Al via a Ustica il POF (Piano dell’Offerta Formativa).

 In collaborazione con il Centro Studi l’11 e 12 M aggio partirà ad Ustica nel   quadro dell’attività didattica il progetto denominato << Il confino politico ad Ustica: un “laboratorio privilegiato” di collettivi antifascisti >>. Destinatari saranno gli alunni di due quinte classi del Liceo Scientifico Statale “A.Einstein” di Palermo che parteciperanno alla “due giorni” nell’isola. Nel 1926 in pieno regime fascista entrano nella legislazione italiana le leggi “fascistissime”  e il confino viene praticato massicciamente come misura di prevenzione realizzata per isolare la dissidenza politica e nell’isola di Ustica furono confinati oltre 600 oppositori, deputati e leaders dell’antifascismo. L’intervento formativo ha il proposito di trasmettere valori mediante queste conoscenze del passato. Attraverso la visita dei luoghi più rappresentativi e la descrizione dell’organizzazione degli alloggi e delle celle e l’indagine sulle modalità di controllo della polizia gli alunni ripercorreranno le difficili condizioni di vita dei confinati e conosceranno la “carta di permanenza” in cui erano elencati gli obblighi dei confinati e gli strumenti di punizione e di  vessazioni.  Sarà utilizzata in assetto laboratoriale la metodologia didattica atta a facilitare il lavoro di gruppo e per migliorare le competenze relazionali, comunicative, organizzative ed analitiche degli alunni. Numerose le visite previste dal programma: al Centro Accoglienza dell’AMP per un riepilogo del percorso e approfondimento dei temi; ai cameroni ristrutturati con approfondimenti sulla vita confinaria e aneddoti; ai tanti luoghi della memoria, alla mostra di foto e documenti al Centro Studi e delle vignette satiriche del confinato politico antifascista Giuseppe Scalarini. Alla fine come strumento di valutazione del progetto saranno riprese dialogicamente le tematiche affrontate per una valutazione dell’apprendimento; incontri infatti sono previsti per pianificare la realizzazione di un prodotto finale testuale, multimediale o altro e anche per preparare gli studenti alla restituzione dell’esperienza vissuta ai compagni delle altre classi. Responsabile del progetto per il Liceo “Einstein” la Prof.ssa Agatina D’Ancona; per il Centro Studi il Presidente Vito Ailara che con l’occasione anticipa a docenti-accompagnatori ed alunni, un caloroso “benvenuti nell’isola di Ustica !”.

a cura di Mario Oddo

 

 

 

 

 

 

 

0

Leave a Reply

See also:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: