Ustica, panorama visto dalla Falconiera


Ustica, panorama visto salla Falconiera
Ustica, panorama visto dalla Falconiera

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

Uno dei problemi chiave di oggi è che la politica è una vergogna, la gente per bene non va al governo.

 DONALD TRUMP
^^^^^^^^^^^^
COMMENTO
Dalla California Marlene Robershaw Manfrè
Bravo per Donald Trump !!!! He is our great presidente, trying to help America !!! Marlene Robershaw, Manfre

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

Vergogna per chi deride la Bandiera. Amare la Bandiera non significa approvare tutto ciò che fa’ il Paese e la sua popolazione: è solo gratitudine per la Libertà.”

JOHN FITZGERALD KENNEDY

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


???????

Non mi sorprendo di vedere gli uomini malvagi, ma spesso mi sorprendo di non veder vergogna in loro.
(Jonathan Swift)

Ustica servizio minibus, una vergogna!…


E’ a dir poco vergognoso arrivare alla data odierna impreparati con il servizio di minibus.
Le persone non pensavano mai di dovere fare i conti con una storia del genere.
Come operatore turistico mi vergogno.
La giunta Messina ha comprato 4 minibus nuovi, che fine hanno fatto ???
Meno male che adesso c’è anche un responsabile del servizio……..
Le persone tutte a piedi con l’isola piena per questo week end.

Salvo Tranchina

Vergogna per l’umiliazione di un atto infelice.


f-c-8070a-alloro-su-salvagente-per-onorare-i-cadutiVERGOGNA!

E’ questa la sensazione che ho provato vedendo la foto postata su Ustica sape, che, in modo impietoso, immortalava il tributo che l’amministrazione in carica ha saputo riconoscere ai nostri caduti in guerra.

E, mi chiedo se anche loro non abbiano provato la stessa sensazione nel deporre ai piedi del monumento in memoria ai caduti quel “fac-simile”  di corona funebre.

Mi chiedo se si sono resi conto che quella offensiva corona doveva essere posta ai piedi del monumento che ricorda, a noi ed alle generazioni future, che è grazie al sacrificio della vita dei nostri caduti che oggi improvvisate classi dirigenti possono fregiarsi dell’appellativo di amministratori del bene pubblico, compresa la tutela della memoria storica.

Non riesco ad immaginare da quale mente eccelsa possa essere scaturita l’idea di onorare la memoria dei caduti in guerra con una ciambella di salvataggio in plastica colorata malamente di verde, adornata con sparuti rami di alloro distribuiti in modo superficiale ed abbelliti da un nastrino tricolore tolto da una medaglia dimenticata in qualche scatolone.

Mi chiedo e chiedo a “lor signori” se non abbiano provato un sincero sentimento di vergogna per l’atto irrispettoso e sacrilego che hanno compiuto.

Sarebbe stato meglio se avessero fatto come l’anno scorso dimenticandosi completamente dell’anniversario, almeno non avrebbero sommato all’indifferenza l’umiliazione di un atto infelice.

francesco-darca Francesco D’Arca
Consigliere Comunale di minoranza

Bandiere strappate, a brandelli e mal posizionate – una vergogna!


f-c-8067-bandiere-strappateSono Michele Manzitti, Vice Presidente A.N.M.I.G (ASSOCIAZIONE NAZIONALE MUTILATI ED INVALIDI DI GUERRA) Sezione Provinciale di Torino.
 Sono sconcertato, scandalizzato da una vessazione sacrilega che si perpetua nei confronti del simbolo istituzionale quale la “BANDIERA ITALIANA”.
Noto che tale condizione osservata, segnalata già in precedenza  ai preposti,  durante i brevi periodi di permanenza su questa splendida isola di Ustica, non è nuova. E pensare che sicuramente esiste una persona delegata a curare la condizione della Bandiera.
Addirittura osservo che una BANDIERA è legata, forse per nascondere ulteriore scempio. Osservando il misfatto che si perpetua mi vergognerei, se fossi nei panni di chi la dovrebbe rappresentare.
 Nell ‘ambito della fattispecie mi riservo di segnalare la problematica all’ autorità competente per i relativi provvedimenti.
Michele Manzitti

^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Ustica Angelo Tranchina

A memoria se non ricordo male, per le bandiere, c’è delegato e pagato a soldoni un dipendente comunale che certamente legge i commenti su facebook, sul blog Usticasape e sul blog l’Isola ma non fa niente per rimediare all’insulto del nostro simbolo nazionale, “la bandiera tricolore!”

Rappresentanti delle Istituzioni senza vergogna!…


Non è la prima volta che mi trovo a segnalare le pessime condizioni in cui si trovano le Bandiere che sventolano sulla balconata del nostro municipio e in particolare la Bandiera Italiana.

bandiera-strappata

Una bandiera strappata, a brandelli oltre a rappresentare una scarsa sensibilità istituzionale evidenzia il senso dell’abbandono che questa martoriata Isola vive da troppo tempo e le motivazioni sono riconducibili ad una cattiva gestione della cosa pubblica, frutto di incompetenza…

Il simbolo che dovrebbe essere l’orgoglio di un paese diventa un negativo biglietto di visita.

Segue…

Download (PDF, 80KB)

Aforismi, Citazioni, proverbi… del giorno


 

Sindaco  medio“Vergogna per chi deride la Bandiera. Amare la Bandiera non significa approvare tutto ciò che fa’ il Paese e la sua popolazione: è solo gratitudine per la Libertà.”
JOHN FITZGERALD KENNEDY

Riceviamo e pubblichiamo – Webcam “OSCURATA”… sindaco è una VERGOGNA!!!…


Telecamera oscurata

Riceviamo e pubblichiamo. “Ustica poteva campare benissimo… Vergogna!”


 

Troppo, rumore, per una normalità Io rido quando leggo: Portati i viveri ad Ustica con elicotteri. Perché  mancavano viveri di prima necessità? Le cipolle, le patate, le mozzarelle, la frutta, la lattuga, sono viveri di prima necessità? D’accordo con FARMACI E LATTE  PER I BAMBINI!!!! Questa è la vera cattiva pubblicità per Ustica. Mi chiedo, se manca la carne, non credo Che Carlo vi chieda di far arrivare l’elicottero, basta chiudere due giorni, si campa lo stesso senza polli, senza pizza e senza carne e senza mozzarella e  senza frutta. I negozianti vendevano quello che avevano. Non mancava né pasta né pane, abbiamo le aziende agricole. INSOMMA, USTICA POTEVA CAMPARE BENISSIMO. Questi viaggi di elicotteri pieni di viveri superflui per Ustica  dovevano essere fatti verso quelle terre dimenticate, dove veramente ci sono bambini che non hanno nemmeno come dissetarsi. VERGOGNA!!!!!!

CONDIVIDO LATTE PER I BAMBINI E FARMACI. STOP.  LO STATO PAGA, ANZI NOI PAGHIAMO. ANZI SE CI FOSSE STATO ANCORA IL SERVIZIO DEL CATAMARANO, perché sicuramente qualche viaggio lo avrebbe fatto in tutti questi 12 giorni, chissà magari il comandante avrebbe permesso di far imbarcare qualcosa, se fosse stato necessario. E ripeto sempre VERGOGNA!!!!!
Si attivasse l’amministrazione di far viaggiare la nave quando le condizioni meteo permettono, al posto di farla oziare in porto.

Gabriella Bertacci

Riceviamo e pubblichiamo: CARTOLINA PER IL SINDACO!

 

Veniamo informati che  “alla mezzaluna  il villaggio dei pescatori di sera  è completamente al buio. È difficoltoso percorrere normalmente  la strada ed è pericolosissimo scendere le scala… L’altra sera vi sono state difficoltà a dare soccorso al sig. P.P. che doveva partire con l’elisoccorso. E’ UNA VERGOGNA! Cosa fa il sindaco e/o l’assessore competente?”

mezzaluna al buio IMG_2496

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


 

Sindaco 2 (3)“Fare molto rumore a proposito di un’offesa ricevuta, non diminuisce il dolore, ma aumenta la vergogna.”
GIOVANNI BOCCACCIO

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno

È meglio capitare tra i corvi che tra gli adulatori: gli uni divorano i cadaveri, gli altri i vivi. Antistene

Un uomo non dovrebbe mai vergognarsi di confessare di avere torto; che poi è come dire, in altre parole, che oggi è più saggio di quanto non fosse ieri.
Jonathan Swift

 

 

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


sindacoVivi così da non doverti mai vergognare se qualsiasi cosa tu abbia fatto o detto viene pubblicata in tutto il mondo anche se ciò che si pubblica non è vero.

Richard Bach

Aforismi, Citazioni, Proverbi… del giorno


Aforista 1Un uomo non dovrebbe mai vergognarsi
di confessare di avere torto; che poi è come dire,
in altre parole, che oggi è più saggio di quanto non fosse ieri.

Jonathan Swift

Una doverosa risposta a mio cugino

Caro cugino,

non è mio costume “puntare il dito contro una persona o un gruppo di persone” a sproposito ma, nell’ultimo mio commento su usticasape, da dove tu hai tratto spunto per intervenire, io condividevo in toto quanto scritto, con dovizia di particolari, da Salvatore Compagno, in merito ad un forte danno economico causato, per negligenza, alle casse comunali.
Ringrazio Salvatore Compagno per avermi dato l’occasione per esprimere pubblicamente il mio personale pensiero in proposito.

Io, come consigliere comunale, ho cercato di portare l’argomento, più volte, all’attenzione nelle sedi opportune (sindaco, uffici competenti, Consiglio comunale) senza aver ottenuto un minimo riscontro.
Non ho mai digerito, tra l’altro, essere stato costretto a votare un debito fuori bilancio di 70.000,00 Euro (soldi della comunità) per ritardo nei pagamenti alla ditta.

Ti ricordo, caro cugino, che il sottoscritto ha difeso il sindaco Aldo Messina da due mozioni di sfiducia, convinto che avrebbe corretto il modo di agire per favorire il dialogo almeno con la tua maggioranza.
E come il lupo che perde il pelo ma non il vizio, il sindaco ha continuato ad ignorare, peggio di prima, chi doveva controllare il suo operato, tenendoli all’oscuro di tutto (decido solo io e voi dovete dire di si!….).
Ora, col senno di poi, ti confesso che sono amaramente, pentito per essermi fatto trasportare dall’istinto cristiano che sempre mi accompagna, accordandogli per ben due volte la fiducia e provo un senso di vergogna quando qualche amico consigliere e non solo, mi rimprovera che la colpa è mia…

La sua condotta è stata sempre volta al “divide et impera” che spesso ci ha messo l’uno contro l’altro.
“Sindaco se sei venuto ad Ustica per dividere le nostre famiglie e farci litigare, vattene……. ” Così lo ammoniva la signora Delfina Natale assistendo ad uno dei primi consigli comunali.

Caro cugino se tu fossi stato più attento alla vita politica-amministrativa del nostro paese e avessi seguito qualche consiglio comunale anche tu, suo amico di famiglia…., avresti trovato difficoltà, da onesto cittadino, a difenderlo in quanto avresti constatato la sua gestione egocentrica.
Ti ricordo, se ti sfugge, che il “consiglio comunale (Art. 10 del nostro statuto), in virtù della sua funzione di rappresentanza della comunità, è titolare del potere di indirizzo politico-amministrativo e del potere di controllo” ed io, come rappresentante del popolo non posso stare zitto a fronte di palesi sperperi di denaro pubblico dovuti a negligenza o forse ad altro…..

Un esempio classico, il più incomprensibile: Riesci a capire perché paghiamo un assessore forestiero, estratto dal sindaco dal cilindro, sempre assente nei momenti critici, di bisogno e quasi mai presente nei lavori di Giunta. Questo assessore, qualche volta nelle belle giornate viene ad Ustica al mattino solamente per fare immersioni e riparte lo stesso giorno con lo stesso mezzo? Questo assessore, tra l’altro, nemmeno paga il biglietto di viaggio perché in possesso di un tesserino VIP (Persona Veramente Importante) richiesto e concesso dalla società. Ritirando a lui la delega in tre mesi avremmo risparmiato i soldi per riparare il cornicione delle scuole.

Se le decisioni prese dalla maggioranza del consiglio il più delle volte vengono scientemente disattese, allora bisogna attuare forme differenti di comunicazione, aprendo anche delle “finestre nel mondo”. Chi fa male ed ha un po’ di pudore si deve vergognare.
Se il tuo intervento, caro cugino, verteva a zittire una voce libera sin d’adesso ti faccio presente che l’omertoso silenzio non fa parte del mio DNA familiare e continuerò ad attenzionare e a pubblicizzare, sino alla scadenza del mio mandato, tutte le anomalie che penalizzano i cittadini e le casse comunali.

Caro cugino mi scuso se questo mio intervento potrebbe essere motivo di screzio ma io, pur essendo Cristiano non sono, come Gesù, capace di porgere l’altra guancia.

Con affetto

Giovanni Palmisano detto il Talebano

 

COMMENTO

Da Palermo Eliana Dominici

Giovanni , scusa l’intromissione in una questione familiare, ma sò che significa essere sicuri di Messina e proteggerlo e difenderlo pure davanti all’evidenza ….sò cosa significa volergli bene ed essere odiati per questo anche da lui che viene infastidito quando una persona è vera , sincera e pensante e gli stà vicino (di solito allontana chi gli vuole davvero bene )….sò cosa significa quando si osa solo discutere una sua decisione o un suo cambio di programma magari perchè sei rimasto male per una parola data che non ha mantenuto o per qualcosa che ha omesso e che ti dice solo a fatto compiuto….sò quanto sà fare male…….quando lo difendevo pur davanti l’evidenza sapendo in cuor mio che invece stava sbagliando e comunicandolo a lui in privato (senza mai risposta, senza essere presa nemmeno in considerazione)…..Io ho porto l’altra guancia e non è servito ……. Amo Ustica, quello che mi fa sentire e come mi fanno sentire gli amici che ho nell’isola che non sono disposta a tradire per nessuno ed ora che ci sono tornata e che ho anche visto che quello che mi veniva detto era vero e che la mia perla del mediterraneo è ridotta ad un biglia di cristallo , non posso che dirti che hai ragione…Anche io , pur volendogli ancora bene come e più che ad un fratello, non ho più voglia di difenderlo…….Scusa per l’intromissione che poi è condivisione di una forte delusione…….Ciao Eliana detta Eli

Amarezza e vergogna per la soppressione collegamento Napoli – Ustica


[ id=13286 w=320 h=240 float=left] Ad agosto dell’anno scorso sono venuto nella Vostra splendida isola di Ustica.
Conoscete meglio di me le ragioni per le quali ci si innamora del luogo, del mare, della gente, del cibo, dei colori e dei profumi che ne fanno un’isola unica.
Beh, anche ad agosto di quest’anno vorrei tornare ad Ustica.
Ahime´, non credo mi sara´ possibile: purtroppo la soppressione del collegamento Napoli-Ustica della UsticaLines rende economicamente gravoso raggiungerVi per chi, ad esempio, risiede a Roma come me.

Scrivo quindi per manifestare la mia profonda amarezza per aver scoperto solo ieri della vergonognosa soppressione di detto collegamento.

Non mi interessa di chi sia la responsabilita´di questa situazione.

Inutile anche ripetere e sottolineare come cio´si riflettera´negativamente nel settore turistico isolano come un vero e proprio danno economico.
Perdonate lo sfogo, ma nel 2012 non e´ una situazione accettabile. Io stesso provo vergogna!!!
Isolani, scendete in piazza e protestate.
Fate qualcosa, tentate di smuovere questa situazione infame.

Nella speranza di vederci l’anno prossimo, non mi rimane altro che farvi un “in bocca al lupo!”.

Francesco Morici

^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Da Palermo Eliana Dominici

Credo che dunque aver occupato 3 giorni la camera dell’ARS non sia servito a nulla se non ad incattivire di più coloro che dovevano prendere una decisione……forse il modo allora bisognerebbe riflettere su un modo più efficace e diretto per ripristinare questo collegamento.

A questo punto come questo a seguire ,salteranno anche gli altri……..E gli isolani per ”campare” d’inverno come di solito fanno da brave formiche mentre le cicale si riposano nei ”troveremo cosa fare’, che farano , abbandoneranno quel che amano per andare dove e con quali fonti economiche data la crisi che c’è????……Senza parole ma fortemente rammaricata da amante di questa meravigliosa isola……Il grido è troppo silenzioso………. come WALLACE in BRAVEHEART per salvare una situazione che va tirata dai capelli bisogna essere disposti alla vera guerra e combattere per la meta :”LIBERTA”’ anche a rischio di aver tagliata la testa……chi scenderà ora in campo?

^^^^^^^^^^^

Da Montecosaro Mariangela Militello

Anch’io penso di non venire a Ustica per lo stesso motivo..Per me che vivo in Centro Italia era comodissimo usufruire di una linea Bus che da Civitanova arriva direttamente al Porto di Napoli…

 

Senza Vergogna!… ma proviamo a scommettere…


[nggallery id=440]

Una riflessione per tutti coloro che, in modi diversi, hanno contribuito affinché ciò accadesse…

Oggi ad Ustica paghiamo la benzina verde ad € 1,922 ed il Gasolio a € 1,880 – rispettivamente € 0,172 ed

€ 0,173 in più rispetto alla media nazionale, per la stessa compagnia.

In quanto tempo, secondo voi, ci daranno la medaglia d’oro, per essere stati i primi a toccare, per quanto concerne la benzina verde, il tetto dei 2,00 Euro?

^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Ustica Salvo Tranchina (Ex Assessore Comunale)

Come in passato avvenuto mi sento di commentare il discorso caro-benzina. Sono stato uno dei promotori a far si che il distributore di benzina fosse ceduto a privati, visti i problemi che ha creato in passato alla cittadinanza.

Forse qualcuno dimentica che spesso il distributore di carburanti restava chiuso per vari motivi : assenza di personale, guasti elettrici, mancanze di greggio, ammanchi economici, perdite……file interminabili durante gli arrivi dei mezzi di collegamento per l’accavallarsi delle auto al rifornimento…..ecc ecc.

Quando ero assessore abbiamo provato a sanare con tante modalità queste problematiche ma purtroppo senza una via d’uscita o soluzione efficace.

I conti del distributore se andavano bene erano in perdita di poco ma i prezzi dei carburanti sempre più cari della città, questo lo si deve accettare.

Un privato che gestisce un distributore accollandosi le spese di trasporto via mare ma che fa funzionare il distributore aggiungendo 15 centesimi al litro penso che non sia una cosa talmente scandalosa come la si vuole fare apparire. Considerate che in prima persona faccio molto uso dei carburanti (che pago anche io!!!) ma nel tutelare l’interesse dell’Ente (Comune) non si poteva pensare alla propria tasca ma bensì ai conti pubblici e la voce carburanti era sistematicamente in perdita. Adesso vorrei fare riflettere su un fattore: se foste voi i titolari del distributore non terreste conto di quanto influisce il trasporto via mare rispetto alla terraferma? Quindi…..!!!

Per quanto concerne il self service penso che se si chiede ai gestori tale sconto potrebbe venire applicato. Mi prendo l’incarico di farmi portavoce di tale richiesta….a giorni vedremo gli sviluppi !!!

^^^^^^^^^^^

Da Montecosaro Mariangela Militello

Senza vergogna?

Bisognerebbe invece cominciare a farlo.

Se al riguardo sono stati commessi degli errori non vedo perchè la cittadinanza usticese debba pagarne tacitamente anche le conseguenze.

Negli ultimi tempi i nostri interventi sono stati indirizzati verso il miglioramento logistico, turistico-economico dell’isola, pensando a nuove modalità di crescita. Non credo che tutto ciò, a prescindere dalla situazione del nostro Paese, si possa ottenere se poi lasciamo che le cose vadano come vanno, le regole andrebbero rispettate e questo non vale solo per Ustica ma per l’Italia, tutta.

Ustica non è un Paese a sè, si trova ancora disegnata sulla cartina dell’Italia, e si parla un simpaticissimo dialetto italiano, le tasse sono italiane, quindi i prezzi, tutti, dovrebbero essere nella media nazionale.

Per questo motivo, ritengo valida l’iniziativa del Sig. Luigi Palmisano.

^^^^^^^^^^

Dalla California Agostino Caserta

La vera Medaglia d ‘Oro Americana andra’ a chi riuscira’ a costringere il nuovo gestore a rispettare la Legge ed adeguare i prezzi della benzina di Ustica a quelli nazionali

^^^^^^^^^^

Da Ustica Luigi Palmisano

Ho già provveduto a fare una segnalazione a Federconsumatori, allegando le foto con i prezzi dei carburanti. Faccio presente inoltre che PER LEGGE il servizio self-service DEVE avere un costo inferiore rispetto la modalità servito. Cosa che non avviene a Ustica, oltre a tutto il resto…

P.S. Perchè non proporre una raccolta firme da parte della cittadinanza, come nel caso portualità, per chiarire una volta e per sempre il problema del prezzo dei carburanti a Ustica?

^^^^^^^^^

Da Palermo Marco Daricello

Credo che il costo delle benzine a Ustica è uno dei problemi che meriterebbero un po’ più di attenzione. Si dovrebbe sensibilizzare chi di dovere. Al contrario di come disse qualcuno durante un incontro in comune, Ustica NON è uguale al resto di Italia. Non trovo giusto che gli isolani paghino un simile “scotto” (insieme ad altre 1000 noie) solo perchè sono Usticesi!

^^^^^^^^^^

Da Palermo Vincenzo Pizzurro

… per questo dobbiamo ringraziare “OLTRE IL MARE”