Un atto vandalico grave ma non “intimidatorio “


Nella pagina facebook di Attilio Licciardi è apparso ieri, tra i vari commenti per l’atto vandalico occorso alla sua auto,  un commento di Angelo Miraglia  – che conosco personalmente per quando veniva ad Ustica ad espletare il servizio di guardia medica – nel quale vi è una affermazione grave.

Proprio perché conosco personalmente Angelo, per evitare malintesi, anche per coloro che leggono e non sanno o non conoscono la realtà usticese, e non alimentare ingiustificatamente “ incomprensioni ”,   riportando quindi il fatto alla sua cruda realtà ,  lo invito a chiarire meglio cosa volesse dire nel suo post a commento dell’atto che, a mio avviso, è  e rimane un atto vandalico grave ma non “intimidatorio “ per come lo si sta cercando di fare passare all’opinione pubblica facendo pensare che ad Ustica ci sia questo tipo di criminalità !!!

Ci sono stati velati atti intimidatori verbali o scritti, ma a questi mai, per fortuna e per cultura,  è seguìto quello materiale.

Poi c’è qualche altro fatto ancora non chiarito, ma quella è un’altra cosa …

Cercare visibilità da quest’atto e nel contempo fare credere che ad Ustica ci siano persone squalificate che con un atto di tipo mafioso possano averlo compiuto quale avvertimento, è un modo ed un  messaggio sbagliato.

Riconduciamo, quindi,  il vile, deplorevole, incivile episodio a quello che è realmente e non enfatizziamolo.

Attendo, comunque, fiducioso un chiarimento da parte di Angelo Miraglia al suo post di cui sopra.

 

Un pensiero riguardo “Un atto vandalico grave ma non “intimidatorio “

  1. 0

    Queste sono atti vandalici di gente che non ha le palle di affrontare la vera realtà faccia a faccia e se la prende con le macchine e le cose materiali a che cosa siamo arrivati a fare a Ustica tagliare le gomme della macchina del sindaco .

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.