Ustica, Befana 2006


Ustica, distribuzione calze Befana 2015


calce Bafana 2015  (1) F.C.5105a  calce Bafana 2015  (2)

Befana ad Ustica


[ id=20935 w=320 h=240 float=center]

Befana ad Ustica


[nggallery id=439]

ASD Ustica – Ripartiamo dalla “Befana”…


Dopo il periodo Festivo culminante con la Befana, l’anno nuovo ad Ustica riparte all’insegna del Calcio, con una doppietta. Due piatti prelibati, uno con una squadra di rango ( Europa Montelepre ) e l’altro ( partita di recupero ) con L’Atletico Giardinello squadra in crescendo. Due partite subito in 4 giorni, ed entrambe al “Mulino a Vento “. Giocando In casa contro squadre di un certo spessore probabilmente Vena adotterà una strategia conservativa con un 4-4-2. Una specie di catenaccio camuffato a centrocampo, una ragnatela in cui gli avversari si innervosiscono specie quando cominciano a scoprire che qualche cosa non va e non possono esprimere il loro gioco ma… a quel punto, di solito, sono sotto già di qualche gol !

Sugli spalti abbiamo notato, durante le partite dell’ Asd Ustica giocate in casa, pochissimi ragazzini dai 9 ai 15 anni ed e’ preoccupante, c’e’ da sospettare che il loro impegno è rivolto maggiormente agli oggetti tecnologici; ai nostri tempi le madri erano sempre impegnate a toglierci dalla strada e farci entrare in casa, oggi sembra il contrario. Quiz per i giovanissimi : Dalla classifica del vecchio 2010 con la prima Vittoria della squadra usticese e’ stato eliminato lo zero. Rimangono da eliminarne al “Mulino al Vento” ancora due risultati: – il primo pareggio e la prima vittoria. Quale dei due, secondo voi, sarà eliminato per primo ?

La partita con il Giardinello, che ultimamente ha fatto bene, probabilmente sarà affrontata dall’ Asd Ustica con una mentalità nuova, positiva : la prima vittoria ha iniettato alla squadra autostima, che indubbiamente è una dote positiva ma si deve rimanere con i piedi per terra perché ogni partita fa storia a se ed e’ una vera lotta e…. se si guarda il calendario si nota che fino ad ora si sono incontrate prettamente squadre di medio bassa classifica; gli impegni diventeranno più duri e allora si deve fare un’altro salto, sarà necessario usare non solo gambe e “polmoni” ma anche programmarsi meglio mentalmente, il gioco dovrà essere più “ragionato”: limitare gli errori mentali, non cadere nella trappola delle provocazioni, sfruttare bene le punizioni a favore, giocare anche senza palla tenendosi sempre smarcati coprendo il campo o la zona ecc..ecc.. inoltre continuiamo con la correttezza sportiva in campo e sugli spalti dove ci saranno molti pendolari usticesi ancora a casa per le Feste; il pubblico non può dimenticare che rappresenta il dodicesimo uomo in campo, ma l’arbitro ascoltare e annotare tutto. Spesso l’esito della partita è legato a due o tre episodi che diventano essenziali. Ragazzi avanti con determinazione, aggressività e concentrazione .

Agostino Caserta