Palermo, affascinanti esibizioni del pianista Evgeni Bozhanov e della pianista star tv Reza Han


Domenica 13 agosto alla GAM: il pianista bulgaro Evgeni Bozhanov
Lunedì 14 agosto allo STERI: la pianista cinese e star tv Reza Han

La scorsa edizione era stato il pianista più applaudito tra quelli inseriti nel cartellone di concerti da camera nel cortile dello Steri: domani (domenica 13 agosto alle 21,30) il pluripremiato pianista bulgaro Evgeni Bozhanov si esibirà invece nel cortile della Galleria D’Arte Moderna, per il cartellone principale di Palermo Classica. Un vero e proprio salto di qualità per il giovane virtuoso poco più che trentenne: dal recital per piano solo alla compagine orchestrale, visto che si esibirà con la Palermo Classica Symphony Orchestra diretta da Joachim Jousse per un programma intimista e raccolto, ma non per questo meno affascinante: dallo straordinario Preludio di “Traviata” alla suite dal racconto “Peer Gynt” che Grieg musicò per il dramma di Ibsen; all’idilliaca serenità de La Moldava” di Smetana  che descrive il lento fluire del fiume boemo nel territorio della Repubblica Ceca, per chiudere con il celeberrimo “Concerto per pianoforte e Orchestra in FA minore, Op. 21” di Chopin. Biglietti: 24/19/15 euro. 

Evgeni Bozhanov é nato nel 1984 a Roussé, in Bulgaria.  Ha iniziato a suonare in pubblico a 12 anni. Nel 2000 si trasferisce in Germania dove prosegue gli studi. Dopo aver vinto premi allo Sviatoslav Richter a Mosca, al “Queen Elisabeth” a Bruxelles e al “Van Cliburn” a Fort Worth (Texas), avvia una carriera straordinaria che lo porta sui maggior palcoscenici internazionali. Quest’anno tornerà negli Stati Uniti a suonare con la Houston Symphon, poi al Musikverein di Vienna con la Tonkünstler Orchestra diretta da Yutaka Sado e effettuerà la quinta tournée in Giappone.

Lunedì 14 agosto, alle 21,30 si ritornerà invece nel cortile dello Steri per ascoltare la pianista cinese Reza Han, ex enfant prodige, molto nota tra le star televisive del suo Paese. Ormai proiettata sui palcoscenici internazionali, Reza si è stabilita in America, ma ha ancora forti legami con la Cina. Per questo concerto allo Steri, ha scelto un energico tributo al pianoforte – tra cosmopolitismo, modernità e tradizione -. Ad una prima parte più classica e tradizionale, con Bach e Chopin, si impone una seconda parte innovativa e popolare con Ravel e Stravinsky. Con una chicca: la composizione originale dei cinesi Junsheng & Junli Zheng (Moonlight over Lotus Pond, 2015), che sarà eseguita su una base registrata di flauto cinese; e la riduzione per piano solo del “Concerto per pianoforte e orchestra” (2001) del domenicano M. Camilo, intimista e dal grande impatto emozionale. Il viaggio si chiude con la delicata asprezza di Kempff, quindi l’amato Bach e Liszt. Biglietti: 12,50 euro

 

PROSSIMI CONCERTI

Pausa per Ferragosto, poi il 19 agosto il festival di Palermo Classica riprende alla GAM con la giovane pianista Sofia Vasheruk, già molto amata dal pubblico della rassegna: con la Palermo Classica Symphony Orchestra diretta da Francisco Maestre affronterà Mussorgsky, Tchaikovsky e Rachmaninov. Il 23 agosto allo Steri, piano a quattro mani con Marco Schiavo e Sergio Marchegiani, in programma Mozart, Schubert e Brahms. Si ritorna il 25 agosto alla GAM per il debutto siciliano della violinista Rusanda Panfili.

 

 

Ufficio stampa Palermo Classica

Simonetta Trovato | 333.5289457 | simonettatrovato@libero.it

Festival Palermo Classica – VII edizione – il ritorno di Valentina Lisitsa


Domenica 6 agosto alla GAM: il ritorno di Valentina Lisitsa Interprete da 115 milioni di views su YouTube

I due concerti più attesi del festival internazionale di Palermo Classica: domani (domenica 6 agosto) e mercoledì (9 agosto) sempre alle 21,30, Valentina Lisitsa, straordinaria interprete ormai acclamata in tutto il mondo, si esibirà nel cortile della Galleria d’Arte moderna, a Palermo. Il primo appuntamento (domani sera) sarà un recital solistico al piano giocato sulle musiche di Bach, Beethoven, Chopin, Mussorgsky (biglietti: 25/15 euro), mentre nel secondo (mercoledì) la pianista ucraina si unirà alla Palermo Classica Symphony Orchestra diretta da Arman Tigranyan, per affrontare il “Piano Concerto No. 1 in B-flat minor, Op. 23 II parte” di Tchaikovsky e la “Symphony No. 1 in C minor, Op. 68” di Brahms. Biglietti: 29/19 euro.

Valentina Lisitsa è stata una delle primissime interpreti a credere nella potenza del web: era il 2007 e la sua carriera stentava a decollare. L’intuizione è geniale: Valentina investe quasi tutti i suoi risparmi per chiedere alla London Symphony Orchestra di accompagnarla nella registrazione dei quattro concerti di Rachmaninoff. E li pubblica su Youtube. Da allora il suo canale ha accumulato oltre 115 milioni di clic e conta più di 250 mila iscritti.

https://youtu.be/zucBfXpCA6s

Insomma, Valentina Lisitsa non è solo la prima “star di YouTube” della musica classica; ma più precisamente, è la prima artista di musica classica ad aver convertito il suo successo su internet in una carriera mondiale in Europa, Stati Uniti, Sud America e Asia.

Per il Washington Post, “è una pianista delicata, sensibile e fluida che può dolcemente increspare le chiavi con l’instabile smussatura dell’olio”.

Nata in Ucraina, Valentina studia al Lysenko Music School per bambini di grande talento, a Kiev, per iscriversi poi al Conservatorio. Indecisa tra due carriere – pianista e giocatrice di scacchi – decide per la prima al suo arrivo negli Stati Uniti, dove emigra con la famiglia. Qui conosce il marito, il pianista ucraino Alexei Kuznetsoff, con cui suona spesso in duo. Nel 2011 debutta con la Orchestra Sinfonica Brasileira dopo aver suonato, tra le tante, con la Chicago Symphony, WDR Symphony Orchestra Cologne, Seoul Philharmonic, San Francisco Symphony and Pittsburgh Symphony. Uno spettacolare recital a Londra nella Royal Albert Hall nel giugno 2012, davanti ad 8000 spettatori, segna definitivamente il suo debutto internazionale. Diventerà un dvd live in esclusiva per la Decca. Recentemente si è esibita con la Seoul Philharmonic Orchestra, London Symphony Orchestra, BBC Concert Orchestra, Bournemouth Symphony Orchestra, MDR Symphony Orchestra Leipzig, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, Orchestre National de Radio France, Strasbourg Philarmonic,  Tchaikovsky Symphony Orchestra, Royal Stockholm Philharmonic Orchestra, Norrköpings Symphony Orchestra, Helsinki Symphony Orchestra, Cincinnati Symphony Orchestra, Baltimore Symphony, and Prague Symphony Orchestra.

Valentina Lisitsa ha collaborato con direttori come:  Paavo Järvi, Kristjan Järvi, Vasily Petrenko, Manfred Honeck, Yannick Nézet-Séguin, Vladimir Fedoseyev, Dmitrij Kitajenko, Jukka- Pekka Saraste, Michael Francis, Thomas Sanderling, e Lorin Maazel. Il suo ultimo CD “Love Story – Piano Themes from the Cinema’s Golden Age”, registrato per la DECCA Classics, è dell’agosto 2016.

 

Ufficio stampa Palermo Classica

Simonetta Trovato | 333.5289457 | simonettatrovato@libero.it

 

BIGLIETTI tra 11 e 35 euro, per la GAM, a seconda del concerto e della tipologia di posto. Biglietti per lo Steri: 12,50 euro. Informazioni, prenotazioni e abbonamenti: 091 7740969 | 968 – 389.6363777

NAVETTA: anche quest’anno Palermo Classica mette a disposizione degli abbonati una navetta gratuita a/r, per i soli concerti alla Galleria d’Arte Moderna, con partenza da piazza Croci e una fermata al Central Parking di via Mariano Stabile 10 dove è disponibile il parcheggio gratuito. Per chi acquista un singolo biglietto, il parcheggio costerà 2,50 euro, senza limiti di orario per la sola notte del concerto. Alla fine dello spettacolo, la navetta farà il percorso opposto.

 

Riceviamo e pubblichiamo – Il Dalai Lama a Palermo il 18 settembre, al Teatro Massimo. Disponibili i biglietti


Il ritorno del Dalai Lama 

Teatro Massimo | 18 settembre

Già disponibili i biglietti

Il Dalai Lama ritorna a Palermo. A distanza di oltre vent’anni da quella straordinaria visita che lo vide giungere su invito del Comune di Palermo, il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatso, leader spirituale del Tibet e Premio Nobel per La Pace, ritorna nel capoluogo siciliano per una conferenza sull’Educazione alla gioia, il 18 settembre al Teatro Massimo.

L’importante macchina organizzativa si è già messa in moto per accogliere al meglio il Dalai Lama, ma anche il grande numero di persone previsto. Già da domani (martedì 25 luglio) sarà possibile acquistare i biglietti per assistere alla conferenza alla biglietteria del Teatro Massimo, aperta dalle 9,30 alle 18, dal martedì alla domenica (tranne dal 5 al 21 agosto, quando sarà invece chiusa); anche on line sul sito www.teatromassimo.it  sulla piattaforma Ticketone (www.ticketone.it).

Sono previsti tre ordini di posti numerati: 12 euro per la platea, 10 euro per i palchi e 8 euro per la galleria.

Era il maggio 1996 quando il Dalai Lama giunse a Palermo, accolto dal sindaco Leoluca Orlando, allora al suo secondo mandato, che gli consegnò la cittadinanza onoraria. Al suo fianco, Richard Gere presentò la sua mostra fotografica sul Tibet, e insieme parteciparono ad un convegno sui diritti umani. La visita a Palermo è organizzata dal Comune di Palermo con il supporto e coordinamento media di Nadia Speciale per Barbera & Partners.

Il titolo scelto per la conferenza nasce da “Il Libro della Gioia” sul dialogo tra due Nobel per la Pace, SSDL il Dalai Lama e Desmond Tutu, arcivescovo sudafricano, scritto da Douglas Abrams. Nel volume si approfondisce il tema della gioia come attitudine, atteggiamento mentale che porta come conseguenza la mutazione del sentire degli esseri umani, dunque ad un cambiamento delle loro decisioni e azioni. Solo dopo aver conosciuto e imparato a controllare il dolore, diventa possibile trasformare la gioia da fugace emozione di un momento a costante della vita: perché non c’è luce senza ombra, e non c’è gioia per sé se non si crea gioia anche per gli altri. Il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatso è profondamente convinto che amore, compassione, altruismo e ogni altra  qualità mentale positiva non appartenga esclusivamente ad una dottrina o tradizione spirituale. Sono piuttosto valori fondamentali, radicati nella natura umana, che hanno solo bisogno di essere coltivati con le giuste pratiche: e dunque, la non violenza e il rispetto reciproco. Pur essendo la guida di una delle principali religioni del mondo, il Dalai Lama sostiene che esista un percorso verso l’autentica felicità le cui basi sono in quei principi comuni che superano qualsiasi divergenza di opinione o di religione.

Si ringrazia il Centro buddista Muni Gyana per il supporto.

 

UFFICIO STAMPA

Comune di Palermo |  Fabio Citrano – Antonella Di Maggio – Giovanni Gaudesi  ufficiostampa@comune.palermo.it

Barbera &Partners | Alexandra Buzzi – Simonetta Trovato

La Sicilia Pop dialoga con la tradizione: 14 luglio, il Festino da Palazzo Bonocore, a Palermo


Download (DOC, 52KB)

 

 

 

 

Una foto ricordo con Monsignor Corrado Lorefice Arcivescovo di Palermo


Una foto ricordo con Monsignor Corrado Lorefice Arcivescovo di Palermo
Una foto ricordo con Monsignor Corrado Lorefice Arcivescovo di Palermo

MONDELLO, giovedì 1 giugno aprono il Lido Sirenetta e la low cost Hello Beach. E sabato, mega schermo in spiaggia per la finale di Champions


 

E siamo a quattro: giovedì (1 giugno) apriranno infatti i battenti sia il LIDO SIRENETTA che la prima della due spiagge low cost, ovvero la Hello Beach, il paradiso degli sportivi. Dopo toccherà alla quinta ed ultima spiaggia, la seconda low cost, Costa Picca, aperta dal 16 giugno.
E siccome non è estate senza sorprese, ecco la prima: sabato (3 giugno) tutta Mondello si trasformerà in un unico grande stadio; tre i megaschermi da cui si potrà seguire la finale di Champions tra Real Madrid e Juve. Uno sarà sistemato nella piazza del paese dall’associazione Mondello Vacanze, in collaborazione con la Italo Belga; dopo la partita, musica dei redivivi Rivisitors. Gli altri due saranno in spiaggia, uno alla Hello Beach – aperto a tutti, con la possibilità di un aperitivo al tramonto – e uno a Lido Valdesi, nello spazio del Mida che sta preparando “Mangiamoci gli spagnoli”, un’ironica serata a base di paella e sangria.
LIDO SIRENETTA

Intanto, ecco pronto il Lido Sirenetta: dalle 9 alle 19, è frequentato soprattutto da famiglie con bambini, fornito di un elegante bar che promette di diventare uno dei punti di ritrovo dell’estate; il Lido è a pochi passi dalle fermate 806 del bus per Palermo e del City-Sigthseeing; è anche fornito – come tutti gli altri – di servizio salvataggio, WI FI (per gli abbonati), spazio bimbi, docce, servizi igienici, cassette di sicurezza, spogliatoio. E’accessibile ai diversamente abili, fornito di una sedia JOB per consente loro di fare il bagno con facilità. I bambini fino a dieci anni, se accompagnati da un adulto, entrano gratis in tutte le strutture della Italo Belga.
HELLO BEACH / SPORT FRIENDLY

Hello Beach è la spiaggia più amata dagli sportivi. Aperta tutti i giorni dalle 9 alle 19, ospita una tenda beduina come punto ombra, docce, servizi igienici, armadietti di sicurezza, spogliatoi (in comune). L’ingresso costa 4 euro, e si può portare con sé un ombrellone ogni due persone e una spiaggina a persona. C’è il campo di beach volley e, dalle 15,30 alle 23 la spiaggia, grazie alla collaborazione con ASC Sicilia, è aperta agli sportivi che con un piccolo supplemento sulla tariffa di ingresso possono praticare diverse discipline su una pedana coperta dedicata al fitness.

#mondellomare #lidostabilimento #hellobeach #champions

 

Press Mondello Italo Belga: 333.5289457 – press@mondellomare.it

 

Da Londra a Ustica: Enzo Oliveri, Chef palermitano di fama internazionale, a giugno al Villaggio Letterario.


 

Enzo Oliveri , Chef notissimo a livello internazionale sarà gradito ospite dell’Hotel Ustica Punta Spalmatore dove all’interno del programma <Ustica Villaggio Letterario> dal 18 al 25 Giugno terrà giornaliere lezioni di cucina siciliana. Di origine palermitana, ha lavorato per molti anni nei migliori hotel siciliani. Nel 1995  apre a Londra il ristorante “La Pasta” e nel 1998 quello che porta il suo nome “Enzo”; entrambi i locali ottengono un enorme successo tanto da divenire in poco tempo un punto di riferimento gastronomico nella City.  Successivamente vive esperienze in Germania, sulla nave da crociera Princess, in Florida, a Disney World, a Dubai quindi poi definitivo ritorno a Londra dove apre la “Scuola di Cucina e di Chef Siciliana” sia per adulti che per  ragazzi. Lo rende famoso nella capitale inglese un suo show televisivo di cucina siciliana in onda sul canale BBC oltre che un libro realizzato in collaborazione con il collega italiano Aldo Zilli. Negli anni novanta lo Chef lancia in Italia una catena di ristoranti con il nome “Pizza Doc”. La sua cucina siciliana è apprezzata da celebrità di tutto il mondo. Lo Chef Enzo Oliveri, recentemente nominato Presidente della <Associazione inglese cuochi italiani>, cortesemente mi dedica volentieri alcuni minuti del suo tempo prezioso.

Sig. Oliveri, quando da ragazzino qualcuno immancabilmente le chiedeva cosa avesse in mente di fare da grande, per caso già da allora rispondeva <lo chef>? …

“No di certo, diventare Chef era  allora una meta irraggiungibile, dicevo  che volevo comunicare la mia cultura attraverso la cucina, senza capire il significato delle parole”…… Continue reading “Da Londra a Ustica: Enzo Oliveri, Chef palermitano di fama internazionale, a giugno al Villaggio Letterario.”

Il Dalai Lama ritorna a Palermo dopo oltre venti anni. Il programma delle iniziative


CONFERENZA STAMPA: martedì 9 maggio alle 10 – Palazzo Comitini | Palermo

Il Dalai Lama ritorna a Palermo. A distanza di oltre vent’anni da quella straordinaria visita che lo vide giungere su invito del Comune di Palermo, Sua Santità il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatso, leader spirituale del Tibet e Premio Nobel per La Pace, sarà in Sicilia dal 16 al 18 settembre, prima a Messina e poi a Palermo. La visita fa parte del tour italiano che porterà il Dalai Lama anche in Toscana, a Firenze e Pisa.

Martedì prossimo (9 maggio) alle 10 a Palazzo Comitini, in via Maqueda, il sindaco Leoluca Orlando e il segretario di Sua Santità, Mr. Ngodup Dorjee incontreranno la stampa per presentare la visita e il programma di manifestazioni previste.

La visita a Palermo è organizzata dal Comune di Palermo con la collaborazione di Nadia Speciale per Barbera & Partners e del Ven. Massimo Stordi per Associazione Sangha Onlus, con il sostegno del Centro buddista Muni Gyana.

Fabio Citrano | Comune di Palermo | 366.5897317 |ufficiostampa@comune.palermo.it
Simonetta Trovato | 333.5289457 | simonettatrovato@libero.it

La giornata Mondiale della Poesia


Giorno 21 Marzo si è svolto a Palermo presso lo Spazio Culturale della Libreria Macaione, il prestigioso evento dedicato alla Poesia.

Organizzatore attento e scrupoloso è stato il Poeta Nicola Romano, assiduo frequentatore dell’Isola di Ustica dove spesso trascorre lunghi periodi di riflessione e di creazione.

Tracce indelebili della sua lirica sono rimaste scritte sui muri dell’isola, come questa indimenticabile ed intensissima: “Ho cercato la luna tra i gorghi e le pietraie, poi l’ho trovata al Sud dei tuoi silenzi”.

Ospiti dell’Evento sono stati il Prof. Marco Anello, Provveditore agli Studi di Palermo, il Dott. Andrea Marchione, Console Onorario della Repubblica Ceca a Palermo e il Prof. Domenico Drago, Biologo Marino, già Ricercatore presso la Facoltà di Scienze dell’Università degli Studi di Palermo, il quale ha presentato, su richiesta dell’organizzatore, la relazione introduttiva evocando Poesia, Fotografia e Mare e recitando la poesia Il Mare e le Campane di Pablo Neruda.

Oltre 50 i Poeti presenti, ognuno dei quali, ha recitato poesie proprie e di altri autori inondando lo spazio con parole cariche di sentimenti, che hanno reso mistico l’evento.

Questo era l’intento del Poeta Nicola Romano che è riuscito, con il suo entusiasmo, ad armonizzare tutte le anime presenti in un unico coro: quello eterno della Poesia.

Allora, per saperne di più, abbiamo chiesto a Continue reading “La giornata Mondiale della Poesia”

Domani si inaugura a Palazzo Sant’Elia, la mostra nata dal contest su Palermo arabo normanna


CONTEST SULL’IMMAGINARIO ARABO-NORMANNO: IN MOSTRA I LAVORI VINCITORI
PALAZZO SANT’ELIA – PALERMO  
19 APRILE > 3 MAGGIO

Palermo si guarda allo specchio, e si vede bella. E con lei, Monreale e Cefalù, anime del percorso racchiuso nel sito seriale arabo normanno. La bellezza dei nove monumenti scelti dall’UNESCO ha attirato l’attenzione di chi, armato di macchina fotografica o telecamera, pennello, matita e fantasia, ha deciso di partecipare al contest “Immaginario Arabo-Normanno”, bandito dalla Fondazione Unesco Sicilia. Il risultato è stato molto al di sopra delle aspettative: sono giunti 186 lavori, tra scatti, video, disegni, modelli, studi di mosaici, persino una ricetta e un gioco di ruolo. Ogni partecipante ha interpretato a suo modo, secondo la propria creatività, il concetto di UNESCO, patrimonio, monumento, sito. Con una prima selezione sono stati scelti 50 lavori, gli stessi che compongono la mostra che si inaugura domani (mercoledì 19 aprile alle 17) a Palazzo Sant’Elia (via Maqueda), a Palermo, dove resterà fino al 3 maggio (visite dal martedì al venerdì, 9,30 >18, sabato e domenica 9,30 >13,30. Ingresso libero)

In mostra dunque, sono esposti i cinquanta lavori che hanno ricevuto il maggior numero di “like” sulla pagina Facebook della Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia: tra questi, venti foto e altrettanti tra illustrazioni, tele e disegni; sette video e tre sculture. Inoltre, gli elaborati presentati da dieci scuole, scelte tra le trenta che hanno partecipato al contest; per loro è previsto un premio speciale “Community Unesco” rivolto alle comunità scolastiche. I lavori, riconosciuti dalla giuria di qualità, saranno premiati con abbonamenti ai prossimi cartelloni del Teatro Massimo, Teatro Biondo ed Orchestra Sinfonica Siciliana.

L’accoglienza alla mostra è resa possibile grazie ai ragazzi dei Licei Regina Margherita, Vittorio Emanuele e Garibaldi che stanno portando a termine un progetto Alternanza Scuola-Lavoro sulla valorizzazione del sito UNESCO, in partenariato con la Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia.

Ufficio stampa Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia
Simonetta Trovato
Cell. 333.5289457
simonettatrovato@libero.itufficiostampa@unescosicilia.it

 

manifesto concorso ok

 

 

 

 

PATAGONIA – LA FINE DEL MONDO – 21 aprile 2017 ore 18 – AUDITORIUM RAI PALERMO


Nel sud dell’Argentina e del Cile si estende verso l’Antartide una terra vastissima e scarsamente abitata che dalle infinite pianure del versante Atlantico svetta nelle altissime cime delle Ande e si rompe in centinaia di isole sulla costa del Pacifico. Numerosi ghiacciai sono facilmente visibili, alcuni sono addirittura abbastanza accessibili: uno tra tutti il Perito Moreno, una delle meraviglie naturali del pianeta. Fino alla metà del XX secolo, la Terra del Fuoco, all’estremità meridionale della Patagonia, era abitata da popolazioni indigene appartenenti a diversi gruppi etnici, tra cui i Selknam e gli Ona.  Prima della loro completa estinzione, i loro costumi sono stati descritti, fotografati e filmati da diversi testimoni, tra cui Padre Alberto De Agostini, la cui collezione di oggetti oggi è esposta nel museo di Punta Arenas in Cile, e l’antropologa franco americana Ann Chapman, cui dobbiamo minuziose descrizioni delle complesse cerimonie di iniziazione denominate Hain.

Marcella Croce. Dopo una laurea in letteratura inglese all’Università di Palermo, ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Università del Wisconsin. Per oltre venti anni è stata docente del Programma Elderhostel organizzato dal Trinity College (Hartford, CT USA) per studenti americani della Terza Età. Per conto del Ministero degli Affari Esteri è stata docente di italiano all’Università di Isfahan (Iran) e di Kyoto (Giappone). Ha pubblicato numerosi libri sulle tradizioni popolari siciliane. E’ docente e organizzatrice del semestre all’estero che gli studenti dello Union College (Schenectady NY. USA) frequentano a Palermo dal 2002. Dal 2011 è responsabile del Centro Studi Avventure nel Mondo di Palermo che organizza attività culturali relative al viaggio

Collegamenti Palermo/Ustica e v.v. – nuovo prospetto degli orari in vigore.


Download (PDF, 298KB)

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Palermo Giada Capotummino

La Partenza h.08.40 da Palermo non avviene mai puntuale perché ogni mattina il fiammetta deve andare a fare rifornimento prima di ripartire per Ustica. Ergo chi come me deve venire ad Ustica per lavorare non arriva prima delle 11 passate con grandissimi disagi anche per gli usticesi che devono ricevere un servizio. Forse è il caso di protestare anche per questo! Affinché gli orari vengano rispettati

Ustica, dopo un tentativo di attracco senza esito, a causa di una manifestazione di protesta in atto, l’aliscafo Fiammetta ritorna a Palermo


A causa di una agitazione in atto l’aliscafo Fiammetta ritorna a Palermo


L’aliscafo Fiammetta alle 21,39 ritorna a Palemo

Questa sera all’aliscafo delle ore 19,00 proveniente da Palermo, giunto ad Ustica,  non è stato consentito il normale attracco a causa di una agitazione in atto e che è programmata ad oltranza sino a quando non verrà assicurata, a detta degli organizzatori, la giusta corsa pomeridiana delle ore 17.15 effettuata da un mezzo veloce. È  stato consentito la discesa dall’aliscafo solamente ad una coppia e ad una signora che si è sentita male. L’aliscafo Fiammetta alle ore 21,39 è ripartito per Palemo

Riceviamo e pubblichiamo – Un progetto per combattere la mafia nelle scuole


Palermo – Un progetto per combattere la mafia nelle scuole. Martedì la presentazione con il sindaco Leoluca Orlando e Rita Borsellino

COMUNICATO STAMPA

Tra ombre e luci. Dall’oppressione della mafia alla libertà di vivere
Un progetto coordinato e rivolto ai giovani per favorire la diffusione della legalità

Conferenza stampa: martedì 28 marzo a Villa Niscemi

Favorire la diffusione della legalità e promuoverla tra i giovani tra i 14 e i 35 anni, attraverso il progetto “Tra ombre e luci. Dall’oppressione della mafia alla libertà di vivere” che si propone di combattere la mafia mettendo insieme dodici scuole di Palermo e provincia.

Il Progetto, finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, coinvolge cinque partner istituzionali, ognuno dei quali partecipa sviluppando un preciso segmento dell’iniziativa. L’Associazione Concept: Ideare, Progettare, Comunicare; il Centro Studi Borsellino; il Centro Internazionale di Documentazione sulle Mafie e del Movimento Antimafia; LINK, Connessioni per lo sviluppo turistico e culturale; Barbera&Partners.

Il progetto sarà presentato a Palermo, martedì 28 marzo, alle 10, nelle Ex scuderie di Villa Niscemi (piazza dei Quartieri 2).

Interventi del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, di Rita Borsellino e Angela Solaro (Centro Paolo Borsellino), Vincenzo Oliveri e Marcello Barbaro (CIDMA), Pasquale Aiello (CONCEPT), Nadia Speciale (Barbera & Partners), Anna Gaballo (associazione LINK).

Ufficio stampa
Rosaura Bonfardino | 328.5778745 | Rosalia.bonfardino@gmail.com
Simonetta Trovato | 333.5289457 | simonettatrovato@libero.it

 

 

Palermo, alla Biennale Arcipelago Mediterraneo, il progetto del Nobel Wale Soyinka. Sieni e Cuticchio uniscono la danza all’opera dei pupi

BAM | BIENNALE ARCIPELAGO MEDITERRANEO
[COLLOQUIA] per conoscere e ri-conoscere il Mediterraneo
Il progetto di Wole Soyinka approderà a Palermo 
[MUSICA] Martedì 7 marzo i Pupi di Surfaro &Jali Diabate

Un progetto su “The Grand Voyage: African Dispersal and Reclamations”, che coinvolgerà Palermo, Lagos e altri porti del Mediterraneo: ci sta lavorando il Premio Nobel Wole Soyinka e partirà proprio dal capoluogo siciliano che l’anno scorso lo ha investito della cittadinanza onoraria. Una sorta di “viaggio al contrario”, quello di Soyinka, una migrazione inedita che dal cuore dell’Africa condurrà fino alla Sicilia e da lì, all’Europa.

Wole Soyinka, una delle voci più potenti e impegnate d’Africa, ne parlerà oggi – lunedì 6 marzo, alle 17 al Museo delle Marionette Antonio Pasqualino, a Palermo – partecipando ad uno dei Colloquia previsti all’interno della Biennale Arcipelago Mediterraneo. Alla conferenza di Continue reading “Palermo, alla Biennale Arcipelago Mediterraneo, il progetto del Nobel Wale Soyinka. Sieni e Cuticchio uniscono la danza all’opera dei pupi”

The battle scene” Zouzak Theatre Company al Teatro Biondo

BAM – BIENNALE ARCIPELAGO MEDITERRANEO
“The battle scene” Zouzak Theatre Company
Teatro Biondo | 21 febbraio| ore 21 |ingresso libero 

Lontano e indecifrabile: difficile comprendere una realtà complicata come quella dei paesi del Medio Oriente. Difficile se si vive in Europa e se si seguono i conflitti soltanto dalle poche notizie dei telegiornali. Il progetto della libanese Zouzak Theatre Company è invece quello di rendere tangibile una situazione: anche per questo nasce “The Battle scene” , lo spettacolo diretto da Omar Abi Azar, di scena domani (21 febbraio) alle 21 al Teatro Biondo, ospite di BAM, Biennale Arcipelago Mediterraneo, il festival promosso dall’Assessorato comunale alla Cultura.
Omar Abi Azar – che oggi (lunedì 20 febbraio) partecipa ad uno dei COLLOQUIA della Biennale, intervistato da Alberto Stabile e Paola Caridi a palazzo Branciforte – è il fondatore dello Zouzak Theatre, compagnia molto apprezzata a livello internazionale, sempre presente nei cartelloni dei principali festival europei. Zouzak combatte ogni forma di asservimento al potere, sia esso istituzionale che non, ma è anche contro il silenzi, la distanza, l’essere semplici spettatori senza giudizio critico .
“The Battle Scene”, l’opera teatrale che la Continue reading “The battle scene” Zouzak Theatre Company al Teatro Biondo”

Montagne Palermo viste da Ustica


 montagne Palermo viste da Ustica
montagne Palermo viste da Ustica

PALERMO Capitale Italiana Cultura 2018. La dichiarazione del direttore di Unesco Sicilia, Aurelio Angelini


Download (DOCX, 140KB)

MUSICA CLASSICA. Integrale di Beethoven: domenica a Palermo, la pianista russa Anastasya Terenkova

COMUNICATO STAMPA
PALERMO CLASSICA: 12 pianisti per 32 sonate
l’Integrale delle sonate per pianoforte di Beethoven
Domenica 29 gennaio: Anastasya Terenkova

Descritta dalla rivista “Diapazon” come una “pianista incantevole”, Anastasya Terenkova è la protagonista del quarto appuntamento di Palermo Classica per il monumentale progetto dell’Integrale delle 32 sonate per pianoforte di Beethoven, eseguite da dodici pianisti in altrettanti concerti. Domenica (29 gennaio) alle 19 nell’ex chiesa di San Mattia ai Crociferi (via Torremuzza), a Palermo,  la giovane pianista russa eseguirà la “Sonata n.21, Op.53”, chiamata Waldstein (dall’omonimo conte a cui è dedicata) o L’aurora; quindi la “Sonata n.26, Op.81”; e le “32 Variations”.

ANASTASYA TERENKOVA

Anastasya Terenkova nasce a Mosca, inizia a suonare il pianoforte a sei anni alla Special Music School Mosca Gnessin, ed esegue il suo primo recital a 11 anni. Nel 2001, si iscrive al Conservatorio di Parigi di Musica e Danza, dove completa la sua formazione classica – con prestigiosi corsi post-laurea come “Perfectionnement” – studiando con Georges Pludermacher, Francois Frederic Guy e Itamar Golan (musica da camera) e dal 2004 con Jacques Rouvier. Ha partecipato a masterclass con Vladimir Krainev, Dmitri Bashkirov, Philippe Bianconi, Dominique Merlet, Aldo Ciccolini e Christophe Eschenbach. Inoltre ha sempre lavorato con Rena Shereshevskaya. Si è esibita presso l’Auditorium du Louvre, Théâtre des Champs Elysées, Invalides, Auditorium du Musée d’Orsay, Cité de la Musique, Salle Cortot di Parigi, il Rachmaninov Hall del Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, UNISA Gran Concert Hall di Pretoria, Lindor Auditorium di Johannesburg, il Centro Aaronoff a Cincinnati, Mannes Concert Hall di New York, Palazzo delle Arti Reina Sofia di Valencia, e Sejong Performing Art center, Seoul. Anastasya è anche una musicista da camera e da molti anni collabora con il violoncellista Georgi Anichenko. Recentemente, Anastasya Terenkova è stata tra i protagonisti di “Au clair de la lune”, documentario di France 2 che indagava la giovane generazione di pianisti europei. Il suo primo CD da solista, dedicato a Scarlatti, Chopin e Musorgskij,  è stato pubblicato nell’autunno del 2010.

PROSSIMO CONCERTO

Il programma di Palermo Classica continuerà domenica 5 febbraio con un pianista tedesco, il primo uomo della rassegna: Ulrich Roman Murtfeld, innovativo e insolito interprete, amante delle note da Bach alla New Music. Eseguirà la “Sonata n.4, Op.7”, la “Sonata n.27, Op.90” e la “Sonata n.30, Op.109”. L’appuntamento aperto al CHA sarà il sabato precedente (4 febbraio) alle 19,30.

I biglietti (da 11,50 euro; abbonamenti da 35 euro) sono acquistabili presso l’Accademia Palermo Classica in via Mariano Stabile 273; online sul circuito Box Office Sicilia; la sera stessa del concerto alla Chiesa di San Mattia dei Crociferi. Info: www.palermoclassica.it.

Ufficio stampa Palermo Classica
Simonetta Trovato – 333.5289457