Ustica, zona edilizia popolare e case a scomputo vista dal boschetto


Edilizia Scolastica: fondi per gli Enti Locali


Un bando da 50 milioni di euro destinato a disposizione Comuni e Province per finanziare la progettazione di interventi di messa in sicurezza e di adeguamento sismico delle scuole. Candidature entro il 18 aprile.

Il Miur ha emanato un avviso pubblico per la concessione di contributi in favore di enti locali per la progettazione di interventi per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, per un totale di 50 milioni di euro.

Fino al 18 aprile 2019 gli Enti Locali possono per candidarsi e chiedere contributi per la progettazione e possono richiedere subito, all’atto del finanziamento, l’anticipazione del 20%.

Questi i criteri di valutazione delle candidature:

  • la vetustà degli edifici adibiti a uso scolastico;
  • la sismicità della zona in cui sono situati gli edifici;
  • la mancanza dell’agibilità;
  • eventuali provvedimenti o ordinanze di chiusura degli edifici;
  • eventuali quote di cofinanziamento.

Fonte: NOTIZIE della scuola.it

 

Nomina Consulente a titolo gratuito in materia di LL.PP., Edilizia Residenziale e scolastica, Pratiche Tecniche, apporto tecnico-pratico su Urbanistica


Download (PDF, 120KB)

Edilizia scolastica Ustica – Recupero Scuola Media


 

Ustica recupero scuola mediaBUONE NOTIZIE SULL’EDILIZIA SCOLASTICA:

Avviato l’iter della gara per gli interventi di recupero e risanamento del plesso della scuola media. Finanziamento di 4.330.000 euro (Quattro milioni trecentotrentamila euro ) previsto nella Delibera Cipe 30 giugno 2014 (Programma Nazionale per la Messa in sicurezza degli edifici scolastici).

Il progetto finanziato prevede interventi strutturali, adeguamento impianto elettrico, adeguamento impianto termico e di condizionamento, adeguamento impianto idrico-sanitario del plesso. Tutte le informazioni tecniche per la raccolta delle “Manifestazioni di interesse” per partecipare alle procedure di Gara sono pubblicate sul sito ufficiale del Comune di Ustica.

E’ un’opera estremamente importante per la formazione e per la cultura, per gli studenti, gli insegnanti, i genitori, il personale della scuola. E’ un progetto importante per il settore dell’edilizia e dell’impiantistica. E’ un progetto importante per Ustica e per tutti gli usticesi.

Attilio Licciardi

Su richiesta ripubblichiamo – Problematiche edilizia scolastica…


[ id=14937 w=320 h=240 float=left]  Consiglio Comunale del 17-10-2012 – Problematiche edilizia scolastica… da allora cosa è stato fatto?

Trascriviamo alcuni passaggi significativi della seduta consiliare ordinaria del 17 Ottobre 2012 in merito alla problematica edilizia scolastica inserita al punto 3 dell’O.d.G.su richiesta di alcuni genitori..

Erano presenti in aula Taranto, Zanca, Palermo, Palmisano, Badagliacco, Caserta, Cannilla (presidente), Martello, Picone, Tranchina:
assenti: Russo e Ciaccio.
Assiste alla seduta il segretario comunale Calogera Di Gangi e l’”assistente segretaria” M. Concetta Natale.

Il Presidente dà la parola al tecnico comunale per illustrare la problematica dell’edilizia scolastica.

Arch. Rubbio: “La problematica dello stato di conservazione dell’edilizia scolastica dell’isola è critica. Vi sono degli ammaloramenti nelle strutture piuttosto evidenti attestate anche da alcune relazioni fatte l’azienda sanitaria. Qualche settimana fa ho conferito con il sindaco ed è venuta fuori una nota dove si parla della criticità nella fattispecie dei cornicioni dell’istituto della scuola elementare. Il problema, però, non è solo quello che interessa l’edilizia scolastica, è più grave. Alla scuola media, al liceo ci accorgiamo che le problematiche sono molto più evidenti. Il problema c’è e basta ma guardando il bilancio ci accorgiamo che siamo impotenti a risolvere queste problematiche. Io non smetterò mai di dire che non avere soldi è una giustificazione sterile perché chiunque mi chiede o mi chiederà cosa io ho fatto, è difficile rispondere. Dovremmo quindi confrontarci, prendere in maniera comune delle decisioni e se è il caso anche importanti. La scuola è frequentata da bambini, da ragazzi e chiaramente le mamme vogliono essere rassicurate sulla sicurezza dei propri ragazzi “

Il Presidente legge la nota del Sindaco che cerca di illustrare in 6 punti la situazione attuale dell’edilizia scolastica.

1) Scuola elementare. La soluzione di Continue reading “Su richiesta ripubblichiamo – Problematiche edilizia scolastica…”

Consiglio Comunale del 17-10-2012 – Problematiche edilizia scolastica


[ id=14937 w=320 h=240 float=left]Trascriviamo alcuni passaggi significativi della seduta consiliare ordinaria del 17 Ottobre 2012 in merito alla problematica edilizia scolastica inserita al punto 3 dell’O.d.G.su richiesta di alcuni genitori..

Erano presenti in aula Taranto, Zanca, Palermo, Palmisano, Badagliacco, Caserta, Cannilla (presidente), Martello, Picone, Tranchina:
assenti: Russo e Ciaccio.
Assiste alla seduta il segretario comunale Calogera Di Gangi e l’”assistente segretaria” M. Concetta Natale.

Il Presidente dà la parola al tecnico comunale per illustrare la problematica dell’edilizia scolastica.

Arch. Rubbio: “La problematica dello stato di conservazione dell’edilizia scolastica dell’isola è critica. Vi sono degli ammaloramenti nelle strutture piuttosto evidenti attestate anche da alcune relazioni fatte l’azienda sanitaria. Qualche settimana fa ho conferito con il sindaco ed è venuta fuori una nota dove si parla della criticità nella fattispecie dei cornicioni dell’istituto della scuola elementare. Il problema, però, non è solo quello che interessa l’edilizia scolastica, è più grave. Alla scuola media, al liceo ci accorgiamo che le problematiche sono molto più evidenti. Il problema c’è e basta ma guardando il bilancio ci accorgiamo che siamo impotenti a risolvere queste problematiche. Io non smetterò mai di dire che non avere soldi è una giustificazione sterile perché chiunque mi chiede o mi chiederà cosa io ho fatto, è difficile rispondere. Dovremmo quindi confrontarci, prendere in maniera comune delle decisioni e se è il caso anche importanti. La scuola è frequentata da bambini, da ragazzi e chiaramente le mamme vogliono essere rassicurate sulla sicurezza dei propri ragazzi “

Il Presidente legge la nota del Sindaco che cerca di illustrare in 6 punti la situazione attuale dell’edilizia scolastica.

1) Scuola elementare. La soluzione di fare impiegare agli scolari la scala di sicurezza è stata assunta provvisoriamente in attesa dell’arrivo del sig Preside, previsto per domani. E’ nostra intenzione ripristinare l’uso della scala principale, valutando, sempre domani, con le autorità scolastiche ed i tecnici, il possibile spostamento dell’aula che attualmente è ospitata nell’ingresso( la qualcosa rende impraticabile l’uso della scala principale)..

2) L’ispezione dei nostri tecnici ha confermato che i Cornicioni possono costituire un pericolo e devono essere messi in sicurezza. Per far questo è necessario togliere la malta precaria, spazzolare i ferri e apporre o nuova malta o una rete di protezione. Al momento disponiamo in bilancio della somma di 2500 euro ma, per questi lavori, ne occorrerebbero almeno altrettanti. Non è facile ma questa criticità di bilancio è già all’attenzione degli uffici.

3) Il sig Preside, al fine di reperire altre aule, ha proposto di suddividere un’aula allocata nel 1 piano del plesso delle elementari. Anche questa soluzione non potrà essere presa in considerazione prima dell’approvazione del bilancio e comunque dopo aver messo in sicurezza i cornicioni.

4) Relativamente ai locali seminterrati dell’istituto Profeta Saveria di via Petriera sono stati da tempo interdetti. E’ stato da tempo chiesto il finanziamento per il ripristino.

5) Non ci risulta che le lezioni delle medie vengano svolte in “ classi comuni” con quelle del liceo

6) Abbiamo il piacere di informare che questa amministrazione ha ottenuto e presto sarà disponibile, un finanziamento (vedi allegato) di 285.000 euro per lavori di manutenzione della scuola materna.

A questo punto dà la parola all’insegnate Delfina Natale e alla signora Gabriela Bertacci.[ id=14938 w=320 h=240 float=right]

Delfina Natale: “In questo momento stiamo con 20 bambini dentro uno sgabuzzino, un posto invivibile. Noi viviamo una situazione di grande precarietà in posti invivibili con bagni che non funzionano… i bambini da 3 a 5 anni hanno bisogno di un loro habitat, di un loro spazio perché loro si identificano con il Continue reading “Consiglio Comunale del 17-10-2012 – Problematiche edilizia scolastica”

Il Bum dell’edilizia… Tempi d’oro?


[ id=11104 w=320 h=240 float=center]