Il poeta Nicola Romano canta la Poesia del Mare


A volte le parole si attaccano tenacemente, come ventose, nella nostra anima per diventare poi inspiegabilmente sogni, che si disperdono nel vento, per poi ritornare a vivere in simbiosi con altre anime e con altre ancora!

La Poesia di Nicola Romano è un flusso continuo d’aria pulita che s’insinua fresca e leggera nei nostri sentimenti affamati di bellezza!

Il Poeta mi ha donato queste righe che brillano anche nell’ombra ed io le dono a Voi!

Mimmo Drago

——- .——-

SONORITÀ

Mi tiene vivo
la magnificenza unica del mare
il tramestio pacato nella rada
quando quell’onda docile e cremosa
s’allunga alla bonaccia    
come un gesto s’incurva
sulle clementi spalle dell’amico

o il fracasso del flutto
allorquando s’avvita e si congiunge
alle sonorità dolci o malverse
che s’alzano dai vicoli
dai sedili del centro
e dalle sdrucciole balate dei mercati

Mi tiene vivo
il rude sciacquettìo sotto il pontile
cupo rimbombo somigliante all’eco
dei rifugi scolpiti nei fondali 
ed il garbuglio di alghe all’arenile
cocci di vita abbandonati e spenti
residui di comune penitenza

                           Nicola Romano

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.