Ustica com’era raccontata per immagini


Si è inaugurata al museo civico archeologico di Ustica la mostra fotografica “Ustica da prison island  a perla nera del Mediterraneo” che resterà aperta sino al 30 settembre ( orari 11/12 e 21/24 tutti i giorni ingresso libero). Sono riesposte alcune foto d’ autore, nove scatti in bianco e nero, tra cui le firme  celebri del padre di Oliviero Toscani e di Fosco Maraini, che il Centro studi dell’ isola aveva già l’ anno scorso comprate dagli archivi della Magnum ed Alinari,come  spiega la curatrice  Mariella Barraco. Nella terrazza del museo archeologico che guarda il piccolo porto dell’ isola, saranno visibili  le rare immagini d’ epoca in grandi formati stampate su tela olona, materiale molto resistente utilizzato in agricoltura  prima dell’ avvento della plastica. Di grande interesse  40 immagini della vita usticese risalenti agli  anni ’50 e ’60 trovate nelle collezioni  locali. La lettura della vita di Ustica, isola prigione destinata ad accogliere prima gli antifascisti, poi i mafiosi e i capi ndrangheta: personaggi, paesaggi e angoli dell’ isola, che dopo l’ arrivo del turismo sono stati cancellati, che tornano a far parte della memoria collettiva. La mostra è stata realizzata dal Centro studi e documentazione isola di  Ustica con il contributo dell’ assessorato regionale Beni culturali ed identità siciliana.

Fonte: La Repubblica

2 Novembre – Commemorazione Defunti – (secondo gruppo immagini)

… to give the friends far away the opportunity to bring a virtual flower on their loved ones’  tomb.…

… per dare agli Amici lontani la possibilità di portare un fiore virtuale sulla tomba dei loro cari…

[nggallery id=222]

ASD Ustica – Don Orione (3° gruppo immagini)


[nggallery id=218]