A Ustica un progetto-corso per aspiranti Marjorettes di supporto alla Banda musicale. 


La storia della nascita a Ustica del <Nuovo Gruppo Bandistico San Bartolomeo> è ormai nota a tutti o quasi; l’abbiamo ampiamente raccontata qui su <Usticasape>; la sintetizziamo particolarmente a beneficio dei “quasi”, di quei pochi o molti lettori ai quali fosse sfuggita.

Un bel giorno di mesi or sono, bello davvero, Padre Lorenzo, parroco della Parrocchia di San Ferdinando Re, contatta Antonio Iorio al quale chiede sostegno dell’idea di ricomporre il Gruppo bandistico da tempo purtroppo disciolto per cause non dipendenti dalla volontà dell’allora appassionato presidente Calogero Basile.

Da quel momento grazie alla pronta e positiva risposta di ragazzi e ragazze isolani che della vecchia banda avevano già fatto parte, dal dire si passa immediatamente al fare; per la gioia di usticesi e non riprende la tradizione bandistica locale rappresentante la continuità di un patrimonio musicale, culturale e sociale dell’isola di Ustica risalente al lontano 1930 messo assieme dai mai dimenticati “pionieri” dell’epoca e successivamente arricchito da “musicanti” più vicini nel tempo ma purtroppo non più tra noi.

Il seguito pochi giorni or sono è stato spettacolo per gli occhi e delizia per le orecchie di isolani e turisti offerto nel corso delle recenti manifestazioni in onore di San Bartolomeo prima e San Bartolicchio poi dalla nuova Banda musicale per l’occasione rinforzata da elementi chiamati da Palermo, tutti sotto la brillante direzione del maestro Giuseppe Pecora di Ciminna (Pa).

Ma non finisce qui! sempre su iniziativa dell’instancabile Antonio Iorio è in cantiere un progetto complementare finalizzato alla creazione a Ustica di un Gruppo di <Marjorettes> a guida di una esperta istruttrice che, tra sport e spettacolo, nelle previste varie manifestazioni precederà coreograficamente l’incedere dei bandisti per le strade del paese. Un apposito “scouting” – ci anticipa Antonio Iorio – sarà attivato particolarmente nelle scuole dell’isola alla ricerca di giovani adesioni.

Precedenza assoluta agli studi, trattasi per chi vorrà aderire chiaramente di impegno nel tempo libero, ricreativo ed aggregativo; maggiori dettagli su tempi e modalità di partecipazione al “corso” per marjorette saranno resi noti più avanti dagli organizzatori.

Annotazione personale in chiusura: complimenti a chi a Ustica in silenzio e disinteressatamente si spende in queste o altre iniziative per “costruire” all’unico fine di contribuire a presentare all’interno e all’esterno una immagine della propria piccola Comunità sempre migliore.

Mario Oddo
odmar@libero.it –

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.