Assemblea cittadina: Elezioni comunali 2018 – proviamo a costruire un percorso unitario e condiviso”. INTERVENTI


 

In data 10 Marzo il sindaco di Ustica Licciardi ha indetto una assemblea cittadina sul tema: “Elezioni comunali 2018 – proviamo a costruire un percorso unitario e condiviso”. Abbiamo già riportato l’intervento del Sindaco – di seguito riportiamo un breve estratto di alcuni interventi dei presenti.

-Francesco Menallo – In una piccola comunità, con carenze di organico e di risorse, di solito il sindaco diventa il parafulmine di tutte le problematiche; per evitare ciò è necessario spalmare/impegnare su tutta la struttura le poche energie capaci e disponibili, a prescindere dalla propria appartenenza politica e della propria storia personale.
Sentire parlare nel 2018 di lotta di classe è forviante in quanto il mondo si è talmente trasformato che non esistono più le categorie sociali. La conflittualità è molto più polarizzata e la classe media si va estinguendo. Se non si prende coscienza del fatto che qui dentro (ma anche fuori) di solito è presente il 99% dell’isola proprio questo 99% deve necessariamente collaborare sulla base delle proprie competenze.
In questo momento ad Ustica c’è un solo vigile urbano ed è evidente che l’ufficio non può funzionare… il vigile  ha il diritto di prendere qualche giorno di ferie, ma può anche ammalarsi e se non ci sono disponibilità bisogna farsene carico. Parlo del vigile urbano perché è la cosa più evidente in quanto è una sola unità ma anche altri uffici avranno necessità di sostegno. In una situazione di assoluta conflittualità, che ad Ustica si trascina da tempo, e non penso che questa sia la sede per indagare sul colpevole, ammesso che ci sia un colpevole, e non sia invece una cosa stratificata, è difficile tirarsi fuori.
Poi si innesca un meccanismo che non si sa mai chi ha la colpa o chi ha iniziato per prima… Se ci fermiamo all’esame di questo tipo di problematica non andiamo assolutamente avanti.
Nessuna collettività può andare avanti continuando a Continua a leggere “Assemblea cittadina: Elezioni comunali 2018 – proviamo a costruire un percorso unitario e condiviso”. INTERVENTI”

Ustica Assemblea Cittadina – Sindaco: ” non sarò nella partita delle prossime elezioni amministrative…”


Sabato scorso eravamo presenti all’assemblea indetta dal sindaco sul tema: “Elezioni comunali 2018 – proviamo a costruire un percorso unitario e condiviso”.

Un “appello” sentito e richiesto dalla stragrande maggioranza degli usticesi, che avrebbe dovuto raccogliere tanta gente, ma che è risultato inascoltato. La gente avrebbe preferito che un “allenatore” perdente/sconfitto non partecipasse alla formazione della squadra…

All’inizio e per tutta l’assemblea abbiamo visto il volto del sindaco tirato e dai suoi occhi trasparire tanto disappunto e delusione, probabilmente legati agli ultimi insuccessi elettorali, personali e del suo partito (PD). Lo abbiamo anche visto privo di determinazione, che non avevamo mai notato in passato.

Proviamo a trascrivere i punti salienti dell’intervento del sindaco tratti dai nostri appunti.

Dopo aver ricordato l’esito delle elezioni politiche che ha visto il successo del Movimento 5  Stelle e del Centro Destra, e la sconfitta del Partito Democratico, fa presente che un mese fa ha lanciato un appello: – “Proviamo a lavorare per un percorso unitario e condiviso”  con l’intenzione di spiegare quali sarebbero state le sue intenzione.

“Io – ha proseguito il sindaco – avevo invitato personalmente Salvatore Militello, mio competitore nelle ultime elezioni comunali e mi ha detto che non sarebbe venuto. Oggi non siamo in campagna elettorale ma siamo in una fase preparatoria e questo incontro potrebbe essere utile tra qualche mese. Vista la mia esperienza politica maturata ad Ustica dal 1994 dove ho fatto, nel bene e nel male, il sindaco per 14 anni, penso di avere la responsabilità, insieme a tutti voi  non di indicare la strada (che non mi permetterei mai, in particolar modo oggi che è una assemblea trasversale),  ma di cercare, con voi, un percorso unitario e condiviso. È invece molto importante sentire quello che direte voi sul futuro dell’Isola. In considerazione del fatto che sono stato sulla scena politica dal 1994 al 2018, mi sento di avere anche la responsabilità di indicare una possibilità, e dare qualche suggerimento. Il mio appello pubblicato su Ustica Sape e su Buongiorno Ustica ha avuto delle risposte quasi tutte positive.
L’appello, tra l’altro, è legato ad una mia prospettiva, in quanto non sarò nella partita delle prossime elezioni amministrative per impegni personali familiari, di lavoro e politici. Ho ritenuto, comunque, opportuno  provare a gettare le basi ed incanalare la preparazione alle prossime elezioni in merito al dibattito e alla formazione della lista o delle liste.  Comunque mi metterò a disposizione di quanti ritengono di prendere in considerazione la mia esperienza maturata dal 1994 ad oggi.
Nel periodo che sono stato impegnato come sindaco ritengo di aver fatto il mio dovere e sento di avere la coscienza apposto. Ho subito un danno economico non indifferente con responsabilità enormi che si assumono, e non ci sono soldi per poterle pagare ad Ustica come in tanti altri posti.

Non mi sarei aspettato il gesto infame e vile del taglio dei copertoni. Chi lo ha fatto si dovrebbe vergognare. Sono certo che qualcuno si sarà arrabbiato quando ho affrontato la battaglia contro la corruzione nei trasporti marittimi, e ora è stato dimostrato che era assolutamente tutto vero quanto dicevo.
Ho fatto delle cose buone e commesso anche degli errori, dei quali mi assumo le responsabilità in prima persona.”

Questo, per sommi capi, quanto detto dal Sindaco che noi condividiamo per quanto concerne la lista unica per cercare di eliminare il clima di forte conflittualità che ha compromesso persino forti rapporti di amicizia, per provare a costruire un percorso unitario che selezioni le forze migliori e le migliori persone che vogliono impegnarsi per il futuro amministrativo della nostra isola.

Siamo altrettanto convinti che l’appello all’unione, per essere credibile, sarebbe dovuto venire molto prima, in tempi non sospetti, e non quando “il bambino” si è accorto che “il Re era nudo”…!

(seguiranno interventi dei presenti)

Pietro Bertucci

Assemblea cittadina


Assemblea Cittadina
Assemblea Cittadina

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

Un comitato (una assemblea) riesce a prendere decisioni piu’ stupide di ognuno dei suoi membri (partecipanti).

(Legge di Coblitz)

Centro accoglienza – Assemblea sui trasporti, giorno 23/12/2014 ore 17,30


 

assemblea sui trasporti Ho richiesto l’utilizzo del centro accoglienza per svolgere un’assemblea sui trasporti per domani 23 dicembre alle h. 17,30. Si richiede la partecipazione di tutti i cittadini, soprattutto dei giovani, che vogliono ancora lottare per avere la copertura del servizio di collegamento del mattino da Palermo. Si valuteranno tutte le proposte che da questa assemblea verranno fuori e alla fine si decidera’ il da farsi tutti insieme. Inutile ricordare che visto l’approssimarsi del Santo Natale e delle festivita’ sara’ probabilmente una delle ultime occasione per un confronto fra cittadini prima della fine di un mese di sacrifici, scelti a nome della comunita’ la quale sta patendo la mancanza di servizi sociali importanti, che tutti sappiamo. Si ringraziano le societa’ sportive dell’isola che vorranno differire i propri allenamenti per partecipare all’assemblea.

Salvo Tranchina

Riceviamo e pubblichiamo – Assemblea Cittadina sui Trasporti


 

Catamarano              A V V I S O

Domani Mercoledi 17 Dicembre alle ore 17.00 presso il Centro Accoglienza si terra’ un’Assemblea Cittadina sui Trasporti. Tutta la cittadinanza e’ invitata a partecipare.

Vittoria Salerno

Ustica: estratto assemblea cittadina del 17/10/2014 – Scambio di battute


 

Raccolta netturbeScambio di “velenose” battute tra Sindaco ed il suo ex Vice (tacco), intercalato da alcuni interventi di cittadini

Ex V. Sindaco Giovanni Tranchina (tacco) – Tu, Attilio, ti sei accollato tutti quelle errate  valutazioni del tecnico e non hai detto niente… e non voglio parlare di quello che  ha combinato con gli estumuli  al Cimitero…

Sindaco – Giovanni,  la tua ricostruzione dei fatti  è stata parziale…

Giovanni  Tranchina (tacco) –  e la tua ricostruzione dei fatti, Sindaco e stata  imparziale… “Ernè” te lo dico proprio da fraterno amico, il 22 maggio il direttore della riserva ti ha scritto una  lettera personale  dove ti comunicava  il disagio e le difficoltà  che aveva con l’ufficio tecnico e tu, anche in questa volta,  non hai fatto niente. Quindi  non avendo risposto alla sua lettera e non avendo fatto niente, per ovviare al disagi,o le sue dimissioni sono state consequenziali…

Sindaco – I primi di aprile abbiamo fatto una riunione del  consiglio comunale  con il direttore della riserva dove gli abbiamo detto  –  Giuseppe o tu ti confronti con il consiglio comunale o te ne devi andare… non è avvenuto nulla…
Io non vorrei fare ulteriore polemica…  se ne vogliono andare e se ne vanno … noi abbiamo fatto l’impossibile…

Ex V. Sindaco Giovanni  Tranchina (tacco) – Hai fatto l’impossibile?  e come mai se ne sono andati?… tu non hai fatto proprio nulla se non proteggere sempre il Tecnico…  e ti dico che  hai firmato certe cose a mia insaputa… Vi sono nomine di competenza della giunta,  che devono essere approvate in giunta ed escono prima su facebook,  ma è nomale? Tu  molte decisioni  importanti le hai prese in solitudine!.

Sindaco – Alcune decisioni si prendono in solitudine…   tu Giovanni  stai facendo una sceneggiata…

Cittadina  –  Giovanni non sta facendo una sceneggiata sta dicendo la verità.  Per quanto sto sentendo mi accorgo che state amministrando un paese nella Dittatura …  Giovanni è stato sempre in mezzo alla gente cercando di risolvere i problemi e non ha mai detto di no… Ora Giovanni non è più buono…  non ho sentito una parola  in sua difesa … è proprio una vergogna!…

Consigliere Mancuso R.  – Vergogna di che cosa… l’ufficio tecnico è il cuore del comune …  ma stai zitta…

Cittadino – Trovo  vergognoso che sino a mezzogiorno  la spazzatura  giace per le strade. Ci sono delle disposizioni e non si riusciamo a farle applicare… è una cosa vergognosa…  I deterrenti potrebbero essere le multe…

Ascoltatrice (forestiera) – A proposito della raccolta differenziata, noi  viviamo in condominio…  Se  il comune  nel sacco nero  dell’indifferenziata trova una bottiglia di vetro  pulita, perchè  quella  sporca non si può buttare o una bottiglia di plastica, al condominio fanno 800 € di multa  …  La raccolta avviene alle ore 6 del mattino, né prima e neanche dopo .  Alle  ore 8 un comune di 40.000 abitanti  è già pulito . Lì ci sono le regole che vengono applicate … E’ una questione di educazione,  di civiltà e tutto…. Se fioccano le multe allora sì che alla fine le cose funzionano.

PB

CONTINUA

Ustica: Estratto assemblea cittadina del 17/10/2014 – Lavori pubblici


 

Piazzetta mare bluIntervento ex V. Sindaco Giovanni Tranchina (tacco)

I lavori pubblici non erano di mia pertinenza,  te ne dovevi occupare tu Attilio…
A maggio  dopo la sospensione dei lavori nella piazzetta  (piazza mare blu)  da parte della ditta Martello abbiamo fatto una riunione dove era presente,  oltre il RUP, anche il progettista  Arch. Giostra . Bisognava trovare il modo di rendere parzialmente agibile la piazzetta per  evitare i disagi  che la sua chiusura  avrebbe dato ai cittadini e per permettere anche a Luca di lavorare…
Il tecnico si ostinava a dire che la piazzetta  non si poteva aprire per problemi di sicurezza…
E’ ovvio che non potevamo lasciare il posto, più importante dell’isola, in quelle condizioni per tutta l’estate…  Sono passate settimane per trovare il modo di risolvere questo problema di sicurezza che il tecnico aveva sollevato. Alla fine, in qualche modo, la piazzetta è stata parzialmente  aperta… In quel periodo, intanto, abbiamo  creato uno scontento e una situazione che ha danneggiato, ancora una volta, l’amministrazione.
Tu Attilio sai quanto disagi abbiamo avuto e quanti dispiaceri ci siamo presi per questa situazione…
Le responsabilità non erano nostre…
Tu non hai capito o non hai voluto capire i disagi che queste situazioni  mi procuravano. Tu non hai fatto mai capire al tuo interlocutore che il tuo vice sindaco aveva degli incarichi ben precisi.
Hai parlato di dare serenità al gruppo … Ma tu,  per dare serenità al gruppo,  volevi che io facessi un pupazzo?
Quando il tecnico nel 2014 ha preso tutte  quelle decisioni creando  quell’inferno,  quelle situazioni vergognose  tu non hai detto niente…
Oggi ci troviamo in una situazione dove il tecnico comunale ha più potere di un assessore, di un consigliere e questo te lo posso certificare.

PB

CONTINUA

Ustica: Estratto assemblea cittadina del 17-10-2014 – Discarica dell’Arso


 

Discarica dell'ArsoIntervento ex  V. Sindaco Giovanni Tranchina (tacco) –
Approfitto di questa assemblea per provare a spiegare le ragioni per cui mi sono dimesso da V. Sindaco.  Io mi sono trovato subito in difficoltà  dopo l’insediamento del  nuovo Capo Ufficio Tecnico, per divergenze  sulla  gestione politica delle deleghe che mi erano state affidate.
Sin dall’inizio, più volte, ho manifestato al sindaco la mia incapacità a dialogare e lavorare con il nuovo tecnico comunale.
Il primo punto di contrasto è stato l’area di trasferenza.
Quando nel 2013 ci siamo insediati  abbiamo trovato la discarica dell’Arso chiusa e quindi abbiamo iniziato subito un percorso per la riapertura, perché per noi la discarica chiusa era  considerata la madre di tutti i guai…  Abbiamo indetto una riunione  e abbiamo dato indicazioni che bisognava lavorare in questo senso per dare alla ditta Martello la possibilità di costruire la piattaforma…  All’Ufficio Tecnico è stato dato l’incarico di esplorare la possibilità  per  la riapertura della discarica.  Il tecnico  incontra  a Palermo i funzionari addetti dell’Assessorato competente per cercare la via più facile per sboccare la situazione.  Ritornato ad Ustica in un incontro ci dice che: – solo per smaltire i rifiuti dell’Arso, nello stato in cui si trovavano, ci volevano centinaia di migliaia di euro  e l’accesso poteva avvenire solamente a pulizia avvenuta.
Ho detto che quella zona, a queste condizioni, sarebbe  diventata  una cattedrale nel deserto perché il comune non aveva tutti quei  soldi per pulire…  A questo punto il tecnico ha detto che il problema non era più suo (tecnico) ma politico e quindi si doveva trovare un’altra zona dove depositare i rifiuti.
Il mio pallino è stato sempre quello di danneggiare meno l’Isola sotto questo punto di vista…
Allora, non essendo completamente convinto di questa  sua  linea sono andato io a Palermo  dall’assessore e gli ho detto che non  era possibile che ad Ustica, per  due cumuli, non potevamo  utilizzare più dei 2/3 dell’area e ho chiesto suggerimenti  e collaborazione per  arrivare allo sgombero di quei due cumuli…L’assessore mi da  utili  indicazioni e, seguendo questi, alla fine abbiamo trovato il modo come smaltire questo tipo di materiale.
Il progetto del tecnico, incaricato di  trovare una soluzione, era fallito… Noi siamo riusciti ad arrivare dove il tecnico aveva fallito.
Per il tecnico non vi era altra soluzione se non la sua. Oggi, come ha detto il sindaco, quanto prima,  possiamo pensare a riutilizzare la zona dell’Arso.
Questo è stato uno dei motivi che hanno cominciato a fare raffreddare i rapporti.

PB

CONTINUA

 

Ustica: Estratto assemblea cittadina del 17/10/2014 – Intervento sulla scuola dell’ifanzia


 

Scuola dell'infanzia Intervento maestra Delfina Natale
– In merito alla sistemazione dei bambini della scuola dell’infanzia mi sento di dire che vivono dentro una gabbia. Bisogna far intervenire la ASP di nuovo e vediamo  se i bambini possono stare in quelle condizioni  igienico sanitarie. Voi avete stravolto completamente l’identità della scuola dell’infanzia che è basata sul movimento e sul gioco. Noi  siamo in 24 (bambini e insegnanti) costretti a stare sempre seduti. Facciamo venire una giusta perizia… queste sono argomentazioni che riguardano l’amministrazione. In precedenza eravamo sistemati  in un locale che non è stato ritenuto idoneo (ASP) dagli organi competenti  e il 16 giugno ci hanno fatto abbandonare il locale così in fretta che abbiamo lasciato all’interno perfino tutti gli elaborati… non  ci hanno dato nemmeno il tempo di sistemarli.

Chiediamo un controllo, una perizia  e anche voi dovete venire per vedere se è possibile stare in un buco, in una gabbia in 24. Voi che parlate sempre di trasparenza,  non capisco perché io e la mia collega dobbiamo essere messe nella condizione di non poter svolgere le normali attività. Attualmente i bambini stanno seduti e non possono muoversi perche appena si alzano sbattono. L’assessore alla sanità e alla pubblica istruzione hanno il dovere di  tutelare in primo luogo la salute dei bambini e in secondo luogo quella degli adulti . Ripeto chiamiamo e facciamo decidere l’ASP perché tutti questi pareri presi così non convincono.
Io in questo momento mi sento  di spendere una parola per il nuovo preside, perché è una persona meravigliosa, è stato messo in una situazione terribile!…
Sindaco ti prego di venire a vedere in quale condizioni stiamo e ti renderai conto che  non abbiamo spazio.  Le mamme non possono venire a farci visita  perché non c’è spazio. Io come cittadina e non come maestra chiedo ufficialmente all’assessore alla sanità di fare intervenire l’ASP. Sono  4 anni che andiamo qua e là. Siamo ad Ustica, in un piccolo comune e le scuole dovrebbero essere il fiore all’occhiello di questa Isola.

Risposta Sindaco –  Noi ci siamo mossi in base ad una lettera del preside che segnalava alcune cose da fare. L’argomento è stato trattato in consiglio comunale per trovare assieme la soluzione migliore. In quella occasione la convergenza è stata unanime e sono stati stanziati i fondi per fare i lavori richiesti includendo anche alcune segnalazioni suggerite dal nuovo preside.  Sono andati a visionare la scuola  il preside  e l’ingegnere addetto alla sicurezza.

PB

Ustica: estratto dell’assemblea cittadina del 17 Ottobre 2014


 

Ho ricevuto da più persone la cortese richiesta di pubblicare un resoconto dell’assemblea cittadina indetta dall’amministrazione comunale lo scorso venerdì 17, tenuta al centro accoglienza.

Accolgo volentieri la richiesta  dando, in più giorni, un ampio resoconto degli interventi e degli argomenti più rilevanti trattati, riservandomi, alla fine, di esprimere il mio pensiero, per evitare che, come diceva Joseph Goebbels, qualche “bugia ripetuta più volte nel tempo alla fine diventerà verità”!
Comincio con il trascrivere di seguito un estratto di quanto ha detto il sindaco, cercando di fare un bilancio dei primi 16 mesi di amministrazione.
—————-
Abbiamo avuto un’estate con maggiore affluenza di turisti e con permanenza più lunga ad Ustica, probabilmente perché era stata data loro la possibilità di usufruire della tariffa weekend di andata e ritorno scontato del 50%, con partenza il venerdì.

Saremo presenti al salone internazionale del gusto di Torino nello Stand  della Regione Siciliana, Isole minori che prevede uno spazio  dove saranno presenti i nostri operatori turistici.

Per la messa in sicurezza della scuola qualche cosa di concreto si muove. La cosa più rilevante è la messa in sicurezza della scuola media perché il finanziamento è tale che presuppone degli interventi radicali (4.330.000 €)

Il depuratore è una delle cose che in Continua a leggere “Ustica: estratto dell’assemblea cittadina del 17 Ottobre 2014”

Assemblea sul tema dei rifiuti


 

Terminati i numerosi incontri utili a definire le possibili soluzioni al tema dei rifiuti e che risultino soprattutto opportune per ottenere il dissequestro della stazione di trasferenza di contrada Arso, appare ora necessario ottenere la collaborazione dei cittadini di Ustica.

Per questo ho pensato di incontrali ad Ustica il 15 aprile alle ore 19 al centro Congressi di via Fazio. Sarà anche opportuno che partecipino i candidati sindaci.

Aldo Messina

 

 

Navi RoRo ed assemblea sul tema dei rifiuti


 

F.C.1036 Nave RoRo   (2)Nessuna distrazione nè  tanto meno scarsa incisività politica sul tema del ripristino dei collegamenti marittimi per il trasporto via mare di merci e merci pericolose.

Come è noto, dopo due gare andate deserte, la Regione ora potrà procedere all’affidamento diretto del servizio e sono già previste- come detto in precedenza- le tre corse che- se l’assemblea regionale approverà per tempo il bilancio inserendovi la specifica voce probabilmente attingendo dai fondi FAS- consentirà, seppur con qualche difficoltà, di garantire il servizio senza interruzione alcuna.In tutta onestà appare anche legittima la volontà del Governo regionale di ridurre al minimo il dovere attingere somme dai capitoli della Protezione Civile che potrebbero servire, speriamo mai, per le emergenze e le catastrofi.

Aldo Messina

 


 

Rinvio assemblea cittadina


 

[ id=16301 w=320 h=240 float=left] Non essendo garantiti i collegamenti del mattino di domani , l’assemblea cittadina sul tema dei trasporti è rinviata.
Si precisa che sono attive le interlocuzioni con la Prefettura e con gli uffici regionali per la sostituzione di una corsa passeggeri con una per il trasporto merci pericolose. Non si ha notizia (neanche in Prefettura) di incontri alla Regione di giovedì e venerdì ma ho motivo di ritenere che entro oggi avrò una risposta prefettizia sulla problematica.

Aldo Messina

 

Assemblea Cittadina


 

COMUNE di USTICA

AVVISO AI CITTADINI

 Stazione Carabinieri

Le S.V. sono invitate a partecipare all’Assemblea Cittadina sui problemi del trasporto marittimo organizzata al Centro accoglienza per Lunedi 11 marzo alle ore 17.30.

Si raccomanda di documentarsi lunedi sull’effettiva conferma dell’incontro ( arrivo aliscafo ore 16.30)

Il Sindaco
Aldo Messina

 

 

Assemblea pubblica al centro congressi


 

Aldo Messina  (40)COMUNE di USTICA

Ustica 04.03.13

AVVISO AI CITTADINI

 OGGETTO: Assemblea pubblica giorno 07.03.13 ore 18.00 centro congressi.

Le SV sono invitate a partecipare all’incontro organizzato dallo scrivente per discutere sui principali temi di locale attualità (trasporti, Lavori Pubblici, finanze, ecc) e che è stata organizzata per il giorno 07.03.13 alle ore 18.00 al Centro Congressi.

Premettendo che venerdì 08 dovrò essere presente ad un incontro alla Presidenza della Regione (“Patto dei Sindaci”), quanti interessati sono invitati a chiedere conferma dell’incontro al mattino del 07(arrivo con aliscafo ore 7.00, partenza ore 00.700 del 08.03.13)

Il Sindaco
Dr Aldo Messina

 

 

Ritornano le navi RoRo – Sospese occupazione nave e assemblea Cittadina


“Tornano sino a fine aprile le navi RoRo per il trasporto di merci pericolose (benzina, gas, rifiuti infiammabili) sulla tratta delle isole di Ustica , Pantelleria e delle Egadi e pertanto è sospesa sia l’occupazione della nave Isola di Vulcano organizzata sul molo di Palermo per domattina che l’assemblea cittadina del pomeriggio ad Ustica”

E’ la conseguenza della seduta del governo regionale che, come confermato dalla nota dell’Assessore alle Infrastrutture , Antonino Bartolotta, ha dato disposizioni agli uffici competenti, stante il previsto impinguamento del pertinente capitolo di spesa, di procedere ad ogni azione necessaria al ripristino immediato dei collegamenti.

Ad Ustica con frequenza settimanale con ogni probabilità, per questo servizio, tornerà la motonave Ulisse.

” Si ritiene opportuno sottolineare- scrive tra l’altro l’assessore Bartolotta- che l’intervento legislativo finanziario provvisorio è stato approvato dall’A.R.S. il 29 dicembre ma la sua efficacia decorre dall’11 gennaio 2013″

“Sento il dovere- conclude Messina- di ringraziare il Governo regionale ma soprattutto i cittadini di Ustica per la solidarietà e senso di civiltà dimostrato pur nella condizione di disagio. grazie anche a quanti erano già pronti a scendere in piazza con noi. In particolare i sindaci della Provincia di Palermo rappresentati dal presidente regionale dell’ANCI, Giacomo Scala e dal presidente del Distretto Turistico Golfo di Castellammare, Salvo lo Biundo, l’ORSA Marittimi, l’ANAPI Pesca , il Sindaco di Bagnara Calabra ed i tanti altri che- stante la mia età- purtroppo dimentico”.

—————

[nggallery id=635]

 


Assemblea Cittadina


comune-ustica-5

 

COMUNE di USTICA

 

AVVISO AI CITTADINI

Assemblea cittadina sul tema dei trasporti

Le SV sono invitate a partecipare all’assemblea cittadina sul tema dei trasporti

(e conseguente mancanza di carburante e bombole di gas) organizzata per:

Sabato 19 gennaio ore 17.30

(presso i locali del centro accoglienza di Piazza Umberto I°)

qualora le condizioni meteo non consentissero l’arrivo dell’aliscafo delle 15.00 di

sabato, l’assemblea si terrà:

Domenica 20 gennaio ore 10.00.

Il Sindaco

F.to Dr Aldo Messina

Assemblea Cittadina sul tema dei trasporti



COMUNE di USTICA

AVVISO AI CITTADINI

Sig assessori
Sig Consiglieri Comunali
Responsabile Trasporti
Stazione Carabinieri
Delegazione spiaggia

OGGETTO: Assemblea cittadina sul tema dei trasporti

Le SV sono invitate a partecipare all’assemblea cittadina sul tema dei trasporti( e conseguente mancanza di carburante e bombole di gas) organizzata per

Sabato 19 gennaio ore 17.30 (centro congressi comunale via Fazio) o qualora le condizioni meteo non consentissero l’arrivo dell’aliscafo delle 15.00 Domenica 20 gennaio ore 10.00.

Aldo Messina

Riconvocazione assemblea cittadina


COMUNE di USTICA

Ustica 03.01.13

Gruppo Ustica Democratica

E p.c.  AVVISO AI CITTADINI Sig assessori
Sig Presidente Consiglio
Ufficio Ragioneria
Revisore del Conto
Stazione Carabinieri Ustica
Buongiorno ustica
Ustica Sape

OGGETTO: assemblea cittadina problematiche finanziarie Comune di Ustica

Preso atto vs richiesta, si comunica ns disponibilità ad organizzare un’ assemblea cittadina sulla problematiche in oggetto, fissando la data del 11.01.13 alle ore 18.00 al centro congressi via Fazio, Ustica. Ovviamente meteo permettendo.

Si ringrazia per l’opportunità.

Il Sindaco
Aldo Messina

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Felice Badagliacco

“Arridacci”!!! Il sindaco continua con l’assemblea cittadina… forse sarebbe piu’ giusto portare a conoscenza del consiglio comunale e poi dei cittadini le cinque relazioni annuali, che avrebbe dovuto fare e che non ha fatto, in modo che tutti verremmo a conoscenza di tutte le cause e arbitrati in corso che ha il comune di Ustica.