Olimpiadi dei First Responders – Progetto Ustica


olimpiadi-dei-first-responders-progetto-usticaSi è svolta ieri presso i locali dell’Assessorato alla Sanità in Piazza Ottavio Ziino a Palermo la conferenza stampa di presentazione delle “Soccorsiadi 2016”, Olimpiadi dei First Responders, che saranno ospitati da venerdì 30 Settembre al 2 Ottobre a Castellana Sicula (Pa) a cui parteciperanno i <primi soccorritori> che sono stati formati nell’ambito del “Progetto Ustica”. L’iniziativa è stata promossa e organizzata dall’Associazione “Il Caleidoscopio” e cofinanziata dall’Assessorato alla Salute.  Nei tre giorni gli equipaggi partecipanti, in rappresentanza di numerosi comuni, si cimenteranno in prove di soccorso sanitario semplice e complesso, ripercorrendo il percorso formativo precedentemente fatto, in presenza di idonei valutatori ma anche di folto e attento pubblico. Si avrà così un momento informativo per i cittadini che potranno assistere all’attuazione di corretti interventi salvavita in attesa dell’arrivo dei soccorsi inviati dalla Centrale Operativa 118 di riferimento territoriale. Hanno patrocinato l’evento le Asp di Palermo, Messina e Trapani, il Dipartimento Regionale della Protezione Civile, l’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Palermo, il Gruppo Internazionale Volontariato Arcobaleno (G.I.V.A.), BCC “San Giuseppe”   di Petralia Sottana, l’Asd Castellana Polisportiva di Castellana Sicula. E’ stato particolarmente sottolineato il grande contributo che in termini di lavoro viene assicurato con dedizione e soprattutto in silenzio dal personale medico tutto, assistenti psicologici inclusi ultimamente inseriti nello “staff” e operatori volontari nonché il valore socio-culturale della iniziativa nel momento in cui questo addestramento può all’occorrenza trasformare un qualsiasi  semplice cittadino in primo soccorritore. Quasi 100 persone ognuno con proprio olimpiadideifirstresponders09specifico compito e nel rispetto del ruolo altrui sono al servizio di questa manifestazione. I supermercati Giaconia forniranno le derrate alimentari necessarie alla manifestazione mentre il Dipartimento Regionale della Protezione Civile allestirà un campo, munito di cucina, per l’accoglienza degli “atleti” in gara. L’evento, che mira a rendere più efficace la capacità di risposta da parte del cittadino comune al verificarsi di una criticità a carattere sanitario, ha avuto il plauso del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che con una comunicazione diretta agli Organizzatori si è dichiarata impossibilitata a presenziare per inderogabili impegni istituzionali. “Progetto Ustica” è stato così chiamato – sottolinea il Presidente dell’Associazione “Il Caleidoscopio” Vincenzo Lapunzina  – in quanto legato alla circostanza che l’esigenza  di realizzare  una manifestazione che affrontasse il tema dell’importanza della prevenzione nel settore sanitario e delle emergenze  in aree particolarmente disagiate nacque proprio nel 2013 a seguito di un tragico evento verificatosi nell’Isola. Castellana Sicula, Leni, Santa Maria Salina, Malfa, Montagnareale, Librizzi, San Piero Patti, Polizzi Generosa, Lipari e Ustica sono i dieci comuni coinvolti nel progetto che negli anni a rotazione ospiteranno le future edizioni delle Olimpiadi dei First Responders.

a cura di Mario Oddo

olimpiadi-dei-first-responders-progetto-ustica-2

 

0

Rispondi