Riceviamo e pubblichiamo – Fine anno: tempo di bilanci e di programmi


Ogni fine anno si accompagna ai bilanci su quello che si è realizzato  e sui programmi per il  futuro. Voglio pertanto riassumere alcune delle principali iniziative che si sono concretizzate a Ustica nel corso del 2016 ed elencare i principali obiettivi per il 2017 per la crescita economica e culturale della nostra comunità, il potenziamento dei servizi e la creazione di opportunità di lavoro. Come Amministrazione Comunale lo faremo sempre con il coinvolgimento della cittadinanza, e chiedendo un comportamento responsabile all’opposizione nel rispetto di una normale dialettica democratica.

Nel corso del 2016 voglio ricordare:

la realizzazione dell’area mercatale sul Lungomare e la sua utilizzazione a servizio dei giovani imprenditori locali,

l’apertura dei servizi igienici pubblici nell’area portuale,

 il completamento dei lavori delle 3 piazzette all’interno del paese e la realizzazione del Mercatino a Km zero e delle Notti dell’Artigianato in Largo Armeria,

il completamento del Sentiero tra il Passo della Madonna e il gorgo Salato che allunga di altri km i percorsi pedonali nella nostra isola,

il successo del Trentennale dell’Area Marina Protetta, il ritorno dei Campi di volontariato ambientale ad Ustica; l’assegnazione ad Ustica delle 4 Vele di Legambiente;

il risultato positivo della stagione turistica 2016 con l’aumento degli arrivi, delle presenze, dei turisti stranieri e il buon risultato nei mesi di media stagione; il ritorno ad Ustica della Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee;

gli eventi sportivi e culturali dell’estate;

lo svolgimento ed il buon esito dei  bandi per i trasporti marittimi veloci e per il trasporto delle merci che rendono più certi e sicuri i servizi di trasporto per i prossimi 5 anni;

l’aggiudicazione dei lavori per il recupero del Faro di Punta  Cavazzi all’interno del Progetto Nazionale FARI dell’Agenzia del Demanio;

la inaugurazione del Museo dell’Archeologia Subacquea presso la Torre Santa Maria; l’Istituzione del Museo Civico; l’avvio delle attività del Museo-Laboratorio di Scienze della Terra della Rocca della Falconiera; la nascita dell’ArcheoTour su mezzo elettrico  per la Visita guidata ai nostri Beni Culturali e Archeologici;

l’uscita nelle sale cinematografiche del film “Gramsci 44” interamente girato ad Ustica;

la promozione dei due Presidi Slow Food di Ustica e cioè le Lenticchie e le Fave;

Per il 2017 vogliamo consolidare i buoni risultati ottenuti su turismo, trasporti e Area Marina Protetta e raggiungere, tra gli altri, anche questi obiettivi:

la ripresa dei lavori per la messa in sicurezza della scuola media e della scuola materna,

l’avvio dei lavori di manutenzione straordinaria del depuratore comunale e la realizzazione di una condotta per il riuso delle acque reflue a scopo irriguo;

la sistemazione della Stazione di trasferenza dei rifiuti di contrada Arso e una raccolta differenziata dei rifiuti più spinta:

un programma per il miglioramento del decoro urbano, la pulizia e la piccola manutenzione all’interno del centro urbano;

la manutenzione straordinaria del Villaggio Preistorico dei Faraglioni;

l’aggiudicazione in convenzione dell’uso del Parco suburbano.

Con questi programmi e con tante altre iniziative l’Amministrazione Comunale augura un Buon 2017 a tutti.

Attilio Licciardi

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Da Milano Francesco Caserta

Ci sarebbe da rispondere punto per punto da quanto affermato dal Sig. Sindaco, in quanto mi sembra egli viva nell’ “isola che non c’è” per chi, come me, arriva in estate e si ritrova come un pugno all’occhio quell’ obbrobrio di tendoni bianchi che egli definisce “area mercatale sul lungomare”che dà il benvenuto ai turisti.  Per non parlare di quel luogo che era un tempo il giardino davanti la posta diventato una specie di lavandino a cielo aperto. Ci sarebbero servizi igienici pubblici nell’area portuale? Ma sa sig. Sindaco che passeggiando poco tempo fa non me ne ero accorto e ho dovuto fare i miei bisogni tra le sterpaglie? Si è girato un film ad Ustica? Se non fosse per il tema sinistroide a Lei fortemente caro non credo abbia interessato molto la popolazione o abbia portato possibilità lavorative. L’assegnazione delle 4 vele di Legambiente? Sa come vanno le cose, come il vento appunto, basta dare qualcosa e il vento improvvisamente gira dall’altra parte…

Per non parlare delle scuole, scheletri mummificati ormai decomposti e Lei parla di ripresa dei lavori?

Ho altro da fare, meglio mangiare una gustosa fetta di panettone, per i botti di fine anno c’è ancora tempo…

Un pensiero riguardo “Riceviamo e pubblichiamo – Fine anno: tempo di bilanci e di programmi

  1. 2+

    Ci sarebbe da rispondere punto per punto da quanto affermato dal Sig. Sindaco, in quanto mi sembra egli viva nell’ “isola che non c’è” per chi, come me, arriva in estate e si ritrova come un pugno all’occhio quell’ obbrobrio di tendoni bianchi che egli definisce “area mercatale sul lungomare”che dà il benvenuto ai turisti. Per non parlare di quel luogo che era un tempo il giardino davanti la posta diventato una specie di lavandino a cielo aperto. Ci sarebbero servizi igienici pubblici nell’area portuale? Ma sa sig. Sindaco che passeggiando poco tempo fa non me ne ero accorto e ho dovuto fare i miei bisogni tra le sterpaglie? Si è girato un film ad Ustica? Se non fosse per il tema sinistroide a Lei fortemente caro non credo abbia interessato molto la popolazione o abbia portato possibilità lavorative. L’assegnazione delle 4 vele di Legambiente? Sa come vanno le cose, come il vento appunto, basta dare qualcosa e il vento improvvisamente gira dall’altra parte…
    Per non parlare delle scuole, scheletri mummificati ormai decomposti e Lei parla di ripresa dei lavori?
    Ho altro da fare, meglio mangiare una gustosa fetta di panettone, per i botti di fine anno c’è ancora tempo…

Rispondi con il tuo Commento