Surfing Glass. Un concorso per le scuole per promuovere l’uso e il riciclo del vetro


Un Concorso per illustrare i benefici dell’utilizzo del vetro: “Surfing Glass” è promosso dalle Associazioni italiane Assovetro (l’Associazione Nazionale degli Industriali del Vetro) e CoReVe (Consorzio Recupero Vetro) con l’obiettivo di illustrare i benefici dell’utilizzo del vetro. L’idea è di usare Internet come mezzo per far conoscere le qualità di questo materiale prezioso e migliorarne l’utilizzo quotidiano.
Il Concorso si svolge nell’ambito del Protocollo d’Intesa sottoscritto da Assovetro con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca).

La scadenza per partecipare è venerdì 12 aprile 2019.

Potranno partecipare al concorso le classi Quarte e Quinte delle Scuole Primarie e le classi Prime, Seconde e Terze delle Scuole Secondarie di I Grado italiane, statali e paritarie. Sono ammesse le singole classi, non le Scuole, né  singoli studenti. Possono partecipare, in via autonoma l’una dall’altra, più classi della medesima Scuola. La partecipazione è totalmente gratuita.

Le classi partecipanti dovranno prima rispondere ad un questionario a risposta multipla sulle caratteristiche dei contenitori di vetro – ogni risposta corretta comporterà un punteggio affidato alla classe – e poi potranno accedere alla parte creativa. Potranno attingere al materiale didattico presente sul sito. La parte creativa consiste nell’invio di un messaggio tramite il sito dell’evento che si dovrà rendere virale attraverso i profili social. Chi riuscirà a promuovere meglio il proprio messaggio, potrà vincere un premio.

I premi previsti consistono in una    Gift card del valore di euro 1.200     (per le 2 classi – una Primaria e una Secondaria – prime classificate);     2 Gift card del valore di euro 600     (per le 2 classi – una Primaria e una Secondaria – seconde classificate);     2 Gift card del valore di euro 300     (per le 2 classi – una Primaria e una Secondaria – terze classificate);     1 Gift card del valore di euro 300     (per la classe che avrà ottenuto in assoluto il maggior numero di condivisioni).

Per informazioni e modalità di partecipazione cliccare qui

Fonre: Associazione InformaGiovani

Promuovere le risorse storiche e culturali usticesi


[ id=19969 w=320 h=240 float=left] Sabato 26 Ottobre, alle ore 16:00 il Presidente del Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica, Vito Ailara, ha guidato una visita del Museo Archeologico Comunale “Padre Carmelo Seminara”, molto partecipata.

Un percorso lungo la preistoria della nostra isola a partire dal Neolitico, al Vilaggio Fortificato dei Faraglioni del Medio Bronzo, agli insediamenti Romani dal II sec. a.C. al V sec. d.C., che ha suscitato molto interesse tra i visitatori.

Erano presenti anche i consiglieri del Centro Studi Felice Longo e Giacomo Lo Schiavo.

La visita rientra nell’ambito di una programmazione del Centro Studi che prevederà altri appuntamenti durante tutta la stagione autunnale e invernale.

Una programmazione che avrà come protagonista la comunità dell’isola, sia giovane che meno giovane, con lo scopo di promuovere le risorse storiche e culturali Usticesi.

Cordialmente
Giorgio Tranchina
Addetto Stampa Centro Studi e Documentazione Isola di ustica

[nggallery id=805]

Ancora Piccoli iniziative per promuovere Ustica


Bisogna tenere presente che qualsiasi Entita’ ( tipo Pro Loco o similari suggerita ad Ustica gia’ piu’ volte ) che tende a proteggere gli interessi di cittadini e specifiche categorie ( commercianti ecc..) dovrebbe essere legalizzata con responsabili e amministratori.

Qualche mese fa fu suggerita l’idea di colorare i massi frangionde della banchina Sailem ( non tutti ) con colori vivaci e vari in modo da rendere originale e allegro l’arrivo-impatto del turista, offrendo un bel colpo d’occhio ( stile Caraibi ) nuovo anche a chi ritorna.

Si era anche suggerito di camuffare il mastodontico ( e’ l’aggettivo abbastanza ? ) edificio militare, esistente nella strada della Mezzaluna, con alberi o Murales ( era prevista una visita nello scorso dicembre, di “Muralisti” di una scuola di Palermo che sarebbero stati ad hoc, cosa e’ successo ? ).

E sarebbe una ok idea di ri-scrivere alla Falconiera ” Benvenuti ad Ustica ” nello spazio che ancora esiste. Questi sono tutti miglioramenti fattibili con relativo poco lavoro, tempo, risorse e volontariato.

Si era menzionato anche di creare altri “solarium”, di “ritoccare” tutti quelli esistenti nell’isola, che ormai sono corrosi dagli elementi e il camminarci su rappresenta un pericolo ed azzardo che puo’ causare infortuni gravi ( mozione anche presentata dal Consigliere Caserta al Sindaco ).

Si era prospetata l’idea di eliminare lo scivolo alla “Caletta ex acquario” che la porterebbe allo stato originale, elimando anche la cadente costruzione o destinarla ad altri usi ( ristorante ecc..).

E creare nuove scalinate, tipo quella a Cala Sidoti, per permettere l’accesso via terra ad altre spiagette come quella accanto ai Faraglioni, incantevole ma purtroppo ignorata per l’inaccessibilita’e che allegerirebbe il traffico turistico e locale allo Spalmatore.

Siamo ancora ad Aprile e il tempo per alcuni di questi lavoretti c’e’. Se appena meta’ di queste piccole opere vengono realizzate siamo a buon punto, il resto si puo’ fare l’anno venturo. Come si vede le idee ci sono ed il supporto viene anche dalla California addirittura da oriundi come Marlene Robershaw ( Manfre’, Bertucci, Rando) che a maggio ri-visitera’ Ustica e siccome e’ professoressa di Piano vorrebe suonare l’Organo in Chiesa.

Agostino Caserta

 

Un contributo per promuovere Ustica


Cari Signori,

purtroppo non mi sarà possibile oggi essere presente alla riunione presso il centro accoglienza, ma voglio lo stesso dare un contributo elencandovi alcune mie idea per promuovere Ustica:

1) Formulare un pacchetto, con prezzo univoco per tipologia di struttura, ad esempio:
A) – un soggiorno in albergo ad Ustica per una settimana € …..;
B) – un soggiorno in Appartamento/Residence ad Ustica per una settimana € …….;
C) – un soggiorno in B&B ad Ustica per una settimana € ……;

Considerando la possibilità di omaggiare il biglietto (come accennava Antonio Iorio) di andata e ritorno dall’isola per Palermo o Napoli, sfruttando in toto o in parte i suddetti fondi.

2) Organizzare delle singole escursioni e pacchetti di escursioni per un minimo e massimo di persone , che potranno essere venduti anche ai turisti “Fai da Te” e non solo a chi ha acquistato un pacchetto che include sia il pacchetto soggiorno che il pacchetto escursioni. Affinché sia plausibile la realizzazione del centro informazioni (info Point), è consigliabile che tale centro si occupi di diversi servizi, quali: dare informazioni di carattere generale, occuparsi della vendita dei pacchetti di cui sopra, vendere materiali come gadget dell’isola, T-shirt, borse, etc…. Tutto questo garantirebbe al turista un servizio completo, creando non solo immagine, ma anche una pubblicità per le attività pubbliche e private dell’isola.

3) Attraverso i fondi che riusciremo ad intercettare, si potrebbe realizzare una campagna pubblicitaria, sfruttando i nuovi mezzi di comunicazione che ci consentirebbero di arrivare dritti ad un target di clientela e ad un bacino di utenza mirata, che si presuppone possa essere sia in termini di età che geografica, interessata ad una vacanza sull’isola.

Ottenendo una doppia efficacia, visibilità e immagine dell’isola e promozione delle offerte vacanze. Sarebbe meglio fare un video (spot) con l’aiuto di Claudio La Valle e con l’ausilio dei tanti video che lo stesso Claudio ha in archivio, e realizzare un spot che dia il giusto risalto alle bellezze dell’isola, con all’interno le offerte vacanze.

4) Riproporre la manifestazione “Ustica L’isola da Vivere” che come ho scritto in un precedente intervento è volta sia all’intrattenimento che alla valorizzazione dell’isola.

Un saluto
Vincenzo Pizzurro

P.S. E’ naturale che le escursioni subacquee rientrano nei pacchetti escursioni.
Bisognerebbe organizzare qualcosa per l’intrattenimento e il divertimento dei bambini, con attività ludiche dal tema marino, teatrale etc, cosi da invogliare le famiglie con figli a trascorrere le vacanze ad Ustica, e avere allo stesso modo il tempo la possibilità di fare un immersione , mangiare una granita e perché no! una bella cena a lume di candela, consapevoli che i propri figli si stanno divertendo.

Buon lavoro
Vincenzo Pizzurro

^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

Dear Vincenzo, sorry to hear you werre not able to attend the meeting. You have such good ideas for Ustica. A suggestion: go on the internet and look at the websites for every place in the world. Ustica needs something like that. You have Ustica.com which is very good to show what is interesting on the island. And also a good blog of Salvatore Militello, but these are not enough !!
Most websites have Italian and English, both, and contacts for all the hotels etc.
On our trip we will first go to Capri and Positano, and we got all the information on the web. We know just where everything is and the hotels already booked.
I hope you will be able to help your Island of Ustica.

Ciao, Marlene Robershaw -Manfre