Comune di Ustica, nomina Assessori Comunali


Download (PDF, 119KB)

Comune Ustica, recupero coattivo crediti morosi servizio acquedotto


Download (PDF, 2.14MB)

Comune di Ustica – avviso cantieri di lavoro


Download (PDF, 604KB)

Ustica, vecchio comune


Ustica, Vecchio Comune
Ustica, Vecchio Comune

Ustica processione e vecchio comune


Ustica, processione e vecchio comune
Ustica, processione e vecchio comune

Divieto di balneazione – Ordinanza n: 7 del 23 Marzo 2018


Download (PDF, 577KB)

Comune di Ustica, Liquidazione somme causa Verdichizzi Salvarore


Download (PDF, 981KB)

Elezioni Politiche 2018 – risultati del Comune di Ustica


Download (PDF, 605KB)

Download (PDF, 627KB)

Ustica, processione e vecchio comune con bandiera


Ustica, processione e vecchio comune con bandiera
Ustica, processione e vecchio comune con bandiera

Comune di Ustica condannato a pagare per mancata risposta… – Totò, e io pago!!


Il comune di Ustica, ancora una volta, è stato condannato dal TAR Sicilia a risarcire, a  seguito di mancata risposta  alla richiesta di autorizzazione a potere effettuare uno scavo  a sezione costante sul ciglio della sede stradale in contrada Tramontana,  al fine di procedere con l’allaccio elettrico  all’azienda agricola del Sig, Palmisano Sabino in contrada Tramontana.

Download (PDF, 1.56MB)

Comune di Ustica condannato ancora per mancata opposizione in giudizio – Totò, e io pago!!


Download (PDF, 132KB)

Riceviamo e pubblichiamo – Comune di Ustica, dopo più di un mese ritornano le bandiere ma…


 

Riceviamo e pubblichiamo – Comune o casa di riposo?… come informare il Prefetto di Palermo?…


Comune o casa di riposo?
Comune o casa di riposo?

Comune di Ustica “dismesso”, dissestato e abbandonato… le dimissioni del sindaco come regalo di Natale?


Per  la precarietà dei collegamenti con Ustica continuamente ricevo numerose e “pesanti” segnalazioni di protesta .
Mi  viene chiesto, in particolare,  se la causa dei continui disservizi dipende dai mezzi di trasporto  (nave/aliscafo) che sono inadeguati a coprire la tratta  Palermo – Ustica, della impreparazione di chi dovrebbe  “gestire” quei mezzi o da altro?
Non so cosa rispondere!

Giovanni  Tranchina (tacco), imprenditore,  auspica che “coloro i quale hanno  responsabilità dirigenziali e politiche prendano atto dei gravi danni causati all’economia e a tutta la cittadinanza e ne traggano le conseguenze.”
La stessa cosa, ma con più determinazione e rabbia, chiede Adolfo Patricolo, operatore commerciale.

Si rivolgono a chi ha responsabilità politiche… ma chi sono costoro?…
Il sindaco in particolare, dopo la delusione alle regionali, ha perso quel poco “appetito” che aveva disinteressandosi completamente di Ustica e della sua gente e chi avrebbe dovuto sostituirlo non è, volutamente per scelta del sindaco,  all’altezza di assolvere i compiti richiesti dalla delega affidata.

Il comune di Ustica è stato da qualche tempo “dismesso”, dissestato e abbandonato…  ed è facile accorgersene dando uno sguardo alla balconata del comune priva di bandiere che sempre contraddistinguono le sedi istituzionali.

Ustica  merita di più e per questo chiediamo al  sindaco,  che almeno per una volta si assuma con coraggio le responsabilità che gli competono, rassegnando le dimissioni dalla carica che riveste come regalo di Natale,  in quanto non più rappresentativa, per dare una chiara e definitiva risposta al malcontento che serpeggia tra la “paziente” comunità usticese.

PB

^^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla Svizzera Giuseppe Badagliacco

Da parecchio tempo si chiedono le dimissioni a una persona che sindaco non è. Ma é mai possibile che non possa esser messo alla porta insieme alla sua amministrazione che continua ad essere retribuita se pur non svolge il suo lavoro? E ancor peggio continua a causare danni che porteranno un immenso disagio alle prossime generazioni. É impossibile che le leggi non prevedono nulla!

Riceviamo e pubblichiamo – Francesco D’Arca: Ustica, “comune con delibera di dssesto”


Leggo che, con ritrovato vigore, il Sindaco di Ustica, Dott. Attilio Licciardi, dall’isola d’Elba inonda i siti giornalistici di trionfali personali vittorie che, sinceramente, trovo difficili da intuire e condividere.

Per tale motivo ed anche perché sono stato personalmente chiamato in causa,  ritengo doveroso, oltre che opportuno, fare alcune precisazioni utili sia al Sig. Sindaco che a tutti coloro i quali abbiano voglia di interessarsi del proprio destino di cittadini di Ustica.

Veniamo accusati dal novello Robespierre (per la similitudine consultare Wikipedia) di avere cercato di causare il dissesto del Comune di Ustica solo perché abbiamo ritenuto doveroso fare valere le prerogative (peraltro poche) che la legge riconosce ai consiglieri di minoranza al fine di potere svolgere le funzioni loro delegate dai cittadini che li hanno eletti.

E  proprio per scrivere la parola fine alle menzogne raccontate dal Sig. Sindaco è bene che si sappia che il Comune di Ustica ha con propria deliberazione dichiarato lo stato di dissesto. E siccome tale affermazione, fatta da me, potrebbe essere negata, invito tutti a leggere quello che riporta il MEF (Ministero della Economia e Finanza) relativamente ai coefficienti da applicare per il pagamento di IMU TARI e TASI nel Comune di Ustica. Per agevolare gli interessati mi permetto di riportare quanto pubblicato sul sito.

Delibere di approvazione delle aliquote

 

Num. documento Data documento Data pubblicazione Tipo tributo Note Documento
11 29-03-2017 10-04-2017 IMU+TARI+TASI comune con delibera di dissesto 4719_DIMUNIC-19pa17l519d.pdf

Come tutti potranno vedere alla voce “note” è riportato: ” comune con delibera di dissesto“, a riprova del fatto che, per propria attestazione, il Comune di Ustica ha dichiarato lo stato di dissesto.

Cosa avremmo voluto o potuto determinare, con il nostro ricorso, se già il Comune ha dichiarato con propria deliberazione, lo stato di dissesto?

Niente di più e niente di meno di quello che già è, con l’aggravante dell’inerzia e dell’incapacità di chi, ancora per poco, ha la responsabilità di amministrare.

Avrei voglia di spiegare le ragioni e le motivazioni per cui abbiamo impugnato la delibera incriminata, adottata in palese violazione di legge, ma quando c’è chi usa i valori della democrazia come un gabinetto, utile solo ai propri bisogni, non vale la pena perdere tempo e sprecare parole che non possono essere comprese, perché assenti dal vocabolario culturale di una certa ideologia dura a morire.

Rimane la soddisfazione di apprendere che con il nostro ricorso abbiamo riportato alla vita politica chi si era rifugiato in esilio, con la speranza che ritorni ad occuparsi anche dei problemi dei cittadini che lo hanno eletto Sindaco, ma non Deputato.

Francesco D’Arca

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Mariano Scalisi

“Ceterum censeo Carthaginem esse delendam!”- (Per il resto ritengo che Cartagine debba essere distrutta!)

BILANCIO COMUNE DI USTICA, IL TAR RESPINGE IL RICORSO DELL’OPPOSIZIONE


Riceviamo e pubblichiamo

BILANCIO DEL COMUNE DI USTICA: IL TAR RIGETTA IL RICORSO PRESENTATO DALL’OPPOSIZIONE. IL SINDACO LICCIARDI: “ESPRIMO SODDISFAZIONE E SUGGERISCO ALLA MINORANZA DI CENTRODESTRA DI AVERE PIU’ SENSO DI RESPONSABILITA’ E MAGGIORE CURA DEGLI INTERESSI REALI DELL’ISOLA. IL PERCORSO PER METTERE IN SICUREZZA I CONTI DEL COMUNE, COMPROMESSI DAI DEBITI DEL PASSATO, PROSEGUE.”

Il Tar Palermo  ha rigettato la sospensiva sul ricorso proposto da tre consiglieri comunali di opposizione contro la delibera che aveva approvato il bilancio di previsione 2016. Il Sindaco di Ustica Attilio Licciardi esprime soddisfazione: “Proprio mentre l’Amministrazione sta cercando di mettere in sicurezza i conti dell’Ente e giungere all’approvazione del piano di riequilibrio, l’iniziativa giudiziaria della minoranza puntava solo a scardinare gli sforzi compiuti nell’interesse della collettività senza offrire alcuna prospettiva alternativa”. I Consiglieri Comunali Francesco D’Arca, Carmela Caserta e Felice Caminita, rappresentati e difesi dagli avvocati Giuseppe Coppola e Fabrizio Meli avevano proposto ricorso per chiedere l’annullamento della Delibera Consiliare avente oggetto l’approvazione del bilancio di previsione 2016-2018. “Constato – prosegue il Sindaco Licciardi – che l’opposizione di centrodestra prende un’altra cantonata, e dopo avere imbastito una intensa campagna di stampa si trova con un pugno di mosche in mano. L’ordinanza del TAR riconosce che appare prevalente l’interesse dell’Ente Locale e  ringrazio i Consiglieri di maggioranza di “Ustica Democratica”  per avere difeso l’Ente e gli usticesi da una iniziativa puramente distruttiva del centrodestra. Il mio apprezzamento va anche all’avv. Vittorio Fiasconaro che, nel difendere il Comune,  è riuscito a dimostrare  la sostanza della questione al di là di meri cavilli formali. Ancora una volta, –conclude il Sindaco Licciardi – cosi come era avvenuto sull’appalto sui trasporti marittimi, prevale il senso di responsabilità, la tutela dell’interesse pubblico e la difesa delle istituzioni dimostrati dall’Amministrazione Comunale di Ustica”

Ustica, 29 Novembre 2017

 

Comune Ustica, incarico Avv. Fiasconaro Vittorio per resistere contro il ricorso al TAR da parte di consiglieri comunali


Download (PDF, 1.06MB)

Comune di Ustica, corretta esposizione delle bandiere


Al Sindaco di Ustica
Al Segretario Comunale Ustica
Al Capo Ufficio Tecnico  Ustica

corretta esposizione bandiereOGGETTO: corretto adempimento delle norme che regolano l’esposizione delle bandiere.

A seguito di alcune segnalazioni che hanno posto in evidenza lo stato di incuria in cui spesso versano le bandiere esposte all’esterno del nostro comune, abbiamo segnalato le lagnanze, qualche settimana fa, a chi di competenza, purtroppo senza positivo riscontro…

Non c’è spettacolo più desolante  vedere le Bandiere  sulla balconata del nostro comune e nelle scuole esposte  in modo non corretto o peggio sporche, logore e sfilacciate.
È mai possibile che il sindaco, il segretario comunale, gli assessori, i consiglieri i dirigenti (anche scolastici) ecc., entrando in questi edifici pubblici, non vedono che le bandiere spesso sono esposte in modo indegno?
I simboli che dovrebbero essere l’orgoglio di un paese diventano spesso un negativo biglietto di visita e lasciano trasparire l’immagine di un paese che ha perso il senso dell’appartenenza, la sensibilità. Quel senso di appartenenza e sensibilità che troviamo ad esempio negli statunitensi, inglesi, francesi…

La materia è regolata dalla legge 5 febbraio 1998, n. 22, e dal D.P.R. N 121  7 aprile 2000 –  9. 1. Le bandiere sono esposte in buono stato e correttamente dispiegate ). 10.1. Ogni ente designa il responsabile alla verifica della esposizione corretta delle bandiere all’interno e all’esterno (flag man.”

La nostra amministrazione ha  designano il flag man (retribuito) che deve assicurare il massimo decoro dei vessilli, attraverso un’attenta verifica sia della loro corretta esposizione (stessa altezza e stessa dimensione) sia del loro stato di conservazione e procedendo alla loro  sostituzione ove si presentino logore, scolorite, strappate, sporche, o male avvolte all’asta.

Il mancato  impreciso svolgimento di tali compiti comporta per i flag man il venir meno ai propri doveri di ufficio. 

Chiediamo al sindaco, al segretario comunale, all’assessore alla cultura, ai dirigenti e a tanti altri… se entrando nel nostro comune o nelle nostre scuole hanno mai sollevato lo sguardo verso l’alto, verso le bandiere?

“Ovviamente, occorre riconoscere che sono altri i problemi seri di Ustica, ma se non si riescono a risolvere piccoli problemi di ordinaria amministrazione come possiamo pensare di risolverne altri molto più delicati ed importanti come: – trasporti, porto, scuole, cimitero, depurazione, raccolta differenziata ecc. ?”

Pietro Bertucci

^^^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

I agree with Pietro, to show disregard to your country’s flag is a disgrace. Pietro has pointed out a bad situation in Ustica, just like our president Donald Trump in America, has pointed out the disgrace of our NFL player’s disregard for the American flag.  A sign of the times we are living in. RESPECT IS LEAVING.

Sono d’accordo con Pietro: mostrare disprezzo per la bandiera del vostro Paese è un disonore. Pietro ha evidenziato una sgradevole situazione a Ustica, proprio come il nostro Presidente Donald Trump in America ha evidenziato il disonore del giocatore dell ‘NFL per il disprezzo verso la bandiera Americana. Un segno dei nostri tempi. NON C’E’ PIU’ RISPETTO.

 

Protesta davanti al comune di Ustica per la riassunzione all’AMP…


Protesta davanti al comune di Ustica per la riassunzione all'AMP
Protesta davanti al comune di Ustica per la riassunzione all’AMP

Comune di Ustica, sostituzione bandiere esterne


Grazie per aver fatto trascorrere, questa volta,  meno tempo per il cambio delle bandiere rovinate esposte all’esterno  del nostro comune.
A chi di competenza ricordiamo che:  

  • Le bandiere rovinare, strappate e posizionate in malo modo devono essere immediatamente sostituite perché danno l’ immagine di abbandono dell’edificio pubblico, nonché l’oltraggio che si porta al simbolo che rappresenta;
  • la bandiera nazionale, quella europea e quella regionale,  devono essere dello stesso materiale e di uguali dimensioni, e  devono essere  esposte su aste o pennoni posti alla stessa altezza.

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

Bravo —bandiere nuove !!!!!!!!!!!!!!