Ustica, Corso di Avviamento al Salvamento e Pronto Soccorso in acqua


Meritato riposo, ora è tutto pronto per la cena…


 Meritato riposo, tutto pronto per la cena
Meritato riposo, tutto pronto per la cena

COMMENTO

Da Fiesole Rosalba Crociani

Che piacere vedere Pina a la nonna Giulia!!! Un bacione a entrambi siete sempre nel mio cuore !!!

Attivazione formazione Volontari Pronto soccorso Comune di Ustica

COMUNE di USTICA

Ustica 17-12-12

Albo Pretorio

AVVISO AI CITTADINI

 OGGETTO: Attivazione formazione Volontari Pronto soccorso Comune di Ustica

Il corso che questa amministrazione, d’intesa con l’Assessorato Regionale alla Sanità , che era stato organizzato, riguardante un corso di formazione in primo soccorso e blsd per volontari usticesi, che successivamente potrebbero essere adibiti, con modalità che verranno stabilite successivamente, al trasporto infermi a mezzo ambulanza, lo stesso e’ stato rinviato il 15 e 16 gennaio 2013, sarà presieduto dal dr Sebastiano Lio, dirigente ad interim del Servizio 10 e diretto dal dr Calogero Alaimo, coordinatore infermieristico della centrale del 118 di Caltanissetta.

Quanti interessati sono invitati a presentare entro il 07.01.13, richiesta di adesione all’ufficio Politiche Sociali della scrivente amministrazione. Ovviamente sarà cura degli stessi aderenti all’iniziativa documentarsi sull’effettivo svolgimento dell’incontro

Il Sindaco
Aldo Messina

 

Un “Pronto Soccorso” per l’ambulanza – Riceviamo e pubblichiamo


[ id=15521 w=320 h=240 float=left] Salutiamo con piacere l’arrivo della nuova autoambulanza, ma consigliamo di rimuovere la “vecchia” che giace da qualche giorno, in avaria, nei pressi di una curva in una strada pubblica di campagna. Non è certamente una bella immagine, così come non lo era il Minibus in pessimo stato, da rottamare, parcheggiato in una via di Palermo con la scritta “Comune di Ustica”.

INFORMAZIONE – spostato Corso Pronto Soccorso


Il Corso di pronto soccorso è stato spostato da giorno 11 al giorno 18 e 19.
Avviso importante per quanti erano stati invitati con nostra precedente comunicazione

Aldo Messina

Informazione


Confermato corso di pronto soccorso domani ad Ustica

Aldo Messina

^^^^^^^^^^^^^

Da Ustica Giusy Alaimo

Scusi Sig. Sindaco ma dove si svolgera’ il corso e a che ora? E per coloro che non possiedono un PC a quale ufficio devono rivolgersi?

Grazie

Giusy Alaimo

Salvato dal Pronto intervento dei Vigili del Fuoco


[ id=9381 w=320 h=240 float=left] – Ha rischiato di morire annegato il 52enne N.B. che questa mattina, nella caletta dell’acquario, nonostante il mare mosso, ha voluto, con maschera e pinne, fare il bagno.

Il mare mosso e la forte corrente lo hanno trascinato al largo, impedendogli di raggiungere la riva o aggrapparsi a qualche scoglio.

Fortunatamente il pronto intervento dei Vigili del Fuoco, con l’aiuto di una corda lanciata dall’Assistente di P.M. Pietro Ventrice , è riuscito a scongiurare il peggio. Era presente sul posto anche la Capitaneria di Porto.

Trasportato al pronto soccorso, la guardia medica, dopo aver prestato le prime cure necessarie, ha richiesto, per motivi precauzionali, intervento dell’elisoccorso che è arrivato alle ore 12,00

Ustica: Pronto Soccorso e Vigili del Fuoco


Sarà riattivato il prossimo 27 giugno il servizio dei volontari dei Vigili del Fuoco di Ustica che torneranno attivi 24 ore al giorno. Inoltre il 18 luglio per gli stessi sarà realizzato, sempre ad Ustica, come preannunciato, il corso di Pronto Soccorso. E’ quanto è emerso da un colloquio tra il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Palermo, ing. Gaetano Vallefuoco ed il sindaco di Ustica, Aldo Messina.

” Va così avanti a ritmo serrato il progetto ( innovativo per le isole minori) di nuova sanità ad Ustica. Come promesso in pochi mesi i medici di continuità assistenziale hanno frequentato la prima parte del corso di emergenza sanitaria, è stato inaugurato l’ambulatorio di odontostomatologia, si sta preparando un personale efficiente e competente per condurre le ambulanze, è stata raddoppiata la presenza d anestesisti in servizio attivo presso la camera iperbarica ed infine si è predisposta l’idea progettuale per partecipare ad un bando europeo(scadenza 18 luglio) per riammodernare la piattaforma sita ” al semaforo” ( come da indicazione del Consiglio comunale). Resta sempre in piedi la richiesta di personale infermieristico.

Speriamo solo che la somma di 2.000 euro, destinata appunto all’assicurazione ed al vestiario dei volontari di protezione civile da adibire alla guida dei mezzi, sia sufficiente. Sarebbe un peccato fare fallire questa idea progettuale sulla quale l’amministrazione si è spesa molto”

^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Ustica Mariangela Licciardi

…….a ritmo serrato….mi vien da sorridere scusate! ma ci sono voluti “SOLO” 250 anni affinché Ustica avesse una parvenza di pronto soccorso, eppure dovremmo essere felici e dovremmo ringraziare qualcuno? Scusami tanto Aldo ma ci prendiamo in giro? Con tutto l’affetto che mi lega a te devo e voglio proprio dire come la penso… Si è bello tutto questo, che finalmente c’è o ci sarà un servizio sanitario più efficace ma non si possono dimenticare le difficoltà che abbiamo vissuto e che continuiamo e continueremo a vivere. A tal proposito vorrei in breve raccontarti e raccontare un episodio accaduto a me personalmente che sa di barzelletta.

Siamo ad Ustica, appunto, primi giorni di agosto 2006, alle 23 circa mi reco al sevizio di guardia medica in cerca d’aiuto poiché mio padre era in preda a forti dolori sotto addominali e grave emorragia, la guardia mi risponde che dovevo andare da un urologo… e a suo dire così mi congeda. Io insisto e le ricordo che non sono al policlinico di Palermo ma ad Ustica e che l’unica che può e deve aiutarci è lei, la guardia medica… cosi per accontentarmi viene con me, inietta un antiemorragico (tranex) da me richiesto e se ne va… non vuole più tornare nonostante la continuassi a chiamare e a dire che il problema non era risolto ma lei risponde che non ha nulla da fare al che mi vedo costretta a disturbare il Dott. Scalisi responsabile del presidio sanitario locale che immediatamente chiama la guardia che quasi costretta ritorna e costatano insieme l’assoluta necessità di chiamare il 118… Il resto lo sai perché sei andato tu stesso a far visita a mio padre ricoverato al Cervello.

Questa è la nostra realtà e tanto altro ancora che ci si potrebbero scrivere tomi e tomi…. Bronchioliti neonatali scambiate per raffreddori anche perché manca un ambulatorio di radiologia, allergie respiratorie scambiate per bronchiti… una macchina ecografica che nessuno utilizza a meno che non c’è la Ginecologa, ogni 15gg, tempo permettendo e quindi se per esempio hai minacce d’aborto devi comunque spostarti a Palermo per verificare la stabilità della gravidanza… tanti tanti disagi che non sono legati certamente solo alla nostra insularità ma più che altro al cattivo svolgimento del lavoro di ciascun responsabile in merito…. dalla regione alla provincia al comune, per essere buoni!!! Anche queste cose avremmo avuto da dire all’assemblea cittadina ”mancata” del 28 maggio scorso

 

 

 

Ustica: Un pronto Soccorso guida?


Si avvia a definitiva soluzione l’organizzazione del Pronto soccorso ad Ustica.

E’ quanto emerso dall’ incontro che ha avuto luogo presso il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco ed al quale hanno partecipato il comandante dei VVFF, Gaetano Vallefuoco , il direttore sanitario dell’ASP 6 , Annarita Mattaliano con il responsabile dell’emergenza, Vincenzo Prestianni ed il sindaco di Ustica, Aldo Messina.

Il comandante Vallefuoco ha dato il via libera all’impiego dei volontari dei VVFF per le situazioni di emergenza e trasporto infermi anche nelle condizioni di accompagnamento con i sanitari dei pazienti. Ha inoltre comunicato che a tal fine i volontari dei VVFF frequenteranno ad Ustica uno specifico corso di preparazione all’emergenza sanitaria detto Tecnica di Primo Soccorso( TPS). Lo stesso corso che frequentano i Vigili professionisti e che ha consentito di salvare molte vite umane ad esempio nei casi di incendi o di dispersi in montagna.

Resta ora da definire l’ organizzazione dell”emergenza medica ed a tal fine sarà l’ASP a formare i professionisti. Sarà garantita la presenza di un infermiere e di un primo laboratorio analisi.

” Stiamo creando un modello di emergenza che probabilmente sarà utile guida per le altre isole minori”

Ustica: Vicina Assistenza Piano Pronto Soccorso ed infermieristica

comune-ustica-5COMUNE DI USTICA: COMUNICATO DEL SINDACO

E’ vicina la soluzione del problema dell’assistenza di Primo Pronto Soccorso e dell’assistenza infermieristica ad Ustica

E’ il risultato raggiunto a seguito della Conferenza di Servizio che ha avuto luogo mercoledì 15 presso l’ufficio di Pianificazione Strategica dell’Assessorato Regionale alla Sanità ed al quale hanno partecipato i dirigenti regionali Dino Alagna e Lorenzo Maniaci, la direttrice Sanitaria dell’ ASP (ex ASL) 6 , dr Mattialiano, il direttore sanitario di Ustica, Mariano Scalisi, il sindaco di Ustica, Aldo Messina ed il Vice Sindaco, Giuseppe Caminita.

L’incontro ha avuto luogo a seguito di una richiesta del sindaco di Ustica e con l’interessamento di S.E. il Prefetto, Giuseppe Caruso, con la quale si evidenziava che era inammissibile il non avere affrontato problemi di vitale importanza come quello dell’autoambulanza, dell’assistenza infermieristica, del centro prelievi per effettuare gli esami di sangue, del centro di primo soccorso e dell’emodialisi specie in estate. Ricordiamo che solo grazie alle proteste dell’amministrazione comunale e sempre grazie al coinvolgimento del Prefetto, l’Aeronautica Militare ha eseguito ad Ustica questa estate i lavori di illuminazione della elisuperficie utilizzata anche dagli elicotteri del 118.

Alla Conferenza di servizio il dr Mariano Scalisi ha fatto il punto sulla situazione, confermando i gravi disagi per gli utenti ma anche lo spreco di risorse dovuto alla cattiva organizzazione.

“ Con la nostra amministrazione- afferma il sindaco di Ustica, Aldo Messina, dopo la visita ad Ustica dei due precedenti manager dell’ASL 6, Giancarlo Manenti e Salvatore Iacolino, abbiamo ottenuto l’apertura dei laboratori specialistici di cardiologia, otorino, oculistica, ginecologia, geriatria e psicologia. Si sono anche organizzati screening gratuiti per la prevenzione dei tumori alla mammella, osteoporosi, malattie epatiche nonché uno screening pediatrico” . “Ora è il momento- continua Messina- di puntare sulla richiesta di un primo PTE ( Presidio Territoriale Emergenza) con medici preparati a tale tipo di interventi”.

“ La popolazione chiede- afferma il vice sindaco Giuseppe Caminita- anche la possibilità di effettuare i prelievi di sangue senza dovere andare a Palermo e di avere un infermiere a casa se è necessario avere praticata un ‘endovena o una flebo”

L’amministrazione regionale e quella sanitaria locale si sono dimostrate sensibili alle problematiche esposte. Rinviato il solo punto dell’emodialisi, si è concordata l’istituzione di un PTE aperto 24 ore e, ovviamente, tutti i giorni, in grado di soddisfare sia la continuità assistenziale che il primo soccorso. L’equipe medica, probabilmente la stessa che ha operato con analoghe competenze su Lampedusa, sarà supportata da un infermiere che sarà in grado di garantire anche i prelievi di sangue e l’assistenza infermieristica. Sarà infine inviato sull’isola un apparecchio per gli esami emato clinici. Ovviamente le figure dell’attuale guardia medica risulterebbero in esubero.

Relativamente alla guida dell’ambulanza i funzionari hanno rilevato che nelle altre isole anche molto grandi come Lipari, il servizio è affidato alle locali associazioni di volontariato.

“ L’amministrazione comunale- ha detto Aldo Messina- vuole incentivare la diffusione della cultura del volontariato e mi sono già recato presso gli uffici del dipartimento regionale di Protezione Civile Regionale per studiare e modalità di richiesta d’iscrizione nel registro delle organizzazioni di volontariato di cui al DPRegione 12/01. Per garantire nelle more il servizio ho chiesto al comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, dr Vallefuoco, l’impiego dei vigili usticesi”.

Polipo pronto per l’insalata


[ id=3076 w=320 h=240 float=center]