“Ustica ed Isla Negra, due mari ed una poesia

ISLA NEGRA

Lungo il vasto paesaggio costiero dell’Oceano Pacifico, a circa 115 Km. da Santiago, nel Comune di El Quisco, provincia di San Antonio, regione di Valparaiso, c’è un luogo chiamato Las Gaviotas, ma che fu ribattezzato dal poeta  Pablo Neruda con il nome di Isla Negra a causa del colore delle sue scogliere.

In questo luogo silenzioso e solitario il poeta cileno, Nobel per la Letteratura nel 1971,  fece costruire  tra il 1943 e il 1945 la casa più amata delle tre che aveva nel suo paese e vi andò a vivere con la terza moglie Matilde Urrutia.

Il mare di quella scogliera, le onde, i frangenti, le spiagge e le falesie ricordavano al poeta la visione dell’oceano, quando da bambino lo vide per la prima volta nei pressi di Puerto Saavedra.

Fu da allora che il mare divenne lo scenario mitico della sua poesia.

Oggi quella House Museum è gestita dalla Fondazione Neruda e sulla spiaggia che conduce al  mare è sepolto il suo corpo.

USTICA

Fu così che nell’anno 2003 ad Ustica (Ustum, bruciato)  l’ isola dalle rocce nere di lava, realizzai un Concerto in Multivisione titolato: “Ustica ed Isla Negra, due mari ed una poesia”, per omaggiare la poesia di Pablo Neruda che tanto spazio aveva avuto nelle mie produzioni in multivisione premiate nei Festival Internazionali.

In quella memorabile occasione Sua Eccellenza l’Ambasciatore del Cile in Italia José Goñi ed il Presidente della Fundación Pablo Neruda, Juan Agustin Figueroa Yavar, assistettero allo spettacolo e con la volontà delle Istituzioni Regionali e comunali, L’Isola di Ustica fu gemellata con Isla Negra.

Gustai una rara felicità!

Oggi ricevo questo splendido video dall’apprezzato e amico filmaker Alessandro Tommasi che ha voluto farmi un dono speciale  ricordandomi momenti indimenticabili.

Qualunque commento è superfluo, le immagini di Alessandro Tommasi raccontano superbamente le visioni a cui si può assistere, mettendo gli occhi ma soprattutto l’anima sott’acqua per imparare, ancora una volta, come scriveva Neruda, “musica o coscienza, onda sola o essere profondo”!

Grazie Amico caro!

Mimmo Drago

^^^^^^^^^^^^^^^^^

COMMENTO

Un grazie sentito ad Alessandro Tommasi per questa sua straordinaria poesia visiva, scritta sotto il mare dell’Isola di Ustica, che ci ha voluto donare, dove ogni parola diventa superflua perché ogni immagine è già ricchezza di significati, di verbo e di sentimenti!

Un grazie sentito a Mimmo Drago, cittadino onorario di Ustica e già Tridente d’Oro nel 2001 per l’Attività di divulgazione legata al Mondo Marino, per il suo inarrestabile contributo nel diffondere le bellezze paesaggistiche e naturalistiche dell’Isola di Ustica, fino al punto di essere riuscito da solo nell’anno 2003, con la sua volontà ed il suo entusiasmo, a far scorrere come un fiume invisibile, la poesia immortale di Pablo Neruda, tra le pietre nere delle nostra Isola di Ustica!

La Redazione di Ustica Sape

^^^^^^^^^^^^^^

Da Palermo Mimmo Drago 

Grazie a Sergio ed a Mario per i loro pensieri e le loro riflessioni che stimolano a confessare emozioni segrete custodite forse soltanto nei sogni!

^^^^^^^^

Da Palermo Sergio Fisco

Soltanto il cuore può tradurre in sentimento le immagini che la natura offre spontaneamente ai nostri occhi e soltanto una mente pura può tradurre la grandiosità del creato in sensazioni dell’anima che ci avvicinino al mistero della Natura.
Un mistero che si rivela a noi ogni giorno ma che spesso, per essere compreso e fatto nostro, ha bisogno di essere identificato in un particolare e tradotto in immagini e suoni accessibili alla nostra limitata capacità di intenderli; ha bisogno di intermediari cui la stessa natura ha concesso il privilegio di assistere e di cogliere lo svolgersi intimo della sua esistenza senza malizia, senza i veli dell’ipocrisia e della mistificazione.
Le immagini che scorrono sono la poesia che la natura compone e recita ogni giorno al cuore degli uomini; sono versi di rara bellezza e di prepotente semplicità che questa umanità sperduta nella propria pochezza purtroppo spesso deride e misconosce, persa com’è nel suo mare torbido di indifferenza e di insensata cecità.

^^^^^^^^^^^

Da Palermo Mario Oddo

Che il caro Mimmo Drago nelle sue creazioni sia superlativo, detto da me è si profondamente sentito ma è ben poca cosa rispetto alle tantissime e prestigiose “certificazioni” nazionali e internazionali ricevute in passato, che continua a ricevere al presente e che sicuramente non gli mancheranno in futuro ma è anche una persona molto fortunata ad avere come amico un talentuoso filmaker di nome Alessandro Tommasi che gli fa dono di un fantastico video; a nostra volta, fortunati anche noi che possiamo contare su un altrettanto grande amico, qual’è Mimmo, che puntualmente ci impegna piacevolmente “a occhi e cuore unificati” al godimento di tanto spettacolo a base di parole e immagini. A Mimmo ci accomuna l’amore per Ustica; come “diffusore” a suo ricercato modo delle innumerevoli bellezze isolane non possiamo che dirgli ancora una volta: GRAZIE!

 

3 pensieri riguardo ““Ustica ed Isla Negra, due mari ed una poesia

  1. 0

    Soltanto il cuore può tradurre in sentimento le immagini che la natura offre spontaneamente ai nostri occhi e soltanto una mente pura può tradurre la grandiosità del creato in sensazioni dell’anima che ci avvicinino al mistero della Natura.
    Un mistero che si rivela a noi ogni giorno ma che spesso, per essere compreso e fatto nostro, ha bisogno di essere identificato in un particolare e tradotto in immagini e suoni accessibili alla nostra limitata capacità di intenderli; ha bisogno di intermediari cui la stessa natura ha concesso il privilegio di assistere e di cogliere lo svolgersi intimo della sua esistenza senza malizia, senza i veli dell’ipocrisia e della mistificazione.
    Le immagini che scorrono sono la poesia che la natura compone e recita ogni giorno al cuore degli uomini; sono versi di rara bellezza e di prepotente semplicità che questa umanità sperduta nella propria pochezza purtroppo spesso deride e misconosce, persa com’è nel suo mare torbido di indifferenza e di insensata cecità.

  2. 0

    Che il caro Mimmo Drago nelle sue creazioni sia superlativo, detto da me è si profondamente sentito ma è ben poca cosa rispetto alle tantissime e prestigiose “certificazioni” nazionali e internazionali ricevute in passato, che continua a ricevere al presente e che sicuramente non gli mancheranno in futuro ma è anche una persona molto fortunata ad avere come amico un talentuoso filmaker di nome Alessandro Tommasi che gli fa dono di un fantastico video; a nostra volta, fortunati anche noi che possiamo contare su un altrettanto grande amico, qual’è Mimmo, che puntualmente ci impegna piacevolmente “a occhi e cuore unificati” al godimento di tanto spettacolo a base di parole e immagini. A Mimmo ci accomuna l’amore per Ustica; come “diffusore” a suo ricercato modo delle innumerevoli bellezze isolane non possiamo che dirgli ancora una volta: GRAZIE!

  3. 0

    Grazie a Sergio ed a Mario per i loro pensieri e le loro riflessioni che stimolano a confessare emozioni segrete custodite forse soltanto nei sogni!

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.