Alcune precisazioni dei consiglieri comunali di minoranza in merito all’adesione al patto dei sindaci PAESC


Preme precisare quanto segue. Il termine ultimo per aderire al PAESC era il 13 marzo 2019 ore 12.00. La non adesione nei tempi corretti avrebbe provocato: la perdita degli 11.000 euro messi a disposizione per la redazione del PAESC con decreto assessoriale del 26 ottobre 2018; e cosa ancor più grave, la possibilità per il nostro comune di accedere a finanziamenti rivolti per mettere in pratica le buone politiche per la salvaguardia del nostro clima. Il comune aveva ricevuto lo schema di delibera il 28 dicembre 2018 eppure l’amministrazione attiva, dando colpe agli uffici, ha portato in consiglio comunale la proposta l’ultimo giorno utile ovvero il 12 marzo. Solo la presenza di NOI CONSIGLIERI DI MINORANZA né  ha garantito l’approvazione. Giova ricordare che il PIANO PAES, propedeutico al PAESC, è stato approvato, nella seduta del 28 gennaio 2015, soltanto d’allora maggioranza Ustica Democratica nella totale indifferenza di alcuni consiglieri del gruppo l’isola che oggi siedono nelle file dell’attuale maggioranza non solo assenti in quella seduta ma anche pronti a denigrare la scelta da noi compiuta sul web e non in sede consiliare. Non può che farci piacere notare come a distanza di 4 anni chi ha preferito rimanere assente nei luoghi istituzionali oggi si è assunto la responsabilità di votare a favore.

Nella seduta del consiglio comunale del 12 marzo è stato dato mandato al Sindaco di sottoscrivere il PAESC (PATTO DEI SINDACI PER L’ENERGIA E IL CLIMA). Il percorso di adesione alla nuova politica energetica internazionale era già cominciata nel 2010 con la delibera di consiglio n.14, proseguita con l’approvazione del PAES con delibera di consiglio comunale n.5 del 2015. L’adesione ci consente di usufruire dello stanziamento di circa 11.000 euro messi a disposizione del nostro comune dall’Assessorato Regionale per la predisposizione del piano. Inoltre l’adesione al PAESC consente al comune di poter accedere a finestre di finanziamento rivolte all’abbattimento di emissioni di CO2 nell’atmosfera.

I consiglieri comunali di Minoranza

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.