Anna Russolillo e Lucia Vincenti a cuore aperto post presentazione del programma Ustica Villaggio Letterario 2017.


Incontro Anna Russolillo e Lucia Vincenti ancora “fresche” di stanchezza ma anche di soddisfazione per il successo registrato giorni or sono alla presentazione del programma 2017 “Ustica Villaggio Letterario” che si svolgerà all’interno dell’Hotel Ustica Punta Spalmatore, ideato, com’è noto, insieme a Franco Foresta Martin, Sergio Vespertino, Anna Paparone, Alessandra De Caro, Massimiliano Riso e  Alberto Chines.  Esordiscono sciorinando un primo dato ai loro occhi sorprendente: “doveva essere una piccola conferenza stampa riservata alla dozzina circa di giornalisti, carta stampata e quotidiani on line, presenti;  alla fine è stata seguita da ben 140 persone attente ad ascoltare ma anche interessate a partecipare: mai assistito a roba del genere”.  Chiedo se c’è uno o più filo conduttore, che lega la fittissima programmazione; la risposta, secca, è costituita da tre parole: “Turismo, Cultura, Territorio”:  Sul turismo sono prevedibili e presumibili i flussi che la programmazione UVL indubbiamente contribuirà ad incrementare in termini di presenze nell’isola; per la cultura parla la realizzazione di tutta una serie di eventi che promuovono l’arte, il teatro, la letteratura, la poesia, la narrativa, l’archeologia, l’astronomia, la musica, la gastronomia, il mare e tante altre forme ma c’è quella parola “Territorio“; sulla quale insisto perché ho la sensazione, per la serie “ma se mi toccano dov’è il mio debole” di aver visto giusto ed è qui che Anna viene fuori in tutta la sua “usticesità”: “è un’apertura totale non solo cultural-turistica ma anche e soprattutto territoriale attraverso la realizzazione di una serie di manifestazioni che spronano le persone non solo a seguire le conferenze o ad assistere allo spettacolo all’interno o gratuitamente dall’esterno per chi viene dall’isola ma le spingiamo ad uscire fuori dal Villaggio per conoscere Ustica”. Qui in effetti nessuno può negare che gli eventi calendarizzati nelle prime tre pagine del programma già in distribuzione siano strettamente connessi non tanto al Villaggio Letterario/HUPS quanto al territorio usticese propriamente detto. Aggiunge ancora sull’argomento la mia cortese interlocutrice: “è una kermesse culturale che non si tiene solamente a Punta Spalmatore; abbiamo messo in programma ben 160 eventi con una serie di iniziative, tantissime per Ustica, in un cercato e voluto connubio Villaggio-Isola attraverso il quale abbiamo voluto “fare rete” coinvolgendo in loco pescatori, agricoltori, contadini, panificatori, albergatori, ristoratori, produttori, ecc.”; prende giustamente fiato perché l’elenco è nutrito ” si esce fuori dall’HUPS per andare al panificio; per prendere un caffè al bar, una granita alla gelateria Sabrina; una prodotto tipico locale da Maria Cristina; eventi da Giugno a Settembre che vedono Ninì D’Angelo pronto ad accogliere i turisti al porto sulla sua caratteristica barca da pesca; Salvatore, Daniele e Vito che con Rosaria, seguendo la tradizione del papà “Giannuzzu e Vituzzu”, che propongono la “varchiata”, caratteristico giro dell’isola con racconti e leggende inclusi; uscite che prevedono la visita al Museo della Civiltà contadina e al Laboratorio del gusto dell’Azienda Hibiscus di Margherita Longo; ai laboratori legati alla cultura contadina nei “I Giardini di Giancarlo”; all’Ortocampus dove i ragazzi potranno conoscere le piante e gli ortaggi tipici di Ustica dal seme al raccolto; sempre lontano dal Villaggio, Vittorio Arnò della Cooperativa Ciprea avrà il compito di far vivere agli escursionisti al suo seguito l’isola tra natura, mare e storia; Roberto Fedele del Diving La Perla Nera quello di far scoprire, tra immersioni e insegnamento, le sorprese del mondo sommerso; l’archeologo Emanuele Tornatore quello di accompagnare attraverso l’ArcheoTour in visite archeologiche guidate;  l’osservazione da incanto del cielo al centro del Mediterraneo e questo incanto lo si vivrà grazie a Franco Foresta Martin”. Il nostro faccia a faccia, anzi voce a voce, perché l’intervista è telefonica, prosegue all’insegna di un perentorio <e non finisce qui…>: “noi siamo Villaggio Letterario di Ustica ma siamo anche Villaggio Letterario – itinerante -; saremo quanto prima, oltre che di nuovo a Palermo, a Marsala e ad Alcamo i cui abitanti non tutti sono mai venuti ad Ustica ma che tutti sappiano cosa si organizza sull’Isola; facciamo promozione del territorio usticese grazie anche agli amministrazioni comunali locali  che gratuitamente ci offriranno ospitalità nei loro teatri. E’ la Sicilia che aiuta la Sicilia!”. Una battuta infine che rappresenta ulteriore certificazione, nel caso ce ne fosse bisogno, dell’amore viscerale di Anna Russolillo per l’isola di Ustica: “io non voglio fare pubblicità a Punta Spalmatore ma a tutta la “mia” isola con il suo intero patrimonio culturale qui rappresentato nel suo aspetto più bello e anche più complesso”. Giovedì sera ero piacevolmente presente al Teatro Agricantus; personale accogliente e squisito; sponsor principale il Villaggio Punta Spalmatore, spettacolo assicurato con artisti eccezionali che si sono meritati in pieno tutti gli scroscianti applausi ricevuti, leggi il soprano, la brava Federica Maggi, il talentuoso fisarmonicista Pierpaolo Petta; e Sergio Vespertino, un attore del quale abbiamo avuto occasione di ammirare ancora una volta eccezionale bravura e versatilità; puntualissimo il servizio AperiTeatro offerto da Agita & Eccita; Carlo Valenti di Feel Rouge Tv in veste di intervistatore pronto a catturare le impressioni a caldo delle “celebrità” presenti; insomma tanta e bellissima gente; sala attigua al teatro trasformata per l’occasione in una sorta di temporanea extraterritorialità in “Piazza Cap. Vito Longo” di Ustica.  Tra i vari e compiaciuti commenti riferiti alla programmazione UVL sia usticese che itinerante mi piace, in chiusura, riportarne particolarmente  uno, casualmente giuntomi all’orecchio da una voce maschile non identificata alle mie spalle: “esempio di imprenditoria intelligente“.  Giro ad Anna Russolillo per sua competenza e soddisfazione questa prima, lusinghiera e spontanea valutazione. Le premesse che ne seguiranno ancora altre ci sono tutte.

a cura di Mario Oddo

 

 

 

 

7+

Leave a Reply

See also:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: