SOTTO LE STELLE DI SPALMATORE


SOTTO LE STELLE DI SPALMATORE
Iniziativa congiunta del Centro Studi e del Villaggio Letterario

stelle cadenti“In queste sere, quando l’ultimo spicchio di Sole scompare nel mare di Spalmatore, una scintilla variopinta tra il rosso, il blu e il verde rimane a galleggiare per una frazione di secondo sull’orizzonte liquido. Mi piace pensare che sia una sorta di staffetta che l’astro diurno consegna alla notte incombente. Un invito a cercare nel cielo buio altre scintille, altri bagliori. Un invito che noi accogliamo volentieri, rilanciando, a partire da giovedì 14, la serie degli incontri astronomici al Villaggio di Spalmatore”.

Così Franco Foresta Martin annuncia la ripresa di quella che ormai è diventata una consuetudine dell’estate: notti in cui vacanzieri, appassionati di astronomia, soci del Centro Studi e frequentatori degli eventi organizzati dal Villaggio Letterario, si ritrovano tutti insieme ad ammirare lo spettacolo offerto dal cielo stellato.  Trascinati dalla passione di Franco, diventiamo tutti un po’ astronomi e un po’ viaggiatori cosmici. Le forme geometriche disegnate dalle costellazioni tornano a essere i personaggi mitologici immaginati nell’antichità. Alcuni intrusi fra le stelle, puntati col telescopio, rivelano la natura di pianeti del sistema solare: per esempio, Giove, Marte e Saturno, per limitarci a quelli visibili in queste sere.BOLIDE-6-AGOSTO-14-SIMULAZIONE E poi c’è spesso la sorpresa di qualche stella cadente o di un satellite artificiale che improvvisano un’apparizione pirotecnica fuori programma. Quest’anno due telescopi saranno a disposizione del pubblico, in modo da alternare osservazioni ravvicinate dei corpi celesti con quelle a occhio nudo; mentre su una lavagna luminosa si avvicenderanno le più recenti immagini scattate dalle sonde interplanetarie nei pressi di pianeti e satelliti. Appena un assaggio, in attesa che abbia inizio, a partire dal 24 luglio, la Scuola estiva di Archeoastronomia diretta dal prof. Giulio Magli del Politecnico di Milano, che prevede anche alcune osservazioni diurne e notturne di fenomeni celesti. Dunque, che si attenuino le luci del Villaggio  e si sollevino gli occhi al cielo: lo show più antico e replicato dell’Universo sta per cominciare.

Programma stelle cadenti di AgostoNumerose ed interessantissime sono le iniziative analoghe inserite in calendario da Franco Foresta Martin nei mesi di Luglio ed Agosto; quella del 14 Luglio alle 22,30 al Villaggio Letterario dell’HUPS è solo l’inizio; a seguire ancora una serata di astronomia il 22 Luglio; la presentazione, come detto, del corso di archeoastronomia dal 24 Luglio; quindi osservazioni al telescopio nella più romantica delle sere di Agosto, quella dei desideri, il 10, notte di S:Lorenzo e “gran finale” a Ferragosto ! Si preannunciano tante serate e tutte belle; per i partecipanti assicurata “emozione dantesca”, quella di poter uscire a riveder le stelle …

a cura di Mario Oddo

 

Rispondi