Ancora un prestigioso riconoscimento al nostro “poeta”/fotografo Domenico Drago


37e FESTIVAL DE L’IMAGE PROJETEE
CHELLES/PARIS  MULTIPHOT
10/11 Marzo 2017

Nell’elegante  e confortevole Auditorium de la Mediathèque Jean Pierre Vernant, si è svolta la superba manifestazione Audiovisiva di Chelles/Paris, organizzata da Guillaume Bily e dal suo Staff.

Il Festival Internazionale de L’Image Projetée, che ha 37 anni di esperienza, è dedicato esclusivamente alle Multivisioni che in Francia vengono denominati anche con il termine Diaporama.

La partecipazione è libera, ma la Giuria esegue una attenta e scrupolosa selezione, prima di stilare il programma dettagliato, in cui inserire i lavori scelti.

I Diaporami che superano il giudizio della giuria vengono proiettati, con tutti gli onori, come sanno fare bene in Francia, durante tre incontri in due giornate consecutive.

Il Festival è così articolato: I Diaporami sono divisi in due Categorie:

  • Grandeur Nature – En Quete d’Un Monde Sauvage.
  • Projections – Les Rencontres de l’Image Projetee.

Alla prima Categoria afferiscono i lavori che raccontano la natura e l’ambiente, pertanto non solo quelli di argomento marino.
Alla seconda Categoria vengono invece raggruppati i Diaporami che hanno altre tematiche espressive.

Infine alla sera della seconda giornata durante la Soirée de Gala, si assiste ad un Concerto musicale e alla proiezione dei restanti lavori.

Nella Categoria Grandeur Nature, sono stati selezionati 11 Diaporami, nella Categoria Projections 15. nella Serata di Gala, 12.

Pertanto complessivamente sono stati proiettati 38 espressioni artistiche.

Il concorso di Chelles/Paris non prevede una commissione giudicatrice per l’assegnazione dell’unico premio. La Giuria ha soltanto il compito di selezionare tutti i lavori pervenuti e dividerli per categorie.

Al numerosissimo pubblico presente in sala viene consegnata all’ingresso una scheda, dove ognuno indica la propria scelta, nel rispetto della propria coscienza.

Alla fine delle proiezioni, la giuria, dalla conta delle votazioni, evidenzia chi ha avuto maggiori preferenze, e viene proclamato così il vincitore del Festival al quale è assegnato l’unico Premio: il  Premio del Pubblico.

L’apertura degli incontri è stata affidata all’opera di Domenico Drago che con JE NE SUIS POINT POETE (Non Sono un Poeta), vince il prestigioso Premio del Pubblico, che in terra di Francia e con la tipologia di preferenza affidata ai soli voti di un pubblico, che è quasi tutto nazionale, non è da poco.

Il verdetto in questo caso ha in se una pluralità di giudizio, che è espresso da un consenso generale e collettivo, elementi che danno un più grande riconoscimento all’autore ed alla sua opera.

NON SONO UN POETA è un Diaporama ad alta  definizione, che ha una durata di 7’ e 45”che deve necessariamente essere proiettato su uno schermo panoramico nel formato 16:9.

La riflessione di apertura che innesca lo svolgimento del Diaporama è di un poeta portoghese, Fernando Pessoa, che recita: “Amo ciò che vedo perché un giorno più non lo vedrò. L’amo perché esiste.”

Il testo e le fotografie realizzate sia in mari tropicali che ad Ustica, sono di Domenico Drago, il montaggio è stato realizzato con Francesco Lopergolo presso lo Studio Il Parallelo Multivisioni di Padova, la traduzione e la voce narrante, registrata in uno Studio Audio di Londra, sono di Denis Michellet, le musiche sono di Dustin O’Halloran.

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Angela D’Angelo

Mimmo, sei poesia!

 

One thought on “Ancora un prestigioso riconoscimento al nostro “poeta”/fotografo Domenico Drago

Rispondi