Cesira Scordato detta Mamuna – fa il bucato al cisternone del Re


Cesira Scordato, detta Mamuna - fa il bucato al cisternone del Re
Cesira Scordato, detta Mamuna – fa il bucato al cisternone del Re

Ustica case viste dal porticciolo – zona Cisternone del Re


Vista dal porticciolo - zona Cisternone del Re
Ustica vista dal porticciolo – zona Cisternone del Re

Manutenzione “cisternoni” acqua potabile.


Cisternoni acqua potabile Al Sindaco Ustica
Al Presidente del Consiglio Ustica
All’Ass. alle Risorse idriche Ustica

e, p.c. Al Tecnico Comunale Ustica

 

OGGETTO:  Manutenzione “cisternoni”  acqua potabile.

Grazie all’iniziativa dei Consiglieri del gruppo di minoranza “L’Isola” è tornata all’attenzione dell’amministrazione il problema del rifacimento del sistema acquedottistico del Comune di Ustica.

Con una interrogazione al Sindaco, primo firmatario il capogruppo Felice Caminita, i consiglieri hanno chiesto a che punto era l’iter burocratico del progetto “cantierabile” , già esecutivo in quanto approvato nel 2011 dalla giunta precedente, atteso che le risorse, a contribuzione pubblica inserite nel POT 2004-2007 dell’ATO1PA, risultavano disponibili per complessivi  € 2.041.674.
Comunque, qualora fossero sorti “impedimenti”  a noi non noti,  si fa presente che  il progetto di ristrutturazione dei serbatoi può essere inserito negli interventi che a breve la Giunta Regionale finanzierà con fondi nazionali e comunitari. In questi giorni l’Assessorato Regionale Energia e Servizi di Pubblica Utilità’ sta per promuovere, con contribuzione pubblica, una lista di interventi  nel settore idrico e depurativo da realizzarsi entro il 31/12/2015. …=

E’ noto a tutti lo stato di degrado in cui versano i serbatoi del sistema idrico che non subiscono interventi di manutenzione ordinaria/straordinaria da più di 3 lustri e non appare più rinviabile un intervento strutturale visto che l’opera era già stata finanziata.

Nel corso del dibattito, che si è svolto a seguito della interrogazione, si è convenuto, tra tutti i Consiglieri, di convocare in Consiglio l’ingegnere progettista dando l’occasione a tutti, cittadini e consiglieri, di potere conoscere il progetto ed i tempi di realizzazione dell’intervento stesso.

Ad oggi, purtroppo, non risulta ancora alcuna nota di convocazione dell’ingegnere progettista da parte del Presidente del Consiglio, al quale era stato dato mandato

Si rammenta che l’ASP di Palermo in data 28 Maggio 2014, in una lettera indirizzata al Sindaco di Ustica, a seguito del rapporto di prova n. 14/02550 del 27/05/2014 nel serbatoio di via Confini, comunicava la “non conformità parametri D.Lgs 31/2001”. Conseguentemente si  invitava il Sindaco a “intraprendere urgentemente tutte le iniziative al fine di verificare ed eliminare la causa di tale non conformità (compresa la eventuale pulizia e sanificazione del serbatoio idrico) e attuare i relativi provvedimenti  intesi a ripristinare  la qualità dell’acqua destinata al consumo umano e ad informare, che l’acqua in distribuzione dal serbatoio di Via Confini  può essere utilizzata solo per uso igienico- sanitario…”

Sig. Sindaco, da allora ad oggi quali interventi sono stati fatti o programmati  all’interno  e all’esterno dei serbatoi?

28 Ottobre 2014

Pietro Bertucci

Bucato presso il “Cisternone” del Re

[ id=5222 w=320 h=240 float=center]