Ustica dall’album dei ricordi anni ’60 – banda musicale


Ustica, banda, musicale anni ’60

Tonino e Salvatore percussionisti della banda musicale di Ustica


Maria Giovanna flautista della banda musicale di Ustica


Maria Giovanna flautista della banda musicale di Ustica

Bravi sassofoniati componenti della Banda musicale di Ustica


Bravi sassofoniati componenti della Banda musicale di Ustica

Ustica, Giuseppe e Angelo e le loro trombe


Giuseppe e Angelo e le loro trombe

Ustica, Bartolino solista con il bombardino


Ustica, Bartolino solista con il bombardino

Ustica, Calogero con la sua inseparabile grancassa


Ustica, Calogero con la sua inseparabile grancassa

Successo della Banda musicale di Ustica alla Sagra del Mandorlo in Fiore di Agrigento.


Quasi un anno fa, esattamente il 28 Marzo del 2018 “Usticasape” pubblicava con grande risalto un mio articolo-annuncio sulla ripresa di un determinato percorso interrotto da tempo con non poca sofferenza da parte della comunità usticese “orfana” di una antica e consolidata tradizione musicale. Estrapolato dal contesto ne riporto brevi  passaggi tra i più salienti:

“Dopo breve ma “assordante” silenzio, per le stradine, in piazza e al seguito della processione torneranno a risuonare a Ustica le note festose della banda musicale” … “per la cronaca, tutto parte da un “lampo” di Padre Lorenzo Tripoli che lancia la proposta di provare a rimettere in attività la banda musicale del paese; giorni dopo, detto/fatto!, nasce il “Nuovo Gruppo Bandistico S.Bartolomeo” con la novità della Presidenza che passa dalle mani di Calogero Basile a quelle immediatamente operative di Antonio Iorio.”

Sono passati appena dodici mesi da quel giorno e la Banda musicale usticese, aderendo ad un graditissimo invito dell’ANBIMA, l’Associazione nazionale alla quale aderiscono Complessi bandistici, Filarmoniche, Gruppi corali e folkloristici, a partecipare al <Festival Bandistico Terre di Sicilia> esce dai confini marini isolani; nel Continue reading “Successo della Banda musicale di Ustica alla Sagra del Mandorlo in Fiore di Agrigento.”

A Ustica un progetto-corso per aspiranti Marjorettes di supporto alla Banda musicale. 


La storia della nascita a Ustica del <Nuovo Gruppo Bandistico San Bartolomeo> è ormai nota a tutti o quasi; l’abbiamo ampiamente raccontata qui su <Usticasape>; la sintetizziamo particolarmente a beneficio dei “quasi”, di quei pochi o molti lettori ai quali fosse sfuggita.

Un bel giorno di mesi or sono, bello davvero, Padre Lorenzo, parroco della Parrocchia di San Ferdinando Re, contatta Antonio Iorio al quale chiede sostegno dell’idea di ricomporre il Gruppo bandistico da tempo purtroppo disciolto per cause non dipendenti dalla volontà dell’allora appassionato presidente Calogero Basile.

Da quel momento grazie alla pronta e Continue reading “A Ustica un progetto-corso per aspiranti Marjorettes di supporto alla Banda musicale. “

Banda musicale di Ustica, anno 1958


Banda di Ustica, anno 1958
Banda di Ustica, anno 1958

Ustica, banda musicale in giro per il paese


 Banda Musicale in giro per il paese
Ustica, Banda Musicale in giro per il paese

Ustica, Banda musicale


cof

Ustica, la Banda Musicale a seguito della processione a mare


rpt

ustica, banda musicale in giro per il paese


Ustica Banda Musicale, un vuoto colmato!…  Primo incontro con Padre Lorenzo Tripoli.


Ustica, Banda, intervista, parrocoDa tempo a Ustica tutti, locali e non, hanno avvertito un vuoto rappresentato dall’ assenza del gruppo bandistico da sempre rappresentativo di un’antiche tradizione dell’isola, quella musicale. Quel vuoto finalmente è sparito, coperto, proprio alla domenica di Pasqua, dal suono festoso del Nuovo Gruppo Bandistico S. Bartolomeo che è tornato a diffondere note e gioiosità per tutta Ustica.

Darò in successione <voce> a “Quelli che la banda musicale di Ustica …” hanno fortemente voluto che tornasse a suonare. Per primo incontro fra questi Padre Lorenzo Tripoli, Parroco della locale Parrocchia di San Ferdinando Re, dal quale è partita l’idea di tornare a dare rappresentanza bandistica musicale alla comunità usticese. Non senza ringraziarlo per la cortese disponibilità riporto volentieri le sue parole:

“Parlandone attorno e cogliendo nei ragazzi il desiderio e la voglia di riprendere il discorso della Banda musicale immediatamente mi sono fatto carico di iniziare questa nuova avventura con loro; ho trovato massima disponibilità, tutti entusiasti nell’accogliere questa proposta; notevole il ruolo di Antonio Iorio in particolare che ha sùbito appoggiato la mia iniziativa” …. ”Il giorno di Pasqua ho avuto la grande soddisfazione di vedere tutta la Comunità condividere con contentezza la nostra <pazzia> segnale inequivocabile di quanto nell’isola si sia sentita la mancanza della Banda musicale, quanto gli isolani fossero legati a questa loro tradizione” .… “Diceva Sant’Agostino che chi canta prega due volte; si può estendere benissimo anche il concetto nel senso che anche la musica può essere ben considerata attraverso le note come una forma di lode al Signore.” ….”A settembre saranno sei anni che felicemente sono sacerdote ad Ustica, una bella comunità che ha voglia di crescere e stiamo sicuramente andando avanti pur nelle tante difficoltà che inevitabilmente ci possono essere; però mi trovo bene con tutti, giovani e meno giovani; cerchiamo di andare avanti insieme tra alti e bassi sempre con l’aiuto di Dio” ….”Tra l’altro ho un ottimo rapporto con i ragazzi ai quali faccio da insegnante a scuola; ho la opportunità di stare con loro e parlare delle varie problematiche”. Prima di concludere questa simpatica conversazione come ultima domanda, scoperta questa a differenza delle precedenti occulte ma intuibili dalle risposte, gli ho chiesto:
“Padre Lorenzo, il giorno in cui per ordine superiore dovesse lasciare Ustica cosa rimpiangerebbe più dell’isola?”. “TUTTO!”, è stata la risposta secca e possente del Parroco che ha poi così proseguito: “mi auguro che questo possa accadere il più lontano possibile, però noi sacerdoti siamo chiamati all’obbedienza delle disposizioni del Vescovo e dobbiamo sempre fare quella che è la volontà di Dio ovunque Lui ci manda; quel giorno però mi mancherà tantissimo il mare, la natura, la gente dell’isola che sento come una grandissima famiglia ogni giorno di più a me vicina e solidale”.

Mi sia concessa una annotazione personale: da ragazzo ho studiato dai Salesiani; il mio professore di religione non tralasciava occasione per ricordarci sempre che “il Paradiso si merita in tanti modi”. Rilevo questa un’occasione per riprendere il tormentone: premesso che Padre Lorenzo Tripoli sicuramente il Paradiso (fra cent’anni naturalmente) l’ha già assicurato di suo per tant’altro, con questa “opera buona” della Banda musicale restituita agli usticesi, penso abbia notevolmente rinforzato il diritto all’ingresso …

Mario Oddo – odmar@libero.it

 

 

Banda musicale di Ustica, ricordi!…


 Banda Musicale di Ustica, Ricordi!...
Banda Musicale di Ustica, Ricordi!…

Ustica, banda musicale 1946


Ustica, banda musicale 1946
Ustica, banda musicale 1946

Ustica, la banda musicale per la finale di una partita di calcio


Ustica, la banda musicale per la finale di una partita di calcio
Ustica, la banda musicale per la finale di una partita di calcio

 

Ustica, Banda Musicale


 banda musicale
banda musicale

Ecco,… la musica è finita… gli amici (della Banda) se ne vanno…

Il 13 Luglio scorso non c’è stato chi, legato a vario titolo fisicamente o sentimentalmente all’Isola di Ustica, leggendo sul “nostro” sito <Usticasape> la notizia con la quale il “Nuovo Gruppo Bandistico San Bartolomeo” dava comunicazione al Sindaco, alla Giunta e al Consiglio della cessazione dell’attività, non sia stato attraversato da un sussulto di incredulità misto a dispiacere … Visto che l’unico sostentamento che ha il nostro Gruppo – è scritto tra l’altro nella lettera – è quello erogato da Comune di Ustica e visto che questo Comune è da due anni che non versa tale sostentamento il Nuovo Gruppo Bandistico San Bartolomeo si trova in gravi condizioni economiche -finanziarie pertanto comunica alla S.V. che, dopo 27 anni di servizio, si trova nelle amare condizioni di non potere più continuare la sua attività per mancanza di fondi. Data la gravità dell’evento e l’impossibilità a sostenere le spese, questa Associazione è costretta, a malincuore, a chiudere i battenti”. Molto sofferta nella forma, tanto amara nella sostanza. Scontata la solidarietà al Presidente Calogero Basile e all’intero complesso bandistico, con l’augurio che a seguito della conseguente inevitabile indignazione popolare isolana, silente o manifesta che sia, possa intervenire qualcuno o qualcosa che riporti il Gruppo Bandistico allo “status quo ante” che merita.  Si, perché questa attuale, “considerato il contributo che l’Associazione ha donato e continua a donare al paese”, è una circostanza che mette tanta tristezza a tutti, spettatori dall’altro giorno di una sequenza onirica (come in un film del grande Federico Fellini) semplicemente irreale: << la musica di una marcia funebre al suono della quale il Nuovo Gruppo Bandistico San Bartolomeo – ironia della sorte – accompagna il proprio funerale  … ! > .

Mario Oddo

^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Gaetano Gullotta

No solo la banda musicale manca .?????? E rimasto solo il mare ???? Ma a poco a poco ce lo toglieranno pure

^^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Angelo Russo

Quello che più ci addolora è che nessuno, dall’Agosto dell’anno scorso, si è chiesto come mai la banda non poteva suonare, già per San Bartolo 2016. Ancora peggio nessuno ha chiesto al presidente come mai per Pasqua la banda non è stata presente. Ora, Agosto 2017 all’ultimo momento si pretende la presenza della banda. Ma c’è qualcosa che ci fa ancora più male, in assoluto, la tranquilla frase: vabbe’ se non vogliono suonare loro, facciamo venire un’altra banda. Auguro a tutti un buon San Bartolo.