Comune di Ustica Elezioni Amministrative del 10/06/2018


 

 

 

Lista “USTICA DOMANI”

 

 

———————————-

Renato Mancuso, capolista e candidato Sindaco

Ailara Clelia

Famularo Michele

La Porta Daniela

Licciardi Tania

Lombardo Serena

Palermo Pasquale

Salerno Vittoria

Taranto Eduardo

Zanca Vito

  • i nomi del Vice Sindaco e degli Assessori designati saranno resi noti in giornata.

La lista Ustica Democratica ed in particolare i giovani incontrerà la cittadinanza


[ id=17616 w=320 h=240 float=left]

Ustica: Quali criteri verranno adottati per la formazione delle liste elettorali?


[ id=16152 w=320 h=240 float=left]  È la domanda che da più parti e con molta insistenza viene posta in questi giorni:

Quali criteri verranno adottati ad Ustica per la formazione delle liste elettorali e se ci saranno volti nuovi.

Purtroppo, finora, la regola adottata dai “capi” di turno è stata quella di scegliere i candidati basandosi esclusivamente sulla quantità di voti che il candidato si presumeva potesse ottenere (parentela, “comparato”… ecc.)

In questo modo la capacità tecnica, che è essenziale per poter amministrare un Comune, è stata fortemente penalizzata a favore della “capacità di consensi”; non è stato sufficiente, quindi, riempire il recipiente se poi all’interno c’era solo acqua piovana.

Per cambiare in meglio è necessario attingere elementi idonei ad un simile compito che abbiano destrezza, attitudine, tanto tempo a disposizione e soprattutto siano sensibili alle problematiche del paese e non ad “altri motivi” che escono dagli obiettivi che le esigenze del benessere collettivo pongono.

L’imparzialità (l’onestà la diamo per scontata) è un altro attributo da prendere in seria considerazione, perché la “capacità” di un amministratore, specie in un piccolo comune come il nostro, implica anche che questi sia particolarmente imparziale.

Quindi, coloro che hanno a cuore le sorti di Ustica (i “capi” per intenderci) devono evitare la competizione conflittuale, perché soltanto un gruppo coeso su pochi punti ben definiti a priori, con il necessario coinvolgimento dei giovani, in un’Isola unita, potrà assumere, svolgere, guidare con gradualità e sicurezza, le importanti iniziative di rilancio e di sviluppo di cui appunto l’Isola ha urgente bisogno.

Se al contrario ci troveremo ancora di fronte a casi di cattiva gestione, allora non è solo colpa di chi non è in grado di amministrare, ma anche di chi, nella consapevolezza di tale incapacità, non ha fatto nulla per impedirlo e/o evitarlo!

Noi faremo del nostro meglio per far sì che questi segnali diventino, prima o poi, realtà.

Pietro Bertucci

 

Nasce la nuova lista – “ACCOZZAGLIASTRELLO”


Comunico alla popolazione usticese che dopo lunga e attenta riflessione ho preso la decisione di presentare la mia candidatura a Sindaco di Ustica nelle imminenti elezioni comunali. La lista sarà composta da persone che la pensano in maniera diversa (quindi, da un’accozzaglia) con propria sede in una villetta in nota località isolana (Oliastrello). Si chiamerà quindi per contrazione lista “accozzagliastrello”. Sollecito adesioni. Il programma con cui mi presenterò agli elettori è ancora allo studio ma sono in grado di darvi in anteprima una anticipazione. Se eletto i primi provvedimenti che prenderò sarà quello del “traffico pedonale a scarpe alterne”; praticamente chi calza misura pari potrà spostarsi dalla Piazza al Municipio solo nei giorni pari; chi calza misura dispari nei giorni dispari, tranne sabato, domenica e festivi quando si potrà circolare liberamente. Naturalmente da questo provvedimento sono esclusi le Forze dell’ordine, personale dei Vigili del Fuoco, medico e paramedico ed Autorità istituzionali munite di “pass”. Contestualmente istituirò il “taccometro”; se le donne indosseranno un paio di scarpe dal tacco superiore ad una determinata altezza non ancora quantificata incorreranno in pesanti sanzioni. Il tutto, scarpe alterne e taccometro, al fine di preservare il manto stradale da da possibile deterioramento ed evitare così che nel tempo si renda necessario un rifacimento che finirebbe per costituire spesa imprevista oltre che insostenibile per le vuote casse dell’Amministrazione comunale. E’ previsto il trasferimento in unico blocco a mezzo di un gigantesco elicottero dei locali del complesso della Grotta Azzurra in altra parte dell’Isola; così come sono inutilizzati costituiscono “paesaggio morto” alla prima vista dei turisti in visita nell’Isola. Ma non finisce qui. Dal momento che Usticasape presumibilmente ospiterà ulteriori miei interventi nella qualità di aspirante Sindaco di Ustica prego il responsabile Pietro Bertucci di predisporre una mia foto più grande perchè quella attuale in effetti è troppo piccola; non foss’altro che per una questione di adeguamento.

Mario Oddo

^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Calogero Pitruzzella

Mario, mi piace, organizza una lista e ti voterò. forse qualcuno dimentica che Ustica dal 2003, dal momento in cui Messina ha preso le consegne, che continua a distruggersi. Calogero Pitruzzella.

^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Mario, nasce una nuova Lista o una nuova stella ? “Accozzagliastrello” o ” AccozzagliaStella” ? Pero’ fa ridere anche a me, come stella unica sarebbe super, piatto ricco mi ci ficco…suona onomatopeicamente come un gol dopo una testata all’incrocio e si potrebbe registrare al tribunale di Palermo… io qualche volta uso un bel paio di stivaletti con tacco pronunciato, sono quindi considerato un pedone normale che puo’ pedonalizzare la piazza o mi devo procurare per evitare sorprese un bel tappetino volante alla Ali Baba’ o un piccolo ” svincolo ” portatile ? Altra domanda : se uno e’ il prodotto di una accozzaglia di cellule miste, puo’ pedonalizzare o e’ meglio che si dilegui ? In ogni caso : accozzagliateliiiiiiiii nel faaaaango, hoooops…nel tango.

Buon accozzagliamento …

P.S. ricordiamo a tutti che prendere tutto troppo seriamente non ne vale la pena e non fa bena alla salute…L’umorismo serve a ricordarci che, per quanto sia alto il nostro trono, vi stiamo seduti poggiando il didietro.

Romano Battaglia

Meno male che hanno rinviato le elezioni, “non se ne poteva piu’…..”

^^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Angela D’Angelo

Signor Mario! Lei (fortunatamente) ha sempre voglia di scherzare!!!

^^^^^^^^

Da Palermo Francesco Menallo

Mi sembra un ottimo programma…..d’altronde e’ giusto che ognuno dia il massimo che può dare…..! Ed e’ anche corretto dirlo subito, che quello è il massimo!

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Eliana Dominici

ma fosse il cielo …..magari salissi tu mario!!!!!! candidati davvero però!……

Lista unica per il bene di Ustica?… Peccato non provarci


Come la vedi la lista unica? Questa domanda qualcuno me l’ha fatta.
Grande esercizio di democrazia, sembra paradossale, eppure potrebbe essere davvero così.
L’idea, non nuova e già operativa in altre situazioni locali, sembrerebbe rasentare il rischio dei partiti unici di totalitaria memoria.
Vista da vicino, invece, e inserita nel contesto dell’isola, applicata cioè alla realtà, potrebbe rappresentare un laboratorio politico da indicare ad esempio.
Il bene comune, che non è solo il bene del Palazzo del Comune, è una questione che va ben oltre la rappresentanza; esula dalle decisioni che si prendono nelle stanze del potere, in cui si svolge l’esercizio democratico.
E’ una sfida!
La tentazione e l’equivoco cui si va spesso incontro, è che lavorare per il “bene comune” sia più facile se si riesce a inserire qualcosa di proprio, da non mettere in comune, evidentemente…
Vezzo o vizio che sia, non ne è immune nessuno. Probabilmente è proprio da questa consapevolezza da cui bisogna partire, Se è vero che gli ingredienti principali sono le idee, il rischio, sempre in agguato, è che quando devono essere tradotte in atti concreti, possano rimanere tali, impigliate nelle maglie dei vari tornaconti e opportunità.
La lista unica, questo coniglio che esce fuori da un cilindro neanche tanto alla moda, può rappresentare una novità apprezzabile per la risoluzione di tanti problemi?
Qualcuno giustamente potrà dire: “E’ facile partecipare a un dibattito quando non si è coinvolti da vicino ai problemi, quando non si vivono sulla propria pelle, ma anche intimamente, ogni giorno.”
E’ vero, diventa quasi un esercizio di morale, ne sono consapevole.
Mi permetto di entrare nel dibattito, in punta di piedi, da forestiero che respira l’aria di Ustica pochi giorni – e non sempre tutti gli anni – perchè provo grande fastidio quando ho difficoltà a spostarmi da e verso il continente (ho provato anche io l’isolamento da maltempo(?), perdendo aereo, giorni di lavoro, ferie). E passi.
Mi serviva benzina, per muovermi autonomamente, ma il distributore era a secco. E passi.
Ho trovato beni archeologici abbandonati. E passi anche questo…
Problemi da turista, che ci volete fare… Un saluto e chi si è visto si è visto…
Non entro nelle vostre scuole, non mi faccio carico di spazzatura, semmai la produco quando soggiorno amabilmente in paese, sono socio del Centro Studi, ma questa è un’altra storia, giuro, non partecipo ad assemblee pubbliche, eccetera, eccetera, eccetera…
Ma se tutto deve passare, allora il mio problema di turista è risolto una volta andato via.
Chi rimane che fa?
Ho incontrato tante persone di cui conservo ricordi, rimpianti e amicizia.
E allora il loro bene comune è anche un pò (poco poco poco…) il mio, e scusate la retorica!Lista unica per il bene Comune di Ustica e di tanti amici? Come la vedo?La vedo bene, ma difficile. 

Peccato non provarci.

Salvio Foglia

^^^^^^^^^

Da Ustica Calogero Pitruzzella

E’ molto difficile, ma, visto che si sbandiera in tutti i campi la democrazia. Forse, si potrebbe aprire un tavolo di trattative.

 

Lista Civica – Elezioni Amministrative 1984


[ id=4894 w=320 h=240 float=center]