Collegamenti marittimi regolari oggi da e per Ustica


Collegamenti marittimi regolari oggi da e per Ustica


La Danza


 

“Colei che danza cammina sull’acqua e dentro una fiamma”.

Federico Garcia Lorca

UNA STORIA IN 4 SCATTI


 

I Fiori del Mare

 

“Era la nera solitudine delle isole, e lì, donna d’amore, mi accolsero le tue braccia.

Era la sete e la fame, e tu fosti la frutta.

Erano il dolore e le rovine, e tu fosti il miracolo!

Il mio desiderio di te fu il più terribile e corto, il più sconvolto ed ebbro, il più teso e avido!

Poi, fu l’ora felice del bacio, l’ora dello stupore che ardeva come un faro”.

“Rubai  così fiori di seta e nella mia casa d’acqua incorniciai i tuoi occhi di luce … poi insieme danzammo nell’onda …”

Pablo Neruda

(Non sempre si trovano nei libri  parole preziose che ti aiutano a  raccontare una storia, allora, come in questo caso, devi concludere cercando pensieri che vestano le tue immagini).

60° Anniversario Rassegna Internazionale Attività Subacquee – consegna attestato “giovani esploratori del Mare”


Consegna attestato giovani esploratori del mare

Le Visioni di Mimmo Drago nel Mare di Ustica


Poesia e immagine appaiono come le declinazioni di una fonte comune dalla quale possono generarsi vicendevolmente e appartenersi.

Ogni gesto espressivo, verbale o iconografico, è il luogo in cui impera la forma, il luogo in cui si celebra il culto delle immagini.

“Fidati del tuo cuore se il mare prende fuoco e vivi per amore anche se le stelle camminano all’indietro.”

(Edward Estlin Cummings)

Ieri presso l’AMP Isola di Ustica, dopo le cure, è ritornata in mare la tartaruga “Caretta caretta”


Mimmo Drago racconta il Mare di Ustica


Noi vogliamo, per quel fuoco che ci arde nel cervello, tuffarci nell’abisso, inferno o cielo, non importa. Giù nell’ignoto per trovarvi del nuovo.”

(Charles Baudelaire)

Ustica, dalla Rocca della Falconiera uno scorcio sul mare.


Ustica, Dalla Rocca della Falconiera uno scorcio sul mare.

Ustica, favolosi ricci di mare ricordi, purtroppo, di tempi passati…


Favolosi ricci di mare

^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw

TRULY A WORK OF ART BY GOD !!!!!!!!!!!!!

VERAMENTE UN’OPERA D’ARTE DI DIO !!!!!!!!!!!!!

Legambiente – IL MARE PIÙ BELLO 2019


Legambiente e Touring Club Italiano presentano la guida sul meglio del mare e dei laghi in Italia.

Pollica (Sa) e il Cilento Antico al top della classifica delle 5 vele, seguiti da Castiglione della Pescaia (Gr) e la Maremma Toscana e Posada (Nu) con le Terre della Baronia e il Parco di Tepilora.

È il Tirreno il mare più premiato con ben sette comprensori a Cinque Vele, mentre la classifica delle Regioni vede la Sardegna al primo posto con la bandiera a Cinque Vele che sventola su cinque litorali dell’isola, seguita da Sicilia, Puglia, Campania e Toscana.

La sfida alla plastica da parte dei Comuni costieri più virtuosi del Paese.

Entra nella Guida un nuovo simboloi comuni “plastic free”.

Le località più belle d’Italia si affacciano sul Tirreno. Lo dice la guida di Legambiente e Touring Club Italiano, Il mare più bello 2019, che quest’anno assegna il riconoscimento delle 5 vele a ben sette comprensori turistici bagnati da quelle acque. In testa alla classifica c’è il Cilento Antico guidato da Pollica (Sa), la perla del Cilento e comune capofila tra quelli del comprensorio campano. A seguire il litorale della Maremma Toscana guidato da Castiglione della Pescaia (Gr), quindi la Baronia di Posada (Nu) e il Parco di Tepilora, il Litorale di Chia con Domus De Maria (Sud Sardegna)Baunei (Nu), l’Alto Salento Jonico guidato da Nardò (Le), la Planargia con Bosa (Or), la Costa d’Argento e l’Isola del Giglio (Gr), le Cinque Terre guidate da Vernazza (Sp), l’isola di Pantelleria (Tp), la Gallura Costiera e l’area marina protetta di Capo Testa Punta Falcone guidata da Santa Teresa di Gallura (Ss), la Costa del Mito e l’area marina protetta Coste degli Infreschi e della Masseta guidata da San Giovanni a Piro (Sa), l’Alto Salento Adriatico guidato da Melendugno (Le), la costa del Parco agrario degli Ulivi secolari guidata da Polignano a Mare (Ba), il Litorale Trapanese Nord guidato da San Vito lo Capo (Tp) e l’isola di Ustica (Pa). E nella guida entra un nuovo simbolo: quello dei comuni “plastic free”. Continua a leggere “Legambiente – IL MARE PIÙ BELLO 2019”

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


I pescatori sanno che il mare è pericoloso e la tempesta terribile, ma non hanno mai trovato questi pericoli, una ragione sufficiente per restare a riva.
(Vincent van Gogh)

Ustica, Processione Madonna dei Pescatori


Ustica, processione, Madonna, Pescatori

Ustica, faro Punta Spalmatore visto dal mare


Ustica, Faro Punta Spalmatore visto dal mare

Ustica festa Madonna dei Pescatori, Processione a Mare


 

Ustica Spalmatore, mare molto mosso 1964


Ustica Spalmatore, mare molto mosso 1964

Il poeta Nicola Romano canta la Poesia del Mare


A volte le parole si attaccano tenacemente, come ventose, nella nostra anima per diventare poi inspiegabilmente sogni, che si disperdono nel vento, per poi ritornare a vivere in simbiosi con altre anime e con altre ancora!

La Poesia di Nicola Romano è un flusso continuo d’aria pulita che s’insinua fresca e leggera nei nostri sentimenti affamati di bellezza!

Il Poeta mi ha donato queste righe che brillano anche nell’ombra ed io le dono a Voi!

Mimmo Drago

——- .——-

SONORITÀ

Mi tiene vivo
la magnificenza unica del mare
il tramestio pacato nella rada
quando quell’onda docile e cremosa
s’allunga alla bonaccia    
come un gesto s’incurva
sulle clementi spalle dell’amico

o il fracasso del flutto
allorquando s’avvita e si congiunge
alle sonorità dolci o malverse
che s’alzano dai vicoli
dai sedili del centro
e dalle sdrucciole balate dei mercati

Mi tiene vivo
il rude sciacquettìo sotto il pontile
cupo rimbombo somigliante all’eco
dei rifugi scolpiti nei fondali 
ed il garbuglio di alghe all’arenile
cocci di vita abbandonati e spenti
residui di comune penitenza

                           Nicola Romano

Domenico Drago canta il Mare nella Giornata Mondiale della Poesia


Ieri presso lo “Spazio Culturale” della prestigiosa Libreria Macaione di Palermo, dalle ore 17,00 alle ore 19,30, la musica , il suono e la brezza dolce della Poesia sono stati gli unici protagonisti dell’incontro.

In questo spazio, che già altre volte ha ospitato la Poesia, è circolata libera la magica parola del verso, del pensiero, dei sentimenti . Poi è giunto il silenzio della riflessione che  è diventato immediatamente crescita dell’anima!

L’evento culturale è stato voluto ed organizzato dal poeta Nicola Romano, autore di raffinate poesie e prezioso conduttore dell’incontro. Le sue recite toccanti, sono state una  confessione  visiva ed attiva dei suoi sentimenti, la postura ed lo sguardo parlavano  ed accompagnavano il canto che usciva tremante dalla sua bocca!

Numerosi gli interventi dei presenti, provenienti dal mondo culturale, artistico e creativo della città di Palermo, ognuno dei quali ha recitato versi che  si disperdevano nell’aria che respiravano i presenti.

L’ introduzione puntuale, garbata, appassionata ed Continua a leggere “Domenico Drago canta il Mare nella Giornata Mondiale della Poesia”

Ustica Faraglioni, mare mosso


Ustica Faraglione, mare mosso

Sebastiano Tusa e il mare


di Roberta Messina

Amava il mare come si ama un’amante, come si ama la vita. Amava l’isola Ustica per il suo mare unico, per la sua gente, per i sui fondali, Sebastiano Tusa. Un uomo buono. Un uomo colto. Un uomo conscio che il potere serve soltanto a costruire, non alla posizione che conferisce. Un uomo capace di dialogare con chiunque, con la stessa lingua dell’interlocutore. Amava il mare e voleva farlo amare a tutti. Da archeologo marino, creando itinerari subacquei accessibili anche ai poco esperti.

Da Soprintendente del Mare, promuovendo incessantemente mostre, conferenze ed eventi, sin dal 2004, data di istituzione dell’innovativa soprintendenza. Eventi anche giocosi, nei quali coinvolgere soprattutto bambini e ragazzi.

Per educare ad un permanente amore per il mare. Soprattutto il mare siciliano, quel mare Mediterraneo ricco di reperti, di storia e di storie. Come quella della battaglia delle Egadi tra cartaginesi e romani, che solo lui, finalmente, riuscì a localizzare al largo di Levanzo, dopo che per anni si era pensato alla “cala rossa” di Marettimo. E, localizzandola, a trovare innumerevoli nuovi affascinanti reperti, oggi esposti al Museo/Tonnara di Favignana.

Amava il mare da Assessore Regionale ai Beni Culturali, un Continua a leggere “Sebastiano Tusa e il mare”