Licia e Vittoria Manfrè, ora in Australia


Licia e Vittoria Manfrè, ora in Australia
Licia e Vittoria Manfrè, ora in Australia

Famiglie emigrati in America ritornano a Ustica (1979)


Famiglia Zagami – Bertucci emigrati da Ustica in Australia


Famiglia Zagami Bertucci   emigrati in Australia

Saluto emigrati in partenza per l’America


 Saluto emigrati in partenza per l'America

Famiglia Alaimo


[ id=19168 w=320 h=240 float=left]Hi Pietro….I was wondering if you could put these pictures on Usticascape. The first one is my Great-Grandparents, Felice and Marianna (Pittari) Alaimo, who were both born in ustica. Felice was born Dec. 22, 1860 and Marianna born Jan. 23, 1857. Her parents were Francesno Pittari, born Sept. 25, 1831 in Ustica and died Nov. 19, 1854 (not sure where). and mother was Maria Casert born 1824.

Guiseppe Alaimo (you have his picture on your site) was my Great-Great Grandfather, he was born Aug. 23, 1823 in Ustica. AHe married 1st to Maria Rose Desimore. His 2nd wife was Rosalie La Rosa, born Dec. 27, 1857 in Ustica. She died Nov. 5, 1893 in San Jose, California.

My 3rd Great-Grandparents were Salavtore Lorenzo Alaimo born about 1786 in Ustica. Married Candida Martello. Her parents were Antonio Martelo and Angela Calmore.

My 4th Great-Grandparents were Francesno Alaimo, born before 1750..Lapari???, died Feb. 28, 1841 (don’t know where), married Caterina Mega.

My 5th Great-Granparents were Lorenzo Alajamo, married Rosa Palmisano.

Ciao, Claudia Wilson

[nggallery id=777]

Auguri a Papa Francesco – Colpiti dalla Sua semplicità.


 

Papa Francescoda AVVENIRE 13 marzo 2013

Gesuita, figlio di emigranti piemontesi

era arcivescovo di Buenos Aires

Da stasera per il nuovo Pontefice Jorge Mario Bergoglio sarà difficile soprattutto lasciare la sua diocesi di elezione Buenos Aires quella che lui ama chiamare l’«Esposa» retta per quasi 15 anni e vivere tra le mura della città leonina.

Un distacco che significherà per il Papa italo-argentino lasciare i luoghi a lui più cari i preti e i poveri dei barrios di Buenos Aires visitati tante volte e raggiunti a bordo di un autobus o in metropolitana e proseguire lungo il cammino tracciato dal suo predecessore Benedetto XVI.

Famoso per la sua austerità e per la sua reticenza a concedere interviste proprio nei giorni che hanno preceduto il conclave Bergoglio, – come aveva evidenziato il quotidiano di Bueonos Aires Clarin aveva sottolineato del suo predecessore «il coraggio di spazzare la sporcizia dentro la Chiesa».

E proprio su questo fronte il nuovo Pontefice oltre a portare la ventata di novità del primo latino-americano sul Soglio di Pietro metterà al centro le stesse preoccupazioni e la medesima tensione pastorale che hanno animato e contraddistinto lo stile di Joseph Ratzinger.

Figlio di emigranti piemontesi, quattro fratelli, Bergoglio è nato a Buenos Aires il 17 dicembre del 1936. Il padre Mario era un funzionario delle ferrovie, la madre, Regina Sivori, una casalinga con sangue piemontese e genovese. Jorge viene descritto come un ragazzo semplice e schivo, studia da perito chimico, ha un lavoro e una fidanzata.

A 22 anni la svolta religiosa: l’11 marzo del 1956 entra nel noviziato dei gesuiti a di Villa Devoto, si laurea in filosofia al Collegio Massimo San José de San Miguel e pochi giorni prima del suo trentatreesimo compleanno, nel 1969, viene ordinato sacerdote. Nel 1973 viene eletto provinciale della Compagnia di Gesù, un incarico che eserciterà per sei anni.

Si tratta di un periodo molto turbolento per Continue reading “Auguri a Papa Francesco – Colpiti dalla Sua semplicità.”

Famiglia Giuffrè e Manfrè emigrati America


[ id=14029 w=320 h=240 float=center]

Emigrati in Australia Bertucci/Zagami


[ id=13426 w=320 h=240 float=center]

Foto ricordo emigrati


[ id=13364 w=320 h=240 float=center]

^^^^^^^^^^^

Dalla California Marlene Marchese Manfrè

I hope someone recognizes this family. Manfre family, perhaps ? Marlene Marchese Manfrè

io spero che qualcuno riconosce questa famiglia. forse famiglia Manfre ?? Marlene Marchese Manfre

Americani: Famiglia D’Angelo


[ id=10896 w=320 h=240 float=center]

^^^^^^^^^^^

COMMENTI:

Da Ustica Angela D’Angelo 

Saluto tutti i nostri parenti D’Angelo (Americani).

Auguri di Buon Natale a tutti voi e a te Joe, in modo particolare, baci Angela.

 

Fratelli e Sorelle


[ id=10587 w=320 h=240 float=center]

NOI “EMIGRATI”: Turisti a casa nostra!…


Cari signori Usticesi, già da moltissimi anni si parla di portare delle migliorìe su questa splendida Isola per lo sviluppo e l’incrementamento turistico, ma come da copione, i signori amministratori, recitano la parte e aspettano che un lauto pubblico si manifesti approvando o meno la loro esibizione (approdi a levante, approdi a ponente, bilanci approvati e poi ritrattati, ecc..) Amici, innanzi tutto vorrei spendere due parole per quanto riguarda il costo dei biglietti Siremar o Usticaline. Proprio quest’estate ho affrontato l’argomento, discutendone con l’amministratore di Usticasape. Bene! Vi sembra giusto che noi Usticesi emigrati per lavoro, torniamo ad Ustica per rivedere i propri familiari, amici, affetti personali…insomma, torniamo a casa e dobbiamo pagare la tariffa intera e la tassa comunale? Si, perchè adesso siamo turisti, infatti io quando vengo ad Ustica non saluto nessuno perché essendo un turista…non conosco nessuno….! Ma fatemi il piacere…

Angelo D’Angelo

 

COMMENTO:

Dalla Germania Josè Zagame

Ciao Angelo, scusami ma non ho capito bene!!! vuoi forse dire che ci hanno tolto il “PRIVILEGIO” di pagare il biglietto da residenti o cosa!?

^^^^^^^^^

Da Ustica Angela D’Angelo

Ti smentisco, perchè , non solo vieni spesso e ti becchi il biglietto per intero,ci saluti tutti con affetto e ti mangi “una tigghia di pasta o furnu”(teglia di pasta al forno). Ci vuole tanta pazienza…. a digerirla tutta !!!

Nostri emigrati in partenza per l’America


[ id=9840 w=320 h=240 float=center]

Anche gli emigrati Eoliani possono tornare come residenti


Apprendiamo con piacere che anche i “cugini” Emigrati Eoliani possono ritornare come residenti grazie alla Ustica Lines e alla N.G.I.

“Federalberghi Isole Eolie manifesta la propria soddisfazione per le iniziative di Sergio La Cava (N.G.I.) e Vittorio Morace (Usticalines) di aver esteso a tutti i natii delle Isole Eolie la possibilità di usufruire del biglietto residente. 

Auspichiamo – ha sottolineato il presidente Del Bono – che tale iniziativa venga assunta anche da Siremar e che possa costituire l’inizio di una serie di attività promozionali volte a favorire sempre di più il “turismo di ritorno”.

Federalberghi Isole Minori della Sicilia
Federalberghi Isole Eolie

Lipari Biz
a cura di Peppe Paino”