Conclusa la quinta edizione della Fiera della Biodiversità Alimentare


Conclusa la quinta edizione di “Biodì”, la kermesse dedicata alla Biodiversità Mediterranea, quest’anno incentrata sui Parchi di Sicilia (Etna, Madonie, Sicani, Nebrodi, Alcantara) e le isole di Pantelleria e Ustica. Tra i piatti più apprezzati la millefoglie ai profumi di Pantelleria, il sashimi di cernia e pic-pac di lumaca madonita e il tonno con mouse di formaggi e cappero IGP

Si è conclusa la quinta edizione della Fiera della Biodiversità Alimentare con focus sui Parchi di Sicilia e le isole di Ustica e Pantelleria: “polmoni verdi” ed esempi concreti di biodiversità siciliana.  La nuova edizione di Biodì, che si è aperta con la presentazione della mostra dedicata all’Abies Nebrodensis, si è incentrata sui “Cibi dei Parchi” con dibatti e approfondimenti tematici, ma anche laboratori sensoriali, show culinari e food contest tra chef, pizzaioli e pasticceri siciliani. Durante le tre giornate all’Orto Botanico di Palermo è stato infatti lanciata una vera e propria sfida culinaria tra i ristoratori che hanno inserito nei propri menù una portata a base di “Parchi ed eccellenze di Sicilia”. Il food contest si concluderà il prossimo 18 maggio, quando una speciale giuria presieduta da Fabrizio Carrera di Cronache di gusto decreterà “il piatto del Parco”: in palio uno speciale premio per il vincitore.

Le giornate in Fiera sono state arricchite da alcune tra le 15 proposte che partecipano alla sfida culinaria grazie al supporto tecnico di Sagrim Elettrolux. Tra le pietanze più apprezzate dai visitatori, il tonno con mousse di formaggio e cappero IGP di Salvatore Di Cristina (Scjabaca); il sandwich di pasta frolla salata con lenticchie di Ustica di Antonio Berardi (A’nica) e la millefoglie di sarde con tumma di Pantelleria e riduzione di mosto di uva zibibbo di Salvatore Bottaro (Zabib).  E non sono mancati gustosi piatti “di terra”, come lo spaghettone fritto, con farina di grano duro siciliano e farina di nocciole di Polizzi Generosa, melanzane arrosto e provola dolce di Calogero Branca (Osteria Ballarò), le tagliatelle al ragù di suino nero dei Nebrodi, fungo basilisco delle Madonie e spolverate di pecorino stagionato dei Sicani di Domenico Mangiapane (Ristorante Amari) e gli gnocchi di patata ripieni di caciotta affumicata delle Madonie, ragù di manzo tagliato al coltello e pesto di bieta (Pablo’s). Ricca anche la proposta di “dolci” come il gelato 100% Sicilia (senza coloranti, conservanti o aromi artificiali) di Salvatore Naselli e la cassatina siciliana aromatizzata al mandarino tardivo di Ciaculli con ricotta di capra girgentana e gocce di cioccolato Modicano del pastry chef Giovanni Catalano. Straordinaria la performance dello chef Daniele Iacona con la sua “Pistacchiosa” e “I love Pizza”: pizze con farina di grano siciliano condita con salumi dei Nebrodi di Testalonganero e provola delle Madonie di Sandra Invidiata.

La giornata conclusiva in Fiera è stata interamente dedicata alla Festa della Mamma, con deliziosi assaggi a base del piatto simbolo della tradizione gastronomica italiana: la pizza. Gli alunni e docenti di Ted Formazione, scuola dei mestieri con sede a Monreale (Pa), hanno infatti preparato (con un forno istallato per l’occasione), pizze con grani antichi che raccontano i Parchi siciliani. Tra le proposte gourmet presentate ai visitatori di Biodì la “pizza Madonia” con grani antichi di Sicilia, fonduta al piacentino ennese, salame “buffa” di Castelbuono, dressing al nero d ‘avola e miele di ape nera sicula.

Fonte: Sicilia Oggi Notizie

Grande successo alla Fiera di Roma Padiglione Ustica – quando la promozione dell’Isola si faceva seriamente…


Grande successo alla Fiera di Roma Padiglione Ustica - quando la promozione dell’Isola si faceva seriamente…
Grande successo alla Fiera di Roma Padiglione Ustica – quando la promozione dell’Isola si faceva seriamente…

Domenico Drago trionfa alla 26esima Edizione del Festival Internazionale DIA SOTTO LE STELLE


 

Domenico Drago con la Multivisione NON SONO UN POETA trionfa alla 26esima Edizione del Festival Internazionale di Fotografia e Arti Multimediali DIA SOTTO LE STELLE, organizzato da Andreella Photo e Canon, davanti a 1500 spettatori.

Due giornate intensissime a Malpensa Fiere di Busto Arsizio quelle del 27 e 28 Ottobre scorso che hanno elogiato la comunicazione attraverso l’immagine fotografica e le Arti visive.

Autori giunti da tutto il mondo hanno raccontato emozioni e sentimenti, proiettando le loro multivisioni su uno schermo panoramico lungo 23 metri.

Domenico Drago, con  Francesco Lopergolo, autore del montaggio, ha raccontato il mare, in apertura della seconda serata di proiezioni, concludendo la multivisione con una riflessione di Fernando Pessoa che recita: “Amo ciò che vedo perché un giorno più non lo vedrò, l’amo perché esiste”.

Da Dia sotto le stelle

^^^^^^^^^^^

Abbiamo ricevuto tanti apprezzamenti per il nostro Mimmo Drago. Uno per tutti da Gaspare Sparacia

“Il suo video mi ha fortemente commosso. Ho pianto per l’emozione provata e per la splendida poesia di Platone”

 

 

Ustica, alla Fiera del Mediterraneo

Onore ancora ai meriti “sub-poetici” di Mimmo Drago; aumenta per noi di il piacere di aver concorso ad evidenziarli già in un precedente articolo. Nella ferma convinzione che continuerai a stupire, complimenti vivissimi Mimmo!


Alla fiera dell ‘Archeologia di Firenze TourismA. Ciprea e HUPS hanno rappresentato Ustica culturalmente.


alla fiera dell Archeologia di Firenze TourismA.  Ciprea e HUPS hanno rappresentato Ustica culturalmente.
alla fiera dell Archeologia di Firenze TourismA. Ciprea e HUPS hanno rappresentato Ustica culturalmente.

“Fiera del pescatore” in Sicilia, da Salina a Ustica


Fiera del pescatoreHamburger e spiedini di pesce povero, genuino e dal sapore 100% mediterraneo e coppette di frittura offerte da Alessio Fallone, un cuoco che ha conquistato Brooklyn con le sue specialità. Sono i diversi modi per mangiare i prodotti del mare sperimentati con successo a ‘La Fiera del Pescatore’, iniziativa promosso dal Gac – Gruppo Azione Costiera Isole di Sicilia – e da Green Life, che ha fatto una doppia tappa all’isola di Salina. L’iniziativa, organizzata all’interno del progetto ‘Isole Minori, Paesi di Mare’, tra le varie attività, prevede un percorso di educazione alimentare anche tra le generazioni più giovani e per avvicinare i visitatori al mondo del mare, in un viaggio tra saperi e mestieri antichi. E’ stato allestito anche il Laboratorio sul Mare dell’associazione ambientalista Marevivo, con biologi marini che hanno portato i più piccoli alla scoperta della natura dei fondali. A questo appuntamento, realizzato con il supporto di Marevivo e il sostegno delle amministrazioni comunali e delle scuole delle isole coinvolte, ne seguiranno altre tre nel mese di settembre con tappa a Favignana (11 e 12 settembre), Pantelleria (19 settembre) e Ustica (26 settembre).

Fonte: Corriere Quotidiano.it