Invito per manifestazione d’interesse per l’affidamento senza rilevanza economica del servizio diretto al miglioramento ed alla salvaguardia del territorio.


Download (PDF, 775KB)

Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


“Se la risposta tarda, non rattristarti, pensa a quanta strada può fare la domanda.”

GIANCARLO.STOCCORO

Aforismi, citazioni, Proverbi… del giorno


???????

Chi dice ciò che vuole deve aspettarsi in risposta ciò che non vuole.
Euripide

Riceviamo e pubblichiamo – “libera” risposta a Salvo Tranchina


Salvatore Militello  (12)Ho condiviso il tuo post, per poterlo commentare e far conoscere il mio pensiero su quanto da te scritto.

Leggo delusione ed amarezza nelle tue parole.

In questi anni non sono mai intervenuto, da amministratore del gruppo,  in alcun post e non ho mai cancellato post di nessuno. Ho sempre lasciato esprimere liberamente e democraticamente l’opinione di tutti ( anche se talvolta personalmente non condivisa) ed ho anche liberamente lasciato che chiunque si potesse iscrivere o cancellare dal Gruppo.

Qualche anno fa invitavo chi non si riconoscesse politicamente nelle finalità dichiarate e scritte del Gruppo a cancellarsi autonomamente, in piena libertà, senza rancore od offesa, anzi con maggiore rispetto per la lealtà mostrata.

Questa volta desidero intervenire solo per cercare di fare chiarezza che, ritengo, sia alla base di ogni rapporto duraturo.

Come ho dimostrato in questi anni pur non essendo stato eletto sindaco, per quei pochi voti che hanno di fatto diviso il paese a metà, non ho mai tradito la fiducia che la popolazione aveva ed ha ancora oggi nella nostra compagine ed ho collaborato con il Gruppo consiliare di minoranza nel rispetto dei ruoli di ognuno.

Siamo rimasti …   siamo rimasti ognuno di noi al nostro posto con i ruoli che democraticamente l’urna ci ha attribuiti senza alcun tipo di “inciucio” o di compromesso, nella nostra semplicità e lealtà.

Siamo la minoranza consiliare e le nostre proposte o osservazioni sono state quasi sempre battute a suon di numeri ( solo per i corti di memoria ricordo: le villette, il distributore carburante, il cimitero, il depuratore, la scuola, i trasporti,  solo per citare alcuni dei nostri interventi)

Sicuramente avremo anche sottovalutato altre problematiche, avremo anche potuto sbagliare ma siamo rimasti ai nostri posti e laddove vi era da chiedere scusa lo abbiamo fatto ( io personalmente l’ho fatto, con una lettera aperta al Sindaco, sul tema delle telecamere non condividendo sia il metodo sia la posizione assunta in consiglio da parte del gruppo di minoranza).

Abbiamo cercato di fare ciò che ritenevamo giusto ed utile per la Comunità e ciò che il nostro status minoritario ci ha consentito.

Il nostro principale obiettivo all’inizio del mandato consiliare è stato quello di cercare di unire il paese, lasciando lavorare, in santa pace, per più di un anno e mezzo l’attuale amministrazione ed addirittura da minoranza abbiamo anche approvato diverse deliberazioni che ritenevamo utili e che in parte rispecchiavano il nostro programma elettorale.

Tutto il resto la maggioranza ( il sindaco ! ) l’ha fatto da sola senza alcuna nostra sollecitazione.

Forse non siamo riusciti a farci capire ma ciò che abbiamo fatto, proprio in funzione dell’unione del paese, è stato lasciare lavorare tranquillamente la maggioranza proprio per non dare l’alibi del loro insuccesso.

Questa, per chi ha seguito le vicende amministrative di questi ultimi anni, è storia. Non ci stiamo inventando nulla, non abbiamo e non stiamo promettendo nulla.

In tutto questo ed in questi anni ho visto e letto solo pochissime proposte rivolte dai Cittadini, se escludiamo tra queste quelle relative ai trasporti.

Si preferisce leggere e commentare privatamente e mai assumere posizione su alcune tematiche. Talvolta addirittura si preferisce lasciare:   andarsene è molto più semplice del restare e credo che lasciando non si risolvano i problemi, non si unisce ma si continua a dividere.

L’unione del Paese ed il bene di tutti, a parole, siamo davvero in tanti a volerlo ma in pochi lo attuano.

Ringrazio Salvatore Tranchina per avermi dato lo spunto per dire ciò che penso, in piena libertà e senza alcuna retorica.

Libertà;  liberta nel rispetto degli altri, in autonomia e senza alcun preconcetto o pregiudizio !

Salvatore Militello

Articolata risposta di Salvatore Compagno al Sindaco Attilio Licciardi


 

Salvatore CompagnoSolo oggi, grazie a Usticasape, vengo a conoscenza di quanto, nei miei confronti, è stato affermato da Attilio Licciardi nel corso dell’assemblea cittadina del 17/10/2014.

Apprendo che per anni il Licciardi ha dovuto lottare con l’ostilità dell’Ufficio da me retto,“agghiuttennu vuccati amari”. Non è mia abitudine entrare in polemica, nè tanto meno accettare provocazioni, ma in questo caso è necessario ristabilire la verità totalmente stravolta.

Valga il vero:

Fin dall’inizio della sua sindacatura ritenendomi un “avversario dichiarato”, cosi lui afferma, si ebbe a  dotare di un consulente urbanistico nella persona dell’Arch. Aldo Carano,  facente  parte  della  nuova  generazione dei componenti del settore ambiente del PDS insieme a Carlo Simonetti, Laura Cobello (moglie di Simonetti) Nadia Spallitta, (così afferma il giornale “L’Inchiesta” nella pagina di Palermo il 23/9/1997) provocando, alle casse comunali, una spesa del tutto ingiustificata  al solo scopo, secondo lui, di poter condizionare il mio operato.

Per trentasette anni ho Continue reading “Articolata risposta di Salvatore Compagno al Sindaco Attilio Licciardi”

Riceviamo e pubblichiamo – Risposta petizione sensibilizzazione


 

Download (PDF, 392KB)

Riceviamo e Pubblichiamo – Assenza di risposta


Vittoria SalernoCon la presente il gruppo degli Amministratori di Ustica Democratica intende aggiornarvi sulla lettera aperta inviata ai consiglieri di minoranza del gruppo l’Isola.

Cordialmente Vittoria Salerno.

“Gli Amministratori di Ustica Democratica rendono noto che a seguito della lettera aperta indirizzata ai componenti del gruppo di minoranza l’Isola, pubblicata sul profilo facebook Ustica Democratica il 26 aprile 2014, non essendo pervenuta alcuna risposta si è ritenuto consegnare la stessa brevi mani il 29 aprile a Felice Caminita, Carmela Caserta, Francesco D’Arca e Silvia Basile. Attendiamo risposta. Tale nota è stata inviata per conoscenza a buongiornoustica e usticasape.”

 

Doverosa risposta al Presidente del Centro Studi Dott. Franco Foresta Martin


Caro Franco,

rispondo in ritardo alla domanda che mi hai posto , col tuo solito garbo, in una lettera del 18 gennaio da Te inviata a USTICA SAPE e titolata ” risposta multipla…”.Solo ieri sono riuscito a recarmi per una rapida visita a Ustica e prelevare copia di una lettera , che allego, indirizzata a Te, alla Soprintendente ai BB.CC.AA, e al Sindaco di USTICA in data 22 Agosto 2000 come da prot. del Comune.
La domanda che mi hai posto e’ la seguente:” Ritieni che la nostra presenza e attività in questi anni abbia rispettato o no lo spirito della vostra petizione che il vecchio Municipio fosse conservato” come luogo depositario della memoria storica della cittadinanza?
La risposta mi pare da me anticipata sin dal 2000 ed espressa nelle ultime due righe della lettera che allego con la cortese richiesta a USTICA SAPE di pubblicazione integrale. Addirittura ritengo di potermi vantare di essere stato il primo ad avanzare la proposta che il Centro Studi venisse ospitato presso il Vecchio Comune al primo piano e gli anziani al piano terra. Unendo idealmente GLI STUDIOSI DEL NOSTRO PASSATO – IL PASSATO ANCORA PRESENTE .
Data risposta, doverosamente, caro Franco, consentimi qualche considerazione: a mia memoria, e gli anni son tanti, non ricordo, neanche negli anni duri del primo dopoguerra, un disagio sociale di divisioni, di rancori, di prevaricazioni cosi forti. Nell’ambito di una crisi che investe il mondo intero, Ustica vive una sua crisi particolare che dovrebbe spingere tutti a fare blocco per tentare un recupero che, pur apparendo molto difficile, tuttavia spero ancora realizzabile.
Ustica, da molti anni ingiustamente associata al famoso DISASTRO AEREO, si e’ ritrovata improvvisamente alla ribalta nazionale come di una comunità che rifiuta la CULTURA! Abbiamo precedenti importanti; gli Usticesi che frequentavano gli insegnamenti dei colti confinati politici, il successo del CENTRO di CULTURA POPOLARE della seconda metà degli anni cinquanta, presso la mitica CASA FAVALORO. Oggi non si può additare Ustica come una comunità incolta che rifiuta la CULTURA. Il gesto sconsiderato (come diversamente definirlo) di un sindaco “forestiero” che dopo essersi pavoneggiato in varie occasioni in manifestazioni del Centro Studi per averne lustro e visibilità ( malattia assai perniciosa della nostra era) un mattino si sveglia e lo “sfratta” salvo qualche mattino dopo supplicare i cittadini di “pregare”, forse per mondarsi di tale colpa?
Di contro non posso fare a meno di rilevare proteste certamente esagerate e forse anche un po’… programmate!
In questo momento Ustica ha bisogno di un momento di riflessione e di percezione del disastro che incombe su di essa. Appare come un prato incolto dove a chiunque è permesso di entrare e pascolare. Fuori da Ustica gli estranei, i furbi e i portatori di odio!…
Facciamo le primarie, diamo ai cittadini la possibilità di scegliere il candidato sindaco che sia semplicemente una persona normale... Nel ricordo di una grande, Anna Notarbartolo, propongo la scelta di una donna, e’ impensabile che anche Ustica non abbia la sua Nicolini, battagliero sindaco di Lampedusa. Attorno si costruisca un gruppo di persone, tante donne, che abbiano voglia, tempo passione e libertà culturale.

Con Stima ed Amicizia
Angelo Longo
[nggallery id=638]

Risposta a mio nipote Giorgio (tacco)


Ho scritto ieri a giorgio tacco dicendogli:hai ragione sulla radice del male.Sai cosa si vociferava fino a pochi giorni fa’ in Italia;che le elezioni le potrebbe vincere Grillo e che avrebbe messo come presidente del consiglio,INGROIA,le banche, padroni dell’italia ed i giudici a gestire.Guarda tra poco potrebbero approvare, che per avere il premio di Maggioranza devi prendere il 42,55% sperando cosi di tagliare sia Grillo che Bersani tutto questo con l’aiuto di Napolitano.vedi che hai ragione e non credo che verrai smentito.

Per quanto riguarda OBAMA,se deve difendere la sua america non guarda in faccia nessuno,pero’ non c’è notizia che dica come fara’ a diminuire il deficit americano(600 miliardi di dollari).probabilmente a gennaio quando dovra’ affrontare il problema della riduzione del debito non essendo d’accordo con i repubblicani dovra’ aumentare tasse e ridurre i sevizi.vedrai inondera’ il paese di dollari(tanto ne puo’ stampare quanto ne vuole) il suo valore rispetto all’euro scendera’ e cosi aumentera’ l’esportazione fottendo l’europa che fino ad un anno fa’ la disoccupazione era al 9 % nel 2014 sara’ dell’11,8 %.Ma questo è un film che avra’ un brutto finale.Una notizia di ieri rimarcava che L’Italia ha visto salire le entrate tributarie del 3,8 % in un momento di crisi ti rendi conto che non ci stanno solamente tassando ma ESPROPIANDO e stanno dando la possibilita’ ai comuni in crisi di aumentare le tasse comunali,visto che non riescono a mettere in atto,risparmio e tagli.Pensa a fine dicembre quando si dovra’ pagare IMU,ACQUA,ELETTRICITA’ E TARSU, i vecchi come faranno e i disoccupati e a chi è andata male la stagione?Si mangeranno piu’ della meta’ della tredicesima dei lavoratori e quindi probabilmente avremo un Natale povero.FATTI UN GIRO PIU’ LUNGO IN EUROPA (sei ancora molto giovane),magari trovi qualcosa che ti fara’ riflettere se tornare in italia o no.Notizia di stasera è aumentato lo SPREAD a 365,vorrei capire di chi è stavolta la colpa…a si probabilmente poche tasse.Quindi in questo momento in Italia siamo in piena Recessione lo spiraglio di luce forse lo vedremo alla fine dell’anno 2014 non come dice Monti che vede la luce.Un abbraccione nipote mio ,spero che il tuo futuro e quello dei tuoi cugini e dei tuoi amici possa prendere un bello e corposo treno e cerca di non farti abbagliare da certi tromboni.

Giacomo Caserta

 

Trasporti: Ancora nessuna risposta dalla Regione…


Al momento nessuna novità dalla Regione Siciliana relativamente all’affidamento alla Compagnia delle Isole (ex SiReMar) dei trasporti via mare per Ustica, le Egadi e Pantelleria delle merci e merci pericolose che non possono viaggiare sui mezzi di linea. Stando alla missiva della Regione la risposta della compagnia di navigazione doveva giungere oggi entro le 10.00, si è chiesto un rinvio di tre ore, che sono scadute e nulla è dato sapere. Ad evitare che , mentre la Regione Siciliana , tra un proclama di autoincensamento che ricorda da vicino un deprecabile ventennio, lasci l’isola al buio, ci siamo attivati (su proposta del cittadino Salvatore Militello)affinchè il martedi ed il giovedi le merci pericolose viaggino con la motonave Isola di Vulcano, per motivi di sicurezza, senza passeggeri e che negli stessi giorni l’aliscafo SiReMar parta da Palermo alle 9.30 con i passeggeri e gli autisti dei mezzi di cui sopra. Al tempo stesso, non potendo attendere oltre, tra oggi e domani , dopo l’incontro che ho avuto stamane alle 12.00 all’Emergenza Rifiuti con il dirigente Domenico Michelon ed il liquidatore di Palermo Ambiente, Marco Ciralli, emetterò apposita ordinanza di protezione civile per autorizzare i nostri mezzi a scaricare i rifiuti nella discarica di Castellana, essendo quella di Bellolampo, come è noto, a causa degli incendi, inagibile , ben che vada, per un mese.”

Allego il telegramma che Traghetti dell Isole ha inviato alle autorità.

Aldo Messina

———–

N. TELEGRAMMA N.150352293351 inviato il 05 08 2012 ore 21,30

A PREFETTO DI TRAPANI – PIAZZA VITTORIO VENETO 1 91100 TRAPANI
PREFETTO DI PALERMO – VIA CAVOUR 6 90133 PALERMO
ASSESSORE ANDREA VECCHIO – ASSESSORATO INFRASTRUTTURE DELLA MOBILITA’ VIA LEONARDO DA VINCI 161 90145 PA
DOTT. VINCENZO FALGARES – ASS. INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITA’ VIA L. DA VINCI 161 90145 PALERMO
DOTT. PIETRO LO MONACO DIPARTIMENTO REGIONALE PROTEZIONE CIVILE VIA GAETANO ABELA 5 90141 PA

APPRESO DALLA STAMPA CHE LA PROTEZIONE CIVILE REGIONALE ABET MESSO A DISPOSIZIONE LA SOMMA DI EURO 4 MILIONI PER EMERGENZA ISOLE EGADI – PANTELLERIA ET USTICA SIAMO DISPONIBILI A RIPRENDERE FIN DA SUBITO I COLLEGAMENTI MARITTIMI AD UNA SOMMA INFERIORE E RISPETTANDO GLI STESSI ITINERARI ORARI DI CUI AI CONTRATTI CON LA REGIONE SICILIANA SCADUTI IL MESE SCORSO.

MITTENTE
TRAGHETTI DELLE ISOLE SPA
VIA AMMIRAGLIO STAITI 23
91100 TRAPANI

N.G.I. SPA VIA DEI MILLE 26 MILAZZO

 

Risposta alla nota del sindaco sulla pesca


Di seguito la risposta del consulente personale dell’on ministro alla pesca alla nota del sindaco inviata ieri

———-

Gentile Sindaco, trovandomi in presenza di molti funzionari comunitari mi sono permesso di inviare loro la vostra lettera, non è certo un inoltro ufficiale, ne si tratta di persone che possono decidere loro, solo per far conoscere la situazione in una opera di trasparenza e sensibilizzazione che sarebbe dovuta avvenire da tempo.

Stefano Cataudella

 

Consiglio Comunale del 05-03-2012 – Risposta Sindaco al Consigliere Caserta


Oggetto: Risposta del Sindaco all’interrogazione del Consigliere Caserta.

Il Presidente introduce l’argomento ed invita il Sindaco a relazionare sull’argomento.

Il Sindaco : riferisce che in merito alle interrogazioni presentate in consiglio sulla problematica in oggetto ha posto i Continue reading “Consiglio Comunale del 05-03-2012 – Risposta Sindaco al Consigliere Caserta”

Giuni Russo: La risposta del Sindaco A. Messina


Gentili,

continuo a leggere su Usticasape e Buongiornoustica note su “Ustica in memoria di Giuni Russo”.
Pertanto eccomi qui.

– relativamente all’intestazione di una via a Giuni Russo, ho inviato ai ” due blog usticesi ” ( Buongiornoustica e Usticasape) la circolare del Prefetto di Palermo. Non so se sia stata ricevuta( era piuttosto ” pesante”) , in ogni caso era di pessima lettura già in originale, non mi sembra sia stata pubblicata e comunque la sua lettura avrebbe evitato inutili polemiche, in quanto la stessa sancisce tempi e modi ai quali attenersi per l’intitolazine di una via Se altri comuni della Sicilia (ma non so se la Prefettura di Agrigento abbia formalizzato identica disposizione) il problema non è mio.

– Relativamente alla realizzazione di una statua, appare riduttiva l’affermazione della lettrice di Usticasape (utilizzando caratteri in grassetto, per evidenziare l’accentuazione dei suoi caratteri sovrasegmentali del linguaggio, ritmo, pausa edintonzione) più o meno ” il sindaco ci prende in giro, faccia la domanda alla Sovrintendenza se vuole”. Il fatto è che alla Sovrintendenza Regionale Beni Culturali non si presentano semplici domande ma progetti.

Pertanto l’iter è il seguente: i fans di Giuni Russo presentano al Comune di Ustica ( ricordiamo che questo Comune ha dei vincoli paesaggistici e non so se gli altri comuni citati abbiano le stesse limitazioni)una domanda per realizzare la statua, completa di progetto, sottoscritto da un architetto o ingegnere, con un disegno, misure, materiali, colore ecc. ,indicando la sede dove installarla. Escludo che gli uffici comunali posano fare questo in tempi brevi.

Ovviamente occorre anche indicare le modalità di finanziamento dell’opera. Se la realizzazione è a carico dei fans è molto più semplice. Se si prevede un finanziamento pubblico , credo potere escludere che questo provenga dal Comune di Ustica e forse sarebbe preferibile attivare un concorso di idee. In ogni caso se il finanziamento dovrà ” transitare” dai bilanci del Comune( anche se proveniente ad esempio da Regione o Provincia o altro) occorrerà aprire un capitolo di bilancio in entrata ed uno in uscita ( bilancio 2012, che dovrebbe essere approvato tra febbraio e giugno 2012).

Ciò premesso il progetto verrà vagliato dagli uffici comunali ( Legge Bassanini) su input delle forze politiche. Successivamente ( non a priori, signora Angela) sarò sottoposto al parere obbligatorio della Sovrintendenza BBCC e l’opera potrà essere realizzata.

– L’ipotesi di intitolare una sala mi era parsa la più immediata e la più conducente a dimostrazione della buona volontà dell’amministrazione. Tutte le difficoltà esposte nei punti precedenti non avrebbero motivo d’essere. Si è detto di dedicare a Giuni la Sala Musicale e non l’intero centro congressi perchè per quest’ultimo abbiamo già altre proposte. Ma anche per la semplice sala il dibattito che si è scatenato sui Blog sta facendo sì che anche questa ipotesi si allontani, stante che altri cittadini, che magari non scrivono sui Blog, mi hanno detto ” e perchè a Giuni e non a….”. Pertanto sarei dell’avviso, se realmente si vuole portare avanti l’idea, di accelerare i tempi e formalizzare la richiesta.

Ricordo infine che, al pari di Giuni Russo, hanno vissuto ed amato Ustica, anche se come confinati politici molti attivisti tra i quali Antonio Gramsci e Scalarini. Qui hanno espresso le proprie opere architetti del livello di Pigonati, Nicolò Palma e Venanzio Marvuglia,. La nostra chiesa custodisce un dipinto del D’Anna A New Orleans molte strade portano il nome di usticesi divenuti famori emigrando: Licciardi, Lauricella, Gallo, Manfrè. Certamente dimentico molti personaggi ( sono le 6.00 del mattino) che hanno reso famoso il nome di Ustica nel mondo intero.

A tutte queste persone Ustica non ha ancora dedicato una via, lo stesso per i giudici Falcone e Borsellino. Si è a questo fine istituita una commissione consiliare per la toponomastica

Non è quindi un problema di capire l’importanza di una persona, che, come Giuni Russo, è stata certamente grande, ma di inserirla in un contesto e stabilire delle priorità.

Questo si doveva, certo che comunque ognuno resterà con le proprie idee e continueranno inutili polemiche che contribuiranno solo a..fare in modo che tutto si muova facendo restare il mondo immobile.

Aldo Messina

^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Ustica Luigi Palmisano

Egregio Sig. Sindaco,

in merito all’ “omaggio” tanto discusso relativo a Giuni Russo, ritengo che noi usticesi non dovremmo farci scappare la possibilità di intitolare qualcosa di tangibile e visibile a questa grande artista. Questo piccolo “scoglio” era nei ricordi d’infanzia di Giuni Russo, e la invito a vedere uno spezzone di un docufilm del 2007 presente su Youtube intitolato “Giuni Russo – Mediterranea”, per vedere con quanto amore e nostalgia questa grande cantante ricordava la sua infanzia ad Ustica, terra d’ispirazione per il brano “Mediterranea”.

Per quanto riguarda l’intitolazione di una statua sarei il primo a versare una quota, capisco i vincoli paesaggistici di cui Lei parla, ma mi sovviene istintivamente il ricordo di quell’ammasso di lamiere arrugginite presente sotto la discesa del Passo della Madonna che sembrerebbe una statua…lì i vincoli non esistono?

E poi in tutto il mondo esistono statue o effigi dedicate a vari personaggi, e non credo che tutti questi vincoli paesaggistico-burocratici improvvisamente esistano solo per Ustica.

Mi sembra altresì riduttivo dedicarle un’aula (per la scarsa visibilità) ed eccessiva l’intitolazione di una via.

Ma, ovviamente con i dovuti tempi e le dovute autorizzazioni, penso sia un bel gesto quello di collocare una statua in sua memoria all’altezza dell’Ustica Hotel giù al porto (peraltro primo luogo d’approdo per i turisti), luogo in cui Giuni e famiglia soggiornavano durante l’estate, da cui assisteva all’ “alba che incendiava la nostra casa e il mio cuore”, citando i suoi versi. Nell’occasione si potrebbe invitare anche Franco Battiato, suo grande mentore: immagini per un attimo l’importanza artistica e culturale di questo evento, nel sentirsi fieri di essere usticesi nel ricevere ed omaggiare questi grandi artisti.

Ad essere sinceri mi rammarico nel leggere che il fan club di Giuni si sia amareggiato al punto di negare l’autorizzazione all’utilizzo del nome di Giuni da parte del Comune di Ustica.

E’ come se avessimo dato l’impressione di essere, come comunità, riluttanti e sordi nei confronti di ciò che è arte e cultura.

Pertanto, La invito di cuore ad interessarsi e fare il possibile per dedicare qualcosa di ben visibile e imperituro a questa grande artista, che non mancava mai di citare Ustica anche fuori dai confini nazionali.

Da usticese, Le sarei immensamente grato.

^^^^^^^^^^^^

Fan Club Giuni Para Siempre 

Gentile Sig. Sindaco,

dati i tantissimi personaggi che hanno resa famosa Ustica nel mondo intero, da lei menzionati, non le resta che dedicare la sala prove a codesti personaggi!

Dalle sue parole è chiaro che non ha capito che la statua l’avremmo pagata noi, eppure lo abbiamo scritto in tutti i modi! Perchè tira in ballo i “finanziamenti”?? Sono parole inutili, usate solo per creare equivoci. Sulla toponomastica, idem, abbiamo scritto e riscritto che avevamo capito già la prima volta, infatti non abbiamo insistito su una via, etc… Sig. Sindaco ci siamo amaramente pentiti di averla interpellata e riteniamo una gravissima offesa al buon nome di Giuni Russo la sua proposta.

Ribadiamo che da parte nostra scenderà il silenzio su questa cavilllosissima, improduttiva e sterile vicenda. Vi preghiamo di fare altrettanto.

L’Associazione GiuniRussoArte, unica avente diritto, da noi interpellata, dopo la sua lettera sotto riportata, nega qualsiasi autorizzazione a che il nome di Giuni Russo venga utilizzato dal Comune di Ustica.

Fan Club Giuni Para Siempre

www.giuniparasiempre.it

P.S. Sig.Mario Oddo, sposiamo totalmente le sue parole, però con tanto amaro in bocca diciamo: la sfortuna di tanti Artisti è quella di essere nati a Palermo? Naturalmente ci riferiamo alle Istituzioni, non ai cittadini. Nemo propheta in patria.

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Mario Oddo

Un ricordo ed un appello : eravamo intorno alla metà degli anni ’60, ero al “primo lavoro” nell’amministrazione di una camiceria a Palermo in Via Merlo 20 stradina che costeggia la famosa Chiesa di S.Francesco in pieno centro storico. Sede del laboratorio era il Palazzo Merlo (tanto antico che ne prese il nome la strada). Al piano superiore teneva lezioni di pianoforte e canto il maestro Ettore Gaiezza. Ogni giorno per le scale incrociavo una ragazzina che andava a prendere lezioni; spesso si scusava con me se i suoi insistenti gorgheggi potevano disturbare il mio lavoro. Era una certa Giusy Romeo quella che in arte poi sarebbe diventata Giuni Russo. Ed ecco l’appello: lasciamola riposare in pace facendo in modo, se possibile, che la burocrazia, quella che “uccide” i vivi non faccia la stessa cosa con i Morti.

 

 

 

 

Vendita distributore carburante – riceviamo e pubblichiamo


Signor Salvatore Tranchina,

ho letto il suo intervento sulla vendita del distributore di benzina e le devo confessare che il suo modo di porgersi nel dibattito è veramente biasimevole, di cattivo gusto e offensivo. Tenga presente, Signor Tranchina, che il Rag. Caserta non è suo fratello e quindi la contestazione andava fatta con dignitoso rispetto e non con toni spregevoli e autoritari riconducibili a persone malavitose, di cui lei non fa certamente parte. Vuole che io stia zitto? Bene, provi a convincermi, senza sintesi, della bontà della vendita e dei benefici ottenuti dalla nostra piccola comunità isolana.

Io la conosco poco ma mi rendo conto che Lei è una persona veramente sprovveduta in materia di analisi di fatti economici/finanziari. Il Sindaco Messina è pervenuto alla vendita del distributore di benzina perché collaborato da elementi come Lei, privi di fantasia amministrativa. Per rendersi conto che il Comune aveva una vera e cospicua risorsa finanziaria bastava cimentarsi in una piccola moltiplicazione, cosa che Lei ed altri sprovveduti collaboratori del sindaco non hanno saputo o voluto fare. In questo periodo, se si analizza il costo del carburante con annessi e connessi, l’attuale proprietario, con i nuovi prezzi praticati, ha un ricavo medio di circa 30 centesimi litro e quindi un utile lordo di 250/300 mila euro l’anno, o no Signor Tranchina? Averlo o non averlo questo denaro nelle casse del Comune per Lei evidentemente è la stessa cosa. Con quale denaro ora pensa, Signor Tranchina, di erogare servizi, aiutare i meno abbienti, realizzare opere utili al godimento del mare e fare promozione turistica? In realtà Lei vuole che a Ustica regni la povertà e che nessuno sia aiutato dal Comune; diversamente si sarebbe battuto per la non vendita. Io il mio dovere, e glielo posso assicurare, l’ho fatto. Ho portato in Consiglio l’argomento ma non sono riuscito a fare capire che il bene non andava venduto. Se i tre Consiglieri della mia compagine Tranchina, suo fratello, Ciaccio e Picone avessero votato contro la vendita, il Comune avrebbe ancora l’impianto e denaro da spendere. Invece abbiamo i vigili appiedati per avere rottamato i motori a loro in consegna senza procedere all’acquisto dei nuovi; abbiamo messo a riposo l’auto di servizio del Comune perché priva di assicurazione; abbiamo problemi per le divise dei vigili e abbiamo problemi per la rimozione dell’erba secca lungo la strada di Tramontana, ecc. ecc.

Cerchiamo ora di capire in quale situazione versavano i conti del distributore nel periodo in cui Lei rivestiva la carica di Assessore e quindi elemento della Giunta, organo operativo e responsabile dei disservizi in seno al Comune. Con tanta enfasi Lei asserisce che qualcuno deve adoperarsi per farmi capire tale situazione. Io al riguardo la ringrazio e le dico che ciò di cui sono a conoscenza mi basta per poter liberamente interloquire chi è stato responsabile di avere creato i presupposti per la vendita del distributore e conseguente dirottamento delle risorse ai privati cittadini di Palermo. Se nell’ultimo esercizio il distributore ha dato un utile di 34.146 euro, come mai gli esercizi precedenti, che la vedevano protagonista come Assessore, hanno registrato le seguenti rilevanti perdite? Lo chiarisca a me e ai cittadini tutti non tralasciando di mettere in evidenza gli interventi operati per modificarne l’andamento da negativo in positivo, questo doveva fare un Assessore attento e non sbarazzarsi dell’impianto per una manciata di euro. Le indico di seguito i disastrosi dati contabili:

– Anno 2005 perdite di € 49.951;
– “ 2006 “ “ € 2.014;
– “ 2007 “ “ € 79.920;
– “ 2008 “ “ € 3.000;
– “ 2009 utile “ € 34.146 (Grazie all’affidamento del servizio al dipendente Caminita che peraltro praticava prezzi di vendita con margini di utili minimi)

Tenga anche presente che il Comune e i miei e suoi concittadini pagano ora il carburante 20 centesimi in più dei cittadini palermitani. Come mai Signor Tranchina? Sono questi i prezzi da praticare o c’è qualcosa che non gira? Ora mi rendo conto anche che alla fine è stato meglio vendere per non parlare più del distributore, delle sue perdite e della cattiva amministrazione della cosa pubblica. Io però e tanti altri nostri concittadini siamo ansiosi di conoscere la verità sulle perdite consolidatesi durante il suo impegno politico di Assessore e quindi Le chiediamo di svelarcela.

La saluto e attendo, sull’argomento, sue civili comunicazioni e non isteriche esternazioni.

Rag. Gaetano Caserta, Consigliere

 

 

Articolata risposta per Eliana

Carissima Eliana ,

non ho mai avuto il piacere di vederti sull’ isola …… e, ti assicuro, sono Isolana Usticese …. Ti dirò …. non mi sono stupita per niente del commento lasciato da te in merito alla mia lettera…… Quando voglio seguire una vicenda … anche io accendo il televisore …….guardo … ascolto …..ma ancora la BACCHETTA MAGICA NON CE L ‘HO .

Rispondo con piacere dicendo :

1 ) USTICA non è una VICENDA da seguire …..MA UNA REALTA’ DA VIVERE !!!!!!
2) Non ho mai, mai, mai detto che Ustica STA SPROFONDANDO ……. TI PREGHEREI DI RILEGGERE PER FAVORE ACCURATAMENTE AFFINCHE’ TU POSSA RISPONDERE E RIPORTARE IL MESSAGGIO TALE QUALE E’ , SENZA CAMBIARE ANCHE UNA SOLA LETTERA . COMUNQUE …. RITORNANDO AL DISCORSO HO SCRITTO CHE:
USTICA( E’ ) MORTA NON ( STA) !!!!!…….BEN DIVERSO DA QUELLO CHE SCRIVI TU ……
3) QUANDO USTICA VENIVA CHIAMATA LA PERLA ” NERA” DEL MEDITERRANEO , FORSE TU ANCORA DOVEVI NASCERE …….E SICURAMENTE NON E’ UN TITOLO ACQUISITO CON QUESTA AMMINISTRAZIONE !!!!!!
4) In quanto a linea blu , e uno mattina ……. Lascio alla tv lo spazio che trova … SE USTICA AVESSE AVUTO LA PUBBLICITA’ DI 10 ANNI FA ‘, A QUEST‘ ORA SAREBBE L’ISOLA PIU’ FAMOSA DEL MONDO .
5) Alzarsi la mattina e pulirsi il viso è qualcosa che tutti facciamo …… Ustica non deve essere ripulita e basta !!!!!
6) Che ben vengano le vie dedicate a persone che hanno lasciato un ricordo lavorando per Ustica ……. Ma un nome su una strada non puo’ che farci piangere al ricordo di queste Splendide e Valide persone …..……..CHE NON CI SONO PIU’……
7) Di scuole ristrutturate c’è poco da dire …… tanto e’ vero che l’edificio dell’ infanzia ha subito un crollo ….fortunatamente senza feriti .
8) Sulla sanita’ ancora c’è tanto da lavorare ……. per una visita pediatrica bisogna scendere a Palermo …… Certo si sono raggiunti traguardi anche importanti e per questo ringrazio chi di competenza …. Ma di qua a dire che finalmente la sanità funziona … ce ne vuole ancora di tempo e strada da fare ……
9) Non capisco di quali posti di lavoro parli …… a chi ? Dove ? Quando ? Su quali basi si assegnano posti di lavoro …… e con quali titoli … ?
10) Di randagismo …..per favore a me non ne devi parlare ……altrimenti non finirò mai di scrivere . Curo le bestie a mie spese ……. e ti assicuro sterilizzare quattro bestie ..non significa risolvere il problema .Sai a volte mi chiedo ……… come si possono curare gli animali se …….non si considerano neanche le persone ….va beh .
11) Lascia perdere il discorso “ case abusive “ . Se fossero soltanto le case ” abusive” sarebbe niente …. Perciò sorvoliamo e visto che non ce la possiamo prendere con nessuno ….prendiamocela con i CONIGLI !!!!!
12) Non capisco perché parli e fai riferimento sempre al Primo Cittadino …… come se gli altri non esistessero , come se io avessi puntato il dito su di lui . Ho parlato di amministratori… TUTTI …… insieme ….. perché e’ lavorando insieme che si raggiungono gli obbiettivi …… tu parli del Sindaco come se fosse lui e solo lui ….. Guarda che non è così …… adesso si che un dubbio mi viene ….non e’ che il sindaco ha voluto fare da solo in tutti questi anni …. NON CREDO ……. ottenendo quello che è stato un risultato pessimo !!!!! NO …NO…. Sai quasi quasi … …… Una Monarchia ? IL SINDACO …..……. IL SINDACO ….. il sindaco a linea blu ….. il sindaco sulle spiagge …… E tutti gli altri cosa sono …….Numero ?
13) In merito alla fortuna …….puoi soltanto esprimere il tuo pensiero …..
14) Ustica è in piena evoluzione da 9 anni come dici tu …… si vede e si sente anche nell’aria …… in EVOLUZIONE di REGRESSO !!!!!!

15) Per quanto riguarda la Perfezione ……quella lasciamola a Dio !!!!!!
16)Le colpe , lasciamole a chi le ha …….Senza puntare troppo il dito …..Sperando in una pronta confessione ……
17 ) Ti do un consiglio …… al posto di limitarti a seguire le vicende “ IN MODO MOLTO SUPERFICIALE ”…… vieni sul posto …….e li fermi tu I ” TURISTI INCIVILI “ COME DICI , perchè a me ancora il titolo di Vigile Urbano non lo hanno dato !!!!!

PS : SE VOLESSI VENIRE A TROVARCI TI RICORDO CHE NON ABBIAMO PIU’ NEANCHE L’ALISCAFO ( GRANDE EVOLUZIONE )……TRASFERITO ALLE EOLIE PER VOLERE DI CHI…… TI CONSIGLIO DI PROVARE QUELLO RIMASTO ……GUARDA E’ VERAMENTE UNA FAVOLA …….

O MAGARI INFORMATI PRIMA CON IL SINDACO COME SI VIAGGIA…… AH ……. DIMENTICAVO …….FORSE LUI DI QUESTO CAMBIO NON E’ STATO INFORMATO !!!!!!

conclusione :

Ho parlato nella mia lettera di BELLE FAVOLE … di STORIE INCANTATE …… Non ti nascondo che la tua è UNA BELLA FAVOLA ……PROPRIO UNA BELLA STORIA ……. CON UN BEL PROTAGONISTA !!!!!

PECCATO CHE ALLE FAVOLE ORMAI NON CREDE PIU’ NESSUNO !!!!!!

Gabriella Bertacci

 

^^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

Siamo orgogliosi delle nostre donne usticesi. Da parte mia un plauso a Gabriella Bertacci ragazza intelligente che prima e’ riuscita ad esprimere i propri punti di vista e dopo grazie anche all’appoggio di Carmelina Caserta e Tania Licciardi e’ riuscita a difendere con efficienza e classe le proprie posizioni.

^^^^^^^^^^

Da Ustica Gabriella Bertacci

Ciao Carmela , grazie per la tua presenza …. Grazie per essere un’attenta Usticese ….. e dico : ” non sei affatto confusa “……

con affetto Gabry

^^^^^^^

Da Ustica Gabriella Bertacci

Ciao Eliana , non sto qui a rispondere al tuo commento …inquanto mi sembri molto ….molto confusa …… Mi piace circondarmi di persone che hanno le idee chiare…. e tu questo non lo hai dimostrato…….
Non posso rispondere a persone che si pentono di quello che scrivono dicendo: “questo non l’ho detto “…….(infatti non l’hai detto ….l’hai scritto ). Cerchi di trovare risposte……. aggrappandoti a mezze verità…….

Ti volevo rassicurare ….. …….Tranquilla ……. Stai Tranquilla Eliana ……del sindaco ne hai parlato tu e soltanto tu ……. avrai i tuoi buoni motivi ……ma lasciamelo dire …..a me non interessano ……..!!!!

^^^^^^^^^^^

Galla Germania Josè Zagame

Ciao “di tutto e di piu’ ” Gabriella……:-) e’ vero la nostra classe e’ stata ben “allevata” dalla nostra carissima ed indimenticabile ………. vorrei trovare un termine adatto alla sua persona ma mi rendo conto che qualsiasi esso fosse non sarebbe adatto, quindi………!!!!!!!

Come possiamo dimenticarci dello scambio di lettere con i nostri compagni virtuali di classe di Milano (correggimi se la citta’ e’ sbagliata) un fatto non comune, altro che i professori o maestri d’oggi…. E’ proprio vero cchiu’ avanti imu e cchiu’ turnamu arreru cumu l’ammari…….!

Hai fatto bene a rispondere punto su punto al commento della Sig.ra Eliana, e’ ora che NOI USTICESI, risvegliamo l’orgoglio che per troppi anni e’ rimasto dormiente in noi giovani, facciamo sentire la nostra voce insomma; chi non vive ad Ustica o non lo e’ per niente, ebbene dico, se vuole contribuire al miglioramento del nostro scoglio che lo faccia criticando, ma non prendendo le difese di NESSUNO! Io gia’ mi sono espresso in precedenza in merito al fatto che non solo di questa amministrazione si tratta se l’isola da Perla nera del Mediterraneo e’ passata ed essere…………. la Pirla nera del Mediterraneo; Ho fatto iniziare infatti la caduta della stella USTICA, verso l’attuale degrado, attorno al 1998……chi conosce l’isola sa benissimo che dal ’98 ad oggi si sono alternate amministrazioni di C.S. e di C.D. !

Quindi concludo dicendo, si alle critiche costruttive, NO ALLE DIFESE A TUTTI I COSTI!
Gabriella, che dirti…onoriamo i valori che “GIUSI” ci ha inculcato sin da bambini, cerca di contagiare con il tuo entusiasmo piu’ coetani che puoi.
Ricambio l’affetto a me dimostrato;
Ciao e mi raccomando, fatti sentire; a ciaca ‘nto stagnu a tirasti, fai in modo di trovarne altre!

Jose’

p.s. Spero che la Sig.ra Eliana, capisca che la mia e’ solo una critica costruttiva.

^^^^^^^^^^^^


 

 

Mario Oddo: Doverosa risposta al Consigliere Gaetano Caserta

Egr. Consigliere Caserta, mi meraviglio che Lei non abbia colto l’evidente tono scherzoso, ricorrente in alcuni miei interventi su Usticasape, ricavandone addirittura un intento offensivo del suo ruolo istituzionale, … mi perdoni, Le riconosco molte qualità, che ho anche avuto modo di constatare sul Sito, ma in quanto a senso dell’umorismo è proprio messo male.

Quanto all’invito ad occuparmi di argomenti propositivi debbo purtroppo rilevare che non ha seguito negli ultimi tempi con la necessaria attenzione i miei ripetuti interventi su Usticasape esattamente a partire dal 15/09/’09 quindi evidentemente qualcosa Le sarà certamente sfuggito; a questo punto chiedo aiuto al mio computer fedele registratore dei “tasti” toccati: ho iniziato con lo scrivere sulla situazione anomala di un’Amministrazione allora del tutto “orfana” dei Consiglieri comunali; sono poi tornato sulla utilità didattica di istituire il “Consiglio Comunale dei bambini”; quindi sulla vendita della pompa di benzina (oggi musica per sue orecchie); poi sull’ invito più volte rivolto al Sindaco, a non dimenticare le figure di Armando Caserta e Biagio Patti al momento di intestare vie, piazze,moli o altro dell’Isola; a seguire sulla pulizia del Cimitero poi effettuata da un gruppo di encomiabili volontari, iniziativa partita dal Sottoscritto; e poi con l’invito alle competenti Autorità a provvedere alla installazione dell’illuminazione della pista onde consentire ai mezzi dell’elisoccorso agevole atterraggio e decollo in emergenza notturna e ancora sulla preannunciata tassa su scalini e terrazzini con riserve e perplessità sull’argomento; ho lanciata l’idea, purtroppo non raccolta, di un concorso a premiare il più bel balcone fiorito dell’Isola; da non dimenticare l’appello alle Autorità competenti affinchè l’Ufficio Postale di Ustica venga dotato di uno sportello automatico esterno per un agevole prelievo del contante senza fare stressanti code all’interno e fino a giorni or sono con tutte le mie forze ho evidenziato la necessità di istituire un “gruppo locale di volontariato” in grado di intervenire quando necessario a 360°, argomento giustamente ripreso dal recente intervento del Prof. Giovanni Martucci sul nostro Sito ed inoltre in cantiere: in concorso con altrI proponenti (in primis Nuccio Caserta) azioni di sensibilizzazione alla realizzazione dello svincolo da più parti suggerito per ovviare ai noti problemi viari e per finire (notizia in anteprima) al fine di dare ulteriore visibilità alla squadra di Ustica proporrò all’interno di un programma radiofonico da me condotto sul calcio dilettantistico di realizzareogni sabato pomeriggio un collegamento telefonico settimanale di presentazione della partita che si giocherà alla domenica, con un Dirigente/Tecnico/Giocatore. E

Lei questo me lo chiama disimpegno ? Ritengo e spero che alla luce di quanto

sopra rivedrà il giudizio severo espresso nei miei confronti. Come vede, disinteressatamente per puro amore verso l’Isola alla quale ho più di un motivo per essere legato, in silenzio faccio “l’ombra” anche se da quelle parti per raccogliere gratificazioni morali e materiali è più conveniente recitare il ruolo di “fantasma”. Questo “incidente diplomatico” almeno da parte mia non abbasserà di un solo centimetro il livello di stima che nutro nei suoi confronti.
Cordiali saluti Mario Oddo