Maria e le 4 “grazie”


 Maria e le 4 grazie
Maria e le 4 “grazie”

Ustica, alcune considerazioni dopo il risultato elettorale…


 

 

 

Gruppo Consiliare di Minoranza

 

 

Le recenti elezioni regionali hanno consegnato un risultato elettorale che rende necessarie alcune considerazioni ed obbligatoria una precisa richiesta, perché quello che è accaduto domenica 5 novembre cambia irrimediabilmente lo stato delle cose. Infatti,  se non abbiamo chiesto le dimissioni del Sindaco a seguito delle vicende giudiziarie che lo hanno visto, e lo vedono, coinvolto, non possiamo oggi non chiedere a lui ed al suo cerchio magico di dimettersi e liberare Ustica  dalla loro cattiva amministrazione.

E’ un atto dovuto chiesto non solo da noi, ma principalmente reclamato dai cittadini attraverso quella che è la massima espressione di democrazia: il voto popolare.

Già, perché con il loro voto, domenica, i cittadini usticesi hanno in modo elegante ma efficace sfiduciato il Sindaco Attilio Licciardi e la sua giunta, inviando loro un avviso di sfratto esecutivo dalle stanze del Comune.

E, soprattutto, non faccia finta di non avere capito il messaggio, scrivendo “post” di disappunto sul comportamento degli usticesi nei suoi confronti, quasi gli dovessero delle scuse.

Come dice un noto giornalista televisivo “si faccia una domanda e si dia una risposta” sul perché il Sindaco di Ganci raccoglie più di 9000 preferenze in una lista di supporto al candidato di sinistra nel comprensorio madonita e lui solo 120 preferenze tra le fila del PD, come rappresentante della corrente del Ministro Orlando, ad Ustica.

Il segnale dato con il voto dai cittadini è chiaro, così come chiaro è il fallimento dell’esperienza amministrativa della Giunta del PD di Ustica con Sindaco Attilio Licciardi.

I Consiglieri di minoranza “ L’ Isola “

Ustica, 11 Novembre 2017

Grazie a tutto l’elettorato per avere espresso un voto che ci riempie di speranza e fiducia per il futuro


 

 

Ex Candidato Sindaco

 

!…. Grazie, 305 volte di più, perché avete avuto ed avete fiducia nel  nostro intendimento politico, attribuendo la Vostra preferenza a Nello Musumeci.

GRAZIE ! … Grazie, 112 volte di più, perché avete avuto fiducia nel nostro candidato, Toto Cordaro.

GRAZIE !… Grazie, 120 volte di più, perché è stato un modo elegante, silenzioso ed efficace per dire basta al modo arrogante di amministrare Ustica.

Il voto, la fiducia, la risposta, la speranza del 5 novembre, ad Ustica  – ma anche altrove -, è il risultato di ciò che si è coltivato;  è il risultato della “buona politica” attuata sul territorio; è la consequenziale e plateale sconfitta del sindaco Licciardi al quale la Cittadinanza, stanca, umiliata ed offesa, ha dato la giusta risposta.

Quasi una ecatombe, per un sindaco in carica che dovrebbe trarre le dovute conclusioni: dimettersi.

E’ da tempo, appena dopo un anno dalla sua elezione, che non è stato più rappresentativo della volontà popolare, ma ha voluto continuare lo stesso fregandosene di tutto e di tutti, continuando a portare avanti la “sua politica” e trascurando le vere necessità della popolazione che lo ha eletto.

Il sindaco Licciardi continuerà – vedrete – imperterrito a fare il sindaco, quasi a volersi beffeggiare anche dei numeri e del responso popolare che lo hanno visto in netta minoranza rispetto al voto cittadino.

Adesso, cari concittadini, ci sono tutte le condizioni per il cambiamento, quello vero; è arrivato il momento in cui dobbiamo mettere da parte quella sparuta minoranza di persone che hanno condizionato e condizionano la maggioranza della popolazione; è arrivato il momento della giustizia e dell’uguaglianza sociale; è arrivato il momento di  un progetto comune, condiviso da tanti anche da quelli che hanno fede politica diversa tra loro. Ci vuole un progetto basato sul “ bene comune ” e non sul bene di qualcuno com’è stato sino ad oggi.

Sono convinto che nessuno di noi è il “portatore della verità assoluta”, ma allo stesso modo sono convinto che esistono e possono coesistere opinioni convergenti tutte nello stesso fine: il bene dell’Isola.

Questa forte ed annunciata sconfitta del sindaco Licciardi deve far riflettere tutti noi, amici e non, perché a perdere in questi anni è stata solo Ustica e tutti gli Usticesi.

Quindi, riflettete … riflettiamo.

Ancora un GRAZIE a tutto l’elettorato per avere espresso liberamente un voto che ci riempie di speranza e fiducia per il futuro prossimo e ci conferma che la strada intrapresa è quella giusta.

Salvatore Militello

Ustica, 07 Novembre 2017

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

Non si fa il proprio dovere perché qualcuno ci dica grazie, lo si fa per principio, per se stessi, per la propria dignità.

ORIANA FALLACI

Le tre “Grazie” ad Ustica


Le tre "grazie" ad Ustica
Le tre “grazie” ad Ustica

Grazie Cynde Jones per la tua attenzione ad Ustica


[ id=20001 w=320 h=240 float=]

Ringraziamenti particolari ad Aldo Messina


Tonina PecoraOggi voglio dire a gran voce un grazie particolare al nostro sindaco di Ustica Aldo Messina e spero che diventi un urlo di ringraziamento da parte di tutta la cittadinanza sia per quello che ha svolto con dedizione e onesta’ ma anche per la spontaneità’ e l’ umanità ‘ con la quale ci ha voluti a tutti bene. Non diventerai mai un turista perche’ nel cuore di chi ti vuol bene tu fai parte delle nostre famiglie. che DIO ti benedica per tutto e ovunque Abbracci cari da una usticese

Tonina pecora=

 

Un Grazie dal profondo del Cuore al Prof. Claudio Iovane


 

Volevo approfittare di Usticasape per ringraziare il prof. Claudio Jovine per quanto fa per tutti gli usticesi. Davvero encomiabile la sua opera a favore dei nostri concittadini. Un grazie che viene dal profondo del cuore, visto che i suoi interventi sono fatti solo per amore verso di noi. Mi vengono in mente tanti altri dottori che si prestavano per gli stessi fini, per esempio il professore Pollono che durante le sue estati usticesi prestava sempre la sua opera per gli usticesi. A tutti loro ( anche a chi non è più con noi) un grazie a nome di tutta la comunità.
Salvo Tranchina

Grazie, Grazie, Grazie scoglio eruttato da un cratere…


Grazie. Grazie. Grazie scoglio eruttato da un cratere….grazie a chi ci sta sopra, con fierezza e….umiltá. Come Giovanni l’ Architetto fratello insospettabile (certamente non solo mio), Floriana, musa regalata e munifica,Mariuccia la mamma di tutti, a volte mamma di Bianca Cecilia e Agnese Franca con le bottglie di salsa, Ercole il Ristoratore che si diverte solo quando gli amici invadono la sua casa, Vittorio avvolgente ospite….carlo, compagno inconsapevole di un Demoproletario deluso, Vega, Francesca e Manuel, sogno toccato dalle mie bimbe con benevola invidia….Quest’ Isola è indimenticabile per se, per i suoi profumi, per le sfumature dei tramonti, per lgli schizzi dell’ alba rubati alle ore di sonno. grazie al sorriso di “totarello”, capace di togliersi il pane di bocca per gli amici….Ma Voi ci state tutti! Vi amo come ho amato solo un altro scoglio di pietra nera a latitudini inferiori alla Tunisia, meno ricco di umanitá.Ciao, a presto, torneró ufficialmente ogni anno per l’ adorata Marica e mio fratello Bip, con Dario e Giulio, ma in realtà solo per condividere un incanto non riproducibile…..filtrato da chi Sola mi apre gli occhi sull’ Incanto, l’ Amore della mia vita, Piccola Sabri. ( si distribuisce Insulina rapida e semi lenta)

Alfredo Visconti

Grazie e ancora un Grande Grazie alla comunità usticese … di Domenico Licciardi


Caro Pietro,

pur essendo un visitatore abituale del blog “Usticasape” non ho mai commentato gli argomenti che si trattano.
Con mio “dispiacere” è venuto il momento di farlo. Avrei preferito farlo in situazione o per motivi ben diversi, ma vista la circostanza non posso e non devo esimermi dal farlo.

Voglio dire un Grazie a tutte quelle persone che hanno dimostrato a me e alla mia famiglia il rispetto per un dolore così grande, che solo chi lo ha vissuto può capire a fondo.

Grazie per il modo in cui vi siete stretti a noi, standoci vicino, sorreggendoci in quei momenti e nei tristi giorni a seguire.
Grazie per l’ affetto che avete dimostrato a MIO FIGLIO.
Grazie a tutti quelli che hanno messo a tacere i soliti sciacalli.
Grazie per come tutta la comunità usticese, alla quale in queste occasioni mi onoro ancor più di appartenervi, sa rispettare e condividere il dolore dei propri figli/fratelli.
Grazie anche per come si vuole celebrare quest’ anno il Santo Patrono, di cui mio figlio portava il nome, nonostante abbiamo cercato di far sapere che qualsiasi cosa avrebbe deciso la comunità, certo non avrebbe cambiato la Nostra Gratitudine per ciò che fino ad ora avete fatto. Non volevamo e non vogliamo che il nostro dolore possa intaccare un momento di Gioia e di Festa per Ustica.
Ma ancora una volta avete saputo dimostrare gesti di rispetto e cordoglio ineguagliabili.
Abbiamo capito che il dolore non è solo il nostro, ma di tutti voi concittadini.
Chiudo, e scusate la ripetibilità, ancora una volta con un Grazie, un Grande grazie e ancor più grande e l’ abbraccio fraterno che mando a voi tutti.

Domenico Licciardi

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Giovanni Tranchina

caro Domenico e Teresa, forte è il dolore che ci ha colpito anche noi,….forte è il sentimento che provavamo io Benedetta e Simona per Bartolo…forte vengono le parole che non si riescono a dire… forte è un figlio della nostra terra da dimenticare…. forte è l’abbraccio che vi vogliamo dare….

^^^^^^^^^^^

Da Carini Giuseppe Conigliaro

Cari cugini Domenico e Teresa,genitori esemplari affettuosi e sempre premurosi per i vostri figli, ci uniamo ancora una volta al vostro dolore nella certezza che il vostro Bartolo da lassù vi doni un pò di serenità e vi aiuta nel vostro cammino…

da Carini i tuoi cugini:

PEPPE, MARIANNA, AZZURRA,  SALVO

^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Giacomo Lo Schiavo

La vita è meravigliosa ma la cosa più ingiusta della vita e’ come finisce. Ciao Domenico ti aspettiamo.

^^^^^^^^^^^

Da Ustica Nava Gaetano

Domenico, hai dimostrato in tutto il tuo dolore di essere un “GRANDE PADRE” saluti
Gaetano Nava

 

Mille grazie a Ustica…


[ id=12881 w=320 h=240 float=left] Hello Pietro and Pina,
Please post this for me on Usticasape so that I may express my appreciation to all.

Mille grazie a Ustica!

I am finally home and back to life as usual, but Ustica is still very vivid in my mind. I’ve been sharing my impressions and very fond memories of Ustica and it’s people with my friends and family, as your beautiful community has had a profound effect on me. I’m sure the Usticesi people appreciate their culture, or maybe take it for granted, but, please know that such a simple and beautiful life is not found in America. While we have many wonderful things in America, the richness of a small community is not one of them. I will miss the warmth, the friendliness, the passion, the sincerity of Ustica; the clean air and water, the wonderful food, the rich history. Only in Ustica!

Thank you Pietro and Pina for your warm and gracious hospitality. I wish I could eat Pina’s food forever! The accomodations were stellar! Pietro, you made sure that we met everyone and saw everything on your island. Marlene and I felt like VIP’s and can never repay you. Salvatore Militello, thank you for handling our sea transportation. You got us on and off of the island successfully! To Aldo Cannella and his wife; thank you for the delicious dinner at your home and your hospitality. To Rosa Licciardi; it was a pleasure to share your wonderful colazione. I will treasure my “fish dish”. Letizia Manfre, you and your family are precious cugini. So nice to meet all of you. Thank you to Giovanni Martucci for your accordian playing. We had such fun listening to your tunes and dancing, too! And to Mario Oddo and family, thank you for watching over us while we visited Palermo. It was so gracious of you and Alfredo to take us to Mezzomonreale and Mondello. We couldn’t have done it without you. We had a great time in your home and meeting your family, not to mention Franca’s wonderful dinner. And thanks to Alfredo for getting us to the airport safely.

Someday, I hope to return to Ustica and bring my daughters. They would love you all as I do. Thank you again, and my home is always open to you if you are ever in San Francisco. I would be glad to return the hospitality you have shown to me.

Fondly,
Laurie Marchese

 

 

Tante Grazie a Padre Andrea Martinez


[ id=12876 w=320 h=240 float=left] Parlare tanto non sempre è una cosa buona.

A volte bastano poche e semplici parole per esprimere pensieri e sensazioni.

In questo giorno così speciale per noi e per i nostri figli vorremmo dirLe grazie!

Grazie per il calore, l’affetto, l’educazione, la simpatia, l’accoglienza ed il rispetto che ha saputo dare in pochi mesi a questa comunità.

Il suo approccio silenzioso e schietto alle persone ha risvegliato sentimenti religiosi e umani che in molti erano spenti da tanto tempo.

La semplicità e l’unicità delle Sue parole ha reso chiari molti concetti, che non sempre sono facili da capire e spiegare.

Con tutto l’affetto che questa comunità, ci auguriamo, abbia saputo mostrarLe

Grazie di cuore

Gaetana Alaimo

 

Grazie Abraham e Anthony per aver esaudito la volontà di mamma Claudia


Lo scorso 17 Maggio, dopo circa un anno dalla Sua morte, sono giunte ad Ustica, provenienti dalla Louisiana, le ceneri della Signora Claudia Mumphrey (in origine Manfrè) oriunda Usticese. I figli Abraham ed Anthony Boackle hanno alla lettera esaudito la volontà della mamma che, prima di morire, aveva espresso il desiderio di essere cremata per essere successivamente tumulata ad Ustica, Isola che ha apprezzato ed Amato tanto. Ad accompagnare i due figli c’erano il nipote Frank Mumphrey e l’amico di famiglia Daniel Carter.

Giorno 18 l’urna, contenenti le ceneri di Claudia, è stata portata al Comune in sala consiliare per l’ultimo saluto prima della tumulazione. Numerosi i cittadini che hanno voluto essere presenti al commovente incontro ed in particolare una nutrita rappresentanza di allievi della scuola media. Per una strana coincidenza, ai numerosi presenti, si sono aggiunti altri oriundi usticesi, arrivati ad Ustica nello steso giorno, figli di emigrati in Algeria alla fine dell’800 (Caserta, Famularo, Sciacchitano, Longo, Famularo, Licciardi, Tinchi e Alaimo.

Di Seguito gli Interventi del sindaco Aldo Messina, dei figli Abraham ed Anthony Boackle.

^^^^^^^^^^

“Nell’esprimere il cordoglio della cittadinanza, voglio evidenziare che la signora Manfrè rappresentava l’espressione dell’ identità usticese in quanto tale attaccata alla sua terra.

Dobbiamo ringraziare Claudia perchè , ascoltando quanto di lei affermano i suoi figli, comprendiamo che ha saputo assimilare, portare e mantenere i valori della nostra cultura: amore per la famiglia, per la propria terra e, perchè no?, per il gusto. Claudia ci ha oggi fatto capire che le forza universale ed immortale dell’amore e quella, seppur più effimera, dell’abbattimento delle distanze dovuta agli aerei ed ad Internet, ha fatto sì che oggi il sogno di Claudia di tornare alle sue origini , si realizzasse. L’amore e la distanza vengono così accomunate da un’altra parola che descrive bene Ustica: identità”

Il Sindaco Aldo Messina

^^^^^^^^^^^^^

“Claudia Rose Mumphrey (Manfre’) Boackle was laid to rest in her final resting place, the Licciardi family tomb in the Ustica Cemetery.

In 1940, Claudia was born in New Orleans, Louisiana (USA) to Frank Mumphrey and Frances Licciardi Mumphrey. She was an elementary school teacher in Chalmette, Louisiana for more than 30 years. Both of her parents’ families are descendants from Ustica, a small island north of Palermo, Sicily.

In 1999, Claudia found her mother’s address book and wrote a letter to relatives in Ustica. Salvatore and Gianna Licciardi responded to the letter and invited her to visit them in Ustica. Claudia, her sons Abraham and Anthony, and her daughter-in-law, Emily, traveled to a place that was last visited by Claudia’s mother, Frances, in 1973. The reception and welcoming by the family was joyous. Since the first visit, Claudia and her sons made several visits with each trip being more special than the previous one.

Last week, following Claudia’s wishes, Abraham, Anthony, nephew Frank Mumphrey, and long-time family friend, Daniel Carter, brought Claudia’s remains to Ustica as the place of her final interment. She had passed away last year after a long, courageous battle against cancer.

On May 18th, Peter Bertucci organized a meeting with the Mayor of Ustica at the government building. Mayor Aldo Messina hosted a gathering of the Boackle sons with their Ustica relatives and family friends. In addition, two other groups were in attendance, approximately 15 Ustica descendants who live in France and approximately 35 school children with teachers. The Mayor reminded the group of the importance of family ancestry on the island of Ustica and the meaning of being an Ustica descendant. He was inspired by this story of an American who wanted to return back to her ancestral home.

Claudia’s elder son, Abraham, read a brief story about the life of his mother. He described that her family and friends were always the center of her life and that she found a particular feeling of peace through reconnecting with her relatives in Ustica. He ended by saying that “today, my mother would be celebrating that she was home and her life’s story was shared with family, friends, and school children”.

Abraham Boackle

^^^^^^^^^^^^^

I would like to express my thanks to Gianna Licciardi and to all of our family and friends of Ustica who helped in bring my Mother to Ustica, her final resting place. The Mayor and his staff along with Pietro Bertucci help make everything a wonderful experience for everyone. None of this could have happened without two important things: LOVE and FAMILY.

Anthony M. Boackle

[nggallery id=330]

COMMENTO:

Dalla California Marlene Rovershaw (Manfrè)

Ciao, Salute Pietro; I watched with interest and admiration of the very nice tribute and funeral of Claudia Manfre on the Blog. She had a very nice family. Everyone made a very nice and respectful funeral for her.

I could see Rosa Salerno Licciardi in the pictures and also saw you in just 1 picture.

God Bless, Marilena