Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Tutti i vizi, quando sono di moda, passano per virtù.“ — Molière
Origine: https://le-citazioni.it/autori/moliere/

La cosa più deliziosa non è non aver nulla da fare, è avere qualcosa da fare e non farla.
(Marcel Achard)

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Decidete che una cosa si può e si deve fare e troverete il modo.

(Abraham Lincoln)

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Ci sono pericoli in ogni cosa che si fa, ma ci sono pericoli ancora più grandi nel non fare nulla.
(Shirley Williams)

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Non aspettare questo incontro perché non si farà mai, l’unica cosa  che ti resta è immaginare ciò che non vedrai.

MUHAMMAD ALI

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


Non si fa il proprio dovere perché qualcuno ci dica grazie, lo si fa per principio, per se stessi, per la propria dignità.

ORIANA FALLACI

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

“Il vero amore deve sempre fare male. Deve essere doloroso amare qualcuno, doloroso lasciare qualcuno. Solo allora si ama sinceramente.”
MADRE TERESA DI CALCUTTA

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


“Se incontrate qualcuno persuaso di sapere tutto, di essere capace di fare tutto, non potete sbagliarvi: è un imbecille.” 
VITTORIO BUTTAFAVA

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


L’unico modo per iniziare a fare qualcosa è smettere di parlare e iniziare a fare.
(Walt Disney)

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Sindaco

“In tutto il lavoro che facciamo, la nostra risorsa più valida può essere l’atteggiamento all’autocritica. È perdonabile fare degli errori, ma intestardirsi dietro un muro di arroganza e fare lo stesso errore due volte non è perdonabile.”

Dale Turner

 

 

Aforismi. Citazioni, Proverbi… del giorno


 

SindacoAnche per i più grandi uomini di stato fare politica vuol dire improvvisare e sperare nella fortuna.

Nietzsche

 

 

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


SindacoCominciate col fare ciò che è necessario,
poi ciò che è possibile.
E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.

[San Francesco d’Assisi

 

Nonno Angelo Bertucci insegna al nipote come fare le ceste

[ id=20549 w=320 h=240 float=center]

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Cominciate col fare ciò che è necessario, 
poi ciò che è possibile. 
E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.

San Francesco

Fare tesoro del passato con uno sguardo al futuro…


Condivido pienamente sia il pensiero di Mario, sia quello di Agostino (Nuccio), sia il pensiero del mio coetaneo Giovanni (Tacco!).

Del passato occorre farne tesoro ma è al futuro che bisogna pensare: con serenità, con equilibrio, collaborazione e lealtà!

Non servono e non ne abbiamo certamente bisogno di inchieste, di messaggi più o meno forti, oggi Ustica (e noi tutti ) abbiamo la necessità di porre rimedio agli errori commessi – certamente in buona fede – ma con pace di tutti!

Se non attuiamo ciò saremo sempre allo stesso punto.

Dobbiamo cambiare mentalità e modo di agire ed ognuno di noi deve passarsi la mano sulla propria coscienza.

Siamo e dobbiamo continuare ad essere una grande “famiglia” senza lasciarci coinvolgere da interferenze esterne e come una grande famiglia “ amministrare” l’ amministrabile; non cerchiamo progetti faraonici ma sistemiamo dapprima il nostro territorio con la collaborazione di tutti, affrontiamo i problemi prioritari che ci attanagliano.

Ed è per questa ragione che da tempo ho scritto al Sindaco di dimettersi e fare arrivare un Commissario: per avere un periodo di “decantazione” finalizzato ad un rassetto “amministrativo” dentro il Comune, ad una formazione futura di persone, anche con visioni politiche diverse, ma con un unico obiettivo: il bene dell’Isola.

Del resto è ciò che tutti vogliamo? O no?… ed ancora se l’economia isolana va bene, gira e funziona ciò va bene a tutti, altrimenti va male per tutti!

Salvatore Militello

 

 

 

Un Assessore del quale potremmo fare anche a meno


Lettera aperta all’Ass. Giuseppe Mistretta

 

Gentilissimo Assessore Mistretta,

sono Angelo Tranchina, titolare della struttura ricettiva “ARISTON”. Poiché non ho il piacere di conoscerla direttamente, le scrivo in merito alla manifestazione sul tennis da Lei pubblicizzata per il mese di giugno, poi posticipata a settembre.

Visto che il Comune è sponsor della manifestazione Le chiedo: non sarebbe stato giusto e corretto sollecitare gli organizzatori a coinvolgere tutti gli albergatori e non semplicemente i pochi eletti (manifestazione tra nui), visto che questi signori usufruiranno gratis delle nostre strutture pubbliche?

Sono state contattate alcune strutture (tra nui) da persone interessate a raggiungere l’isola per il torneo, alcune di esse risultano già al completo.

La mail del Sig. Dell’Oglio, che Le allego, parla di alloggiare le persone nelle strutture accreditate e di coinvolgere le altre strutture solo in caso di necessità.

La invito, nel breve tempo che Le rimarrà di stare in carica, qualora si ripresenti l’occasione di organizzare qualche altra manifestazione sull’isola, sarebbe più opportuno limitarsi a gestire la propria azienda di famiglia. Non la prenda come fatto personale ma è opinione generalizzata che lo si vede apparire in momenti sporadici.

Io sono convinto che Lei non può conoscere i nostri problemi perchè non li vive quotidianamente come li viviamo noi e, secondo l’opinione di molti, nemmeno è di supporto “esterno” per la risoluzione delle nostre problematiche e del quale potremmo fare anche a meno.

Ognuno nel proprio piccolo cerca di migliorare la propria struttura e sarebbe corretto che quando l’Amministrazione Comunale sponsorizzi qualche manifestazione il minimo che dovrebbe fare sarebbe imporre agli organizzatori il coinvolgimento di tutte le strutture turistiche operanti sull’Isola.

 Distinti saluti
Angelo Tranchina

 

Cernia da fare al forno


[ id=13382 w=320 h=240 float=center]

 

 

COMUNICATO STAMPA – “Movimento delle Partite IVA”


QUELLO CHE ABBIAMO GIA’ REALIZZATO

Grazie ai contributi volontari del “movimento delle partite IVA” e di privati (li potete vedere nell’apposita lista), il gruppo ha già realizzato iniziative che di seguito elenchiamo e che aggiorneremo di volta in volta.

 Aprile – Pulizia delle spiagge

 Maggio- pulizia con decespugliatori della carrozzabile perimetraleMessa in posa lungo la costa di contenitori per l’immondizia ai primi di giugno

 Giugno- Posizionati contenitori per la raccolta rifiuti lungo la costa C.da Spalmatore e svuotamento giornaliero

 Giugno – Pulizia ed apertura del centro informazioni con materiale trovato nei magazzini del comune e dell’AMP

 Collaborazione con ente comunale per l’apertura e gestione del centro informazioni

 Programmati:

 The lantern show che si svolgerà l’08/08/2012

 Appoggio logistico con la onlus “Pole Pole” campo scout di Marineo 15-17/06/12

———–

QUELLO A CUI STIAMO LAVORANDO

 Benvenuto ai turisti, con piccole degustazione all’interno di una serata di “mercatino atigianale locale”

 Serata musicale con Vincenzo Palermo

 Gara podistica 27-29/07/12

 Primo premio di murales intotolato ad Aldo Riso da fare per quest’anno ad agosto

 Sagra di un prodotto tipico locale da fare in settembre

Come si evince dal prospetto l’attività del gruppo, oggi ancora spontaneo ma che presto sarà formalizzato, ha focalizzato, dato il periodo, la propria attenzione più all’accoglienza del turista che già ha scelto di venire ad ustica in vacanza che alla programmazione e marketing per la stagione stessa, questo argomento sarà messo in cantiere subito dopo la stagione turistica 2012, dopo che il gruppo avrà assunto forma giuridica. Per continuare a lavorare e far si che si possano realizzare iniziative propositive per l’isola e per i cittadini stessi, sono ben accetti contributi anche da privati

Il movimento delle partite iva

 

COMUNICATO


Domenica 18-12-2011, alle ore 17,30 presso l’ aula consiliare,
siete invitati a partecipare al nuovo incontro.
Saremo lieti di dirvi cosa abbiamo fatto in queste settimane e ciò che vogliamo fare col vostro aiuto.
Confidando nella vostra partecipazione,
vi ringraziamo.

Fare Ustica Insieme

 

 

 

Josè Zagame: Cosa possono fare gli “emigrati” per Ustica?

Salve Sig. Mario, la ringrazio per le belle parole.
Anch’io come lei, sono un convinto sostenitore del volontariato; come si dice : Basta volerlo!!!
Un’idea che da tempo mi frulla in testa sarebbe quella di coinvolgere tutti noi usticesi fuori sede (in particolare chi come me vive oltr’alpe o aldila’ degli oceani) a pubblicizzare la nostra isola, le idee sul come farlo sono sicuro che si troverebbero.
Peccato che poi, a mente fredda mi sorge spontanea una domanda e cioe’, mettiamo che il nostro contributo riesca nell’impresa di portare turisti ad Ustica, questi che trattamento riceverebbero??? L’isola che tipi di servizi garantirebbe loro per una piacevole permanenza sul nostro scoglio???
Beh, capirete che prim’ancora di ricevere aiuto, l’isola necessita di una sana ristrutturazione a piu’ livelli!!!
Peccato che nessuno abbia voglia di fare qualcosa per la propria isola.
Apprifitto dell’argomento, per ricordare ai lettori di usticasape che tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900 (se non ricordo male le date) nostri concittadini d’America fecero una colletta per ristrutturare la chiesa; sicuramente non erano ricchi economicamente, ma ricchi d’animo sicuramente lo erano!!! Cosa voglio dire con questo lo lascio decidere a VOI.
Se i vari amministratori fossero stati un po’ piu’ LIBERI di agire e fossero stati piu’ lungimiranti, la nostra isola non avrebbe subito una tale umiliazione. Le potenzialita’ dell’isola sono immense, basta farsi un giro per capire che riattivando strutture gia’ esistenti (non abbiamo bisogno di cattedrali nel deserto, vedi volonta’ di voler costruire un secondo campo da calcio, colui o coloro che la sostengono andrebbero…….. “perseguiti penalmente”) tutti sappiamo di quali strutture parlo. In piu’ si potrebbe utilizzare il faro dell’Homo morto come foresteria per ospitare gruppi di volontari. In piazza, sotto ‘u bagghiu del’ex Fascio si potrebbero fare dei bagni pubblici, il sentiero di mezzogiorno ristrutturato potrebbe diventare un’ottima pista ciclabile (in questo senso si deve investire e cercare finanziamenti, non per un secondo campo sportivo), la casa affianco alla farmacia se espropiabile potrebbe essere un ‘ottimo posto per far sorgere un piccolo mercato per la vendita del pesce; Ripristinare tutt’attorno l’isola una chiara e leggibile segnaletica (multilingue) dei vari sentieri sparsi per l’isola, ovviamente dopo averli resi presentabili; Infine agli amici produttori di lenticchie mi sento di rivolgere un consiglio:
essendo voi giovani con lo sguardo rivolto al futuro, perche’ non fate la richiesta per ottenere in gestione l’area ex mattatoi per costituire la sede del (futuro?) consorzio!? investendo, potreste comprare tutti i macchinari necessari per la pulizia, il confezionamento e la spedizione del prodotto!!!
Spero di non sembrare troppo con la testa tra le nuvole.
Rinnovo i miei saluti al Sig. ODDO e a tutti i lettori di usticasape.

Jose’ Zagame

^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Ustica Giovanni Martucci

Dato che alcune persone hanno sollevato il problema, quanto prima, sulla mancata istituzione della nuova pro-loco ad Ustica, farò il mio intervento spiegando dettagliatamente come si sono svolti i fatti in modo che tutti possono venirne a conoscenza e dedurre il motivo per cui questa nostra isola non riesce a decollare. G. nni Martucci

^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Luigi Palmisano

Caro Josè, la verità è che Ustica ha bisogno in prima persona di gente come te, costantemente presenti qui.Invece, guarda caso, per un motivo o per un altro, quest’isola è costretta ad assistere alle fughe dei migliori cervelli…

^^^^^^^^^^

Dalla Germania Josè Zagame

quando si dice che basta poco per capirsi e per guadagnarsi il rispetto altrui, ancora GRAZIE!!! Pur essendo autorizzato da lei in persona mi viene difficile darle del tu, pero’ poco a poco spero di riuscirci.

PRO LOCO, poche sono le parole che calzano a pennello come questa.

Sono fermamente convinto che la ripresa di Ustica a breve tempo puo’ essere possibile solo con un’intervento di gente esterna e soprattutto estranea ai piccoli giochi di palazzo. Gente che si impegni, che lavori per l’isola con l’unico interesse comune quale ridare dignita’ all’isola, senza essere costretti a scendere a meschini compromessi!!!

Nei miei tre anni trascorsi ad Ustica ho avuto la possibilita’ di collaborare volontariamente al centro studi, esperienza che mi ha permesso di farmi una piccola cultura dell’isola che prima sconoscevo; e in quest’ambiente che ho avuto l’onore di conoscere suo cugino (se non sbaglio per parte di madre) il Dott. Franco Foresta Martin e la Signora Gilda Corvaja, due persone veramente speciali che hanno fatto e che continuano a fare tanto per l’isola; ebbene anche loro fanno parte di quelle persone che sopra citavo, ovvero “l’intervento di gente esterna”.

E’ vero, anch’io spesso mi sono sentito dire (anche da miei coetani, il che rende la cosa ancora piu’ triste), la fatidica e meschina frase…. ma tu veni ra’ germania e nni voriri a natri cumu e cosa sav’affari pi ustica!? ogni critica costruttiva veniva immediatamente attaccata senza avere il minimo rispetto per le idee altrui;

Le idee per un’azione concreta non mancano!

Ich bin dabei…..

p.s. dal prossimo commento le daro’ del TU .

^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Mario Oddo

E la “Pro Loco” ? alzi la mano chi ne ha sentito ultimamente riparlare; anni or sono, su iniziativa del Sig. Mario Ciacciofera allora funzionario dell’Assessorato al Turismo di Palermo, oggi in pensione, coadiuvato dal Sottoscritto, c’erano tutte le favorevoli premesse per crearla. Veti immediati ed inspiegabili pregiudizi personali all’insegna del “ma che vogliono fare questi due venuti da fuori” ha portato in pochi secondi alla chiusura dell’argomento; le pagine del libro da noi portato da Palermo per verbalizzare la nascita della “Pro Loco” rimasero desolatamente vuote; a nostro convincimento, di Mario e mio, che dura tuttora, allora mai “bastone fra le ruote” fu piu’ autolesionistico. Spero che qualcuno quanto prima riprenda l’argomento e che abbia più fortuna dei noi due Mario. Come vedi, caro Josè, le iniziative e le idee non mancano (e tu ne sei l’esempio) ma vedi, scusami se autorizzato dalla mia anagrafe ti do del “tu”, (puoi farlo anche tu ) il vero fatto è che “tra il dire e il fare” spesso non c’è il mare ma la speranza che qualcuno sia disposto ad ascoltare … Cordiali saluti

 

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Ci sono tre cose che una donna è capace di fare con niente:
un cappello, un’insalata e una scenata.

Mark Twain