“CULTURA GIAPPONESE” giardini, bambole e teatro tradizionale


 

Minicorso in tre appuntamenti
a cura di
Marcella Croce

 

 

Martedì 16, martedì 23 e martedì 30 gennaio 2018 ore 18:00

nei locali della LIBRERIA DEL MARE in via Cala 50 – Palermo

Iscrizione al corso Euro 25,00 comprensiva del libro “L’anima nascosta del Giappone” o altro libro di Marcella Croce

ATTENZIONE: e’ consigliata la prenotazione anche telefonica (091- 6116829) entro venerdì 12 gennaio

^^^^^^^^^^^

Marcella Croce è nata a Palermo. Dopo una laurea in letteratura inglese all’Università di Palermo e una borsa di studio Fulbright presso il Mt. Holyoke College (Mass. USA), ha conseguito il dottorato di ricerca in letteratura italiana presso la University of Wisconsin-Madison (USA).

Per conto del Ministero degli Affari Esteri è stata docente di italiano all’Università di Isfahan (Iran) e all’Università Ritsumeykan di Kyoto (Giappone). Su queste esperienze ha pubblicato “Oltre il chador – Iran in bianco e nero” (Medusa, Milano – 1° Premio di scrittura femminile “Il paese delle Donne” Roma 2007) e “L’anima nascosta del Giappone” (Marietti 2009).

Ha pubblicato vari libri sulle tradizioni popolari siciliane, tra cui “Eat smart in Sicily” (Ginkgo Press, USA) e “Guida ai sapori perduti – storie e segreti del cibo siciliano” (Kalòs, Palermo) che sono stati presentati negli Istituti Italiani di Cultura di Copenhagen, Malta, Haifa, Washington, San Francisco e Vancouver.  Le sue pubblicazioni più recenti sono  ‘Viaggio nella Sicilia profonda’  (Kalòs 2012) e ‘Chivalric Folk Traditions in Sicily’  (McFarland, USA 2014).

Dal settembre 2011 Marcella Croce è responsabile del Centro Studi Avventure nel Mondo di Palermo che organizza eventi culturali relativi alla cultura del viaggio.

blog.marcellacroce.com     www.marcellacroce.com
marcellacroce@gmail.com
http://sapori-perduti.blogautore.repubblica.it/
https://sites.google.com/a/marcellacroce.com/marcella-croce/centro-studi-avventure-nel-mondo

LIBRERIA DEL MARE
Via Cala 50
90133 – Palermo
tel 091/6116829
info@libreriadelmare.com
www.libreriadelmare.com

 

 

 

 

 

 

Natale a Palermo un itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musuca IX edizione – 26 dicembre / 6 gennaio


L’Accademia Musicale Siciliana in una prima del “padre” dello Swing, Artie Shaw 

6 gennaio | ore 19,30 | chiesa di San Domenico

Chiusura col botto per “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, la rassegna, organizzata dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Ande, Zonta Club, l’associazione Volo e Spazio Cultura. Sarà infatti il suo direttore artistico, Gaetano Colajanni, a dirigere l’ultimo concerto con protagonista – domani, 6 gennaio, alle 19,30 a San Domenico – l’orchestra dell’Accademia Musicale Sicilia, che aveva già aperto la rassegna. Al clarinetto solista di Antonino Lampasona, sarà affidato un vero proprio tuffo nel mondo sfavillante e hollywoodiano di von Weber, Bernstein, Mancini, Webber e Arlem. Con una chicca inattesa: la prima assoluta de “The Concerto for Clarinet”, composizione per clarinetto e orchestra jazz di Artie Shaw che termina con un “leggendario” altissimo.  Si tratta di un “pastiche” tirato fuori da alcuni blues boogie-woogie, interludi di clarinetto-tom-tom, con un riff banale e virtuoso per clarinetto. Artie Shaw e la sua orchestra eseguirono questo pezzo nel film di Fred Astaire, “Second Chorus”, nel 1940, che raccontava proprio la storia del compositore, considerato – con i suoi amici ed eterni rivali Benny Goodman, Tommy Dorsey e Glenn Miller – uno dei fondatori dello swing. Clarinettista straordinario, si sposò otto volte, tra le sue mogli ci furono Lana Turner, Ava Gardner ed Evelyn Keyes. E fu il primo direttore d’orchestra statunitense bianco ad utilizzare una vocalist di origine afro-americana, ovvero Billie Holiday.

Il concerto dell’Accademia Musicale Siciliana si aprirà con il “Concertino per clarinetto e orchestra pezzo romantico” di Carl Maria von Weber, seguito dalla “Suite per orchestra di Varietà”, tra le opere più note di Shostakovich, che accoglie il famoso Valzer n.2, parte della colonna sonora del film di Stanley Kubrick “Eyes Wide Shut”.  E ancora, “Manhã de Carnaval” del brasiliano Luiz Bonfá condurrà verso la bellissima e arcinota “Over the rainbow” che nella sua versione originale è cantata da Judy Garland per “Il mago di Oz” del 1939. Webber firma poi “Memory” per il musical “Cats” e Gershwin “The Man I Love” in bilico tra jazz e blues, per chiudere con la canzone popolare “The shadow of your smile” dal film “The Sandpiper” e il tema di “West Side Story”. Ingresso libero.

Antonino Lampasona si è diplomato giovanissimo in clarinetto al Conservatorio Bellini di Palermo, per poi insegnare nei Conservatori di Reggio Calabria, Messina e Trapani. Dal 1973 è primo clarinetto solista dell’orchestra del Teatro Massimo. Nel 1982 intraprende l’attività di direttore d’orchestra, perfezionandosi con Aldo Ceccato, Ervin Acèl e Miklos Erdèzji. Ha diretto dal 1983 al 2009 l’orchestra del Massimo nell’ambito delle attività promozionali “Musica Incontro”.  Nel 1993 fonda la “Sinfonica Mediterranea Orchestra” di cui è direttore stabile.

 FOTO DEGLI ARTISTI

https://www.dropbox.com/sh/m6ek0qf7lym35lk/AABKgy6GAV0O8c_xE-0FSjjJa?dl=0

 

Ufficio stampa: Simonetta Trovato | cell.333.5289457

                                      ________________________________

6 gennaio – ore 19,30
Chiesa di San Domenico | piazza San Domenico.

 Orchestra dell’Accademia Musicale Siciliana
Clarinetto solista: Antonino Lampasona
Direttore: Gaetano Colajanni
Musiche di C.M. von Weber – L. Bernstein – Artie Shaw – H. Mancini –  A.L. Webber – H. Arlem

 

Natale a Palermo un itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musuca IX edizione – 26 dicembre / 6 gennaio


 5 gennaio | ore 19 | Parrocchia Santa Maria della Pace | piazza Cappuccini,1

Concerto vocale sacro con organo “Laudamus Te”

Ultimi due concerti del ciclo di appuntamenti gratuiti di “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, la rassegna, organizzata dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Ande, Zonta Club, l’associazione Volo e Spazio Cultura che la offrono alla cittadinanza e ai turisti. La direzione artistica è di Gaetano Colajanni. Il ciclo si è aperto nel giorno di santo Stefano e si è srotolato per tutto il periodo delle feste natalizie, ed è stato tra i pochissimi eventi in programma. Tutti i concerti sono stati molto seguiti, le chiese colme di spettatori, spesso anche all’esterno perché tutti i posti erano esauriti. Gli ultimi due appuntamenti, il 5 e 6 gennaio, saranno nella chiesa di Santa Maria della Pace e – il gran finale – nella chiesa monumentale di San Domenico. Domani alle 19, è in programma “Laudamus Te”, concerto vocale sacro con organo. Protagoniste sette giovani voci, allieve del soprano Letizia Colajanni nella classe di canto dell’Istituto di alta formazione artistica e musicale “Vincenzo Bellini” di Caltanissetta. Giulia Alletto, Martina Coppola, Ottavia Guarrera, Elena Pisano, Ester Schillaci, Chiara Sferlazza ed Elena Marchese, saranno accompagnate all’organo da Continua a leggere “Natale a Palermo un itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musuca IX edizione – 26 dicembre / 6 gennaio”

Natale a Palermo un itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musuca IX edizione – 26 dicembre / 6 gennaio


4 gennaio | ore 20 | Chiesa della Mercede al Capo | via Cappuccinelle – piazza Capo

Mediterranean Trombe Ensemble

Ottavo appuntamento per il ciclo di concerti gratuiti di “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, la rassegna, organizzata dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Ande, Zonta Club, l’associazione Volo e Spazio Cultura che la offrono alla cittadinanza e ai turisti, tra i pochissimi appuntamenti natalizi in programma a Palermo. La direzione artistica è di Gaetano Colajanni.

Domani sera (4 gennaio) alle 20 nella bellissima e quasi mai fruibile, chiesa della Mercede, nel cuore del mercato del Capo, si esibirà il Mediterranean Trombe Ensemble (giovane quartetto formato da Biagio Genualdi, Gaetano Castiglia, Giuseppe Tagliareni e Carmelo Maita), con un repertorio di pezzi di Charpentier, Morricone, Rossini, Mascagni, Piovani,Tschaikowsky, Kander e Greenber. L’ingresso è libero.

 

 

 

FOTO DEGLI ARTISTI

https://www.dropbox.com/sh/m6ek0qf7lym35lk/AABKgy6GAV0O8c_xE-0FSjjJa?dl=0

 

Ufficio stampa: Simonetta Trovato | cell.333.5289457

 

 

Natale a Palermo un itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musuca IX edizione – 26 dicembre / 6 gennaio


3 gennaio | ore 19 |Chiesa degli agonizzanti | via Giovanni da Procida

Duo Antonio Calosci (violino) – Anna Maria Cavalazzi (pianoforte)

Settimo appuntamento per il ciclo di concerti gratuiti di “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, la rassegna, organizzata dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Zonta Club, l’associazione Volo e Spazio Cultura che la offrono alla cittadinanza e ai turisti. La direzione artistica è di Gaetano Colajanni.

Stavolta si tratta veramente di una chiesa pressoché sconosciuta, aperta da poco più di un anno, dopo oltre vent’anni di silenzio: siamo in un vicoletto alle spalle di via Calderai, dove c’è la Chiesa degli Agonizzanti che prende il nome dalla confraternita di preti che assisteva i condannati a morte. Sotto gli affreschi di Elia Interguglielmi suonerà domani sera (mercoledì 3 gennaio) alle 19, un duo formato dal violinista Antonio Calosci e dalla pianista Anna Maria Cavalazzi. Insieme che proporranno l’Integrale delle sonate di Brahms op.78, op.100 e op.108. I due musicisti collaborano dal 2012, insieme hanno affrontato il grande repertorio romantico con le sonate di Franck, Dvorak, Brahms (integrale delle tre sonate).Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

FOTO DEGLI ARTISTI

https://www.dropbox.com/sh/m6ek0qf7lym35lk/AABKgy6GAV0O8c_xE-0FSjjJa?dl=0

Ufficio stampa: Simonetta Trovato | cell.333.5289457

Ustica Centro di Cultura Popolare, scuola di ricamo


Ustica Centro di Cultura Popolare, scuola di ricamo
Ustica Centro di Cultura Popolare, scuola di ricamo

Natale a Palermo un itinerario culturale tra Arte, Architettura, e Musica – IX edizione – 26 dicembre/ 6 gennaio


30 dicembre | ore 19 | Chiesa della Concezione al Capo

VIOLE IN CONCERTO

Ritorna puntuale come ogni anno il ciclo di concerti gratuiti di “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, ospitati in chiese, oratori e luoghi storici di Palermo, a volte anche poco conosciuti o magari aperti per l’occasione. La rassegna, giunta alla sua nona edizione, è organizzata dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Zonta Club, l’associazione Volo e Spazio Cultura che la offrono alla cittadinanza e ai turisti. La direzione artistica è di Gaetano Colajanni.

Una delle chiese più amate di Palermo è di sicuro la Santa Concezione al Capo: sarà in questo luogo di culto che domani (venerdì 29 dicembre) alle 19 è in programma un concerto che spazia dal barocco al Rinascimento con le due viole di Salvatore e Dario Giuliano, e il pianoforte di Adriana Biondolillo. I tre musicisti proporranno un programma “prezioso” che tocca musiche di Telemann, Stamitz, Schumann, Marais, Kalliwoda e Biondolillo. Con questo concerto si chiuderà la prima tranche di “Natale a Palermo”: pausa per Capodanno, si riprende il 2 gennaio alla straordinaria (e pressoché sconosciuta) chiesa delle Presentazione di Maria Vergine al Collegio di Maria sempre al Capo, dove si esibirà l’Ensemble Syrinx .

FOTO DEGLI ARTISTI

https://www.dropbox.com/sh/m6ek0qf7lym35lk/AABKgy6GAV0O8c_xE-0FSjjJa?dl=0

Ufficio stampa: Simonetta Trovato | cell.333.5289457

NATALE A PALERMO UN ITINERARIO CULTURALE TRA ARTE, ARCHITETTURA E MUSICA


IX edizione |Palermo | 26 dicembre/6 gennaio

Ingresso libero

  

26 dicembre | ore 19,30 | Chiesa di San Francesco di Paola

 Sicily Ensemble

Ritorna puntuale come ogni anno il ciclo di concerti gratuiti di “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, ospitati in chiese, oratori e luoghi storici di Palermo, a volte anche poco conosciuti o magari aperti per l’occasione. La rassegna, giunta alla sua nona edizione, è organizzata dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Zonta Club, l’associazione Volo e Spazio Cultura che la offrono alla cittadinanza e ai turisti. La direzione artistica è di Gaetano Colajanni.

 L’avvio sarà dato a Santo Stefano (martedì 26 dicembre), alle 19,30, nella chiesa di San Francesco di Paola, con un concerto del Sicily Ensemble che si perderà tra i tanghi e i pezzi più noti di Astor Piazzolla. Il Sicily Ensemble è una giovane formazione che si è formata di recente ma conta già con esperienze concertistiche nazionali. I suoi componenti la pianista Giovanna Mirrione, la violinista Antonella Scalia, il fisarmonicista Daniele Collura, il chitarrista Giuseppe Adamo e il contrabbassista Alberto Fiorentino –, appartengono al Laboratorio di Musica di Insieme per pianoforti, strumenti vari e percussioni coordinato da Franco Foderà al Conservatorio Scontrino di Trapani. La strana conformazione dell’ensemble offre la possibilità di affrontare particolari tipi di repertori, dal classico al moderno, musica pop riarrangiata, e brasiliana. L’ensemble ha voluto dare anche il proprio contributo alla divulgazione di alcune significative opere di Astor Piazzolla, lontane dai circuiti d’ascolto di massa, per le quali esecuzioni sarebbero necessarie  particolari formazioni orchestrali .

PROSSIMO APPUNTAMENTO. Mercoledì 27 dicembre (alle 19) ci si sposta nella Chiesa di Santa Maria La Nova per un programma che schiaccia l’occhio al ‘900: il Trio Mulè, due archi e piano, tutti “rosa” – la violinista Mariangela Lampasona, la violoncellista Sabrina Colajanni e la pianista Giusy Cascio – si dedicheranno a musiche di Scriabin, Rachmaninov e l’amato Piazzolla.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

 FOTO DEGLI ARTISTI

https://www.dropbox.com/sh/m6ek0qf7lym35lk/AABKgy6GAV0O8c_xE-0FSjjJa?dl=0

 

Ufficio stampa: Simonetta Trovato | cell.333.5289457

 

Palermo, Cultura, Le vie dei tesori – bilancio


Download (DOC, 110KB)

Palermo 30102017 ( FOTO PETYX PALERMO) Code nei siti delle vie dei tesori nella foto: Cappella dei Fallegnami
Palermo 30102017 ( FOTO PETYX PALERMO) Code nei siti delle vie dei tesori nella foto: Chiesa della Gancia
Palermo 30102017 ( FOTO PETYX PALERMO) Code nei siti delle vie dei tesori nella foto: palazzo Alliata
Palermo 30102017 ( FOTO PETYX PALERMO) Code nei siti delle vie dei tesori nella foto: palazzo delle Poste
Palermo 30102017 ( FOTO PETYX PALERMO) Code nei siti delle vie dei tesori nella foto: palazzo delle Poste

Palermo 30102017 ( FOTO PETYX PALERMO) Code nei siti delle vie dei tesori nella foto: Sorgenti del Gabriele
Palermo 30102017 ( FOTO PETYX PALERMO) Code nei siti delle vie dei tesori nella foto: Teatro Massmio
Palermo 30102017 ( FOTO PETYX PALERMO) Code nei siti delle vie dei tesori nella foto: Rifugio Antiaereo

 

Ustica, Festa al Centro Cultura Popolare 1963


Festa al Centro Cultura Pololare 1963
Festa al Centro Cultura Pololare 1963

INTEGRA – il cluster Cultura della Città di Palermo


Download (DOCX, 340KB)

Natale a Palermo, itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musica – 26 dicembre/6 gennaio – ingresso libero


 

CONCERTO INAUGURALE
26 dicembre alle 18 – San Giuseppe dei Teatini

Ottava edizione, e non si cambia: puntuale come ogni anno ecco “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, il cartellone gratuito di concerti natalizi in chiese, palazzi, oratori e luoghi storici di Palermo, organizzato dai club service cittadini, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Idea HUB, l’associazione Volo e Spazio Cultura. La direzione artistica è di Gaetano Colajanni.

La formula resta sempre la stessa: dieci concerti in tutto, si inizia da Santo Stefano e si va avanti fino alla Befana, quindi dal 26 dicembre al 6 gennaio, tutti ad ingresso libero.

Si inizia quindi a santo Stefano: lunedì 26 dicembre, alle 18, nell’imponente chiesa di San Giuseppe dei Teatini si esibirà la Balarm Sax Orchestra, ensemble nato in seno alla classe di sassofono di Giuseppe Palma (che lo dirige) al Continua a leggere “Natale a Palermo, itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musica – 26 dicembre/6 gennaio – ingresso libero”

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno

 

???????
???????

“Che senso ha rispettare chi non rispetta noi? Che senso ha difendere  la loro cultura o presunta cultura quando essi disprezzano la nostra?”

Oriana Fallaci

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

A GREAT COMMENTO !!!!!!!!!!!!!!!  SO, SO ,TRUE

UN GRANDE COMMENTO !!!!!!!!!!!!!!! Così, così, VERO

 

 

Natale a Palermo – un itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musica.


VII edizione
Palermo – 26 dicembre/6 gennaio. Ingresso libero

4 gennaio Coro sancte joseph2Un concerto per soli sassofoni e il coro in Cappella Palatina per “Natale a Palermo, un itinerario culturale tra arte architettura e musica”, la rassegna di dieci appuntamenti natalizi gratuiti in chiese e luoghi storici di Palermo, organizzata dai Club Service. Domani sera (domenica 3 gennaio) alle 19 nella sala delle Capriate dello Steri sarà infatti la volta del Blue Note Sax Quartet con un programma di brani poco conosciuti per intenditori. Lunedì 4 gennaio, invece, l’unico concerto con ingresso limitato: solo chi possiede l’invito personale – ma ne saranno distribuiti altri trenta, domenica sera, prima del concerto – potrà infatti accedere alla Cappella Palatina dove, alle 18, si esibirà il Coro Sancte Joseph, diretto da Mauro Visconti. La limitazione è dovuta a esigenze di sicurezza, la Cappella – considerata uno dei “luoghi sensibili” della città – infatti non può contenere più di 110 spettatori preventivamente identificati.

“Natale a Palermo”, giunta alla sua settima edizione, è organizzata dai club service, Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con l’associazione Volo, che la offrono alla cittadinanza e Continua a leggere “Natale a Palermo – un itinerario culturale tra Arte, Architettura e Musica.”

Videoproiezione dedicata a Salvador De Bahia e alla cultura Afrobrasiliana

GIOVEDì 23 OTTOBRE ore 21.15 (videoproiezione) DEDICATO A SALVADOR DE BAHIA E ALLA CULTURA AFROBRASILIANA | di Marcella Croce  | Hotel Conchiglia D’Oro Via Cloe 9 Mondello

Bahia Locandina


Quando il sole della Cultura è basso…


 Livello Cultura Basso

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


SindacoMi sono convinto che, affinché la giurisdizione funzioni, è necessario che esista una condivisa cultura generale di rispetto delle regole

Gherardo Colombo

 

Recuperare la cultura dell’accoglienza – poche spese e grandi successi


[ id=19921 w=320 h=240 float=left] In merito alle navi da crociera, che sono arrivate e che continuano ad arrivare, mi corre l’obbligo di ringraziare e complimentarmi con Salvatore Militello per l’impegno che continua a profondere nell’incoraggiare le richieste di sosta ad Ustica provenienti dai responsabili dell’organizzazione di determinate navi crociera, in particolar modo nei periodi di bassa stagione; nel contempo chiedergli scusa per tutti coloro che a maggio di quest’anno avevano, in mala fede, bollato le iniziative come “propaganda elettorale” tesa a favorire la sua candidatura a Sindaco.

Le navi continuano a venire e l’ultima, in ordine di tempo , è stata la FTI Berlin Valletta (arrivata anche un paio di anni fa) che aveva a bordo 355 passeggeri e molti li abbiamo visti in giro ad effettuare compere.

La discesa a terra è stata emozionante e ci ha riportato lontano quando si sbarcava con le barche.

L’accoglienza non è stata ottima in quanto il servizio pubblico era assente e se non fosse stato per alcuni privati, con pulmini di cortesia, non ci sarebbero stati mezzi per accompagnare i visitatori in piazza .

Quel poco che si è visto (bravi Patricolo, Barraco e Palmisano Pasquale) è stato improvvisato, spontaneo ed è venuta meno la coordinazione.

Avremmo voluto vedere, in piazza o al porto degustazioni e vendita dei nostri prodotti tipici e artigianali con un paese più vestito a festa ed accogliente. Tanti anni fa, ricordo, sulle barche, in banchina o in piazza i turisti venivano accolti con la musica.

Mi sarei aspettato qualche appropriata iniziativa dall’associazione VisitUstica, molta attiva e presente in altre circostanze.

Intanto venerdì prossimo dovrebbe arrivare, tempo permettendo, la nave da crociera “Hamburg”.”…

Spero non ci faremo trovare ancora una volta impreparati!

Giovanni Palmisano (il Talebano)

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

Wow, what a problem. I was so happy to see the photos of the cruise ship arrival in Ustica, but to hear of all the missed opportunities in Ustica is very sad !!! Someone listen to these voices of Giovanni Palmisano and Tommaso Licciardi !!!!! Sounds like no one listens or tries to change. This is so much like my first visit to Ustica in 2010, we were strangers in a strange place, and no one cared that we were there, except the Padre.

WAKE UP USTICA !!!!

Wow, che problema. Ero così felice nel vedere le foto dell’arrivo della nave da crociera ad Ustica, ma a sentire tutte le opportunità mancate ad Ustica è molto triste!!! A sentire Giovanni Palmisano e Tommaso Licciardi!!! Sembra che nessuno ascolta o prova a cambiare. È stato come la mia prima visita a Ustica nel 2010, eravamo stranieri in un posto strano, e a nessuno importava che eravamo lì, eccetto Padre Padre Lauro.

SVEGLIA USTICA!!!

^^^^^^^^^^^^^^^^

Da Mondovì Tommaso Licciardi

Caro Giovanni, di questo argomento ne parliamo ogni anno quando vengo in ferie ad Ustica, bisogna creare un ufficio sia del turismo o proloco, che lavori per dare un immagine turistica ad Ustica. Ovviamente senza l intervento della pubblica amministrazione che finanzia, i risultati non verranno. Il lavoro da fare è lungo e costante, bisogna creare recettivita’, accoglienza, strutture, guide turistiche, sistemare i siti archeologici, coordinare i diving, creare accesso al mare alle famiglie e non vietarli, come accade adesso, il secondo passo sarà quello di creare dei pacchetti turistici da proporre ai vari tour Operator o meglio farli creare a quest’ ultimi che hanno competenze e poi il mercato farà il resto.

Come sai il mio hobby è Consulente di Viaggi per uno dei più grossi tour Operator al mondo, che possiede 155 aereo mobili di proprietà, un mese fa uno dei responsabili Italia mi ha chiesto ha cercato di vendere Ustica, ma non è riuscito, poiché costava come andare ai Caraibi, mi ha chiesto di creare ( coordinare gli alberghi, i ristoranti, navi e aeri dedicati) un pacchetto da vendere on line, immagina la mia risposta……. Tutto si può fare lo sai, bisogna avere competenza e voglia di lavorare tutti per lo stesso obiettivo.

P.S. scrivo avendo competenze in turismo e una specializzazione post laurea in marketing, questo per tutti quei commenti fuori luogo.

Saluti

 

 

 

 

 

Ustica ricca anche di storia e cultura


[ id=18371 w=320 h=240 float=left] Trovandomi ad Ustica per trascorrere qualche giorno di vacanza ho avuto modo di partecipare a questa interessantissima conferenza. Ho avuto la conferma che quest’isola oltre ad uno splendido mare e a gente disponibile e generosa e’ ricca di storia e di cultura. Complimenti per l’iniziativa!

Prof. Cristina

 

SOLO GIAPPONE: la cultura del Sol Levante attraverso foto e raffinati manufatti


[ id=17347 w=320 h=240 float=]L’Associazione Dictinne Bobok e il Centro Studi Avventure nel Mondo di Palermo presentano la mostra SOLO GIAPPONE: la cultura del Sol Levante attraverso foto e raffinati manufatti a cura di Marcella Croce Associazione Dictinne Bobok Via E. Albanese 7 Palermo in collaborazione con l’ANISA (Associazione Nazionale Insegnanti Storia dell’Arte) GIOV 30 MAGGIO ore 18.30 inaugurazione & visita guidata – La sezione fotografica della mostra rimarrà aperta dalle 17 alle 19.30 nei giorni 31 maggio, 3-4-5-6 giugno.

Giardini, celebrazioni, oggetti, atteggiamenti: la cultura tradizionale giapponese è caratterizzata da una cura per il dettaglio tutta particolare. Cura per il dettaglio che molti forse non esiterebbero a definire maniacale, ma che importanza ha, se è proprio quel dettaglio che ci comunica un’emozione inesprimibile che va giù dentro e arriva dritto fino all’anima? Può essere la raffinata busta di carta, o la delicatissima scatola con cui si confeziona un regalo. Può essere semplicemente il gesto usato nel porgere il resto al cliente, un resto che non solo non manca mai, ma che viene consegnato a mani giunte come se fosse anche quello un oggetto sacro o prezioso. Può essere una porta aperta o richiusa garbatamente da una delle innumerevoli commesse…

“Lo spirito del Giappone, più che spiegato o studiato, va semplicemente ‘sentito’, assorbito. Ricopiando il sutra nell’atmosfera rarefatta del tempio, l’unico rumore che avvertivo era il battere implacabile della pioggia che innaffiava naturalmente i celebrati muschi, e ad ogni tratto del pennello affondavo lentamente sempre più nel terreno inesprimibile del sacro. La pioggia continuava incessante; invece che rovinare la nostra passeggiata nel giardino, l’aveva resa ancora più suggestiva. Scendendo una dozzina di scalini, mi sono ritrovata nel buio totale di un ambiente sotterraneo, che intendeva richiamare il ventre materno, che è anche il ventre della terra, e in pochi minuti ciascun visitatore, che lo volesse o no, diventava pellegrino e avvertiva totalmente cambiata la propria dimensione.”

da L’anima nascosta del Giappone (Marietti 2009) di Marcella Croce

L’Associazione Dictinne Bobok nasce dal desiderio di riprendere il cammino di Ginevra Buzzetta Russo, artista prematuramente scomparsa, e di supportare chi, come lei, intenda iniziare un percorso nel mondo dell’arte, spesso difficile e trascurato e dove l’opportunità di una guida può essere determinante.

La scelta del nome dell’Associazione non è casuale, esprime il dualismo di una persona dai molteplici interessi: il mito, la letteratura, il fantastico, il teatro, la poesia e la magia quasi alchemica della trasformazione nell’incisione.

Lo scopo dell’Associazione è quello di organizzare corsi, stages, e workshop artistici con il coinvolgimento di docenti e professionisti specializzati in diversi settori del mondo dell’arte. Per contribuire ad una visione globale dell’arte, l’associazione si propone di organizzare viaggi di studio e di approfondimento nelle principali città italiane ed europee sedi di grandi musei e di importante mostre. L’Associazione dispone inoltre di una nutrita biblioteca in continuo accrescimento. www.dictinnebobok.it

UFFICIO STAMPA Marcella Croce Responsabile Centro Studi Avventure nel Mondo Palermo

cell. 340-6678233 www.marcellacroce.com marcellacroce@gmail.com blog.marcellacroce.com http://sapori-perduti.blogautore.repubblica.it/ https://sites.google.com/a/marcellacroce.com/marcella-croce/centro-studi-avventure-nel-mondo http://www.angolodellavventura.com/regioni/sicilia/palermo/centro_studi.htmlfr