Ustica, compra consolle online ma il venditore sparisce nel nulla: una denuncia


I carabinieri della stazione di Ustica
I carabinieri della stazione di Ustica

Quarto episodio in un mese nell’isola. Un giovane si è rivolto ai carabinieri dopo aver pagato 140 euro e non aver ricevuto nulla. Nei guai un napoletano di 31 anni che, al momento, risulta irreperibile

Trova un annuncio allettante sulla vendita di una consolle per videogiochi, paga la somma pattuita ma non riceve nulla. I carabinieri hanno denunciato per truffa un 31enne napoletano, G.C., che dopo aver incassato il denaro si è reso irreperibile.

Lo sfortunato protagonista della vicenda è un giovane di Ustica che, temendo di essere stato gabbato e di aver perso 140 euro, si è rivolto ai carabinieri. Ricevuta la denuncia i militari hanno avviato le indagini risalendo all’identità del campano che, già in passato secondo quanto riferito dal Comando provinciale, si era cacciato nei guai per episodi simili.

Si tratta del quarto episodio accertato nell’isola nell’ultimo periodo. “Il fenomeno delle truffe online – spiegano i carabinieri – sta diventando un fenomeno che interessa gli internauti di ogni età. Il più classico degli inganni consiste nel proporre un oggetto in vendita a un prezzo vantaggioso e attendere che qualche utente sprovveduto, allettato dall’offerta, invii il denaro al venditore che una volta intascata la somma si rende irreperibile”.

Fonte: Palermo Today

 


Users who have LIKED this post:

  • avatar

Ustica, scolaresca in visita elicottero Carabinieri


Ustica, scolaresca in visita elicottero Carabinieri
Ustica, scolaresca in visita elicottero Carabinieri

Cambio della guardia al comando della Stazione Carabinieri di Ustica.


Dal 13 Febbraio si è insediato il maresciallo Gennaro Matuozzo, subentrando al Maresciallo Gennaro Imbimbo trasferito ad altra sede a Roma con un prestigioso incarico.

Laureato in Scienze Giuridiche, Gennaro Matuozzo, 26 anni. Maresciallo dal 2014,  dopo aver prestato servizio a Palermo Falde, arriva ad Ustica prima con il ruolo di vice Comandante e ora da Comandante la Stazione Carabinieri.

Usticasape, nel dare il benvenuto al nuovo Comandante, augura  buon lavoro certo che  il Suo comando sarà un punto di collegamento/riferimento  insostituibile tra istituzioni e cittadini.

PB


Users who have LIKED this post:

  • avatar

Ustica, in mare con la barca rischia di annegare: 83enne salvato da carabinieri

Le onde stavano per sovrastare la sua imbarcazione a remi, ma la motovedetta dei militari della stazione locale è intervenuta, ha legato la barca con delle cime e riportato l’anziano alla banchina

salvataggio-cc

Doveva essere una giornata all’insegna della spensieratezza, alla ricerca di quella tranquillità che solo il mare ed il clima siciliano possono ancora concedere ad ottobre inoltrato. Ma qualcosa stava per rovinare i piani del pensionato di 83 anni, residente nell’isola di Ustica, uscito in mare con la sua barca a remi.

Il mare ha iniziato ad agitarsi e le onde stavano per sovrastare la forza e l’esperienza dell’anziano marinaio. Ma una motovedetta dei Carabinieri della stazione locale, prontamente intervenuta, ha legato la barca con delle cime e messo in salvo l’83enne riportandolo alla banchina.

Fonte: Palermo Today

Ustica Gara Internazionale di Pesca subacquea – un premio riservato ai Carabinieri di mare

Ustica, gara internazionale di pesca subacquea
Ustica, gara internazionale di pesca subacquea

Ustica, Caserma dei Carabinieri


Caserma dei Carabinieri
Ustica, Caserma dei Carabinieri

San Bartolomeo – Carabinieri in servizio

 San Bartolomeo - Carabinieri in servizio
San Bartolomeo – Carabinieri in servizio

Ustica gara podistica – un riconoscimento ai Carabinieri per il buon servizio prestato

Ustica gara podistica - un riconoscimento ai Carabinieri per il buon servizio prestato    .j

Servizio notturno


 servizio notturno

Bravi, sempre presenti, impeccabili


[ id=19922 w=320 h=240 float=center]

Servizio notturno


[ id=18096 w=320 h=240 float=center]

Discorso di commiato del Comandante la Stazione Carabinieri di Ustica


LEGIONE CARABINIERI SICILIA

Stazione di Ustica

Discorso di commiato del Mar. 0rd. Fabrizio Di Pofi, Comandante della Stazione Carabinieri di Ustica.

Ringrazio le autorità civili, militari, e tutti i concittadini per la partecipazione a questo momento di saluto; in particolare ringrazio il Sindaco di Ustica che si è oltremodo speso per essere presente questa mattina, nonostante il maltempo pregiudicasse i collegamenti con la terra ferma.

Come tutti sapete, io e il collega Maresciallo Capo Di Maria Salvatore ci accingiamo a lasciare l’isola per nuove mete. lo tornerò nella mia terra, la Ciociaria, mentre il collega si dirigerà verso Trapani, avvicinandosi anch’egli ai propri affetti.

Sono giunto sull’isola nel maggio del 2009, e dopo oltre 3 anni e mezzo ne esco arricchito di valori professionali e umani. Ho compreso cosa significhi vivere in un contesto disagiato, in un luogo dove spesso i cittadini vengono lasciati soli ai loro problemi. Il mare, con i suoi pregi ed i suoi difetti, allontana questa magnifica isola dalle comodità della terra ferma.

In compenso, però, abbandonando i tempi ritmici delle grandi città fatti di solita e frenetica routine quotidiana, ho assaporato il gusto antico dei tempi ciclici, quelli regolati dalla natura. Qui a farla da padrone sono il mare, il vento,l’alternarsi delle stagioni; la vita di ogni uomo e donna è regolata da questi aspetti, in cui a volte il tempo sembra fermarsi.

In tale contesto ho coltivato rapporti umani che altrove non avrei potuto coltivare, ho vissuto con intensità, passione e coinvolgimento emotivo ogni attimo della mia vita privata e professionale; e tutto ciò grazie al popolo usticese che mi ha accolto con affetto, e rispettato con sincerità fin dal mio arrivo.

Oggi quindi ringrazio questa piccola comunità il cui ricordo resterà sempre vivo nel mio cuore. Ringrazio inoltre tutti i colleghi delle forze di polizia, la cui collaborazione è stata fin da subito fattiva e costruttiva. In particolar modo ringrazio gli uomini della Delegazione di Spiaggia di Ustica, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale, con i quali, per ovvie ragioni di servizio, ho condiviso molti momenti della mia vita professionale.

Ringrazio il Comune di Ustica, nella persona del Sindaco dr. Aldo Messina, che ha sempre mostrato nei confronti dell’Arma dei Carabinieri disponibilità ed affetto.

Inoltre ringrazio quanti, anche se non citati, mi sono stati vicino in questi anni, dandomi quotidiani esempi di amicizia, lealtà ed onestà.

Infine, ma non per ultimo, rivolgo un pensiero di ringraziamento ai miei collaboratori senza i quali oggi non sarei la stessa persona che sono, complimentandomi con loro per la professionalità con cui hanno svolto quotidianamente i compiti assegnati e per la pazienza che hanno avuto nel sopportarmi.

Con la giornata di oggi non voglio dire addio alla comunità usticese, ma solo arrivederci, perché si possa nel futuro continuare a coltivare gli ottimi rapporti instaurati.

Grazie e buona vita a tutti!

IL COMANDANTE
Mar. Ord. Fabrizio Di Pofi

Ustica, 12 gennaio 2013

^^^^^^^^^^^^

RINGRAZIAMENTI

Da Frosinone Frabrizio Di Pofi

Ringrazio il Capo 1^ Classe Diego Baiata per il pensiero che ha voluto dedicare a me e al collega Salvatore Di Maria…. Caro Diego, l’aver lavorato al tuo fianco mi ha fatto capire con maggiore presa di coscienza cosa significhi essere un servitore dello Stato. La tua abnegazione al servizio d’istituto sarà sempre d’esempio nella mia vita professionale. Avrei tanto voluto che tu fossi presente insieme a noi al momento di commiato, ma il mare non è stato clemente. La tua presenza è stata comunque percepita e ti ringrazio ancora per il bel pensiero che mi hai dedicato. Vento in Poppa, Comandante!!!!

^^^^^^^^^^

Da Trapani Salvatore Di Maria

Ringrazio tutta la cittadinanza usticese, gli amici e i colleghi delle forze dell’ordine per l’affetto e il calore dimostrato negli anni trascorsi in questa bellissima isola. A breve inizierà una nuova avventura, con la speranza di poter vivere con passione, emozioni di pari intensità. Un grazie a tutti.

Mar. Capo Salvatore Di Maria

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Palermo Mario Oddo

Memori delle attenzioni, delle premure, della disponibilità cortesemente riservateci lo scorso Marzo del 2012 in occasione della intitolazione della locale Stazione Carabinieri al “nostro” Luigi Martin a nome mio personale e di tutti i discendenti della Famiglia Martin invio al Maresciallo Di Pofi oltre che al suo Collega in grado Di Maria un doveroso saluto ed un sincero augurio di buon lavoro presso la Sede di nuova destinazione dove, ne sono certo, entrambi come avvenuto nell’Isola di Ustic si faranno immediatamente apprezzare per le loro riconosciute doti professionali oltre che umane.

Mario Oddo per Famiglia Martin

^^^^^^^^^^

Da Trapani Diego Baiata 

Purtroppo, le condizioni meteo marine hanno impedito la mia partecipazione al saluto di commiato dei colleghi dell’Arma dei Carabinieri, Salvatore DI MARIA e Fabrizio DI POFI con i quali, ho condiviso, nei tre anni di mia permanenza sull’isola di Ustica molteplici momenti professionali e umani che hanno, nel tempo, consolidato e arricchito non solo i rapporti istituzionali fra diverse Amministrazioni ma, soprattutto, rafforzato relazioni di sincera amicizia.

Da parte mia, è dunque doveroso, per ognuno di loro, manifestare un separato e sentito saluto esprimendo:

“Al Maresciallo Capo Salvatore DI MARIA, Comandante della Motovedetta Carabinieri N 508 che ha concorso al mantenimento dell’ordine e della sicurezza in mare nell’ambito dell’Area Marina Protetta dell’Isola di Ustica con esemplarità e spirito di abnegazione supportate da vasta preparazione professionale e spiccate capacità diplomatiche riscuotendo sempre unanime apprezzamento”.

Vento in poppa Comandante per il prosieguo della carriera.

“Al Maresciallo Ordinario Fabrizio DI POFI che si è dedicato con esemplarità morale e abnegazione, supportate da invidiabile preparazione professionale, spiccate capacità investigative ed eccelse doti diplomatiche nel delicato incarico di Comandante Stazione Carabinieri Ustica concretizzando, la sua brillante opera, con importanti risultati nel campo dell’ordine della sicurezza pubblica per la salvaguardia dei valori universali di legalità, libertà e pacifica convivenza, mostrandosi interprete dei bisogni della comunità nonché prezioso collaboratore delle Istituzioni.”

Con profonda amicizia

Capo 1^ Cl. Np Diego BAIATA

^^^^^^^^^^^^

Da Cosenza Salvio Foglia

approfitto per salutare il comandante Di Pofi e ringraziarlo ancora una volta per il garbo e la disponibilità manifestata sull’isola per la risoluzione di un problema

———————–

[nggallery id=633]
[nggallery id=634]

Foto con i Carabinieri in forza ad Ustica – 21-11-1957


[ id=15568 w=320 h=240 float=center]

Operazione congiunta Carabinieri – Capitaneria Porto Ustica contro il bracconaggio


[ id=15311 w=320 h=240 float=left]Nella mattinata di ieri 14 novembre, al termine di un’operazione congiunta contro il bracconaggio condotta dalla Stazione Carabinieri e dalla Delegazione di Spiaggia di Ustica, tre palermitani sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Palermo per i reati di pesca subacquea mediante fucili in area marina protetta (zone A e B) e per aver pescato 3 esemplari di cernia bruna sottomisura.

L’operazione è scattata all’alba di ieri con l’intervento dei militari della Stazione Carabinieri di Ustica, coordinati dal Comandante Maresciallo Fabrizio Di Pofi, che nei pressi della Cala Sidoti stavano effettuando controlli antibracconaggio sia lungo la Riserva Naturale Orientata sia lungo le coste dell’Area Marina Protetta.

Nel corso del predetto servizio i militari avvistavano mediante l’ausilio di strumentazione ottica un gommone con tre persone a bordo che nelle zone A (Specchio acqueo antistante la Cala Sidoti) e B (Scoglio del Medico) effettuavano pesca in apnea con fucili subacquei, attività vietata dalla Legge nelle predette località. Pertanto veniva dato immediatamente l’allarme alla locale Delegazione di Spiaggia dotata di mezzi nautici per l’intervento in mare.

Scattati immediatamente i controlli da parte della Motovedetta CP536, sotto il comando del Capo 1^ Classe CAMPODONICO Paolo, coadiuvato nell’intervento in [ id=15312 w=320 h=240 float=right]mare dai militari dell’Arma nel frattempo saliti a bordo dell’imbarcazione, i tre venivano bloccati “con le mani nel sacco” mentre erano ancora intenti a pescare.

I bracconieri venivano trovati in possesso di 7 fucili subacquei, due acquascooter per il movimento in acqua e, cosa ancor più grave, di tre cernie brune sottomisura con ferite da arpione sul corpo.

Il materiale da pesca ed il relativo pescato veniva immediatamente sottoposto a sequestro, ed i tre segnalati alla competente Autorità Giudiziaria per violazione della L. 394/91 e del Dlgs 4/12.

I militari della Delegazione di Spiaggia e quelli dell’Arma dei Carabinieri di Ustica fanno sapere che i controlli antibracconaggio continueranno in maniera serrata per la salvaguardia delle bellezze naturali dell’Isola.

 

Carabinieri in alta uniforme


[ id=14913 w=320 h=240 float=center]

Operazione “Ferragosto sicuro” condotta dai Carabinieri di Ustica


[ id=14027 w=320 h=240 float=left]A cavallo del lungo ponte di ferragosto fino a questa mattina , i Ustica, i Carabinieri della locale stazione, hanno attuato un attento piano di controllo, al fine di assicurare ai cittadini e vacanzieri presenti sull’Isola una serena e tranquilla festività, con la presenza costante dell’Arma. Nelle giornate del 14 e del 15, nel corso di servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati, organizzati in occasione del “ferragosto sicuro” disposto dal Comando Provinciale, nei pressi dello sbarco dei passeggeri provenienti da Palermo e nei pressi di locali notturni dove si svolgevano serate danzanti, sono state denunciate in stato di libertà due persone per detenzione di sostanze stupefacenti oltre modica quantità:

• N. A., di Palermo, minorenne, studente, controllato alle ore 02.50 di oggi 15.08.2012 nei pressi di un locale notturno trovato in possesso di una borsa contenente un barattolo in vetro trasparente con all’interno sostanza stupefacente di colore verde tipo marijuana del peso di circa 2,4 grammi, e nr. 4 (quattro) sigarette artigianali contenenti sostanza stupefacente tipo marijuana, un trita marijuana metallico di colore verde con all’interno residui di sostanza stupefacente di colore verde tipo marijuana.

• P. A., maggiorenne di Palermo classe 1993, studente, controllato alle ore 12.30 del 14.08.2012 presso lo sbarco di Cala Cimitero, e trovato in possesso di nr. 1 (uno) involucro di carta trasparante, contenente nr. 5 (cinque) dosi di sostanza stupefacente tipo marijuana racchiuse in carta trasparente, del peso lordo complessivo di grammi 4,5 circa, occultato negli slip.

Contestualmente nel corso dei servizi, sono stati segnalati alla Prefettura di Palermo per violazione dell’art. 75 del dpr 309/90 tre giovani palermitani, sorpresi nei pressi di un locale notturno rispettivamente con modiche quantità di sostanze stupefacenti pari a circa due grammi di “marijuana” cadauno, per uso personale.

Tutta la sostanza stupefacente sequestrata sarà inviata al L.A.S.S. del Comando Provinciale Carabinieri di Palermo, per le analisi qualitative e quantitative della stessa.

Nell’ambito della medesima operazione sono state eseguite 16 perquisizioni sia presso lo sbarco dei mezzi di linea provenienti da Palermo che nei pressi di locali notturni.[ id=14028 w=320 h=240 float=right]

Eseguiti anche numerosi controlli alla circolazione stradale durante i quali sono state elevate 15 contravvenzioni per mancato uso del casco, omessa revisione del mezzo e mancanza dei documenti di guida, per un importo totale di 600,00 euro.

Analogamente anche la Motovedetta N508 ha eseguito servizi di prevenzione e repressione degli illeciti nello specchio acqueo circostante l’Isola, controllando 15 imbarcazioni, 40 persone, elevando 7 contravvenzioni al codice della navigazione per un importo complessivo pari a euro 4.000,00.

Pietro Bertucci

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Giada D’Agostino

Bravi, la legalità sempre al primo posto!!!

 

 

 

 

Carabinieri, un poco di riposo – Amabile


[ id=14022 w=320 h=240 float=center]

Cerimonia di intitolazione della locale Stazione dei Carabinieri al M.llo Luigi Martin


Impreziosita da una bellissima giornata di sole che ha conferito ulteriore luminosità ai già fantastici colori dell’Isola circondata nell’occasione anche da un mare in versione lacustre, in questa cornice da paradiso terracqueo si è svolta la cerimonia di intitolazione della locale Stazione dei Carabinieri al M.llo Luigi Martin che ha riservato a tutti i presenti ininterrotti momenti di organizzazione, partecipazione e commozione. Apre il cerimoniale la deposizione di fiori adopera dei Carabinieri presso la tomba della Famiglia Martin dove riposano i resti del Decorato; scorrono i brividi tra gli astanti, parenti e militari, quando la tromba intona il “silenzio” … nel silenzio. Quindi accolti dal Sindaco, dal Presidente del Consiglio comunale e dai componenti la Giunta fanno il loro ingresso nell’Aula consiliare numerosissimi Ospiti d’onore, dal Prefetto al Questore di Palermo, dal Presidente della Provincia ai massimi Rappresentanti degli alti gradi di tutti i Corpi militari nonché della Associazione Nazionale Carabinieri in congedo; oltre che esponenti della Camera dei Deputati e della Magistratura. Mai, a memoria di usticesi, si erano viste concentrate in una unica manifestazione tante così prestigiose Autorità. Tutti hanno preso la parola rivolgendo principalmente, tra l’altro, un saluto ai Familiari discendenti del Maresciallo. Alle ore 11,oo trasferimento allo spiazzale della Sede della Stazione Carabinieri dove prendono la parola il Sindaco, il Generale di Divisione Riccardo Amato, Franco Foresta Martin che illustra brevemente le non facili fasi della ricerca che ha dovuto affrontare per ricostruire i vari passaggi dalla nascita in terra di Francia in poi del Nonno e Mario Oddo che consegna come da programma la sciabola al Comandante dei Carabinieri di Ustica a nome di tutti i Discendenti : “a questo gesto spontaneo abbiamo inteso dare un significato prevalentemente simbolico; il M.llo Martin, lui stesso, torna così nella caserma “sua” in un lontano passato ma da oggi ancor più “sua”. Momento tanto atteso infine lo scoprimento della targa d’intitolazione della Caserma ad opera della Figlia Venere in sostituzione della sorella Amelia impossibilitata a presenziare per sopravvenuti problemi di salute. L’Inno nazionale che ha accompagnato il gesto ha aggiunto ai numerosissimi presenti emozione ad emozione. Ma più delle parole “parleranno” le immagini che, con competenza, ha scattato Antonio Iorio.

Usticaspe

[nggallery id=452]

[nggallery id=453]

Cerimonia intitolazione Caserma dei Carabinieri a Luigi Martin – Sabato 17 Marzo


COMUNE di USTICA

La cerimonia di intitolazione della locale caserma dei carabinieri alla Medaglia d’Argento Luigi Martin, è prevista ad Ustica per il prossimo 17 marzo, giorno del 151 anniversario della nascita dell’Italia,.

L’evento in un primo momento era stato fissato per lo scorso sei novembre, ma era stato successivamente rinviato per problemi organizzativi. Ma questa, tempo permettendo, dovrebbe essere la data definitiva.

E’ quanto è emerso dall’incontro tra il Generale dell’Arma , Teo Luzi, il colonnello Giuseppe De Riggi ed il sindaco di Ustica, Aldo Messina.

Il generale Luzi ha sottoposto al Sindaco il programma di massima della manifestazione.

Il Generale Riccardo Amato, il Generale Teo Luzi, il Colonnello Giuseppe De Riggi ed il capitano Christian Angelillo inviteranno alla cerimonia il Comandante del 37 Stormo-Trapani Birgi-, il Comandante Regionale e quello Provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante della Capitaneria di Porto e dei Vigili del Fuoco di Palermo, il Prefetto, il Questore, Il Presidente del Tribunale, il Presidente della Corte D’Appello ed Il Procuratore Generale. Tra le cariche politiche l’Assessore regionale Giosuè Marino( che da Prefetto portò avanti, con il sindaco Messina, la realizzazione della caserma) ed il presidente della Provincia, Giovanni Avanti.

L’amministrazione Comunale usticese provvederà a coinvolgere i sindaci e le altre autorità politiche della Provincia.

Le cariche istituzionali giungeranno sull’isola alle 10.00 con Aliscafo Ustica Lines, che eccezionalmente quel giorno partirà da Palermo alle ore 8.00, accolti dalle autorità locali. Si trasferiranno, utilizzando bus dell’Arma che giungeranno sull’isola il giorno prima, al Palazzo Comunale dove incontreranno, tra gli altri, il Presidente del Consiglio, i consiglieri, il segretario comunale ed i Funzionari del Comune. Seguirà un breve rinfresco di benvenuto.

Le autorità si recheranno al cimitero ove con un omaggio floreale renderanno onore alla tomba di Luigi Martin.

Alle 11.00, avrà luogo la cerimonia d’intitolazione con scopertura della lapide e benedizione della stessa celebrata Parroco, Monsignor Raffaele Mangano, e Padre Andrea Matinez Racioner.

Successivamente, alla presenza dei Cittadini, della scolaresca, delle autorità e del Picchetto d’ onore dell’Arma dei Carabinieri, la figlia del Maresciallo Martin, la centounenne Amelia, sarà invitata a ricordare la figura del padre e la banda suonerà l’inno nazionale . Quindi il cittadino Mario Oddo, nipote di Luigi Martin, donerà la sciabola del valoroso maresciallo alla Stazione dei Carabinieri di Ustica.

Durante la cerimonia verrà distribuito un pieghevole commemorativo del Maresciallo Luigi Martin, stampato a Cura dell’Arma, con la sua foto e la storia del decorato Carabiniere, in massima parte tratta dal volume, edito dal Centro Studi Isola di Ustica,”Ustica s’inabisserà”.

Seguirà la visita all’interno della stazione dei Carabinieri ove verrà posta una seconda lapide commemorativa.

Quindi aperitivo rinforzato, giro dell’isola con i Bus dell’Arma e partenza prevista per le ore 14.30

Come in ogni manifestazione organizzata ad Ustica, al fine di valutare al meglio le condizioni meteo, la conferma definitiva della Cerimonia sarà data cinque giorni prima del 17 marzo

IL SINDACO
Dr Aldo Messina

————–

NOTE BIOGRAFICHE SUL

MARESCIALLO MAGGIORE DEI CC LUIGI MARTIN,

UN ITALO-FRANCESE NATURALIZZATO A USTICA

(A cura del nipote Franco Foresta Martin, in occasione dell’intitolazione della Stazione dei Carabinieri di Ustica al nome del Nonno,  Ustica,  marzo 2012)

 

 

 

Louis Jean Baptiste Martin, Luigi in Italia,  nacque a Septèmes-les Vallons, Marsiglia, in Francia,  il 28 aprile 1874 da Joseph Antoine Martin e da Diana Amélie.

Quel poco che si sa dell’infanzia e della gioventù di Luigi Martin è stato riferito dalla figlia maggiore Amelia (vivente, dell’età di 101 anni alla data di compilazione di queste note biografiche):

“Lui stesso ci raccontava –ricorda Amelia- di essere rimasto orfano dei genitori giovanissimo, con due fratelli poi emigrati negli Stati Uniti. Egli ebbe un’altra sorte e subito dopo la morte dei genitori, fu adottato e portato in Italia da uno zio prete italiano, che Continue reading “Cerimonia intitolazione Caserma dei Carabinieri a Luigi Martin – Sabato 17 Marzo”

Intitolazione Caserma Carabinieri M/llo Luigi Martin


Il sindaco informa che la cerimonia per l’intitolazione della Caserma dei Carabinieri di Ustica al maresciallo Medaglia d’Argento al valor militare Luigi Martin, fissata in un primo tempo per il 6 Novembre prossimo, in coincidenza con il 250° anniversario della colonizzazione di Ustica, è stata rimandata a data da destinarsi, in attesa dell’espletamento di tutti gli adempimenti burocratici (“definizione delle carte”).

^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Palermo Mario Oddo

Sono letterarmente sbalordito. Ma l’incompletezza delle pratiche burocratiche, suppongo precedentemente nota, non avrebbe suggerito una maggiore prudenza nell’annuncio ? Non si può annunciare date certe per poi passare disinvoltamente a date da destinarsi; dal “sarà intitolata il 6 Novembre prossimo” di ieri all’odierno “per la data attendo conferma sulla definizione delle carte” (!!!) . Il Sindaco qualche settimana fa paventando giustamente il rischio collegamenti in una data così invernale, ebbe ad ironizzare con un “speriamo che il tempo non faccia brutti scherzi”. Complimenti, ha battuto (scusatemi il bisticcio di parole) sul tempo il tempo.