Ustica Fato Punta Cavazzi, tramonto


Ustica, Faro Punta Cavazzi, Tramonto

Ustica dall’album dei ricordi luglio 1968 – 10^ Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee


10^ Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee luglio 1968

Bellolampo, vertice all’assessorato regionale con Comune e Rap sull’impianto 


Si è svolta questa mattina all’assessorato all’Energia della Regione una riunione operativa sull’impianto di Bellolampo gestito dalla Rap.

All’incontro hanno partecipato l’assessore Alberto Pierobon per la Regione con il dirigente Salvatore Cocina, l’assessore Giusto Catania con l’amministratore della Rap, Giuseppe Norata e tecnici del Comune e dell’assessorato.

Sul tavolo, le proposte e la necessaria sinergia e collaborazione per garantire la continuità del servizio individuando le soluzioni meno costose e più funzionali, ragionando anche nel lungo periodo. La situazione è monitorata da mesi anche perché la gestione su Palermo ha dei riflessi su tutto il sistema regionale e la Rap attende l’esito degli ultimi rilievi per capire quanti giorni restano di attività.

L’iter per i lavori alla settima vasca è in corso e si confida di arrivare alla gara entro luglio. Secondo il cronoprogramma, però, l’abbancamento potrà essere possibile solo nella prima metà del prossimo anno.

Il nodo dunque è dove conferire i rifiuti, che oggi tra città e Comuni della provincia sono circa mille tonnellate al giorno, in questa fase transitoria. La prima soluzione riguarda il trasferimento dei rifiuti altrove: la Rap si è rimessa alle decisioni della Regione che a sua volta ha effettuato un monitoraggio dei vari impianti disponibili al momento nell’Isola sulla base della capacità residua, della distanza e della tipologia di rifiuto. Sono state riscontrate varie disponibilità per questo trasferimento temporaneo ed è già pronta una ipotesi di decreto. Nel frattempo la Rap proseguirà l’iter perché sia possibile abbancare rifiuti nella cosiddetta area ex inerti, che per almeno un paio di mesi permetterà di risparmiare anche i costi di trasporto depositando in loco i rifiuti stabilizzati.

Queste soluzioni consentiranno da sole di superare la fase transitoria senza per altro incidere sulla capacità della settima vasca. Sono state però discusse anche altre soluzioni che oggi sono ritenute valide come alternative ma su cui sono stati richiesti al tavolo alcuni approfondimenti.

Palermo, 3 luglio 2019

Riccardo Vescovo 3331552350
Fabio Citrano

 

Riceviamo e pubblichiamo: Depuratore di Ustica, assolto in primo grado l’ex sindaco Licciardi


Al processo per danno ambientale assolti anche i due funzionari, Giuseppe Riccio, custode del depuratore e capo dell’ufficio tecnico, e Claudio Gucciardi, responsabile del ciclo delle acque

di MANUELA MODICA

USTICA. Assolto per non avere commesso il fatto l’ex sindaco di Ustica, Attilio Licciardi (candidato per il Pd alle scorse Europee). Finisce così, in primo grado, il processo per danno ambientale per il mal funzionamento del depuratore di Ustica contro l’ex sindaco e due funzionari, Giuseppe Riccio, custode del depuratore e capo dell’ufficio tecnico, e Claudio Gucciardi, responsabile del ciclo delle acque.

Il processo era iniziato nel 2018, dopo la citazione diretta in giudizio del pm Claudia Ferrari, nel luglio del 2017. Oggi,  nel primo pomeriggio è stata letta la sentenza dalla giudice Marina Pitruzzella. Oltre a Licciardi, difeso dall’avvocato Marco Manno, sono stati assolti anche i due funzionari per i quali anche l’accusa aveva chiesto l’assoluzione.

Parti civili nel processo anche alcuni abitanti dell’isola che avevano denunciato il malfunzionamento del depuratore. Nel 2014 era stato riscontrato lo sversamento di liquami e reflui non trattati e il deposito incontrollato di fanghi nell’area marina protetta dell’isola premiata con la bandiera blu da Legambiente.

Fonte: La Repubblica

^^^^^^^^^

Nota: Gruppo Minoranza Ustica Domani

Il 14 aprile u.s., come gruppo consiliare, segnalammo all’ufficio autonomie locali, alla procura della Corte dei Conti e al revisore del Comune di Ustica la delibera di giunta n.15 del 2019 affinché venisse attenzionata la nomina di un ex consigliere comunale incaricato di rappresentare l”ente costituitosi parte civile in un processo in cui non era citato. Chiedendo un risarcimento ai tre imputati di 1milione di euro. Alla luce degli esiti processuali ci auguriamo che questa scelta innegabilmente “politica” non ricada sulle tasche di noi cittadini.

I consiglieri
Renato Mancuso
Tania Licciardi
Vittoria Salerno

^^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Fabio Ailara

Il sindaco militello e la sua ossessione per i fantasmi del passato e la continua ed inutile ricerca di bersagli ha portato a nomine di avvocati che tutti noi usticesi pagheremo profumatamente.

I 50 luoghi da non perdere in Sicilia, da Palermo a Cefalù passando per Ustica


Secondo la tv Marcopolo in pole position c’è il capoluogo seguito a ruota da Ragusa e Taormina. Da visitare nel palermitano anche Monreale, San Giuseppe Jato e Gangi

Federica Virga 

Quali sono i cinquanta luoghi da non perdere assolutamente in Sicilia? A dirlo è la tv del digitale terrestre Marcopolo che, in un video di 5 minuti diventato virale sui social network, passa in rassegna i più bei tesori dell’Isola. In pole position c’è Palermo seguita a ruota da Ragusa e Taormina.

Il portale di viaggio sceglie la serpottiana chiesa del Carmine Maggiore a Ballarò e la sua magnifica cupola di maioliche come esempio di bellezza (lì la cooperativa Terradamare organizza visite guidate anche di notte). Da visitare nel palermitano ci sono anche Cefalù al quinto posto, San Giuseppe Jato al 23esimo, Monreale al 32esimo, l’isola di Ustica al 41esimo e Gangi, il borgo dei borghi nel 2014, all’ultimo posto.

Le province che hanno più tesori da scoprire, secondo Marcopolo, sono Trapani e Messina a pari merito. Nel trapanese da non perdere, oltre alla città, ci sono in ordine Salemi, Erice, San Vito Lo Capo, Marsala, la Riserva dello Zingaro e Scopello, Castellammare del Golfo, Mazara del Vallo e le belle isole delle Egadi (Favignana, Levanzo e Marettimo) insieme a Pantelleria. Nel messinese, invece, su tutti Taormina, seguita da Messina, Milazzo, Savoca, Montalbano Elicona, Castelmola, Tindari e le gole dell’Alcantara. Menzione a parte meritano le isole Eolie, in ordine, Lipari, Stromboli, Vulcano, Salina e Filicudi.

Esclusa dalla classifica soltanto Caltanissetta (e il suo hinteland) mentre la provincia di Enna conta solo un luogo (la città). Per la provincia che ospita la meravigliosa Valle dei Templi ci sono, oltre ad Agrigento appunto, anche la Scala dei turchi, l’isola di Lampedusa e Sciacca. In classifica anche Ragusa, Modica e Scicli per la terra del commissario Montalbano e Siracusa, Noto, Marzamemi e Avola per la patria delle tragedie greche.

L’elenco dei 50 luoghi da non perdere in Sicilia

  1.  Palermo
    2.    Ragusa
    3.    Taormina
    4.    Agrigento
    5.    Cefalù
    6.    Modica
    7.    Siracusa
    8.    Catania
    9.    Etna
    10.    Scala dei turchi
    11.    Lipari
    12.    Trapani
    13.    Enna
    14.    Stromboli
    15.    Salemi
    16.    Noto
    17.    Messina
    18.    Erice
    19.    Vulcano
    20.    San Vito Lo Capo
    21.    Marsala
    22.    Lampedusa
    23.    San Giuseppe Jato
    24.    Milazzo
    25.    Savoca
    26.    Salina
    27.    Favignana
    28.    Riserva dello Zingaro
    29.    Scopello
    30.    Montalbano Elicona
    31.    Scicli
    32.    Monreale
    33.    Castelmola
    34.    Castellammare del Golfo
    35.    Pantelleria
    36.    Acireale
    37.    Caltagirone
    38.    Sciacca
    39.    Filicudi
    40.    Mazara del Vallo
    41.    Ustica
    42.    Levanzo
    43.    Marzamemi
    44.    Marettimo
    45.    Tindari
    46.    Aci Castello
    47.    Avola
    48.    Le gole dell’alcantara
    49.    Acitrezza
    50.    Gangi
  2. Fonte Palermo Today

Ustica, arrivando da Palermo


Ustica, arrivando da Palermo

Ustica dall’album dei ricordi anni ’60 – gara internazionale pesca subacquea premiazione e consegna tridente d’oro


Ustica, Consegna tridente d’oro

Collegamenti marittimi regolari oggi da e per Ustica


collegamenti

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Voglia di lavorar saltami addosso e fammi lavorar meno che posso.
(Proverbio)

Buon Compleanno


A  Giuseppa Casamento
a   Sabina Russo
a   Anne Sieck Newlin
a   Antonio Mastroiaco
a   Pietro Bertucci di Nocera Superiore

i Migliori Auguri di Buon Compleanno

^^^^^^^^^^^^^

Oggi si festeggia S. Tommaso
Auguri a tutti coloro che festeggiano
il loro Onomastico sotto questo Nome.