Ustica bottega d’arte, inaugurazione mostra Bramante


Ustica bottega d'arte, inaugurazione mostra Bramante
Ustica bottega d’arte, inaugurazione mostra Bramante

Ustica, piccola mostra agricola Azienda Longo


Ustica, Piccola Mostra attrezzi agricoli
Ustica, Piccola Mostra attrezzi agricoli

Ustica, inaugurazione mostra di pittura


Ustica, inaugurazione mostra di pittura
Ustica, inaugurazione mostra di pittura

Ustica, inaugurazione mostra di pittura Aldo Riso e Gurrieri


Ustica inaugurazione mostra pittura, Aldo Riso e Gurrieri
Ustica inaugurazione mostra pittura, Aldo Riso e Gurrieri

Ustica, mostra attrezzi del contadino – barili legati alla “varda”


Ustica, mostra attrezzi del contadino - barili legati alla "varda"
Ustica, mostra attrezzi del contadino – barili legati alla “varda”

INAUGURATA AD USTICA LA MOSTRA DELLE OPERE DELLA II^ RESIDENZA D’ARTISTA


È stata inaugurata ieri la seconda edizione della residenza d’artista ad Ustica. Quest’anno sono stati cinque gli artisti selezionati sotto SACS dell’archivio del Polo Museale della Regione Siciliana Palazzo Belmonte Riso con Ustica Villaggio Letterario di Punta Spalmatore. Gli artisti SACS sono chiamati ad interagire con il luogo, con gli usi ed i costumi dell’isola. Gli artisti approdati ad Ustica sono Mario Bajardi, Paola D’Amore, Donatella Lombardo, Rori Palazzo ed Ignazio Schifano. La Dott.ssa Valeria Livigni e Chiara Modìca Donà dalle Rose hanno scelto gli artisti e definito il tema “LA METAMORFOSI, UN’ALLEGORIA TRA ARTE E VITA”.  Gli artisti italiani scelti appartengono a diverse generazioni e con percorsi di ricerca differenti – dalla pittura, alla musica, alla fotografia all’installazione, alla performance. Arrivati ad Ustica, gli artisti sono stati guidati dal prof. Franco Foresta Martin e coadiuvati dall’arch. Anna Russolillo e dalla scrittrice Lucia Vincenti. Gli ideatori di Ustica Villaggio Letterario, hanno aperto l’isola agli artisti dalla geologia, al mare, all’architettura, all’esoterismo, alla vulcanologia, ai costumi.

La Mostra delle opere che ha visto il coinvolgimento di cittadini di Ustica, italiani e stranieri è stata inaugurata dall’attore siciliano Gianni Nanfa alla presenza degli artisti e degli ideatori di Ustica Villaggio Letterario e sarà aperta fino al 31 agosto al Club Punta Spalmatore. Qui il dialogo tra l’arte contemporanea e l’isola dell’isola, il coinvolgimento della memoria storica dei pescatori e dei contadini da Ninì d’Angelo a Mancuso a Longo, la rinascita e la riqualificazione dell’isola di Ustica a partire proprio dalla amore per la terra e per il mare sono tra gli obiettivi del progetto di Residenza Artistica, partita a luglio dello scorso anno e organizzato dal  Polo Museale di Arte Moderna e Contemporanea e da Ustica Villaggio Letterario di Punta Spalmatore al fine di riqualificare la piccola isola tirrenica coniugando l’arte, la cultura ed il turismo.  Ciò permette di offrire al pubblico di Ustica, usticesi, residenti e turisti l’opportunità di conoscere le modalità tecnico-espressive più contemporanee e agli artisti di stabilire un senso di legame fisico-spirituale con i luoghi, con gli abitanti e la memoria della piccola isola dalle mille risorse.

Inaugurazione mostra di fotografia di Vincenzo Ambrosanio


E’ stata inaugurata oggi la Mostra fotografica “Naturalmente Ustica” di Vincenzo Ambrosanio il taglio del nastro è stato effettuato dall’attore Sergio Vespertino. La mostra sarà visitabile al Club del Punta Spalmatore dal 21 luglio al 22 agosto.

Ustica Punta Spalmatore, mostra dedicata a Maiorca tra foto, ricordi e giornali


Ieri sera grande successo di pubblico con il programma in sinergia tra l’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee, Ustica Villaggio Letterario di Punta Spalmatore e le Istituzioni locali e regionali. Alle 21.30 la serata si apre con il vernissage “Maiorca tra foto, ricordi e giornali”, la prestigiosa ed interessante mostra fotografica  rimarrà aperta al pubblico fino al 30 agosto al Villaggio Punta Spalmatore. Alle 22.00 presentazione della 59ma Rassegna Internazionale di Scienze e Tecnica Subacquea a cura dell’Accademia seguita da un buffet di dolci e Brindisi . Alle 22.30 la conclusione del ciclo di tre serate sul “Cinema Subacqueo e la salvaguardia del Mare”. Una serata a cura di Pippo Cappellano e di Marina Cappabianca sponsorizzata dal Villaggio Punta Spalmatore di Ustica. Taglia il nastro il Sindaco di Ustica Salvatore Militello che ringrazia l’organizzatrice e padron Anna Russolillo, presenti all’inaugurazione  l’Ammiraglio Andrea Mucedola, il Direttore Tata Livreri dell’Area Marina Protetta di Ustica,  il Direttore del Laboratorio Museo isola di Ustica Franco Foresta Martin, alcuni centri diving dell’isola tra cui La Perla Nera di Roberto Fedele, Mister Jump di Alessandro Ruju , Diving Ustica Jonathan Cecchinel e tanti appassionati del mondo marino . Dopo il taglio del nastro il neo Sindaco di Ustica Salvatore Militello ha salutato e ringraziato gli intervenuti, proferendo parole di speranza per un’isola con tante specificità marine e terrestri, dagli anni felici e ricchi , agli anni in cui è stata lasciata a se stessa ed ha concluso il suo discorso spostando l’ appuntamento della consegna dei Tridenti dalla sede dell’ Area Marina Protetta alla Piazza di Ustica, lanciando così il messaggio preciso agli usticesi e a coloro che pur non essendo isolani amano Ustica. Dunque un occhio agli anni d’oro dell’isola dove le attività sociali, culturali e ludiche venivano svolte in piazza ma con un occhio al presente per una fattiva collaborazione tra le istituzioni, le diverse associazioni culturali e le attività turistiche ricettive. L’isola tutta sarà una piazza senza barriere e senza muraglie, l’isola risorgerà con l’aiuto di tutti coloro che l’amano. Brevi gli interventi di Tata Livreri, di Pippo Cappellano, di Anna Russolillo e di Franco Foresta Martin, nelle cui parole si sente l’amore e la passione per Ustica che deve ritornare , con gli sforzi di tutti, ad essere la Vera Capitale della Subacquea Mondiale.

 

 

Ustica, mostra sulla Sindone


Download (PPTX, 1.1MB)

La storia della Sindone di Torino (il lenzuolo che avvolse Gesù dopo la sua morte) è una “passione” che accomuna Don Lorenzo Tripoli, Parroco di Ustica, e Angelo Russo. Ecco da dove nasce l’idea di realizzare una mostra che parli della Sindone in tutti i suoi aspetti. Questa mostra verrà adibita sul territorio di Ustica, aperta non soltanto ai residenti del posto, ma anche ai turisti che in estate vengono a passare le proprie vacanze. L’idea nasce proprio all’interno del museo della Sindone, esposta all’Università Regina Apostolorum di Roma, dove sia Don Lorenzo che Angelo Russo hanno  intrapreso gli studi in sindonologia.

La mostra della nostra Parrocchia vuole accompagnare il Continua a leggere “Ustica, mostra sulla Sindone”

Centro Studi Isola di Ustica, inaugurazione mostra per raccontare la storia di Ustica


 

Ustica, presentazione Mostra di pittura in Parrocchia


 Presentazione Mostra in Parrocchia
Presentazione Mostra di pittura in Parrocchia

Ustica, Bottega d’arte Nino Bertucci – mostra di pittura


 

Ustica,  Bottega d'arte Nino Bertucci - mostra di pittura
Ustica, Bottega d’arte Nino Bertucci – mostra di pittura

Catania, arriva la mostra fotografica “Alicudi, Ustica: 2 Islands, 2 Soul”


A Catania arriva una mostra fotografica su due delle isole più belle della Sicilia: Alicudi, Ustica: 2 Islands, 2 Soul.

Sara Adorno

Entrambe isole, ma profondamente diverse: remota e selvaggia Alicudi, dominata dai ritmi della Natura, vivace e animata Ustica, un po’ Lipari e un po’ Capri. Due lembi di terra circondati dal blu, luoghi privilegiati, dotati di un proprio modo di esistere, di scandire il tempo, di una propria anima. La mostra fotografica sarà fruibile ai visitatori domenica 4 febbraio, dalle ore 9.00 alle ore 20.00 nell’emozionante Cappella Bonajuto di Catania.

Organizzatore della mostra, Giuseppe Marletta, professore di materie tecniche all’ISS P.L. Nervi e all’IIS L. Einaudi, ingegnere e appassionato da sempre di fotografia, parla di questo progetto ai microfoni di LiveUniCT. Il professore ha commentato: “L’idea di organizzare questa mostra è arrivata quasi per caso, dall’aver vissuto ed aver riflettuto sul contrasto tra i due luoghi, che pure condividono la stessa natura: l’una selvaggia e solitaria, dove ancora la vita è dura, rustica, l’altra più evoluta e turistica, praticamente isola quasi più di nome che di fatto.”

“Inoltre, aggiunge il professore, si tratta di appunti fotografici di due brevi permanenze che lasciano due segni diversi, ma ugualmente profondi, perché, se ci pensiamo bene, spesso ogni affanno, ogni giornata storta, ogni pensiero, si perdono davanti ad un tramonto sul mare, perché di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.”

Una predilezione che nasce fin da piccolo e che è connessa a tradizioni di famiglia: “La fotografia fa parte dei miei ricordi fin da piccolo – racconta Giuseppe Marletta – grazie a mio padre che da giovane sviluppava e stampava in casa, all’ingranditore coperto da un telo messo prima nello sgabuzzino e poi in garage, alla reflex cromata con tanto di flash a torcia che sempre ci accompagnava e documentava i luoghi, le ricorrenze, la vita e il come eravamo.”

Una passione che unisce a quella di insegnante e che riesce ad usare per approcciarsi ai suoi alunni: “Inutile dire che è qualcosa che serve ad ‘agganciarli’, ad ottenere la loro attenzione e a formarli anche nella professione tecnica: saper fotografare è fondamentale sia per eseguire un fotorilievo sia per un semplice sopralluogo, ma non solo: educarli mettendosi in gioco insieme a loro con un laboratorio, ‘leggere’ un’immagine, capire perché ‘funziona’, perché emoziona è un modo per renderli in grado di distinguere tra le migliaia di informazioni da cui sono bombardati.”

Fonte: Liveunict | Magazine sull’Università di Catania

Ustica, inaugurazione mostra pittura Gurrieri e Aldo Riso


Ustica bottega d’arte Nino Bertucci, mostra di pittura Aldo Riso


Bottega d'arte Nino Bertucci, mostra di pittura Aldo Riso
Bottega d’arte Nino Bertucci, mostra di pittura Aldo Riso

Bottega d’Arte Nino Bertucci, inaugurazione mostra di pittura


Bottega d'Arte Nino Bertucci, inaugurazione mostra
Bottega d’Arte Nino Bertucci, inaugurazione mostra

A Palermo la mostra su Andy Warhol. 180 opere. multipli e oggetti d’arte.


Andy Warhol. L’Arte di essere famosi
Palazzo Sant’Elia – Palermo

19 ottobre 2017 – 7 gennaio 2018

 CONFERENZA STAMPA E PREVIEW: martedì 17 ottobre, alle 18,30

L’arte va consumata, come ogni opera commerciale. E va replicata, all’infinito, mutando i contorni ma non i temi, accendendo e spegnendo i colori. Per uno dei più importanti esponenti della Pop Art come Andy Warhol, ogni icona va masticata, ingoiata, copiata e rigettata, in maniera tale da svuotarla da ogni significato. Ecco quindi The Flowers, Mao, Marilyn Monroe, Mick Jagger, Liza Minnelli: soggetti. La mostra “Andy Warhol – L’Arte di essere famosi” che si inaugura il 18 ottobre a Palazzo Sant’Elia a Palermo (inaugurazione ad inviti dalle 18, apertura al pubblico dal 19 ottobre) comprende circa 180 differenti soggetti, tra opere uniche, multipli ed oggetti d’arte, della Rosini Gutman Collection, che abbracciano gran parte dell’intero percorso artistico ed iconografico dell’artista, dal 1957 al 1987.

Ufficio stampa Fondazione Sant’Elia
Simonetta Trovato | 333.5289457 | simonettatrovato@libero.it
Carmela Grasso | 349.2684564 | melagrasso@gmail.com

Ustica, mostra opere artistiche in rame battuto


Mostra opere artistiche in rame battuto
Mostra opere artistiche in rame battuto

Ustica, Pino Palmisano soddisfatto del primo raccolto, zucchine e peperoni


Ustica, Pino Palmisano soddisfatto del  primo raccolto, zucchine e pomodoro
Ustica, Pino Palmisano soddisfatto del primo raccolto, zucchine e pomodoro

Riceviamo e pubblichiamo – Mostra fotografica al Centro Studi di Ustica


Si comunica che in occasione dell’evento: Anticchia i Linticchia, il  22, 23, 24, 25 giugno 2017
è stata allestita presso il Vecchio Municipio, sede del Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica, la mostra fotografica che racconta la “Pistata”, il tradizionale metodo di trebbiatura nell’aia.“ La mostra sarà visitabile dalle 18 alle, dalle 22 alle 24.