Ustica, Mario Oddo fa un tuffo … nel passato


Mario Oddo fa un tuffo ... nel passato
Ustica, Mario Oddo fa un tuffo … nel passato

Trapani, inchiesta mare monstrum, torna il libertà Ettore Morace


L’armatore della Liberty Lines era ai domiciliari

Dopo mesi passati agli arresti domiciliari torna in liberta’ l’armatore della Liberty lines Ettore Morace. Il gip di Trapani ha ritenuto cessate le esigenze cautelari a suo carico nel filone trapanese dell’inchiesta cosiddetta Mare monstrum che vede l’armatore indagato per corruzione nei confronto di alcuni uomini politici siciliani che lo avrebbero favorito nelle condizioni per il servizio di trasporto veloce con le isole minori.

Analoga decisione era stata adottata nei giorni scorsi dal gip di Palermo dove Morace e’ indagato nel filone

che riguarda i suoi rapporti con la Regione siciliana e l’armatore e’ cosi tornato libero.

L’indagine, condotta dai carabinieri del comando provinciale di Trapani, non e’ ancora conclusa. Nelle prossime settimane e’ attesa anche la decisione della Cassazione sul ritorno in carcere dell’ex sindaco Mimmo Fazio attualmente soggetto al divieto di espatrio dopo quello che, secondo gli inquirenti, e ‘ stato un tentativo di fuga in Tunisia quest’estate,

Fonte:  Repubblica.it Palermo
di ALESSANDRA ZINITI

 

Ustica zona Ovest vista dal mare


Ustica zona Ovest vista dal mare
Ustica zona Ovest vista dal mare

Ustica, incontrarsi tutti al mare


Ustica, incontrarsi, mare
Ustica, incontrarsi mare

Ustica, piacevoli ricordi potersi incontrare a mare con amici e mangiare ricci


Ustica, piacevoli ricordi...
Ustica, piacevoli ricordi…

Totani puliti con acqua di mare


Totani  puliti con acqua di mare
Totani puliti con acqua di mare

Ustica Spalmatore, mare mosso


 Ustica Spalmatore, mare mosso
Ustica Spalmatore, mare mosso

Ustica faraglioni, mare mosso


Ustica faraglioni, mare mosso
Ustica faraglioni, mare mosso

Ustica scogli piatti, mare mosso


Ustica  mare mosso, scogli piatti
Ustica mare mosso, scogli piatti

Ustica Cala Sidoti, cattivo tempo


Ustica Cala Sidoti, mare mosso
Ustica Cala Sidoti, mare mosso

La trasparenza del mare di Ustica – foto da screesaver…


 la trasparenza del mare di Ustica - foto da screesaver...
la trasparenza del mare di Ustica – foto da screesaver…

Ustica, bloccato sversamento a mare dei reflui


A seguito dell’incisiva azione di contrasto dei Consiglieri Comunali di minoranza ” L ‘ Isola” riceviamo dal V° settore UTC  comunicazione che alla scellerata ipotesi contenuta nell’Ordinanza sindacale di sversare in mare mc 135 di refluo e mc 40 di fango, l’ UTC comunica al capo gruppo Felice Caminita che i reflui del sedimentatore saranno trasferiti in apposite vasche di raccolta poste a monte dell’impianto e non più riversate in mare.

Continua l’impegno dei medesimi consiglieri a sollecitare soluzioni affinchè anche nei giorni d’intervento non venga sversato in mare anche il solo refluo proveniente dalla condotta fognaria. 

Download (PDF, 575KB)

 

 

Ustica, gustosissimi ricci di mare, prelibatezze d’altri tempi…


gustosissimi, ricci, mare, prelibatezze
gustosissimi, ricci, mare, prelibatezze

Come pulire i totani dopo averli pescati direttamente a mare


Pulizia totani subito dopo pescati
Pulizia totani subito dopo pescati

Ustica, giovani dell’Azione Cattolica in visita alle grotte


Ustica, giovani dell'Azione Cattolica in visita alle grotte
Ustica, giovani dell’Azione Cattolica in visita alle grotte

Mare premiato a Ustica, San Vito e Salina: 5 vele da Legambiente, Sicilia seconda dopo la Sardegna


PALERMO. «Dopo la Sardegna, la Sicilia è la seconda regione ad avere più località rivierasche che hanno avuto assegnate il prestigioso riconoscimento delle 5 vele: ben tre, con il magnifico ritorno dell’isola di Ustica, che ha riconquistato il posto che meritava, e la conferma di San Vito lo Capo e dell’isola di Salina. È un grande successo per il mare siciliano e per i territori coinvolti, visto che da quest’anno il riconoscimento viene assegnato ai comprensori: mare pulito, gestione dei rifiuti, accoglienza turistica, queste le chiavi del successo. Un turismo alternativo e sostenibile è la vera sfida per il futuro della Sicilia». Lo afferma Gianfranco Zanna, presidente regionale di Legambiente Sicilia a “Il mare più bello 2017”, la Guida di Legambiente e Touring Club Italiano.

Ecco le segnalate: isola di Ustica: l’isola che può vantare la prima area marina protetta istituita nel nostro Paese. Isola di Salina, grazie alla realizzazione di un progetto per la difesa della costa e il ripascimento della spiaggia a Santa Marina Salina, nel tratto interessato dall’opera oggi è aumentata l’area destinata a spiaggia che ormai era quasi scomparsa a causa delle mareggiate invernali.

Litorale nord trapanese. È un tratto di costa tra i più suggestivi e ricchi dell’intera isola. Incastonata fra il promontorio di Monte Cofano e la riserva dello Zingaro quest’area, guidata sapientemente dalle iniziative del comune di San Vito lo Capo, alterna coste frastagliate, spiagge imponenti e altrettanto maestose falesie a picco sul mare.

Fonte: Giornale di Sicilia
16 Giugno 2017

Ustica, una giornata a mare


 Una giornata a mare
Una giornata a mare

Ustica, processione a mate Madonna dei pescatori


Processione a mare Madonna dei pescatori
Processione a mare Madonna dei pescatori

Riccardo Cingillo e “team” presentano al Villaggio Letterario libro e documentario sui relitti nel mare.


Nel quadro degli eventi inseriti nel programma “Ustica Villaggio Letterario” III ed.. 2017 Riccardo Cingillo, giovane e affermatissimo documentarista subacqueo palermitano, con al suo attivo numerosi documentari di cui ha curato la regia, presenterà all’Hotel Ustica Punta Spalmatore/HUPS il libro, di cui è co-autore, “Relitti di Sicilia. Archivi della Memoria” realizzato dal team <Reabrether Sicilia> e successivamente con il team <Ombre dal Fondo> la proiezione del documentario “il B-17 la Fortezza Volante”, bombardiere pesante americano eccezionale rinvenimento della seconda guerra mondiale. Molto cortesemente alla vigilia della doppia presentazione ci fornisce alcune interessanti anticipazioni:

”questo libro offre una panoramica su alcuni relitti che il mare di Sicilia custodisce, relitti raccontati attraverso documenti storici e splendide fotografie, veri e propri “Archivi della Memoria”. L’itinerario è un periplo dell’Isola che, oltre a descrivere i relitti noti e meno noti, ne evidenzia la loro natura di isola artificiale per la quantità di flora e di fauna che su di essi si è sviluppata. Relitti, aerei, sommergibili e navi, scrigni di Storie e di Memorie, che oggi rappresentano un patrimonio da salvaguardare e valorizzare” … “ed è questo proprio lo scopo che il Volume si propone di realizzare; non dobbiamo dimenticare infatti che ogni relitto nasconde una storia unica ed irripetibile, scritta, vissuta, testimoniata da uomini che hanno perso la vita durante quella immane follia che è la guerra, tragiche battaglie che hanno visto come silente protagonista il Mediterraneo” … “il libro è una sinergia di espressioni artistiche che unisce forme d’arte diverse, dalla fotografia, al disegno, alla pittura informale, tutte dello stesso valore” … “secondo lavoro del team <Rebreather Sicilia>, questo libro intende portare alla luce queste storie, far riscoprire da un lato i relitti già conosciuti, che le nuove attività di ricerca hanno contribuito a decifrarne meglio memoria e collocazione storica e dall’altro vuole far conoscere quelli fin qui sconosciuti grazie alle testimonianze di persone che hanno vissuto in quel periodo o loro discendenti che ricordano le storie a loro raccontate di episodi di di guerra relativi ai relitti individuati. Una grossa mano ci è stata data dai documenti reperiti presso l’archivio storico della Marina Militare e dagli studiosi ma non ci è stata fatta mancare anche la preziosa collaborazione dell’Areonautica Militare e della Soprintendenza del Mare; la Marina Militare in particolare ci ha aperto gli archivi storici grazie ai quali abbiamo preso visione di tutti i loro rapporti nei casi di affondamento; la nostra finalità quindi è documentare relitti in fondo al mare per dare continuità alla memoria delle tante vittime che durante la seconda guerra mondiale hanno sacrificato la loro vita per la patria; relitti, scoperti tra l’altro da noi, intesi quindi non come “ferro abbandonato” ma che raccontano storie” …“la gratificazione per noi più bella, significativa ed emozionante è stata quando avuto notizia delle nostre documentazioni dagli Stati Uniti ci hanno contattato parenti di militari caduti che poi ci hanno inviato foto dei loro cari che si trovavano a bordo; penso che tanti di loro verranno d’ora in poi di proposito per lanciare in mare un fiore in corrispondenza del relitto; tanti sono i loro ricordi: la nave, il comandante, l’equipaggio, la vita di bordo, le lettere”“il ritrovamento dei relitti è il contributo attivo di un team di professionisti di tutto rispetto, io sono un documentarista Rai, il fotografo è un campione federale italiano di fotografia subacquea” … “La Soprintendenza del Mare ha fermamente voluto che fossimo anche noi partecipi del programma del Villaggio Letterario di Ustica e volentieri abbiamo accolto il cortese invito della manager dell’Hotel Punta Spalmatore, arch. Anna Russolillo; è uno dei tanti graditissimi ricevuti in tutt’Italia; pensate che la prima presentazione in assoluto di questo libro è stato fatta sull’Amerigo Vespucci, presente il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare”.L’appuntamento, da non perdere, è fissato per venerdì 9 giugno alle ore 19,30 per quanto riguarda la presentazione del libro e per sabato alle 21,oo per la proiezione del documentario al Villaggio Letterario all’interno dell’HUPS. Al termine seguirà dibattito; farà da moderatrice l’arch. Alessandra De Caro, responsabile dl Museo del Mare-Arsenale della Marina Regia di Palermo, Soprintendenza del Mare. A Riccardo Cingillo e co-autori ,Massimiliano Piccolo per i testi e Santo Tirnetta per la fotografia,  un doveroso ringraziamento ed i complimenti per il meritorio lavoro che svolgono quotidianamente, narratori per passione oltre che per  professione del silenzioso “grande fratello blu”, del mare, custode di relitti che hanno tante storie da raccontare.

a cura di Mario Oddo

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Massimo Ardizzone

Per dovere di precisione, alla stesura del libro “relitti di Sicilia, archivi della memoria”, ha contribuito anche Massimo Ardizzoni, con testi e fotografie.

 

Giornale di Sicilia – Il mare di Ustica ha restituito il corpo del forestale sparito domenica scorsa