Ustica Azienda Agricola “U Baruni” – Bella corografia, permesso di degustare, piacevole comprare e portare a casa


Bambini dell’Asilo Nido BioBimbo di Velletri in visita all’Azienda Agricola Cortina – Cisterna di Latina


I bambini dell’Asilo Nido BioBimbo di Velletri in visita all’Azienda Agricola Cortina – Cisterna di Latina – per scoprire il processo complesso ed affascinante attraverso cui si ottiene il vino dall’uva.
La piccola, molto attenta ed interessata, con la borsa rosa a tracollo è mia nipote Celeste.

 Banbini in visita azienda agricola Cortina - Cisterna LT
Bambini in visita azienda agricola Cortina – Cisterna LT

^^^^^^^^^^^^^

Da Cosenza Salvio Foglia

Nonno Pietro, sei un tenerone!

 

Ustica Azienda Agricola “U Baruni”, raccolta e trasporto con l’asino pomodori per salsa


Ustica Azienda Agricola “U Baruni” . raccolta e trasporto con l’asino pomodori per salsa

Azienda Agricola Longo – imbottigliamento vino


L’ANALISI. I numeri (veri) dell’estate usticese: ad agosto 2015 flessione di oltre 700 passeggeri per i mezzi veloci (Frances Barraco) L’assemblea dello scorso 14 maggio aveva visto pubblico e privato presentare gli eventi di intrattenimento e di attrazione turistica dell’estate usticese a un folto pubblico.  Quest’ultima assemblea di mercoledì 16 settembre, non solo si è svolta senza pubblico, ma mancavano anche i relatori del settore “privato”, ognuno per i suoi motivi; era presente solo il presidente del Centro studi.  Torniamo sull’argomento perché, dopo che il sindaco Licciardi ha trasferito sulla pagina Facebook di “Ustica Democratica” i temi trattati in assemblea e quello che è venuto fuori dagli scarsi interventi, siamo stati richiesti di un approfondimento.  Così non possiamo esimerci dall’osservare che anche la platea di Facebook ha visto la totale assenza di operatori economici; e se, per quanto riguarda l’assenza in assemblea avevamo ipotizzato, a giustificazione, il fatto che pur essendo settembre inoltrato la stagione turistica sia ancora attiva e si è ancora tutti al lavoro, un’altra lettura va data all’assenza anche sul social network.  Quanto afferma il sindaco nella sua relazione su quanto venuto fuori in sede di assemblea è da valutare considerando il fatto che dei pochissimi astanti solo tre hanno fatto delle osservazioni, uno dei tre era chi scrive. Non ci sono quindi a nostro avviso conclusioni da tirare.  Possiamo tuttavia fare alcune precisazioni su quanto esposto dal sindaco, tanto in assemblea, quanto su Facebook.  La compagnia Visit Sicily Tour, che, attraverso il monocarena Mistral, sta coprendo il servizio integrativo su Ustica, non lo sta facendo perché vincitrice di una gara regionale, sebbene fosse stata invitata a parteciparvi; tutte e cinque le gare sono andate deserte. La Visit Sicily Tour è stata l’unica che, a bocce ferme, si è proposta con un esiguo ribasso, e in mancanza di altri ha ottenuto l’affidamento diretto.  Non c’è stato incremento di arrivi sull’isola nel mese di agosto, per lo meno attraverso il servizio mezzi veloci, anzi si è vista una flessione; infatti nell’agosto dello scorso anno, attraverso il servizio aliscafo della Compagnia delle Isole, sono arrivati 5.119 passeggeri, che, sommati a quelli trasportati dalla Usticalines in ragione di 4.754, danno un totale di 9.873 passeggeri. L’agosto di quest’anno ha visto arrivare 8.075 passeggeri con CdI e 1.067 con Visit Sicily Tour, per un totale di 9.142. Non abbiamo i dati relativi agli arrivi con la nave, forse è a quelli che il sindaco si riferisce, in tal caso tornerebbe utile venirne a conoscenza.  Per quanto riguarda l’incremento di arrivi nel mese di maggio, ascritto dal sindaco al turismo scolastico, i numeri a differenza, rispetto allo scorso anno, sono veramente esigui; nel 2014 gli studenti arrivati in visita scolastica, attraverso l’azione della coop che lavorava per l’area marina protetta, sono stati 480, mentre quest’anno, sempre attraverso la coop che ha vinto il bando di gara relativo a questo servizio, sono stati 557.  Proprio a proposito del numero degli studenti arrivati a Ustica quest’anno, siamo stati incuriositi da un’affermazione fatta sia nell’assemblea del 14 maggio che nell’ultima del 16 settembre da parte della coop usticese che sta lavorando per l’Amp. La coop sostiene che il numero degli studenti in visita a Ustica quest’anno è stato in ragione del 160% in più rispetto allo scorso anno. In realtà l’incremento c’è stato, ma in ragione del 16%. Restiamo in attesa che qualcuno ci spieghi come 16 possa diventare 160.   PUBLISHED BY Redazione  Vedi tutti gli articoli di Redazione  21 SETTEMBRE 2015 3 COMMENTI SHARE THIS: Twitter3Facebook23E-mailStampaTumblrGoogle MI PIACE:  ARTICOLI COLLEGATI L'ANALISI. Annunci, smentite, silenzi: la nuova stagione dell'Amp targata "Ustica democratica" L'INTERVISTA. Il primo bilancio di Licciardi: "Ecco cosa abbiamo fatto in due mesi" Con 1 commento USTICA. Le domande senza risposta del "caso Porretto". Per il sito del Comune è ancora assessore... 3 thoughts on “L’ANALISI. I numeri (veri) dell’estate usticese: ad agosto 2015 flessione di oltre 700 passeggeri per i mezzi veloci”  Giovanni Tranchina 21 SETTEMBRE 2015 ALLE 08:49 Al di là dei dati forniti su questo giornale e su altri social (Dell’assemblea preferisco non parlarne) , dove mi ricorda molto quando negli scioperi gli organizzatori dicono: presenti centomila persone,ribatte la questura, non più di diecimila.Tuttavia se Buongiorno Ustica ha pubblicato questo articolo e se non ci sono smentite,i dati vanno ritenuti reali.Per restare nell’argomento io scrissi prima dell’inizio dell’estate, che la maggiorparte degli analisti del settore turistico prevedeva in Sicilia complice la grande fuga dai paesi ormai insicuri del nord Africa che si affacciano sul Mediterraneo, un aumento del flusso intorno al 30%, a quanto pare i primi dati confermano questi numeri. Ustica sicuramente non ha agganciato questo trend,ognuno di noi ma soprattutto chi è addetto ai lavori si può fare un’idea del perché e quali sono state le cause.Credo come tantissimi altri cittadini che “L’accusato” numero uno è il settore dei trasporti, un vero disastro fino oltre metà Luglio, siamo stati i più penalizzati tra tutte le isole minori, dunque niente trionfalismi,davvero non ne abbiamo bisogno.  Rispondi Redazione 21 SETTEMBRE 2015 ALLE 20:46 Ciao Tacco,  solo per precisare che i dati di cui sopra ci sono stati forniti dalle direzioni commerciali delle rispettive compagnie marittime.  Saluti,  RR  Rispondi Francesco Menallo 27 SETTEMBRE 2015 ALLE 20:03 E per il 2016 qualcuno ha qualche idea ? repubblica di oggi ha dedicato un articolo al “fenomeno” 2015 che non si ripeterà se non per un turista su cinque; gli altri 4 sono rimasti poco favorevolmente impressionati da quella che giornalmente è il nostro cruccio: sporcizia, caos, disservizi, trasporti costosi e non efficienti……… siamo ancora a settembre 2015: se ci si pensasse per tempo a trovare soluzioni, anche alternative a ciò che dovrebbe essere compito degli amministratori (locali, regionali, statali) ……io non credo alla funzione “didattica” del sindaco….certo meglio onesto che disonesto, meglio competente che incompetente e via così per ovvietà…..però il totale resta sempre la somma delle singole parti………………………  Rispondi Rispondi
Imbottigliamento vino

Degustazione vini dell’Azienda Agricola “Hibiscus” di Ustica


 Degustazione vini .

Attrezzi del contadino visibili presso l’Azienda Agricola Cola Longo


 Attrezzi da contadino

Aforismi, Citazione, Proverbi… del giorno


SindacoI dirigenti, i sicofanti, i lacchè, cambiano posto, partito, azienda, giornale, televisione, ma non cambiano mai la testa, restano sempre asserviti al potere.

Carl William Brown

 

Esposto in procura della Siremar : “Disegno per impedire il rilancio dell’azienda”


Siremar Isola di Vulcano“Dal primo agosto assistiamo a una precisa strategia tesa ad ostacolare il rilancio della nostra impresa. Compagnia delle Isole a riguardo ha già presentato un dettagliato esposto all’autorità giudiziaria contro questo disegno posto in essere da alcune società di cabotaggio marittimo con il concorso di pubblici amministratori e apparati vari finalizzato ad eliminare dal mercato il nuovo scomodo concorrente”. Lo afferma la Siremar-Compagnia delle isole.

“L’impressione è che l’ingresso nel mercato del cabotaggio marittimo di un nuovo soggetto che in regime di concorrenza cerca di acquisire nuove quote di mercato – è il sospetto – possa turbare gli equilibri che nel tempo si erano creati. Forse qualcuno teme che Compagnia delle Isole, diversamente dalla vecchia Siremar, possa partecipare alle gare pubbliche indette dalla Regione Sicilia per l’attribuzione dei contributi regionali (circa 80 milioni di euro per anno) per lo svolgimento delle cosiddette tratte sociali?”.

Per la società che assicura anche i collegamenti tra la Sicilia e le isole minori, “tutte queste attività denigratorie, ben orchestrate”, potrebbero avere, “una unica regia”. Conclude l’azienda: “Riconosciamo che la flotta ereditata appena quattro mesi addietro necessiti di alcuni interventi manutentivi. E siamo consapevoli che, a causa di alcuni problemi legati alla passata scarsa manutenzione sulla flotta si siano registrati disservizi agli utenti. Ma proprio per questo abbiamo avviato un programma ben definito sia di manutenzione che di sostituzione di alcuni mezzi”, avendo provveduto, peraltro, alla capitalizzazione della società per ulteriori venti milioni di euro e all’approvazione di un piano industriale che prevede investimenti per oltre trenta milioni.

im 

Fonte Blog Sicilia

Preparazione salsa di polodoro


[ id=13315 w=320 h=240 float=center]

Azienda Agricola “u Baruni”


[ id=7349 w=320 h=240 float=center]

Azienda Agricola Pagliuzzo


[ id=5805 w=320 h=240 float=center]