Assegnata al Comune di Ustica la “Bandiera con le 5 Vele”. 


Si è svolta a Palermo presso la sede di Legambiente Sicilia la cerimonia supplementare di consegna della “Bandiera con le 5 Vele” massimo riconoscimento promosso da Legambiente e Touring Club Italiano delle quali sono stati insigniti quattro Comuni siciliani tra cui ancora una volta Ustica. Erano presenti ed hanno preso in successione la parola:

Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia e “padrone di casa”: 

“Abbiamo pensato a questa cerimonia di consegna a parte perchè ci dispiaceva che materialmente a Roma non avessero partecipato, assenti peraltro giustificati, i massimi rappresentanti dei tre comuni siciliani, tra quelli che, oltre a Pantelleria, hanno ricevuto in meritata assegnazione la bandiera delle 5 Vele, Leni, San Vito Lo Capo e Ustica. Vorrei sottolineare questo valore perchè spesso noi per primi evidenziamo emergenze, ritardi, situazioni critiche, ma è nostro modo di essere Legambiente quello invece di dare risalto alle eccellenze che noi abbiamo in Sicilia, frutto non solo della bellezza del mare, in particolare quello nelle isole minori, ma di una serie di ricorrenti requisiti, messi insieme i quali, è venuta fuori una classifica che ci inorgoglisce in quanto, e per le quattro località premiate e per la Sicilia tutta, un successo non di poco conto”

Salvatore Cordaro, Assessore regionale al Territorio e Ambiente: 

“E’ un piacere. e sono qui per questo, gratificare per il vostro tramite le Comunità premiate; ringrazio il Sindaco di Ustica per quello che ha fatto fino ad oggi e sopratutto per quello che sicuramente farà in futuro; confermo a Salvatore Militello così come a tutti i sindaci della Sicilia che noi come Assessorato di competenza vogliamo essere interlocutori per quanto riguarda la materia ambientale, la tutela e valorizzazione del territorio con l’auspicio che il riconoscimento che oggi voi affidate alle quattro località siciliane serva da pungolo per un miglioramento sempre più importante delle condizioni di vita. Credo che il più grande riconoscimento che si possa tributare a Legambiente è quello di lavorare sul territorio per l’educazione civica della collettività; la mia presenza vuole essere un segno della la volontà comune che già ci siamo detti di continuare a collaborare tra istituzioni nell’esclusivo interesse della Sicilia”.

Salvatore Militello, Sindaco di Ustica: 

 “Faccio parte della schiera dei Sindaci appena eletta per cui mi sono ritrovato il 12 di giugno a dover privilegiare di affrontare immediatamente i problemi del mio territorio piuttosto che andare a Roma a ricevere questo pur prestigioso premio. Sicuramente saremo molto attenti alla salvaguardia del territorio, del mare, punti di attrazione per quanto riguarda il turismo e in questi giorni stiamo valutando, d’accordo con alcuni diving locali, di effettuare una capillare pulizia dei fondali. Ringrazio l’On. Salvatore Cordaro per la sua presenza e colgo l’occasione per assicurare la nostra più ampia collaborazione con l’Assessorato ambiente che presiede”.

In rappresentanza del Sindaco di San Vito Lo Capo, impossibilitato a presenziare per sopraggiunti impegni istituzionali, era presente la Dott.ssa Maria Pia Castiglione, Assessore alle Politiche Sociali e Istruzione.

In chiusura, l’auspicio comune dalle parole ascoltate e da quelle “a microfoni spenti” è stato quello di poter fra un anno  registrare un numero ancora maggiore di Comuni e/o Comprensori siciliani che potranno vantarsi della assegnazione della prestigiosa Bandiera “Pentavelata”. 

Mario Oddo – odmar@libero.it

                                                                                  

 

 

Cerimonia consegna bandiera con le 5 vele


Download (PDF, 274KB)

^^^^^^^^^^^

Martedì 26 giugno alle ore 11,00 nella sede di Legambiente Sicilia a Palermo, andrò a ritirare le “5 vele”. Alla manifestazione di consegna sarà presente anche l’Assessore Regionale al Territorio ed Ambiente Toto Cordaro.

Salvatore Militello

Comune di Ustica, corretta esposizione delle bandiere


Al Sindaco di Ustica
Al Segretario Comunale Ustica
Al Capo Ufficio Tecnico  Ustica

corretta esposizione bandiereOGGETTO: corretto adempimento delle norme che regolano l’esposizione delle bandiere.

A seguito di alcune segnalazioni che hanno posto in evidenza lo stato di incuria in cui spesso versano le bandiere esposte all’esterno del nostro comune, abbiamo segnalato le lagnanze, qualche settimana fa, a chi di competenza, purtroppo senza positivo riscontro…

Non c’è spettacolo più desolante  vedere le Bandiere  sulla balconata del nostro comune e nelle scuole esposte  in modo non corretto o peggio sporche, logore e sfilacciate.
È mai possibile che il sindaco, il segretario comunale, gli assessori, i consiglieri i dirigenti (anche scolastici) ecc., entrando in questi edifici pubblici, non vedono che le bandiere spesso sono esposte in modo indegno?
I simboli che dovrebbero essere l’orgoglio di un paese diventano spesso un negativo biglietto di visita e lasciano trasparire l’immagine di un paese che ha perso il senso dell’appartenenza, la sensibilità. Quel senso di appartenenza e sensibilità che troviamo ad esempio negli statunitensi, inglesi, francesi…

La materia è regolata dalla legge 5 febbraio 1998, n. 22, e dal D.P.R. N 121  7 aprile 2000 –  9. 1. Le bandiere sono esposte in buono stato e correttamente dispiegate ). 10.1. Ogni ente designa il responsabile alla verifica della esposizione corretta delle bandiere all’interno e all’esterno (flag man.”

La nostra amministrazione ha  designano il flag man (retribuito) che deve assicurare il massimo decoro dei vessilli, attraverso un’attenta verifica sia della loro corretta esposizione (stessa altezza e stessa dimensione) sia del loro stato di conservazione e procedendo alla loro  sostituzione ove si presentino logore, scolorite, strappate, sporche, o male avvolte all’asta.

Il mancato  impreciso svolgimento di tali compiti comporta per i flag man il venir meno ai propri doveri di ufficio. 

Chiediamo al sindaco, al segretario comunale, all’assessore alla cultura, ai dirigenti e a tanti altri… se entrando nel nostro comune o nelle nostre scuole hanno mai sollevato lo sguardo verso l’alto, verso le bandiere?

“Ovviamente, occorre riconoscere che sono altri i problemi seri di Ustica, ma se non si riescono a risolvere piccoli problemi di ordinaria amministrazione come possiamo pensare di risolverne altri molto più delicati ed importanti come: – trasporti, porto, scuole, cimitero, depurazione, raccolta differenziata ecc. ?”

Pietro Bertucci

^^^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

I agree with Pietro, to show disregard to your country’s flag is a disgrace. Pietro has pointed out a bad situation in Ustica, just like our president Donald Trump in America, has pointed out the disgrace of our NFL player’s disregard for the American flag.  A sign of the times we are living in. RESPECT IS LEAVING.

Sono d’accordo con Pietro: mostrare disprezzo per la bandiera del vostro Paese è un disonore. Pietro ha evidenziato una sgradevole situazione a Ustica, proprio come il nostro Presidente Donald Trump in America ha evidenziato il disonore del giocatore dell ‘NFL per il disprezzo verso la bandiera Americana. Un segno dei nostri tempi. NON C’E’ PIU’ RISPETTO.

 

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

Vergogna per chi deride la Bandiera. Amare la Bandiera non significa approvare tutto ciò che fa’ il Paese e la sua popolazione: è solo gratitudine per la Libertà.”

JOHN FITZGERALD KENNEDY

In America – orgogliosi di essere italiani con radici usticesi.


 in America - orgogliosi di essere italiani provenienti da Ustica
in America – orgogliosi di essere italiani provenienti da Ustica

^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfe’

This looks like the trip to California that Vito made to meet with the American Usticesi. I think I also see Agostino and Marcello. God Bless them all !!!

I think that Vito Ailara and Agostino Caserta are in this picture.   Marlene Robershaw, Manfre

 
Marlene Robershaw, Manfre

Ustica, l’immagine di un paese in “disfacimento”…


BandieraCrediamo che il Sindaco debba spiegare i motivi  per i quali quelle bandiere sono tenute in quello stato nonostante il Dpr 121 del 2000 prescrive  espressamente che “le bandiere italiane e quella Europea  devono essere disposte in buono stato e correttamente dispiegate”.

Vediamo la bandiera Italiana sfilacciata e “tendente a sinistra…”, quella europea strappata e quella regionale a mezz’asta, ma chi è morto?

La bandiera dovrebbe essere il simbolo dell’orgoglio  nazionale e invece sempre più spesso rappresenta, nel nostro caso, l’immagine di un paese in “disfacimento” e politicamente condizionato…

Un amministratore che non si accorge del pessimo esempio che quei simboli in quello stato danno,  soprattutto ai giovani, non è degno di sedere su quegli scranni!.

PB

^^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Torino Michele Manzitti

Salve mi compiaccio per questa osservazione: L’avevo già sollevata, la scorsa estate al sig Sindaco ed al comando della Locale Polizia Municipale. In aggiunta avevo dato al sig. Sindaco documentazione sulla storia della bandiera Italiana e materiale didattico ulteriore da far circolare nelle strutture scolastiche. Il tutto vanamente. F.to Il V. PRESIDENTE PROVINCIALE Sez. ANMIG (ASS. NAZ.MUTIILATI ed INVALIDI DI GUERRA) TORINO Michele Manzitti

Quando la Processione era preceduta dalla bandiera Italiana (Agosto1991)

Processione con Bandiera Iraliana  1991
Processione con Bandiera Iraliana 1991

Pasqua incontro – Primo saluto


[ id=21399 w=320 h=240 float=center]

 

Pasqua 1979


[ id=16298 w=320 h=240 float=center]

Case in via “Pennina”


[ id=12947 w=320 h=240 float=center]

Insufficienza di Personale… quest’anno ci tocca la “bandiera Bianca”


[ id=12555 w=320 h=240 float=left]A Vulcano, Lipari, Ispica, Pozzallo, Marina di Ragusa e Menfi bandiera blu. Parafrasando un noto brano di Franco Battiato ad Ustica “sventola bandiera bianca”. Dire “… ma il mare di Ustica ha superato i controlli dell’Asp …” è solo un evidente quanto patetico riparo, un nascondersi dietro. Qualcuno avrebbe dovuto avere l’onestà intellettuale di ammettere invece che era consapevole che le condizioni generali in cui ambientalmente versa Ustica mai avrebbero permesso di creare condizioni tali che l’Isola potesse superare la valutazione della FEE. Altro che iter lungo e complicato, altro che insufficienza di personale … ! E non è stata questa forse anche un’occasione perduta anche dall’Assessore al Turismo ad oggi “fantasma” alla stregua del suo predecessore (Sig. Giardino escluso) che non mi sembra abbia ancora lasciato un primo segnale degno di nota dall’epoca del suo enfatizzato insediamento tranne che non mi sia sfuggito qualcosa … “Ma il mare è sempre più blu” cantava Rino Gaetano e l’Isola comunque è pronta ad attendere anche nella imminente stagione estiva l’arrivo di “migliaia di turisti” (quantificazione statistica di recenti annualità divulgata dal Primo Cittadino). Bandiera o non bandiera, che a cominciare da domani possa essere vero !

Mario Oddo

P.S.: prima che qualcuno giustamente possa “rimproverare” una mio errore di citazione chiarisco di sapere bene che il “sempre più blù” cui fa riferimento nel suo brano il mai abbastanza compianto Rino Gaetano in effetti è “il cielo”; l’ho sostituito con “il mare” diciamo “per convenienza” e poi forte del fatto che non è infrequente che d’estate ad Ustica, complici frequenti bellissime giornate, il cielo si confonde con il mare …

 

Ustica: Nessuna Bandiera Blu – “non abbiamo abbastanza personale” spiega il sindaco


[ id=12551 w=320 h=240 float=left]La mappa del mare cristallino bandiera blu a cinque spiagge

Sono Vulcano e Lipari nelle Eolie, Ispica, Pozzallo, Marina di Ragusa e Menfi. Esce dalla classifica una spiaggia del Catanese. Nessun riconoscimento dal Fee a Palermo e Trapani

di ISABELLA NAPOLI

La spiaggia di Santa Maria del Focallo a Ispica nel Ragusano

SONO le località balneari che nell’Isola hanno superato per quattro anni consecutivi i controlli sulla qualità delle acque, hanno adeguati servizi di salvataggio e promuovono il turismo con iniziative culturali o enogastronomiche. Lipari e Vulcano nelle Eolie, le spiagge di Santa Maria del Focallo e Ciricà a Ispica, Pozzallo e Marina di Ragusa in provincia di Ragusa e Menfi nell’Agrigentino conquistano quest’anno la Bandiera Blu, che premia ogni anno, dal 1987, le spiagge più pulite d’Italia.

Una sorta di “bollino di qualità” del mare assegnato dalla sede italiana dell’organizzazione internazionale Fee Fondazione per l’educazione ambientale. Per l’edizione 2012, la numero 26, la Continue reading “Ustica: Nessuna Bandiera Blu – “non abbiamo abbastanza personale” spiega il sindaco”

ragazze – una giornata all’aperto


[ id=11384 w=320 h=240 float=center]

In riva al mare per pregare


[ id=11342 w=320 h=240 float=center]

Processione Madonna della Croce


[ id=9874 w=320 h=240 float=left]  Bella e significativa foto… –  Strada Tramontana – Processione Madonna della Croce – donne dell’Azione Cattolica con la Bandiera Italiana.