Impegno Presidente ARS – On. Giovanni Ardizzone: Legge seria per le isole minori

Sindaco,
invece di cercare sempre scuse per difendere l’indifendibile, invece di fare solo sterili atti propagandistici, invece di chiedere la “partecipazione massiccia all’assemblea per decidere le forme di protesta necessarie a sbloccare questa assurda situazione…”  perché non vai dal tuo “referente politico” Presidente dell’ARS On. Giovanni Ardizzone,  per ricordargli di onorare gli impegni presi il 10 Agosto 2013  con la comunità usticese, che non si stancava di applaudire ad ogni sua promessa?
La nostra gente è in sofferenza, è stanca e ora ti chiede FATTI e non CHIACCHIERE…
Vai  e facci sapere quale soluzione avete trovato per risolvere la problematica trasporti – vitali per l’economia dell’Isola – e se non ritorni con una soluzione positiva abbi il coraggio di  DIMETTERTI  per “manifesta incompetenza” e lascia che i cittadini decidano, da soli, il da farsi!
Purtroppo molti hanno dimenticando il passato o soffrono della  “SINDROME DI STOCCOLMA( “Il soggetto affetto dalla Sindrome di Stoccolma, durante i maltrattamenti subiti, prova un sentimento positivo nei confronti del proprio aggressore che può spingersi fino all’amore e alla totale sottomissione volontaria, instaurando in questo modo una sorta di alleanza e solidarietà tra vittima e carnefice”.)
Di seguito il testo parlato e scritto

…“Prendo un impegno! Dobbiamo finalmente fare una legge seria per le isole minori. Si sta lavorando, ci sono degli incontri… dobbiamo ancora metabolizzarla sino in fondo . La legge non è solo trasferimento di risorse…. Sarebbe semplicistico dire trasferiamo le risorse ai comuni

Bisogna mettere i comuni nelle condizioni di fare turismo, di fare cultura… Questo è il nostro impegno . Siamo in fase avanzata, ci sono stati degli incontri in commissione…  ci sono diversi disegni di legge.  Non aspettiamo , non sto polemizzando con il governo, non aspetteremo certamente che sia solo il governo a portare avanti quelle iniziative, Perchè le iniziative legislative  appartengono ai singoli parlamentari e al parlamento nel suo complesso. Su questo ci possiamo impegnare, mi posso impegnare sino in fondo. Quindi questo è l’avvio di una profonda collaborazione con una grande realtà della nostra bella Isola che è Ustica”…

Ora Sindaco, alla luce di questo ulteriore conclamato fallimento della tua amministrazione arrogante, sprovveduta, irresponsabile e incompetente è nostra convinzione che chi ha provocato tanto danno alla nostra comunità non può e non deve gestire l’emergenza conseguente al “riequilibrio finanziario pluriennale” (leggi: dissesto finanziario…) .

Le dimissioni di tutta l’amministrazione  sono il logico epilogo di questa brutta esperienza amministrativa che graverà molto sulle spalle dei cittadini usticesi.

P.B.

 

10+

Comune di Ustica, Impegno di spesa compenso Direttore A.M.P. Isola di Ustica


Download (PDF, 166KB)

0

Comune di Ustica – Impegno spesa F.E.S. – Anno 2016


Con determinazione n.62 del 28-12-2016  avente per oggetto Impegno spesa F.E.S. – Anno 2016  il  responsabile  del 1° Settore Servizi Affari Generali.

D E T E R M I N A

di impegnare la complessiva somma di €. 64.167,00 con imputazione ai capitoli sottosegnati e per la somma a fianco indicata del Bilancio 2016, giuste attestazioni contabili:

cap. 2.02: “Trattamento economico accessorio impiegato per piani di lavoro di progetti finalizzati” €. 40.000,00 cap. 2.03: “Trattamento economico per retribuzione straordinario personale comunale” €. 6.920,00 cap. 2.04: “Oneri riflessi” €. 17.247,00

Dare atto che con successive determinazioni dei Responsabili dei relativi settori verranno

corrisposte le indennità spettanti al personale dipendente nella misura e nelle forme indicate dall’Amministrazione Comunale.

0

Impegno di spesa compenso Direttore A.M.P. Isola di Ustica 2016


Download (PDF, 926KB)

0

Impegno di spesa compenso 2015 Direttore F.F. A.M.P. “Isola di Ustica Ing. Giuseppe Riccio


Download (PDF, 241KB)

0

Impegno Presidente ARS – On. Giovanni Ardizzone: Legge seria per le isole minori

Sindaco,
invece di cercare sempre una scusa per difendere l’indifendibile, invece di fare solo sterili atti propagandistici  perchè non ricordi al Presidente dell’ARS On. Giovanni Ardizzone l’impegno che aveva preso il 10 Agosto del 2013 con la comunità usticese?  La nostra gente è in sofferenza, è stanca e ora ti chiede FATTI e non CHIACCHIERE…
Purtroppo molti di noi, dimenticando il passato, soffriamo della  “SINDROME DI STOCCOLMA”…

Di seguito il testo

“Prendo un impegno! Dobbiamo finalmente fare una legge seria per le isole minori. Si sta lavorando, ci sono degli incontri… dobbiamo ancora metabolizzarla sino in fondo . La legge non è solo trasferimento di risorse…. Sarebbe semplicistico dire trasferiamo le risorse ai comuni

Bisogna mettere i comuni nelle condizioni di fare turismo, di fare cultura… Questo è il nostro impegno . Siamo in fase avanzata, ci sono stati degli incontri in commissione…  ci sono diversi disegni di legge.  Non aspettiamo , non sto polemizzando con il governo, non aspetteremo certamente che sia solo il governo a portare avanti quelle iniziative, Perchè le iniziative legislative  appartengono ai singoli parlamentari e al parlamento nel suo complesso. Su questo ci possiamo impegnare, mi posso impegnare sino in fondo. Quindi questo è l’avvio di una profonda collaborazione con una grande realtà della nostra bella Isola che è Ustica”.

0

Impegno del Presidente dell’ARS Giovanni Ardizzone in data 10-08-2013


 

 Promessa Ardizzone“Prendo un impegno! Dobbiamo finalmente fare una legge seria per le isole minori. Si sta lavorando, ci sono degli incontri… dobbiamo ancora metabolizzarla sino in fondo . La legge non è solo trasferimento di risorse…. Sarebbe semplicistico dire trasferiamo le risorse ai comuni

Bisogna mettere i comuni nelle condizioni di fare turismo, di fare cultura… Questo è il nostro impegno . Siamo in fase avanzata, ci sono stati degli incontri in commissione…  ci sono diversi disegni di legge.  Non aspettiamo , non sto polemizzando con il governo, non aspetteremo certamente che sia solo il governo a portare avanti quelle iniziative, Perchè le iniziative legislative  appartengono ai singoli parlamentari e al parlamento nel suo complesso. Su questo ci possiamo impegnare, mi posso impegnare sino in fondo. Quindi questo è l’avvio di una profonda collaborazione con una grande realtà della nostra bella Isola che è Ustica”.

10 Agosto 2013

—————

NOTA: Presidente a che punto è la Legge seria per le isole minori?…
Sono compresi anche i collegamenti marittimi e quindi la continuità territoriale per le isole minori?

0

Impegno Presidente ARS – On. Giovanni Ardizzone: Serve una Legge seria per le isole minori

A proposito di mezzi di trasporto:  Il Presidente dell’Ars  On. Giovanni Ardizzone ha mantenuto gli impegni presi  con la cittadinanza usticese,  il 10 Agosto del 2013, in occasione dell’incontro al centro accoglienza?…
Vogliamo ricordarglielo nel caso se ne fosse dimenticato?

1+

Impegno Presidente ARS – On. Giovanni Ardizzone: Legge seria per le isole minori

0

Impegno, un lavoro da “Certosino”


[ id=18396 w=320 h=240 float=center]

0

Centro Studi: “l’impegno dà lustro alla vostra terra”


[ id=15847 w=320 h=240 float=left]Egregio Signor Sindaco,

ho saputo nei giorni scorsi che, a seguito di una delibera del Consiglio Comunale, il Centro Studi e Documentazione dell’Isola di Ustica dovrebbe lasciare liberi i locali del Vecchio Municipio dove ha la sua sede e dovrebbe di conseguenza interrompere la sua attività. La notizia mi ha molto sorpresa e amareggiata. 

Tra la mia famiglia e l’isola di Ustica c’è un forte legame: mio nonno Giuseppe Scalarini ha dedicato alla vostra isola molte pagine del suo libro di memorie “Le mie isole”: a lui Ustica ha recentemente intitolato un belvedere, cosa di cui i nipoti tutti sono molto orgogliosi. 

La mostra dei suoi disegni, organizzata dal Centro Studi, ha avuto molto successo anche a Palermo, a Reggio Emilia, a Bucchianico e a Vasto (Chieti).

Da anni seguo con interesse le attività del Centro Studi; ricevo regolarmente “Lettera”, la rivista del Centro, di cui apprezzo la serietà delle ricerche storiche e gli approfondimenti degli aspetti naturalistici della vostra isola.

Non riesco a capire come mai il Comune di Ustica intenda privarsi del contributo del Centro Studi il cui impegno dà lustro alla vostra terra.

Ho però la speranza che sia possibile trovare una soluzione al problema che contemperi le esigenze del Comune e quelle del Centro Studi.

Nell’attesa di ricevere buone notizie da Lei o dal Centro Studi, Le porgo i miei migliori saluti.

Bianca Chiabov/Scalarini

 

0

Impegno del Sindaco a chiedere lo spazio acqueo di Cala Santa Maria


L’amministrazione comunale di Ustica è pronta a chiedere in concessione lo spazio acqueo di Cala santa Maria con la volontà di risolvere definitivamente un problema che si trascina dal 1942.

E’ quanto si è affermato stamane all’incontro che ha avuto luogo presso la direzione regionale dell’assessorato Territorio ed ambiente(A.R.T.A.) ed al quale hanno partecipato il direttore generale dell’ARTA, Giovanni Arnone, il dirigente dell’ufficio regionale demanio, Manlio Scirè, il funzionario Direttivo U.O. S16.01 – dell’ARTA, Antonio Savarino, per la capitaneria di Porto di Palermo il tenente Carmelo Fortuna, il direttore dell’assessorato regionale infrastrutture, Vincenzo Falgares, l’ammiraglio Vincenzo Pace per l’AMP Isola di Ustica, per il Comune di Ustica il Sindaco, Aldo Messina, l’assessore Giuseppe Mistretta ed il consulente (a titolo gratuito) avv Virga.

Nel corso della riunione il sindaco, che in questi giorni (in realtà sino a ieri sera) aveva avuto divesi contatti con gli operatori del settore( ormeggiatori, pescatori, barcaioli, diving) nonchè con alcuni prvati cittadini naturalizzati usticesi ed avendo avuto, solo ieri sera, sia garanzie di tipo economico che gestionale, si è dichiarato disponibile a chiedere lo specchio acqueo in gestione sì da poter mettere in sicurezza gli ormeggi , secondo alcune progettualità sottoposte all’ attenzione dell’amministrazione. Va detto che l’iter per l’affidamento è abbastanza lungo, la documentazione complessa e non è prevedibile il completamento delle pratiche prima di un anno(dalla consegna non da oggi). Successivamente il Comune(probabilmente la nuova amministrazione comunale) , secondo l’art 45 Bis del codice della navigazine potrà affidare a terzi la gestione dello specchio.

Ed intanto cosa si fa?

Il Sindaco si è già impegnato a chiedere immediatamente, e sta già elaborando la proposta, che ,per motivi di sicurezza (art 30), venga delineata un’area sia per il posizionamento di un congruo numero di ormeggi che per la modifica della ormai famosa ordinanza 32, ivi inclusa la distanza tra i natanti.

Già domani (sabato) l’ingegnere Turriciano del Genio civile opere marittime si recherà ad Ustica per visionare i “corpi morti” prelevati dalla cala e per valutarne le condizioni. Successivamente il sindaco, assumendosi personalmente la responsabilità, come si diceva, chiederà di poterli riposizionare in mare. Va da sè che , trattandosi di ancoraggi posizionati per la sicurezza, questi non potranno essere affidati ad uno specifico soggetto nè si potrà chiedere del denaro per la sosta.

Si ha motivo di ritenere che con quest’iter in poco tempo si possa ottenere la sistemazione degli ormeggi ed in poco più di un anno concludere l’iter di messa in sicurezza che, ribadiamolo, doveva essere già previsto dal 1942.

Aldo Messina

 

 

0

Impegno istituzionale di collaborazione con la Capitaneria…

[ id=8055 w=320 h=240 float=center]

Un rinnovato impegno ad un rapporto istituzionale di collaborazione tra Capitaneria di Porto di Palermo e Comune di Ustica.
E’ il risultato della visita ad Ustica del Comandante della Capitaneria di Porto di Palermo, ammiraglio Francesco Carpinteri.
All’incontro erano presenti anche l’ammiraglio Vincenzo Pace, il comandante della locale delegazione di spiaggia, Diego Baiata, il sindaco di Ustica, Aldo Messina,il vice sindaco, Giuseppe Caminita, l’assessore Giacomo Pignatone, il Presidente del Consiglio, Leo Cannilla ed il consigliere, Felice Badagliacco.
Verrà rinnovato, sentito il parere dell’Agenzia del territorio, il contratto di locazione che consente l’uso dei locali comunali adibiti a Delegazione. Con un successivo incontro tra Capitaneria di Porto e Comune con il prof Gianguzza si concorderà inoltre le modalità d’uso del Laboratorio marino. Infine sono stati definiti i termini del prossimo passaggio di gestione della portualità della Cala Santa Maria al Comune. In particolare nella prossima settimana saranno posizionate le boe di delimitazione dei corridoi di sicurezza e potranno pertanto essere ormeggiati i natanti.
A seguire l’ammiraglio Carpinteri ha incontrato i diving locali e presentato loro il nuovo regolamento d’iscrizione che autorizza alle immersioni in Area Marina Protetta ed il regolamento di queste ultime.

Nella foto da ds a sx Giuseppe Caminita, Domenico Tranchina, Francesco Carpinteri, Aldo Messina e Diego Baiata

 

 

0

Impegno agevolazioni T.A.R.S.U. per Albergatori


[ id=6271 w=320 h=240 float=left] “ Ci siamo impegnati a proporre in consiglio nuove fascia di valutazione della tassa rifiuti (T.A.R.S.U.) che tenga conto delle esigenze degli albergatori usticesi”.E’ quanto afferma il sindaco di Ustica, Aldo Messina, supportato dalla presenza degli assessori Anna Loriani e Giuseppe Caminita nonché dalla presenza dei consiglieri Bartola Martello , Giovanni Palmisano e Felice Badagliacco , dopo l’incontro sul tema “Tarsu per gli albergatori Usticesi” , alla presenza dei rappresentanti della categoria( Vito e Fabio Ailara, Giovanni Lo Nero, Angelo Tranchina, Giovanni Deioma e Vincenzo Padovani) “ E’ unanime la volontà di tutta l’amministrazione comunale di venire incontro ai nostri albergatori, una categoria alla quale occorre riconoscere una grande professionalità della quale la Comunità è riconoscente. La riforma della TARSU è l’occasione per parlare anche di Raccolta differenziata. Farò una proposta in Consiglio. “ , afferma il sindaco, Aldo Messina.

0

Consigli dalla California


[ id=5505 w=320 h=240 float=left]Non si può dire che per L’Asd Ustica ,fino ad ora, sia stato un torneo di quelli che fanno venire il sonno ; le emozioni che circondano la squadra a seguito degli insuccessi e in anticipazione della sperata prima vittoria stagionale sono forti e dal punto di vista politico e dell’ eccitabilità la squadra si può, in un certo senso, considerare anche fortunata : infatti , visti gli eventi precedenti, l’attesa per una vittoria, a questo punto, e’ tanto intensa, che se si dovesse materializzare domenica , sarebbe un po’ come avere vinto uno spareggio ai play-off !!

Detto questo, e’ necessario che al ” Mulino a Vento ” la difesa , che e’ un po’, fino ad ora specie fuori casa, il tallone d’ Achille della squadra abbia intesa, sia compatta e coriacea . L’innesto dell’allenatore Vena nel reparto difensivo, vista la sua esperienza, sarebbe salutare ma e’ necessario che i difensori e centrocampisti siano sportivamente aggressivi, decisi e non abbiano timori riverenziali verso nessuno .

Ricordiamoci che e’ messa al bando la violenza ed e’ sempre di primaria importanza la correttezza in campo dei giocatori e anche da parte del pubblico . Da non dimenticare che se una partita non viene disputata perché una squadra non si presenta al campo di gioco, senza giustificati motivi, viene inflitta la sconfitta a tavolino per 3 a 0. Se invece, come potrebbe accadere ad Ustica, la squadra è impossibilitata a raggiungere il campo di gioco a causa di condizioni meteo marine avverse, la partita verrebbe giocata in altra data (possibilmente il mercoledì o il giovedì successivo. Soprattutto non dimentichiamo che nel calcio la migliore medicina in assoluto e’ il risultato positivo specialmente se e’ una vittoria .

Agostino Caserta

0