Ustica decoro delle bandiere: nelle scuole come esempio


Ustica decoro delle bandiere: nelle scuole come esempio...
Ustica decoro delle bandiere: nelle scuole come esempio…

Riceviamo e pubblichiamo – Un progetto per combattere la mafia nelle scuole


Palermo – Un progetto per combattere la mafia nelle scuole. Martedì la presentazione con il sindaco Leoluca Orlando e Rita Borsellino

COMUNICATO STAMPA

Tra ombre e luci. Dall’oppressione della mafia alla libertà di vivere
Un progetto coordinato e rivolto ai giovani per favorire la diffusione della legalità

Conferenza stampa: martedì 28 marzo a Villa Niscemi

Favorire la diffusione della legalità e promuoverla tra i giovani tra i 14 e i 35 anni, attraverso il progetto “Tra ombre e luci. Dall’oppressione della mafia alla libertà di vivere” che si propone di combattere la mafia mettendo insieme dodici scuole di Palermo e provincia.

Il Progetto, finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, coinvolge cinque partner istituzionali, ognuno dei quali partecipa sviluppando un preciso segmento dell’iniziativa. L’Associazione Concept: Ideare, Progettare, Comunicare; il Centro Studi Borsellino; il Centro Internazionale di Documentazione sulle Mafie e del Movimento Antimafia; LINK, Connessioni per lo sviluppo turistico e culturale; Barbera&Partners.

Il progetto sarà presentato a Palermo, martedì 28 marzo, alle 10, nelle Ex scuderie di Villa Niscemi (piazza dei Quartieri 2).

Interventi del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, di Rita Borsellino e Angela Solaro (Centro Paolo Borsellino), Vincenzo Oliveri e Marcello Barbaro (CIDMA), Pasquale Aiello (CONCEPT), Nadia Speciale (Barbera & Partners), Anna Gaballo (associazione LINK).

Ufficio stampa
Rosaura Bonfardino | 328.5778745 | Rosalia.bonfardino@gmail.com
Simonetta Trovato | 333.5289457 | simonettatrovato@libero.it

 

 

Ustica scuole, hanno preso il via i lavori della Commissione d’indagine.

mario-bellavista-avvIl 2 Settembre u.s. il Consiglio comunale di Ustica ha istituito una commissione di indagine per effettuare accertamenti sulla sospensione dei lavori presso i plessi scolastici. Sono stati designati a farne parte Mario Bellavista in veste di Presidente, ruolo attribuito per statuto comunale ad un rappresentante della minoranza, Vittoria Salerno, Clelia Ailara e Renato Mancuso per la maggioranza e Patrizia Lupo, indipendente. La commissione, che ha la funzione di indagare sui motivi del blocco dei lavori e sulle eventuali anomalie della gara di appalto per farne un dossier e inviarlo alle autorità competenti, si è riunita giovedì 20 Ottobre c.a. sotto la presidenza di Mario Bellavista, il quale ha proposto un cronoprogramma che è stato condiviso da tutti i componenti della commissione e che prevede l’acquisizione di tutti i documenti più importanti relativi ai lavori e di tutta la corrispondenza intrattenuta fra comune, Rup, direzione lavori, ditta appaltatrice. Sono stati concessi agli uffici comunali 10 giorni di tempo per adempiere; dopo lo studio degli atti verranno convocate le suddette figure (Rup, direttore dei lavori, progettisti, rappresentanti della ditta esecutrice) oltre a chi sarà ritenuto di rilevante utilità. Sarà quindi redatto un documento riassuntivo dell’indagine con la segnalazione delle eventuali anomalie riscontrate.

Su nostro invito, il presidente della commissione Mario Bellavista ci ha rilasciato in proposito il seguente breve commento: “E’ certamente una condizione incresciosa quella di un Comune la cui unica scuola è stata resa inutilizzabile ed è con grande senso di responsabilità che ho accettato di ricoprire questo delicatissimo incarico. Cercheremo di comprendere come sia spiegabile che per ristrutturare un edificio di poche centinaia di metri quadrati si sia predisposto un progetto da più di 4 milioni di euro, così come cercheremo di avere spiegazioni sul ribasso offerto che, a quanto sembra, dovrebbe aver superato il 30% senza aver avuto fatto osservazioni. Sarà poi la volta della spiegazione della richiesta della variante in corso d’opera relativa al consolidamento della c.d. indiana che comporterebbe un ulteriore spesa di diverse migliaia di euro e che se di così rilevante importanza, incredibilmente, non era inserita nel progetto milionario. I responsabili delle varie fasi di progettazione, esecuzione e controllo ci spiegheranno la natura degli imprevisti e ci daranno contezza del valore attribuito all’opera. Almeno speriamo…”  La redazione di <Usticasape> nel ringraziare il presidente Mario Bellavista puntualizza che sarà ben lieta di ospitare ulteriori interventi sull’argomento da parte degli altri componenti la commissione Vittoria Salerno, Clelia Ailara, Renato Mancuso e Patrizia Lupo in forma congiunta o singola, qualora ne ravvisassero la opportunità.

a cura di Mario Oddo
(odmar@libero.it)

 

 

 

 

Ustica, zona scuole ed altro


Ustica, zona scuole
Ustica, zona scuole

Riceviamo e pubblichiamo – Ristrutturazione Scuole, Stato Avanzamento Lavori – “IMMOBILE”!…

Con determinazione del Responsabile del 5° Settore n° 83 del 03-05.2016 è stato deliberato di liquidare e pagare all’Impresa Spallina Lucio il 1° S.A.L (Stato Avanzamento Lavori) di complessivi € 278.346,82 (più di mezzo miliardo di vecchie lire) come “opere di rimozione e demolizione”, inerenti l’intervento di recupero e risanamento conservativo dei plessi scolastici del comune di Ustica.

 Ristrutturazione Scuole

SAL

Download (PDF, 171KB)

 

Ustica, ristrutturazione scuole – stato avanzamento lavori– FERMI !…


vanzamento lavori - fermi
Scuole, Ristrutturazione scuole – stato avanzamento lavori – fermi

Ustica, ristrutturazione scuole – stato avanzamento lavori – FERMI !…

COMMENTO

Dalla California Agostino Caserta 

Corre voce  che qualche “anomalia”  è in atto!

ristrutturazione scuola
Ustica, ristrutturazione scuola

Comune, case vecchie ristrutturate e scuole in ristrutturazione a “peso d’oro”


Comune, case vecchie ristrutturate e scuole
Comune, case vecchie ristrutturate e scuole

Scuole Ustica – Genitori in stato di agitazione


 

ScuolaDomani, in concomitanza dell’inizio dell’anno scolastico, i genitori degli alunni della scuola media e del liceo turistico inizieranno uno stato di agitazione per il regime di accorpamento che le autorità competenti vogliono attuare nelle suddette classi: prima e seconda media  e primo e secondo turistico.

La costernazione dei genitori è stata  segnalata, con lettera allegata, al Provveditorato agli studi di Palermo e per conoscenza al Ministero della Pubblica Istruzione MIUR  Roma – precisando che “nella malaugurata ipotesi le autorità competenti decidessero di mantenere l’accorpamento delle due classi tutti i genitori degli alunni dell’Istituto di Ustica sono concordi ad attuare delle forme di protesta ad oltranza… “

PB

Lettera al Provveditore 1lettera al Provveditore 2a

^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Angelo Tranchina

Numerosa e quasi totale la partecipazione dei genitori, sia della scuola media, sia del liceo. Si è deciso di entrare lunedì se si hanno notizie dal Preside che domani dovrà incontrasi alla Direzione Regionale scolastica col Dirigente…… Vedremo……

^^^^^^^^^

Da Ustica Angelo Tranchina

E semplicemente vergognoso pensare di accorpare bambini di diverse età con apprendimento diverso secondo lo stadio evolutivo dei ragazzi. Politici Italiani vergognatevi, tagliate i vostri stipendi e date la giusta importanza alla crescita psichica, psicologica ed evolutiva appropriata all’età.

 

 

Ustica, scuole e comune


 Scuole e comune

Il nostro blogger Davide Bombarda presenta il progetto scolastico contro le dipendenze “To Be Free”

Davide Bombarda to Be free

COMMENTO

Da Roma Davide Bombarda

Gentile Mino,
Le sue parole mi hanno commosso perché quando un anno fa scrivemmo il progetto non era un idea promossa dall’alto ma venuta, come ogni idea della nostra Onlus, da uno sguardo attento dei ragazzi. Le difficoltà intercorse non ci hanno mai fatto dubitare, anzi la cronaca continua a dare costanti segnali che il bisogno c’è. Droghe,alcool e fumo sono le dipendenze più note ma quanti ragazzi soffrono a causa di un cattivo rapporto con internet , azzardo, cibo. In questi giorni ,per lieto evento, passando per i corridoi del policlinico gemelli non potevo non pensare alle centinaia di ragazzi in cura proprio per dipendenze da nuove tecnologie in cura qui. C’è bisogno e noi nel, con umiltà, apriremo la porta a chiunque bussi perché non cada mai nell’oblio una richiesta. Ci può contattare a direttore@tobeformazione.org e possiamo iniziare il confronto se desidera il programma a Ustica.

Da Milano Mimo de Girolamo

Bellissima iniziativa a favore dei ragazzi di Velletri che coinvolge genitori ed insegnanti.Questo tipo di progetto ed altri similari a mio parere, dovrebbero essere estesi in tutte le scuole dei comuni italiani,viste le obbiettive difficolta’ generali unite a dipendenze varie e a mancanze di conoscenze di emergenze sanitarie che stanno vivendo la maggioranza dei ragazzi (e non solo loro !!).Di conseguenza potrebbe essere interessante estendere questo tipo di progetto testandolo in piccoli Comuni ( per esempio Ustica),dove la popolazione scolastica non e’numericamente elevata e quindi piu’ facilmente verificabile sulla sua efficacia. Complimenti al Sig. Giorgio Greci e al Sig. Davide Bombarda .