Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Le compagnie più piacevoli sono quelle nelle quali regna, tra i componenti, un sereno rispetto reciproco.
(Johann Wolfgang Goethe)

L’hobby di Ninì – in compagnia di belle donne…

COMMENTO

Da Giuseppe Castiglia

Buon sangue non mente. Grande “gnegno”. Tuo nipote pippo

^^^^^^^^^

Da Ustica Angela D’Angelo

Adesso, si chiama hobby!

F.C.7461 l'hobby di Nini'

I collegamenti con le isole minori – Proroga per la Compagnia delle Isole – Siremar


Tiziano
Tiziano

LIPARI (MESSINA) – La Compagnia delle Isole-Siremar ha ottenuto una proroga fino al 31 dicembre nella gestione dei collegamenti marittimi da e per le isole minori siciliane. Il 30 settembre, a conclusione di un contenzioso, la Società di navigazione siciliana, formata da Ustica Lines e Caronte&Tourist, avrebbe dovuto subentrare alla Compagnia delle Isole, ma è arrivato il rinvio.

Fonte: Live Sicilia
tratto dall’ANSA

Aliscafi per le isole minori così la mini compagnia sfida i big della navigazione


Aliscafi per le Isole Minori

Riceviamo e pubblichiamo – COMUNICATO STAMPA Compagnia delle Isole


 

    siremar
Compagnia delle Isole S.p.A.

    Palermo,  13 Luglio 2015

Comunicato Stampa

 

Compagnia delle Isole S.p.A non può che plaudire alla scelta operata dal ministro Graziano Del Rio di convocare per Martedì p.v. a Roma  un tavolo tecnico che affronti una volta per tutte l’ annosa questione dei collegamenti tra la Sicilia e le sue isole minori con particolare attenzione alla  direttrice Linosa-Lampedusa. Garantire la continuità territoriale ai cittadini residenti nelle isole della Sicilia, quanto ai turisti, per alimentare l’ economia turistica e non solo, è da sempre un argomento che non ha mai visto CdI operare scelte che andassero in direzioni diverse.
Inaccettabile per tono e contenuto quanto appreso a  mezzo stampa e che sarebbe, secondo quanto riportato dagli organi di comunicazione, la  dichiarazione del dott. Fulvio Bellomo, secondo il quale, Compagnia delle Isole, in ragione di un debito contratto con la Regione  Sicilia, per un ammontare di circa due milioni di euro, per corse non eseguite, sarebbe obbligata in questo momento a garantire il collegamento veloce Linosa-Lampedusa oppure a saldare i propri debiti. Quanto avrebbe dichiarato Bellomo è arrogante, inaccettabile e privo di ogni fondamento di fatto e diritto; La sospensione delle  corse, che   sono state omesse da CdI  durante il proprio esercizio, è stata dettata da condizioni meteo marine avverse e da problematiche di natura tecnica. Le omesse partenze  per problematiche di natura tecnica hanno riguardato  lo stretto tempo necessario alla rielaborazione logistica del quadro di esercizio. La richiesta che avrebbe avanzato il  Bellomo suona per CdI non come un ragionevole invito alla collaborazione in ragione dell’ interesse supremo della collettività, ma come un becero  ricatto tendente a nascondere l’ immobilismo di una Regione che ha aspettato tempi biblici e due bandi di gara andati deserti prima di lanciare un SOS.
Confidando nei lavori del tavolo tecnico di Martedì p.v. alla presenza del ministro Del Rio, Compagnia  delle Isole, qualunque sia il risultato dei lavori continuerà a svolgere  il proprio compito nel migliore dei modi e con lo  stesso impegno che in questi anni ha riversato nell’ ammodernamento della flotta per renderla sempre più  adeguata alle esigenze delle popolazioni delle isole e della loro economia

Ufficio Stampa

Compagnia delle Isole S.p.a.

 

Nuovo guasto all’aliscafo per Ustica, weekend a rischio disagi


 

liscafo Fabeicia fermo ad UsticaCome successo già diverse volte a giugno il vecchio aliscafo che doveva essere sostituito con il Mantegna o il Masaccio in manutenzione si è fermato al porto dell’isola

Nuovo guasto dell’aliscafo Fabricia della Compagnia delle Isole che copre la tratta Ustica-Palermo. A rischio il week end per gli operatori dell’isola che avevano programmato tra sabato e domenica diverse manifestazioni per chi aveva deciso di trascorrere due giorni di relax. Ed invece come successo già diverse volte a giugno anche stavolta il vecchio aliscafo che doveva essere sostituito con il Mantegna o il Masaccio in manutenzione si è fermato ad Ustica. L’unico collegamento al momento è con il traghetto che garantisce solo una corsa. Per potenziare i collegamenti con altri aliscafi veloci era  stata indetta dalla Regione una gara che è andata deserta per ben quattro volte. L’assessore Giovanni Pizzo aveva detto che si sarebbe affidato il servizio con una procedura negoziata. Tuttora dell’affidamento di nuove tratte gli usticesi e il sindaco Attilio Licciardi non hanno notizie.

Fonte: La Repubblica
10 luglio 2015

Due amici in compagnia di un bicchiere di rosso


 due amici in compagnia di un bicchiere di rosso

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del corpo

Sindaco 2Una puzzola è una compagnia migliore di una persona che si vanta di essere “franca”.

Pasquetta in campagna con parenti e amici


[ id=21621 w=320 h=240 float=center]

 

Purtroppo la fortuna in questi ultimi tempi non è stata dalla parte della Compagnia delle Isole


[ id=18367 w=320 h=240 float=left] PURTROPPO LA FORTUNA IN QUESTI ULTIMI TEMPI NON E’ STATA DALLA PARTE DELLA COMPAGNIA DELLE ISOLE ( ANCHE SE CON ALISCAFI NOLEGGIATI E ACCADUTO L’IMPREVEDIBILE) MA MI PREME CHIARIRE UNA COSA ; E’ VERO CHE GLI ALISCAFI SONO UN PO’ VECCHIOTTI , PERO’ LA MANUTENZIONE VIENE SEMPRE EFFETTUATA , PROVA NE SIA LA CERTIFICAZIONE RILASCIATA DAGLI ENTI PREPOSTI VEDI UFF. TECNICO CAPITANERIA DI PORTO VISITE RI.NA. ETC. . PURTROPPO NON SI PUO’ FAR NULLA , E NESSUNO LO POTRA’ MAI FARE, CONTRO GLI IMPREVISTI DEL MARE: OGGI L’ENNESIMA PROVA : TRONCO ENORME PRESO IN PIENO E UN’ALTRA AVARIA AL MEZZO.

IL CORPO DEL REATO SI TROVA IN BANCHINA CRISPI 3 AL PORTO DI PALERMO E’ STATO GIA’ IMMORTALATO DA QUALCHUNO.

GLI EQUIPAGGI SONO MESSI A DURA PROVA PER GARANTIRE IL MASSIMO PER CUI SI E’ CHIAMATI A ESPLETARE ( IL NS ALISCAFO TIZIANO E’ PARTITO ALL 05,00 DAL PORTO DI TRAPANI DOPO UNA NOTTE DI LAVORI, PER RAGGIUNGERE IL RIENTRO DA USTICA CON LA CORSA DELLE ORE 06,45 ; USTICA LINES ALISCAFO ALE M IERI SERA DOPO UN TURNO DI LAVORO ( 06,00 – 08,00) HA DOVUTO FARE UNA ULTERIORE CORSA PER USTICA PER GARENTIRE IL TRAFFICO DELLA COMPAGNIA DELLE ISOLE ( NOLEGGIO).

IN QUESTI MOMENTI NON BISOGNA SOLO CRITICARE ( E’ FACILE) MA VALUTARE REALMENTE QUELLO CHE LA COMPAGNIA DELLE ISOLE STA FACENDO PUR DI MANTENER FEDE ALL’IMPEGNO ASSUNTO E AL FINE DI GARENTI I COLLEGAMENTI NECESSARI IN QUESTO PERIODO PURTROPPO MOLTO CALDO .

OGGI 13 LUGLIO 2013

Antonino Prestifilippo

P.S. (18,00)  RICEVIAMO  BATTUTACCE CHE SONO SOLO ESPRESSIONE DELLA PIU’ TOTALE IGNORANZA – UNA PER TUTTE:

PASSEGGERO: SCUSI A CHE ORA PARTE L’ALISCAFO PER USTICA?
AGENZIA: ALLE ORE 08,40 15,30 E ALLE 19,00
PASSEGGERO: E QUALE E’ IL COSTO DELLA SOLA ANDATA?
AGENZIA: 23,55 EURO
PASSEGGERO: ALLORA MI FACCIA UN BIGLIETTO CON INCENDIO PER LE 15,30 SOLO ANDATA IL RITORNO LO FACCIO A USTICA

Antonino Prestifilippo

 

Ulteriori problemi per l’Aliscafo della Compagnia delle Isole (ex Siremar)


[ id=18367 w=320 h=240 float=left] L’aliscafo Tiziano della Compagnia delle Isole, che questa mattina rientrava in linea proveniente da Trapani, durante la navigazione Ustica – Palermo ha accusato problemi tecnici e, giunto in ritardo a Palermo, non ha effettuato la corsa del mattino per Ustica. Si spera nella risoluzione dell’inconveniente in modo che possa effettuare la corsa delle 15,30.
È solo un problema di “sfortuna”’…

Noi siamo vicini all’equipaggio ma anche ai titolari delle agenzie che devono fare doppio lavoro (vendita e successivo rimborso) senza alcun tornaconto

PB

P.S. Risolti i problemi tecnici l’aliscafo Tiziano è partito regolarmente da Palermo  e alle 17,00 è arrivato ad Ustica

 

Bambini in compagnia dei loro cani


[ id=18080 w=320 h=240 float=center]

Compagnia delle Isole, ex Siremar – diritti dei lavoratori confronto giovedì 18


Antonello Da MessinaComunicato delle segreterie regionali di Cgil-Cisl e Uil che chiedono alla Compagnia delle Isole di non discriminare i diritti delle maestranze

Situazione sempre particolarmente tesa tra Compagnia delle Isole e sindacati in vista della riunione del 18 aprile prossimo. Le segreterie regionali di settore di Cgil-Cisl e Uil hanno diffuso un comunicato nel quale annunciano che andranno alla riunione ponendo due pregiudiziali: “la tutela del Personale, la piena attuazione di quanto previsto dagli articoli 68 e 69 del CCNL. Per quanto riguarda la temeraria applicazione di norme in deroga a quelle vigenti – scrive il sindacato – sarà chiesto alla Compagnia delle Isole di annullare a tutti gli effetti, quanto da alcuni mesi ha posto in essere discriminando i lavoratori imbarcati sulle unità sociali. In caso di rifiuto si agirà di conseguenza con modalità comunque adeguate per evitare ai lavoratori perdita di soldi e di cause giudiziarie. Vogliamo ricordare a tutti che la sovvenzione dello Stato sarà invariata per tutta la durata della Convenzione mentre i costi aumenteranno. Se i dividendi restano invariati, da chi saranno assorbiti i futuri maggiori costi?”

Intanto dalle Eolie vengono segnalati problemi per un’avaria che ha lasciato in porto da diversi giorni la nave “Antonello da Messina” che faceva scalo nelle isole più piccole (Panarea, Stromboli, Filicudi ed Alicudi) e ciò crea disagi alla comunità visto che la corsa viene sostituita con la nave che solitamente svolge il servizio per Napoli. E’ stato chiesto alla Compagnia di inserire nella tratta una nave sostitutiva.

Fonte: Gazzetta del Sud on line

 

Siremar – Compagnia delle Isole: Proclamati nuovi scioperi per il 10 e 11 Aprile


Federmar Cisal ha proclamato lo sciopero del personale aqmministrativo e marittimo di Siremar – Compagnia delle Isole per il prossimo 11 aprile. Il sindacato lamenta in particolare ” la pratica degli imbarchi previa sottoscrizione di accordi di valore infefiore alle norme contrattuali vigenti per i marittimi componenti degli equipaggi imbarcati nella flotta sociale” e il mancato riconoscimento ” dei livelli stipendiali relativi ad una completa professionalità necessaria, per operare, in piena autonomia su tutti gli interventi che il sistema nave avrebbe potuto richiedere ma che , invece, non raramente , anzi, continuamente ). Lo sciopero proclamato da Federdmar Cisal seguirà quello di 48 ore proclamato da Filt-Fit e Uiltrasporti per il 10 aprile

Fonte: Eolie news

Siremar – Compagnia delle Isole s.p.a. All’ ITB di Berlino


La Siremar – Compagnia delle Isole parteciperà’ all’ ITB di Berlino in programma dal 6 al 10 di marzo 2013. Dopo la positiva esperienza della BIT di Milano, la nuova compagine societaria non ha voluto mancare alla più importante Borsa del Turismo mondiale, in cui sono presenti i più importanti tour operators del globo e i maggiori mass media.

Il management di Siremar – Compagnia delle Isole per l’occasione terrà una conferenza stampa venerdì 8 marzo 2013, alle ore 13 nella hall 1.2/stand 103 D.

Per dettagli chiedere del dott F. Agnello

 

Compagnia delle Isole (ex Siremar), sciopero revocato


 

[ id=16145 w=320 h=240 float=left] Agostino Falanga della Uil-Trasporti conferma però lo stato di agitazione del personale

Revocato lo sciopero dei marittimi della Siremar –Compagnia delle Isole previsto per martedi prossimo 19 febbraio. La revoca è giunta a seguito della delibera della commissione di garanzia. Resta però la mobilitazione e i sindacati hanno ribadito che “la dichiarazione di sciopero verrà riformulata secondo le norme riguardanti la legge di autoregolamentazione degli scioperi nel settore dei trasporti. La protesta, come è noto è scaturita dal fatto che la Compagnia delle Isole ha reso nota la volontà di disdire dallo scorso 1 febbraio i contratti con l’applicazione unilaterale di norme peggiorative in violazione del verbale di consultazione e di accordo del 19 dicembre 2011. Siremar – Cdi, in sostanza, viene accusata di voler cancellare trenta anni di accordi e di diritti acquisiti. I sindacati nel puntualizzare che si tratta di una società che percepisce dallo stato più di 55 milioni di euro l’anno , evidenziano , tra l’altro, che non intendono sostituire la contrattazione integrativa aziendale con la premialità. Una situazione che non fa che aumentare lo stato di preoccupazione delle popolazioni e in particolare degli operatori turistici insulari condannati all’incertezza. Anche perché, va ricordato, si temono ulteriori tagli di risorse nei collegamenti integrativi. “Non è possibile cancellare 30 anni di accordi e diritti acquisiti – afferma Agostino Falanga della Uiltrasporti – e non comprendiamo l’atteggiamento della compagnia delle isole che percepisce dallo Stato oltre cinquantacinque milioni di euro. Occorre Rispettare la Legge 108 e l’organizzazione del lavoro e non siamo d’accordo a sostituire la contrattazione integrativa aziendale con la premialità fermo restando che gradualmente si potranno scambiare degli aggiustamenti”. Il sindacalista ribadisce che non è possibile “discriminare il personale del turno generale che costituisce del 50% della forza lavoro utilizzata e che occorre definire tutti gli aspetti che riguardano il personale amministrativo, ivi compresa la pianta organica e il mansionario con attenzione all’orario di lavoro che dovrà essere per tutti uguale”. Altra protesta riguarda poi “l’unilaterale decisione di ridurre le corse Lipari – Milazzo da quattro a tre e l’annullamento per lo spostamento della nave “Pietro Novelli” che garantiva la corsa per Napoli nelle Pelagie”.

Fonte: Gazzetta del Sud Online

 

Palermo: A rischio 300 lavoratori portuali


[ id=15863 w=320 h=240 float=left]  “La società armatoriale Grandi Navi Veloci, così come Compagnia delle Isole ex Siremar, hanno presentato la richiesta di autorizzazione per svolgere in autoproduzione, per proprio conto dunque, il servizio di rizzaggio, derizzaggio e taccaggio all’interno del porto di Palermo, questo comporterebbe la perdita di ben 300 posti di lavoro, porteremo avanti ogni iniziativa di protesta al porto bloccando tutte le attività per impedire che ciò accada, sarebbe una vera e propria emergenza sociale”, afferma Antonino Napoli Segretario regionale Fit Cisl portuali.

“La richiesta verrà discussa nel corso della seduta della Commissione Consultiva dell’Autorità portuale di Palermo convocata per il 21gennaio, un rischio che ha gettato nel panico i lavoratori che si vedrebbero portare via un servizio che ad oggi dà lavoro al 90% delle maestranze portuali”.

“Chiediamo un incontro urgente con l’ Autorità portuale di Palermo e Termini Imerese e con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti”.

“Siamo convinti che l’autoproduzione possa essere attivata solo ed esclusivamente nei porti dove non siano presenti maestranze portuali e che possa essere autorizzata solo quando le navi sono dotate di adeguati mezzi per lo svolgimento delle operazioni con personale dedicato a queste attività esperto e in regola”, conclude il segretario.

Fonte Ercole.it

 

Una giornata in piacevole compagnia


[ id=14902 w=320 h=240 float=center]

Al peggio non c’è mai fine…


“Con una nota del 4 ottobre a noi pervenuta solo ieri la Compagnia delle Isole (ex SiReMar) ha informato i Ministeri e gli assessorati interessati che, per adeguare le tariffe praticate all’aumentato costo dei carburanti, si dovrebbe procedere ad un aumento globale delle tariffe che il collegamento marittimo Palermo Ustica dovrebbe essere pari all’112% (più del doppio del costo attuale) e per l’aliscafo dell’ 88% (poco meno del doppio). Le nuove tariffe si applicherebbero sia ai residenti che ai non. Ovviamente la proposta , che potrebbe essere solo una provocazione da pare della compagnia per sensibilizzare il Ministero ad una diversa politica contributiva, giunge alle nostre orecchie come particolarmente preoccupante. L’applicazione di queste tariffe significherebbe la morte non solo del turismo ma anche delle stesse isole che vedrebbero scappare gli stessi abitanti impossibilitati a sostenere i costi. Ho già allertato gli altri sindaci delle isole minori e dopo avere sentito i legali che ho sensibilizzato sul tema, presto ci vedremo per studiare nuove forme di lotta”.

Aldo Messina

Siremar: “Compagnia delle Isole” disdice i contratti, sindacati in rivolta


8 ottobre 2012 – Compagnia delle Isole, la società che ha rilevato l’ex controllata Tirrenia Siremar (S2S n.34/2012), ha comunicato la volontà di disdire, a partire da novembre, tutti i contratti e gli accordi di qualsiasi livello col personale della società. L’articolo scritto da Andrea Moizo per il magazine Ship2Shore, riporta la nota inviata dall’azienda a tutte le sigle sindacali firmatarie, confederali (Filt/Cgil, Fit/Cisl, Uiltrasporti) e non (Federmar/Cisal, Ugl Trasporti, Usclac/Uncdim), e alla Fedarlinea (la confederazione cui è per il momento iscritta).

“In uno scenario di crisi e di aumento dei costi di gestione – dichiara Salvatore Lauro, alla guida della newco controllata dalla partecipata della Regione Siciliana Mediterranea Holding – la società è obbligata a rivedere le impostazioni, sia strategiche che gestionali, per ottenere l’equilibrio economico che garantisca la continuità del lavoro nel tempo” si legge nella nota.

“I contratti vigenti sono caratterizzati da istituti superati dal tempo e da oneri divenuti impropri. Lo avevamo già fatto presente ai sindacati negli incontri preliminari all’acquisizione della   Continua a leggere “Siremar: “Compagnia delle Isole” disdice i contratti, sindacati in rivolta”