MUSICA CLASSICA. Integrale di Beethoven: domenica a Palermo, la pianista russa Anastasya Terenkova

COMUNICATO STAMPA
PALERMO CLASSICA: 12 pianisti per 32 sonate
l’Integrale delle sonate per pianoforte di Beethoven
Domenica 29 gennaio: Anastasya Terenkova

Descritta dalla rivista “Diapazon” come una “pianista incantevole”, Anastasya Terenkova è la protagonista del quarto appuntamento di Palermo Classica per il monumentale progetto dell’Integrale delle 32 sonate per pianoforte di Beethoven, eseguite da dodici pianisti in altrettanti concerti. Domenica (29 gennaio) alle 19 nell’ex chiesa di San Mattia ai Crociferi (via Torremuzza), a Palermo,  la giovane pianista russa eseguirà la “Sonata n.21, Op.53”, chiamata Waldstein (dall’omonimo conte a cui è dedicata) o L’aurora; quindi la “Sonata n.26, Op.81”; e le “32 Variations”.

ANASTASYA TERENKOVA

Anastasya Terenkova nasce a Mosca, inizia a suonare il pianoforte a sei anni alla Special Music School Mosca Gnessin, ed esegue il suo primo recital a 11 anni. Nel 2001, si iscrive al Conservatorio di Parigi di Musica e Danza, dove completa la sua formazione classica – con prestigiosi corsi post-laurea come “Perfectionnement” – studiando con Georges Pludermacher, Francois Frederic Guy e Itamar Golan (musica da camera) e dal 2004 con Jacques Rouvier. Ha partecipato a masterclass con Vladimir Krainev, Dmitri Bashkirov, Philippe Bianconi, Dominique Merlet, Aldo Ciccolini e Christophe Eschenbach. Inoltre ha sempre lavorato con Rena Shereshevskaya. Si è esibita presso l’Auditorium du Louvre, Théâtre des Champs Elysées, Invalides, Auditorium du Musée d’Orsay, Cité de la Musique, Salle Cortot di Parigi, il Rachmaninov Hall del Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, UNISA Gran Concert Hall di Pretoria, Lindor Auditorium di Johannesburg, il Centro Aaronoff a Cincinnati, Mannes Concert Hall di New York, Palazzo delle Arti Reina Sofia di Valencia, e Sejong Performing Art center, Seoul. Anastasya è anche una musicista da camera e da molti anni collabora con il violoncellista Georgi Anichenko. Recentemente, Anastasya Terenkova è stata tra i protagonisti di “Au clair de la lune”, documentario di France 2 che indagava la giovane generazione di pianisti europei. Il suo primo CD da solista, dedicato a Scarlatti, Chopin e Musorgskij,  è stato pubblicato nell’autunno del 2010.

PROSSIMO CONCERTO

Il programma di Palermo Classica continuerà domenica 5 febbraio con un pianista tedesco, il primo uomo della rassegna: Ulrich Roman Murtfeld, innovativo e insolito interprete, amante delle note da Bach alla New Music. Eseguirà la “Sonata n.4, Op.7”, la “Sonata n.27, Op.90” e la “Sonata n.30, Op.109”. L’appuntamento aperto al CHA sarà il sabato precedente (4 febbraio) alle 19,30.

I biglietti (da 11,50 euro; abbonamenti da 35 euro) sono acquistabili presso l’Accademia Palermo Classica in via Mariano Stabile 273; online sul circuito Box Office Sicilia; la sera stessa del concerto alla Chiesa di San Mattia dei Crociferi. Info: www.palermoclassica.it.

Ufficio stampa Palermo Classica
Simonetta Trovato – 333.5289457

 

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.