Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

“Il successo dipende dalla preparazione precedente, e senza una tale preparazione c’è sicuramente il fallimento.”
CONFUCIO

Sicily Web Fest 2016 – Un sogno di Riccardo Cannella divenuto realtà

Nuova LocandinaIl giorno 28 agosto si è conclusa con successo la seconda edizione del Sicily Web Fest, una tre-giorni dedicata a tutti coloro che intendano esprimere il proprio talento, la propria arte cinematografica attraverso il web.

Il Sicily Web Fest è stato un evento di grandissimo valore culturale, un vero e proprio punto di riferimento che ha dato, per il secondo anno consecutivo, prestigio alla nostra Isola, diventando un appuntamento imperdibile e da incentivare, perché rappresenta un buon volano propagandistico del nostro territorio, in quanto capace di ritagliarsi largo consenso e credibilità, sia a livello nazionale che internazionale.  Molti degli intervenuti, infatti, avendo trovato Ustica bellissima (ci si innamora facilmente), hanno chiesto ulteriori informazioni perché vogliono tornare con i loro amici/parenti.

Il Festival, diretto dal nostro giovane regista Riccardo Cannella, ha visto la partecipazione di 89 serie di alta qualità, con 26 premi attribuiti in base ad altrettante categorie, assegnati da una competente e attenta giuria composta da Chiara Bressa, Joël Bassaget, Piero Tomaselli, Massimo Arciresi, Simone Arcagni.

Il programma prevedeva:

– il 26 agosto la cerimonia di apertura del SWF, con aperitivo di benvenuto al Carpe Diem1 IMG_0126
–  il 27 agosto la degustazione di prodotti tipici usticesi (molto apprezzati),  preparati dalle abili mani di Maria Cristina Natale e di tutto il suo staff, nello scenario storico del vecchio mulino  e successivamente al Kiki’s Bar per la presentazione delle web series in gara;
– il 28 agosto la cerimonia di premiazione con festa di fine festival al ristorante Il Faraglione

Lo scorso anno, chiudendo il mio Continua a leggere “Sicily Web Fest 2016 – Un sogno di Riccardo Cannella divenuto realtà”

“Gramsci44”, un gran successo


 

gramsci-44-locIl primo spettacolo in assoluto di cui ha goduto chi sabato sera scorso ha scelto di assistere documentario-film “Gramsci44” è stato quello di vedere la grande sala De Seta ai Cantieri Culturali della Zisa dove è stata proiettata l’anteprima, gremitissima in ogni ordine di posti. Un’attesa che non ha deluso gli spettatori, tutt’altro, tanto che al termine della proiezione non hanno potuto fare a meno di tributare un caloroso, prolungato e meritato applauso al produttore, agli attori, allo sceneggiatore, al regista, a collaboratori/trici e maestranze tutte che di tanta professionalità, bravura, passione, cura e spirito di sacrificio hanno dato prova nella realizzazione delle non facili riprese; una collettiva citazione è dovuta alla giovane casa produttrice calabrese RAM, Film al regista Emiliano Barbucci alla sua opera prima; al protagonista Peppino Mazzotta nei panni di Gramsci che ha fornito dell’isolamento interiore oltre che fisico di Gramsci una magistrale interpretazione; ad Americo Melchionda, nella parte del fedele “compagno” Amadeo Bordiga; a Davide Cirri, il Piero Venura che con Antonio condivide la modesta stanza; nella finzione gruppo questo di “docenti privati”, il cui scopo era quello di consentire ai confinati di superare l’abbrutimento culturale attraverso l’alfabetizzazione e scolarizzazione ; a Maria Milasi, la tabaccaia; oltre che a Daniele Ciprì, direttore della foto; Alessandro Cartosio per la sezione documentaristica e infine l’usticese Mathia Coco per le foto di scena. Prima considerazione: chi in azione e chi dietro la macchine da presa, tutti si sono mossi in quel “set” naturale e suggestivo che ha dimostrato essere l’Isola di Ustica con le sequenze apparse paradossalmente “rumorose” quand’anche segnate da brevi e suggestivi silenzi spesso ricorrenti nel flimato. Seconda, nel plauso generale vanno “a pari merito” inclusi altri co-protagonisti del lungometraggio; determinanti allo sviluppo della narrazione infatti le “voci” di tanti, “vecchi per antico pelo” usticesi, di chi quei giorni di confino politico di Gramsci lo ha vissuto direttamente o di chi ha riferito episodi per notizie tramandate; ma hanno “bucato lo schermo” anche i loro volti, le cui espressioni da “verismo alla Verga” hanno riportato come meglio non potevano le sofferenze umane ed ambientali patite nell’isola in quel triste periodo. Onore al merito quindi a Vito Ailara, Nicola Longo, (Presidente il primo e Soci fondatori entrambi del Centro Studi e Documentazione Isola di Ustica) , Guido Alessandri, Nino Lo Schiavo, Vincenzo Caminita, Renato Mancuso, “Camillone” Padovani, Giovanni Zanca, Lia Petrossi, Ninetta Verdichizzi. Una citazione particolare va doverosamente accreditata al Prof. Salvatore Nicosia, Presidente dell’Istituto Gramsci siciliano, che per riconosciuta competenza ha arricchito le seguenze con approfonditi e pertinenti appunti critico-analitici su quanto documentato nel corso della proiezione. Tra i presenti, oltre a tantissimi usticesi residenti in Città o spostatisi per l’occasione dall’isola, a tanti soci e simpatizzanti del Centro Studi, notati alcuni tra i vertici regionali della sinistra siciliana, dell’Amministrazione comunale di Ustica, il Presidente del Centro Studi; grazie anche al cui sinergico “partneriato” e fattiva collaborazione è stato possibile realizzare “Gramsci44”. Il docu-film sarà distribuito sul territorio nazionale dal prossimo mese di Febbraio; la proiezione inoltre, così ha assicurato il Sindaco Attilio Licciardi, sarà calendarizzato ad Ustica nel corso del programma previsto all’interno della prossima stagione estiva ad Ustica a beneficio di residenti e turisti che non l’avessero visto. “Gramsci44” è un’assoluta occasione da non perdere; un bel film-documenario; peraltro “policromatico”: con gli occhi lo si vede a colori, col cuore in bianco e nero ….

a cura di Mario Oddo

 

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


 

Sindaco“Devo ammettere che io personalmente misuro il successo in termini di contributi che un individuo fa agli esseri umani suoi simili.”
MARGARET MEAD

Ancora un successo per Riccardo Cannella: a “Run Away” la miglior Regia


[ id=20612 w=320 h=240 float=left] IMMaginario Web Fest – I vincitori

Ultimo atto dell’IMMaginario Web Fest, la sezione di Festival IMMaginario (Perugia, 20-24 novembre 2013) dedicata all’innovazione e alla creatività. Tutte le webseries e i webdoc che hanno partecipato al festival si sono riunite questo pomeriggio per incoronare i vincitori del concorso indetto da IMMaginario.

L’IMMaginario Web Fest ha ospitato più di 300 creativi da tutta Italia. Con oltre 60 produzioni ha organizzato la più ampia rassegna di webseries del nostro Paese. Insieme ad una ventina di webdoc, 9 webmovies, piattaforme di crowdfunding, coworking, innovazione sociale…

I nomi dei vincitori sono stati decisi da una giuria composta da Alessandro Riccini Ricci, direttore artistico del festival, Alessandra Roncato di XL e Simone Arcagni di Nova24.

PREMIO WEB SERIES

– Miglior Webseries: The Usher, di Chiara De Caroli e Andrea Galatà
Miglior Regia: Run Away, di Riccardo Cannella
– Miglior produzione: Gli Abiti del Male, di Andrea Sgaravatti e Guido Geminiani
– Menzione speciale: Le cose brutte, di Ludovico Bessegato
– Miglior attori: The Pills
– Miglior soggetto/sceneggiatura/storia originale: La Buoncostume
– Miglior architettura interattiva e sistema social: The Usher, di Chiara De Caroli e Andrea Galatà

Fonte: www.immaginario.tv/festivalimmaginario/2013

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Ancora un riconoscimento per il nostro giovane usticese Riccardo Cannella che all’IMMAGINARIO WEB FEST  DEL CINEMA di Perugia è stato premiato come miglior Regista, dimostrando che la grande passione per il cinema ha basi molto solide. Siamo convinti che in futuro potrà regalarci altre spettacolari emozioni.
Bravo Riccardo!!!

PB

 

Recuperare la cultura dell’accoglienza – poche spese e grandi successi


[ id=19921 w=320 h=240 float=left] In merito alle navi da crociera, che sono arrivate e che continuano ad arrivare, mi corre l’obbligo di ringraziare e complimentarmi con Salvatore Militello per l’impegno che continua a profondere nell’incoraggiare le richieste di sosta ad Ustica provenienti dai responsabili dell’organizzazione di determinate navi crociera, in particolar modo nei periodi di bassa stagione; nel contempo chiedergli scusa per tutti coloro che a maggio di quest’anno avevano, in mala fede, bollato le iniziative come “propaganda elettorale” tesa a favorire la sua candidatura a Sindaco.

Le navi continuano a venire e l’ultima, in ordine di tempo , è stata la FTI Berlin Valletta (arrivata anche un paio di anni fa) che aveva a bordo 355 passeggeri e molti li abbiamo visti in giro ad effettuare compere.

La discesa a terra è stata emozionante e ci ha riportato lontano quando si sbarcava con le barche.

L’accoglienza non è stata ottima in quanto il servizio pubblico era assente e se non fosse stato per alcuni privati, con pulmini di cortesia, non ci sarebbero stati mezzi per accompagnare i visitatori in piazza .

Quel poco che si è visto (bravi Patricolo, Barraco e Palmisano Pasquale) è stato improvvisato, spontaneo ed è venuta meno la coordinazione.

Avremmo voluto vedere, in piazza o al porto degustazioni e vendita dei nostri prodotti tipici e artigianali con un paese più vestito a festa ed accogliente. Tanti anni fa, ricordo, sulle barche, in banchina o in piazza i turisti venivano accolti con la musica.

Mi sarei aspettato qualche appropriata iniziativa dall’associazione VisitUstica, molta attiva e presente in altre circostanze.

Intanto venerdì prossimo dovrebbe arrivare, tempo permettendo, la nave da crociera “Hamburg”.”…

Spero non ci faremo trovare ancora una volta impreparati!

Giovanni Palmisano (il Talebano)

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Dalla California Marlene Robershaw Manfrè

Wow, what a problem. I was so happy to see the photos of the cruise ship arrival in Ustica, but to hear of all the missed opportunities in Ustica is very sad !!! Someone listen to these voices of Giovanni Palmisano and Tommaso Licciardi !!!!! Sounds like no one listens or tries to change. This is so much like my first visit to Ustica in 2010, we were strangers in a strange place, and no one cared that we were there, except the Padre.

WAKE UP USTICA !!!!

Wow, che problema. Ero così felice nel vedere le foto dell’arrivo della nave da crociera ad Ustica, ma a sentire tutte le opportunità mancate ad Ustica è molto triste!!! A sentire Giovanni Palmisano e Tommaso Licciardi!!! Sembra che nessuno ascolta o prova a cambiare. È stato come la mia prima visita a Ustica nel 2010, eravamo stranieri in un posto strano, e a nessuno importava che eravamo lì, eccetto Padre Padre Lauro.

SVEGLIA USTICA!!!

^^^^^^^^^^^^^^^^

Da Mondovì Tommaso Licciardi

Caro Giovanni, di questo argomento ne parliamo ogni anno quando vengo in ferie ad Ustica, bisogna creare un ufficio sia del turismo o proloco, che lavori per dare un immagine turistica ad Ustica. Ovviamente senza l intervento della pubblica amministrazione che finanzia, i risultati non verranno. Il lavoro da fare è lungo e costante, bisogna creare recettivita’, accoglienza, strutture, guide turistiche, sistemare i siti archeologici, coordinare i diving, creare accesso al mare alle famiglie e non vietarli, come accade adesso, il secondo passo sarà quello di creare dei pacchetti turistici da proporre ai vari tour Operator o meglio farli creare a quest’ ultimi che hanno competenze e poi il mercato farà il resto.

Come sai il mio hobby è Consulente di Viaggi per uno dei più grossi tour Operator al mondo, che possiede 155 aereo mobili di proprietà, un mese fa uno dei responsabili Italia mi ha chiesto ha cercato di vendere Ustica, ma non è riuscito, poiché costava come andare ai Caraibi, mi ha chiesto di creare ( coordinare gli alberghi, i ristoranti, navi e aeri dedicati) un pacchetto da vendere on line, immagina la mia risposta……. Tutto si può fare lo sai, bisogna avere competenza e voglia di lavorare tutti per lo stesso obiettivo.

P.S. scrivo avendo competenze in turismo e una specializzazione post laurea in marketing, questo per tutti quei commenti fuori luogo.

Saluti

 

 

 

 

 

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Sindaco 2 (3)Il successo è l’abilità di passare da un fallimento
all’altro senza perdere il tuo entusiasmo.

Winston Churchill

Un successo per la Commedia “Si Sarpa”


[ id=10709 w=320 h=240 float=left] Il 26 Novembre è stato un successo per la commedia “Si Sarpa” di Vittorio Arnò che ha festeggiato il 250° Anniversario della 1ª Colonizzazione di Ustica, da parte dei liparoti. Il teatro- colmo di gente, con posti all’impiedi fino fuori- ha risposto con tanti applausi e molta emozione. Molti gli elogi fatti al regista ed agli attori da parte dei due Sindaci, del Dott. Mariano e dell’Amm. Pace. Toccante è stata anche la bellissima filastrocca sulle nostre origini, inventata sul momento dal Sindaco di Lipari Mariano Bruno. Il momento emozionante continua prima con il ricordo di due amici del teatro che ci hanno lasciato: Vito Zanca e Marcello Caserta; e poi con il dono, della cooperativa CIPREA, di due targhette rappresentanti le isole Eolie ed Ustica con la scritta: Gemellaggio Ustica Eolie/ 250° Anniversario della 1ª Colonizzazione di Ustica/ 6 Novembre 1761-2011 che i due sindaci hanno ricevuto. Infine, all’esterno del teatro, una grande scritta illuminata recante il numero 250° contornata da giochi pirotecnici, conclude la serata. Giorno 3 Dicembre vi sarà la replica nell’isola di Lipari. Chi si volesse prenotare per il viaggio del gemellaggio – dal 2 al 4 Dicembre, basta contattare Vittorio Arnò.

Prorogata sino al 21 Agosto mostra fotografica “Teresa Nicoletti, diva e donna”


[ id=9109 w=320 h=240 float=left] Grandissimo successo con straordinario afflusso di pubblico per la mostra fotografica “Teresa Nicoletti, diva e donna” negli scatti di Pucci Scafidi, Andrei Mosienko, Franco Lannino ed altri maestri della fotografia, in esposizione dall’8 agosto, presso il “Centro Accoglienza” in Piazza Umberto I ad Ustica.

In considerazione dell’elevato numero di visitatori, oltre 1000 solo nella prima settimana, tra i quali il Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo, il Comune di Ustica ha deciso di prorogare la mostra fino al 21 agosto, con ingresso libero ed orario continuato dalle 10 alle 24.

Moltissime persone ed alcuni fan hanno potuto incontrare il famoso mezzosoprano Nicoletti, alla quale hanno chiesto l’autografo e di farsi fotografare accanto all’artista.

Inaugurata già nel 2010 a Palermo, nel Palazzo delle Aquile, la mostra fotografica “Teresa Nicoletti, diva e donna”, è un doveroso tributo al mezzosoprano e compositrice di fama mondiale applaudita sui palcoscenici dei teatri di tutti i continenti della Terra : dall’Europa all’Africa, dall’Asia all’Australia, dal Nord America al Sud America.

Per il prestigioso evento, che ha il patrocinio del Comune di Ustica e della Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana, il mezzosoprano e compositrice Teresa Nicoletti ha ricevuto il “Premio della Presidenza del Senato della Repubblica Italiana” ed il “Premio della Presidenza della Camera dei Deputati”.

 

Inaugurata con successo la mostra fotografica “Teresa Nicoletti, diva e donna”


Presso il Centro Accoglienza, Piazza Umberto I, Ustica, lunedì 8 agosto, con il taglio del nastro è stata inaugurata dal Sindaco Aldo Messina la mostra fotografica “Teresa Nicoletti, diva e donna”, tributo al mezzosoprano e compositrice di fama mondiale applaudita sui palcoscenici dei teatri di tutti i continenti della Terra : dall’Europa all’Africa, dall’Asia all’Australia, dal Nord America al Sud America.

In 15 grandi pannelli Maestri della fotografia, quali Andrei Mosienko, Pucci Scafidi, Franco Lannino ed altri, hanno immortalato alcuni dei più suggestivi momenti della carriera della diva.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato molti turisti e vip presenti sull’isola. Tra i visitatori della mostra anche il Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo ed il Sindaco delle Isole Eolie Mariano Bruno, ai quali il Sindaco di Ustica ha donato una copia del cd “Mia Ustica”, Inno Ufficiale dell’isola.

Teresa Nicoletti, dopo l’intervento di apertura che ha preceduto quello del Sindaco Messina, si è intrattenuta con il pubblico che le ha dispensato complimenti e le ha chiesto l’autografo. Applausi e foto sono stati il corollario di un evento straordinario che rimarrà indelebile nella memoria di quanti vi hanno partecipato.

Durante la mostra si è ascoltata la voce della Nicoletti registrata in occasione di un concerto di arie d’opera tenuto in Australia e di un concerto di proprie composizioni originali tenuto negli Stati Uniti. I visitatori sono stati così condotti, attraverso la voce e le immagini, verso una suggestiva esperienza multimediale.

La mostra rimarrà in esposizione fino al 14 agosto, con orario continuato dalle 10 alle 24.

La mostra ha il patrocinio del Comune di Ustica e della Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana.

[nggallery id=363]

Conclusa con successo la prima edizione del “Riberelladays”


Un bilancio positivo, nonostante le difficoltà, è quello che emerge dalla prima edizione del Festival internazionale delle arance di Ribera dop. Trenta giornalisti e altre testate di notevole importanza. Nonostante il tempo, il concerto di Niccolò Fabi, anticipato da 20 band emergenti, ha attratto molti turisti da ogni parte della regione riempiendo piazza Duomo per tutta la durata fino a tarda notte.

La torta “Qas’at” è la vincitrice del concorso Dolce arancia. Anna Maria Amari di Ribera è stata premiata questa sera con un coupon per una settimana a Ustica in occasione della rassegna internazionale delle “Attività subacquee” dal 27 giugno al 3 luglio 2011.

“Le difficoltà ci sono state, come in ogni prima edizione. Il tempo non ci ha aiutato portando spesso nuvole cariche di pioggia – ha scritto Carmelo Pace, sindaco di Ribera – nonostante tutto, però, il nostro obiettivo è stato raggiunto. L’arancia di Ribera Dop e il territorio hanno avuto il risalto che speravamo, consapevoli delle difficoltà logistiche e di tempo, e ha accolto più di 50 giornalisti accreditati di stampa locale, nazionale, e di settore. Sulla base dell’esperienza appena maturata riproporremo Riberelladays per la seconda edizione il prossimo anno” ha concluso il primo cittadino riberese

Fonte: Agrigentonotizie.it

 

Ustica: Spettacolo teatrale “Il Bambino con il pigiama a righe”


Grande successo di pubblico allo spettacolo teatrale ” Il Bambino con il pigiama a righe”, presentato ieri sera ad Ustica da alcuni studenti dell’istituto Comprensivo di II grado “Saveria Profeta” di Ustica diretto dal prof Antonino Raffaele.

La rappresentazione, come è noto, è tratta da un libro di John Boyne dal quale è stato tratto anche un film. Dell’opera vanno apprezzati i valori morali che trasmette ed in particolare il risalto che dà all’amicizia ” oltre ogni barriera” sia essa fisicamente intesa (figurativamente, nell’opera, il filo spinato di un campo di concentramento durante la guerra mondiale) che psicologica (il bambino inteso come elemento non condizionato dalla società).

La manifestazione, che ha avuto luogo nei locali del Nuovo teatro Isola di Ustica, è il momento conclusivo del progetto PON F- 1d-FSE-2010-7 ” La scuola in recital”.

Il pubblico e l’amministrazione comunale (presenti alla manifestazione il sindaco, Aldo Messina, il vice sindaco, Giuseppe Caminita e l’assessore Anna Loriani) hanno ritenuto dovere ringraziare con un sentito applauso il docente esperto Salvino Calatabiano ed i tutor Paola Collura e Blanche Puccio.

[nggallery id=287]

Grande successo per “La lunga notte di Lipari”


Si è concluso nella giornata odierna il convegno “La Lunga notte di Lipari”, organizzato dal Centro Studi, per rievocare il lungo periodo del confino coatto nell’isola di Lipari.

Nella corso della seconda giornata si sono alternati giornalisti, scrittori e storici che hanno abilmente illustrato le condizioni di vita dei coatti nell’isola di Lipari e nella altre isole della Sicilia, segnatamente Ustica e Lampedusa.

I lavori diretti e coordinati da Paolo Mauri, socio onorario del Centro studi, si sono avviati con l’intervento brillante di Marcello Sorgi, che ha parlato della campagna politica per l’abolizione del confino coatto politico a Lipari e del ruolo della stampa (i giornali locali, La propaganda).

Particolarmente apprezzati dal numeroso pubblico presente all’interno della Chiesa dell’Immacolata, sono stati gli interventi di Vito Ailara, del centro Studi di Ustica, e Giovanni Fragapane , storico di Lampedusa, che hanno parlato delle condizioni di vita dei “relegati coatti e politici nelle Isole Siciliane: Ustica, Pantelleria, Lampedusa”.

Particolarmente interessante, inoltre, l’intervento della scrittrice e giornalista, Lidia Ravera, che ha trattato il tema “l’isola: dal confino al turismo, premio o punizione?” con ampie digressioni sugli scritti dell’anarchico Amedeo Boschi, confinato coatto a Lipari tra il 1894 ed il 1896, ripercorrendo la festività di San Bartolomeo ed i rapporti con la popolazione dell’isola.

Approfondito come sempre anche l’intervento dello storico Angelo Raffa, che ha trattato il tema: Un confino di classe e altre storie: testimonianze, spigolature, suggestivi richiami dalla colonia di Lipari e che ha rievocato la figura di Giuseppe Persiani, confinato del periodo fascista che ha trascorso buona parte della sua esistenza nell’isola di Lipari.

Per ultimo è intervenuto l’autore della monografia Giuseppe La Greca, che ha parlato in particolar modo della giornata del 28 agosto 1926 descrivendo gli eventi e lo stato d’animo che hanno portato alla rivolta gli eoliani ed alla distruzione della città vecchia che ospitava i confinati coatti all’interno della città murata.

Particolare menzione meritano, infine, la presidente dell’I.T.C. Conti, prof.ssa Tommasa Basile e le professoresse che hanno assicurato la partecipazione dei ragazzi ed hanno curato, insieme a questi ultimi, la ricerca che ha concluso i lavori del convegno.

Il Centro Studi ringrazia gli eoliani per la partecipazione, i rappresentanti delle altre isole siciliane, la RAI e gli illustri relatori che sono intervenuti.

Il grandissimo successo di questo convegno ci impegna, ci fa ripromettere, ci insegna e ci conferma che bisogna dar sempre voce alla storia, soprattutto alle sue pagine più tristi, per informare, per non dimenticare, ma soprattutto per evitare di risbagliare.

Lipari, 31 maggio 2010

a cura di Peppe Paino

Lipari.biz…