Seduta Consiliare del 17 Marzo prossimo


comune-ustica-5COMUNE DI USTICA 

Al Sig Presidente del Consiglio
Ai Sig Consiglieri

E p.c. Ai sig Assessori
Al Sig Segretario Comunale

OGGETTO: Seduta Consiliare del 17 marzo

Con la presente desidero confermare la mia impossibilità a partecipare all’ eventuale seduta consiliare del 17 marzo(ancora non convocato) in quanto il giorno dopo ( come precedentemente comunicato nel “cronoprogramma”) dovrò recarmi in Francia per una conferenza.

Colgo l’occasione per informare che sono già state inoltrate alla scrivente amministrazione, per la definitiva approvazione, le convenzioni per il passaggio alla gestione comunale dei seguenti Beni e servizi:

– Deposito temporaneo e Fruizione di Reperti archeologici presso il museo civico archeologico di Ustica e per la gestione dell’Area archeologica del Villaggio Faraglioni

– Comodato d’uso dell’impianto sportivo della Provincia Regionale di Palermo
– Concessione in couso della piazzola d’atterraggio elicotteri e relativa strada di acceso.
– Gestione Area Portuale Porto Santa Maria tramite Area Marina protetta.

Pur trattandosi di “ comodati d’uso” ho fatto esplicitamente prevedere che questi beni possano essere dati in uso anche alle nostre associazioni di volontariato, cooperative ed associazioni sportive.Infine abbiamo avuto comunicazione dai funzionari della Regione Siciliana che è stato predisposto l’ obbligatorio parere favorevole per la sottoscrizione d’Intesa Comune – Ministero Ambiente per l’affidamento della gestione dell’Area Marina protetta Isola di Ustica al Comune.

Devo evidenziare però che i suddetti traguardi, voluti dalla popolazione e che costituiscono un successo per la nostra ( e non solo della giunta) amministrazione, richiedono impegni di spesa che, seppur non eccessivi, sommati tra loro, costituiscono, in questo particolare momento di crisi economica generale ( si veda anche la possibilità dei tagli sui trasporti marittimi), un non indifferente problema. Ancor di più occorre valutare le nostre economie se si intende perseguire l’obiettivo di ulteriore riorganizzazione degli uffici comunali e se si vuole valutare l’opportunità di aiuto economico per le fasce deboli della popolazione e di ridurre la TARSU per le strutture alberghiere.

Sarebbe pertanto auspicabile condividere la volontà di raggiungere questi traguardi e pianificare al tempo stesso le nostre economie con interventi di riduzione della spesa che certamente non potranno esaurirsi con, seppur dovuti, eliminazione di utenze comunque sottoscritte da passate amministrazioni e andati nel dimenticatoio.

Siamo tutti protagonisti di un momento di riconquista del nostro territorio e della nostra identità della quale, se vogliamo, anche l’intitolazione della Caserma ad un naturalizzato usticese, il maresciallo Martin, è l’aspetto fenotipicamente più rappresentativo. Siamo primi attori, grazie anche alla collaborazione dei mezzi d’informazione via internet, di un risveglio dell’attività democratica dell’isola nel quale i cittadini sono informati in tempo reale e partecipi della vita pubblica. Mi chiedo se i cittadini fossero stati allo stesso modo tenuti in considerazione allorquando in passato il Comune ha ceduto intere fette del proprio territorio come lo stesso Campo sportivo o la Riserva Terrestre.

Buon Lavoro a tutti noi.
Aldo Messina

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.