quel poco (o niente) che naturalmente può contare sono del parere che ogni usticese dovrebbe sentirsi tenuto a raccogliere senza riserve o titubanze l’invito che oggi è del Sindaco, quantomeno dirsi disposto a dialogare; sedersi attorno ad un tavolo, inizialmente anche a muso duro, per provare alla fine ad “ammorbidirsi” magari dopo essersi reciprocamente rotto (metaforicamente s’intende) qualche piatto in testa (e i “casus belli” non mancherebbero)  per provare ad abbattere muri, muretti staccionate e affini, ideologici e spesso personali, non deve rappresentare per nessuno/a un segno di debolezza al contrario di forza oltre che di ulteriore prova di alto senso civico. Se ad Ustica si ha voglia veramente di rinnovare occorre che chi si propone per rivestire fra pochi mesi un determinato ruolo istituzionale ritenga prioritario mettere da parte interessi di “bottega” oggi tra l’altro chiaramente anacronistici; in una minuscola realtà territoriale come quella isolana, pari per consistenza numerica ad un grosso condominio di città, continuare a dividersi non ha proprio senso; poter stare tranquillamente insieme pur avendo spesso vedute contrastanti su tematiche e problematiche del luogo è impresa tutt’altro che impossibile, basta volerlo; certo le enormi difficoltà nella gestione della cosa, anzi principalmente, della cassa pubblica continuerebbero immutabilmente ad esserci ma si registrerebbe sicuramente più equilibrio, più armonia, più serenità, più partecipazione nell’affrontarne la soluzione. Risorse umane, giovani e meno giovani, per formare una forte “squadra” non ne mancano. La “materia prima” indispensabile per iniziare questa potenziale “opera di ricostruzione” è però la buona volontà di tutti/e. Un bel colpo di spugna a tutto quanto finora ha diviso e tutti insieme appassionatamente. Potrà questo essere domani piacevole realtà? Il dibattito è aperto! 

Mario Oddo

odmar@libero.it

^^^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Francesco Menallo

Condivido in pieno le considerazioni di Mario Oddo. Aggiungo che 1200 persone che abbiano a cuore la sopravvivenza del proprio ineguagliabile angolo di paradiso non possono dividersi su questioni fondamentali di sopravvivenza, un po’ come in una  guerra subita  un paese, pur con le ovvie differenze soggettive,  non può dividersi sulla necessità di difendersi.

Aggiungo che ritengo verissimo che le tre cose più difficili da dire per un essere umano, da che mondo è mondo,  sono, non necessariamente nell’ordine,  ti amo, scusami, aiutami.

Non è stupido buonismo ma considerazione di vita e dei tempi agri che viviamo da troppo tempo e che dobbiamo superare per inventarci un futuro in un ambiente inesplorato, post ideologico e che necessita di soluzioni giammai sperimentate prima ma che dobbiamo assemblare pezzo per pezzo, superando quello che siamo stati, consci che non ha funzionato o comunque che oggi non funziona più.

Diamo, ognuno di noi, ció che siamo in grado di dare senza pretendere un ritorno. Il ritorno ci sarà comunque e per tutti e consisterà nel miglioramento della qualità delle nostre vite,  miglioramento morale e materiale.

Parliamoci e non smettiamo finché non potremo parlare al passato dei problemi dell’isola.

 

Collegamenti marittimi regolari oggi da e per Ustica


Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

Quanto è più crudele del morso di un serpente l’ingratitudine di un figlio.

Tanti Auguri a nonna Maria Bertucci Giordano che oggi compie 105 anni

Oggi tutta la famiglia al completo che la coccola e l’assiste amorevolmente – con il figlio, i nipoti e i pronipoti e tanti parenti arrivati anche da Ustica, festeggiano a Palermo i 105 anni di nonna Maria Bertucci Giordano.

A nonna Maria gli Auguri più sentiti anche dai visitatori di Usticasape.

Buon Compleanno


AuguriA    Gabriella Bertacci i Migliori
Auguri di Buon Compleanno

^^^^^^^

Oggi si festeggia S.Agata.
Auguri a tutti coloro che festeggiano
il loro Onomastico sotto questo Nome