Ustica, tramonto


Ustica, tramonto

Ustica dall’album dei ricordi anni ’60 – gioiosa accoglienza turisti


Ustica, accoglienza, turisti

^^^^^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Non e’ un photoshop di sicuro, non credo ci fosse in arrivo qualcuno in particolare perche’ queste uscite, per accogliere i turisti in maniera originale e allegra, si ripetevano periodicamente magari con altri attori. …..l’asinello, mascotte dell’isola, era l’unico mezzo di trasporto. I musicisti sono Mario Caserta, Giovanni Martucci e Filippo Vassallo non ancora Sindaco.

^^^^^^^^

Da Ustica Giovanni Martucci

Erano gli anni sessanta, altri tempi quando Ustica si accingeva a raggiungere il boom del turismo. Dicevo, altri tempi in cui si accoglieva in questo modo semplice ma caratteristico ( vedi foto ) l’arrivo della motonave nuova Ustica piena di turisti. Era il periodo dell’umiltà, della semplicità e del desiderio di decollare e come si suole dire, dei piedi per terra, ma, andando avanti negli anni, con l’avvento del benessere e quindi del vivere in maniera più agiata, secondo il mio modesto giudizio, i miei paesani non solo si sono montati la testa ma si sono acuite tra di loro invidie e gelosie deleterie ai fini dell’evoluzione turistica desiderata. Se non si raggiungerà una forma di collaborazione comune e non capiremo che tutti dobbiamo salire sulla stessa barca per remare verso la giusta meta per raggiungere la vera evoluzione turistica allora ritorneremo indietro.

Comune di Ustica – Servizio Trasporto Pubblico Collettivo – orario corse


dav_soft

Ustica Spalmatore, zona riserva integrale


Ustica spalmatore, zona Riserva integrale

Collegamenti marittimi regolari oggi da e per Ustica


Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Ricorda sempre : Tutto quello che fai nella vita… Ti verrà restituito..

Un figlio dopo la morte del Padre.. mette la madre in una casa di riposo, e va a fargli visita ogni tanto.. Un giorno riceve una chiamata dalla casa di riposo, dicendogli che la mamma stava morendo.. arrivato li chiese a sua madre .. cosa vuoi che faccia per te, mamma? triste la Mamma risponde…Semina amore..
Voglio che fai mettere i ventilatori nell’ospizio, perché non ci sono e il calore è insopportabile,
Voglio che compri anche dei frigoriferi, cosi ‘il cibo non si rovinera’.
Molte notti sono andata a letto senza aver mangiato niente.

Il figlio sorpreso risponde!!
Ma ora mi stai chiedendo queste cose mentre stai morendo?? Perche ‘ non me lo hai mai detto prima?
La madre rispose triste: io mi sono abituata a convivere con la fame e il caldo, ma la mia paura è che tu non possa abituarti quando i tuoi figli non si prenderanno più cura di te e ti manderanno qui, quando sarai vecchio!!

Fonte: WEB