Ustica elezioni amministrative 2018 – incontro con il candidato Sindaco Salvatore Militello


Grande partecipazione all’incontro che il candidato sindaco Salvatore Militello ha avuto ieri pomeriggio al Centro Accoglienza. Era tanta la gente, forse per la voglia di cambiamento, che il locale non è riuscito a contenerla tutta e molti hanno ascoltato da fuori, purtroppo,  sotto una leggera pioggia. I presenti hanno ascoltato e apprezzato, senza interrompere, i vari suggerimenti e le proposte fatte per cercare di motivare la “macchina comunale”, priva di stimoli,  e cercare di “ricostruire” quanto è stato “distrutto”…
Abbiamo visto Militello sicuro e convinto della decisione presa, in merito alla sua candidatura, che  poco dopo ha abbandonato  gli appunti, scrupolosamente preparati, e ha continuato a parlare a braccio.
Di seguito una sintesi del discorso di Militello.

“Questo incontro ha lo scopo di mettere la cittadinanza a conoscenza delle mie decisioni prima che andasse sui web.
Come tutti sapete mi sono candidato a sindaco di questa comunità nel 2013 e per una manciata di voti non ho raggiunto tale obiettivo.
Nell’ultimo comizio elettorale ebbi a dire che il mio impegno non finiva dopo il responso delle urne e così è stato… Sono stato sempre vicino ai consiglieri di minoranza seguendo le problematiche del territorio. Ho fatto quanto nelle mie possibilità ma, sicuramente, si poteva fare di più se non avessimo trovato le innumerevoli chiusure operate della maggioranza nei nostri confronti.
In questi anni ci siamo occupati facendo delle precise scelte:

1) Della trasformazioni delle villette ed eravamo contrari … avremmo voluto ridiscutere tale progettazione – A voi piacciono come sono? (si è elevato un coro di NO!);

2) Distributore carburante … avremmo voluto che il Comune mantenesse la gestione, visto che era un servizio che avrebbe prodotto reddito, qualora fosse stato gestito con oculatezza;

3) Problematiche cimiteriali … Totale chiusura alle nostre proposte e ora siamo allo stallo;

4) Dell’assessore assenteista …. Un inutile peso per il comune;

5) Della scuola dell’infanzia … in merito ai locali ed alla loro sicurezza quando il Comune avrebbe potuto utilizzare altri locali idonei resesi disponibili e del finanziamento e lavori della scuola media chiedendo la costituzione di una commissione d’indagine per la verifica del fermo lavori e di tutta la procedura;

6) Telecamere di video sorveglianza  non condividendo la scelta operata;

7) Della defenestrazione dell’assessore e dimissioni del Vice Sindaco, ritenendo che con ciò non rispecchiasse più la reale maggioranza della popolazione;

8) Depuratore …. Che ancora oggi sembra sversare in mare ed i cui lavori non sono ancora iniziati;

9) Dei trasporti e delle proposte avanzate dall’amministrazione, che non condividevamo, e che ci hanno portato ai disservizi che tutti conosciamo, vivendoli sulla nostra pelle;

In merito ai trasporti 10 giorni fa ho scritto una altra lettera aperta con la quale suggerivo una soluzione a decorrere dal prossimo 1° aprile. Soluzione che al momento, per quanto mi risulta, non è stata, come al solito, presa in minima considerazione dall’attuale maggioranza. Questa premessa per dirvi che ho mantenuto sino ad oggi l’impegno assunto nel 2013 e continuerò a mantenerlo. La mia non è una nuova candidatura, ma rappresenta una continuità, quasi fisiologica.
Non me la sento, a maggior ragione oggi che i problemi sono decuplicati, di voltare le spalle alla cittadinanza ed abbandonarla al proprio destino. Ho seguito un percorso che dura da 5 anni e continuerò su questa strada sempre se mi darete,  per come mi auguro, la vostra fiducia.

Il tema di questi ultimi giorni è stato “condivisione ed unione”.
Cinque anni fa mi sono fatto promotore in tal senso, in diversi sono testimoni, ma come sapete non si è fatto nulla e certamente non per un mio diniego.
Anche quest’anno abbiamo cercato la condivisione di un programma con persone diverse dall’attuale amministrazione con la quale non potremmo – oggi – mai dialogare… L’abbiamo fatto in due momenti diversi e con diverse realtà, ma anche questa volta non siamo riusciti neanche ad incontrarci.
La condivisione e l’unione si costruiscono giorno dopo giorno e di occasioni l’attuale maggioranza ne ha avute da parte nostra davvero tante … non le hanno sapute e volute cogliere.
Oggi lanciano l’idea della condivisione ed unione dopo che per anni hanno diviso l’indivisibile, dopo che per anni – forte nei numeri – hanno sempre bocciato tutte le iniziative da noi proposte.
A me questo non sembra un percorso sincero di unione e condivisione, a me sembra solo grande e momentaneo opportunismo. Opportunismo anche per coloro i quali, dopo anni di assenza dalla scena politica usticese, – anzi forse non sono mai entrati in scena perché all’ultimo minuto hanno abbandonato tutto e tutti –  e adesso vorrebbero calcarne il palcoscenico. Io non credo in queste cose…  noi usticesi non abbiamo bisogno di “avventurieri” dell’ultimo minuto… Ustica ha bisogno, oltre che di gente seria ed onesta, che vive quotidianamente i problemi che affliggono tutta la nostra comunità,  perché solo conoscendoli si può tentare/sperare in una soluzione.

Il futuro certamente non è roseo… le macerie ed i problemi  che l’amministrazione sta lasciando sono talmente tanti e diversi che ci sarà da lavorare molto e dovremo insieme fare ancora tanti sacrifici, per cercare di riportare il Comune di Ustica – e quindi tutti noi – nelle migliori condizioni possibili.
Una delle prime cose che occorrerà fare è dare al comune il vero ruolo istituzionale, che non è solo gestione di potere ma, con la vicinanza e il dialogo, dare al cittadino il ruolo che gli compete.
Il comune, l’istituzione deve elargire servizi e non favori o peggio favoritismi. La regola che mi guiderà sarà: – “laddove finiscono i miei diritti iniziano i miei doveri e quindi i diritti degli altri”, con regole ben precise che tutti  dovremo rispettare… questa sarà la via maestra…
Non sono un politico legato ad un partito… non avevo e non ho velleità politiche… assumo questo impegno come servizio e non certamente fonte di potere.
Ho 60 anni e a fine legislatura, ne avrò 65 e non penso di ricandidarmi. Spero di costruire in questi 5 anni una nuova classe dirigente, possibilmente fatta da giovani che rappresenteranno il futuro insieme ad altre persone adulte che rappresenteranno esperienza e saggezza popolare.
Ciò mi pone nella condizione che le mie scelte non saranno condizionate dalla necessità di un consenso per un secondo mandato, dirò SI quando occorre dire SI e cioè quando una scelta è a vantaggio della Comunità … dirò NO quando una scelta è utile solo ad alcuni, possibilmente danneggiando altri.

Rimettere in ordine i conti del Comune di Ustica è un altro obiettivo da raggiungere, c’è da prendere in considerazione l’elevata tassazione e possibilmente portarla ai livelli normali e se possibile abbassarla ancora di più. Occorre mettere a reddito tutto ciò che è possibile: Non ci potranno più essere concessioni date ad alcuni e negate ad altri. Non è più tempo ! oltre che non è corretto.
Dobbiamo “DEMUMMIFICARE” il territorio con interventi mirati e precisi, utili a tutta la Comunità. Dobbiamo snellire ed aiutare le iniziative imprenditoriali, non dobbiamo farci la guerra tra le diverse attività, dobbiamo pensare a tutte le attività produttive di Ustica come una industria con la sua catena di montaggio che deve produrre un prodotto chiamato turismo.
Il TURISMO dovrà mettere in moto l’economia dell’Isola, ma dovremo creare servizi possibilmente abbattendo quelle barriere che oggi si chiamano VINCOLI.
Occorre trovare un giusto equilibrio tra uomo ed ambiente. E a me sembra che questo oggi non ci sia. Troppi vincoli attanagliano Ustica. Per certi aspetti dobbiamo ritornare al passato avendo l’esperienza di oggi. Quello che ieri ci sembrava progresso ed utile, oggi si sta rilevando inutile e alquanto dannoso all’economia isolana e quindi va modificato.
Occorrerà mettere mano al Piano Regolatore per riportare l’indice di edificabilità a quello che era prima e cioè lo 0,03% in modo da evitare che si costruisca abusivamente – spesso per necessità –  la stanzetta per i propri figli  e dare, invece, la possibilità di farlo in regola. Ciò è utile, oltre alla famiglia di turno, anche all’economia dell’Isola ed al Comune stesso che in tal caso incasserà i tributi su ciò che verrà fatto in regola, mentre oggi non incassa nulla per le opere abusive che esistono ma che non risultano.

Occorrerà prevedere l’installazione di telecamere esclusivamente ai fini della sicurezza in qualche punto sensibile.
Sarà necessario, a mio avviso, far ruotare la zona “A” dell’Area Marina Protetta in altre zone dell’Isola magari in quelle zone già vincolate da altri provvedimenti.
Si lavorerà, nei modi e nei tempi idonei, per rendere fruibile alla balneazione tutta la zona dello Spalmatore, creando anche dei servizi a terra per gli utenti.

A voi chiedo quali vantaggi ha portato alla comunità la Riserva terrestre (si è sentito un coro di NULLA!)… se non divieti e vincoli?
Abbiamo già dato incarico ad uno studio di ingegneri ed architetti (disposti ad illustrare il progetto) per il riassetto della Cala Santa Maria con la previsione della famosa diga foranea che servirà a metterla in sicurezza. All’interno verrebbero realizzati un centinaio di nuovi posti barca, oltre quelli già esistenti. La sistemazione dei siti di approdo dei mezzi di linea, in considerazione del punto geografico strategico in cui ci troviamo, potrebbe accogliere anche un turismo da diporto.

Va verificata la possibilità di costituire delle società miste (pubblico/privato) affinché alcuni servizi comunali vengano gestiti dal privato con la supervisione comunale.

La RACCOLTA DIFFERENZIATA, è fuor di dubbio che sia utile e che vada fatta. Nel modo in cui oggi è svolta non ha prodotto realmente gli effetti desiderati. Assistiamo tra il Cimitero, l’approdo alternativo e la zona archeologica ad uno spettacolo indegno… Speriamo che la zona di trasferenza di contrada Arso venga aperta al più presto per liberare la zona del mattatoio da quello che non è un “bel vedere”. Verrà esaminata la possibilità di sistemare delle isole ecologiche in alcuni punti strategici del territorio, dove poter agevolmente conferire alcuni tipi di rifiuti (pensiamo ai Turisti che arrivano e non hanno dove gettare il rifiuto). Ritengo sia utile pensare anche a delle macchinette mangia rifiuti (Bottiglie di plastica, vetro, lattine) che daranno la possibilità di avere il corrispettivo del rifiuto conferito in un “buono spesa” da spendere nelle attività convenzionate. Anche queste posizionate in punti strategici.
E’ nostra intenzione la costituzione di diverse commissioni consiliari per affrontare insieme ai cittadini diverse problematiche: ingresso e circolazione auto e moto nel centro urbano; arredo urbano; trasporti; scuole;  e quanto altro di pubblico interesse. In buona sostanza vogliamo governare insieme a voi e per tutti noi.

E’ ovvio che per tutto questo ed altro verrà stilato un programma con gli amici che convergeranno nella nostra lista e sottoscritto da tutti.
Inoltre è mia intenzione in questi giorni e sino alla stesura definitiva del programma aprire lo “sportello del Cittadino” dove chiunque potrà dare il proprio contributo in ordine ad idee e necessità che saranno valutate ed inserite nel predetto programma.
Tale sportello sarà aperto 2 pomeriggi alla settimana presso il bar Sabrina con orari che vi saranno comunicati.
Queste sono per grandi linee le nostre intenzioni. E queste saranno possibili attuarle se Voi accorderete, a me ed a chi si proporrà ad amministrate, la Vostra fiducia.
Vi saluto dandoci appuntamento ad altri incontri che programmeremo più dettagliatamente per dibattere singolarmente alcune problematiche ed infine presentarvi la lista dei candidati che al momento è composta oltre che da me, dai consiglieri comunali di minoranza oggi in carica ( quindi il Consigliere Caserta, il Consigliere Caminita ed il Consigliere D’Arca) ai quali si stanno aggiungendo altri nomi ed altre realtà politiche.
Vi ringrazio per l’attenzione e la pazienza avuta nell’ascoltarmi.”

Un pensiero riguardo “Ustica elezioni amministrative 2018 – incontro con il candidato Sindaco Salvatore Militello

  1. 0

    Atlast !!!!!!!!!!! finally !!!!!!!!!!!!!!!! Salvatore Militello !!!!!!!!!!!! for MAYOR !!!!!!!!!!!!!!!! PLease, all you Usticese !! VOTE FOR SALVATORE MILITELLO

    VOTE FOR SOMEONE THAT WILL MAKE A GOOD CHANGE, NOT JUST ANOTHER SLEEPY RELATIVE !!!!!!!!!!!!!!!!
    Alla fine !!!!!!!!!!! finalmente !!!!!!!!!!!!!!!! Salvatore Militello !!!!!!!!!!!! per MAYOR !!!!!!!!!!!!!!!! Per favore, tutto Usticese !! VOTO PER SALVATORE MILITELLO

    VOTA PER QUALCUNO CHE FARÀ UN BUON CAMBIAMENTO, NON SOLO UN ALTRO SONNO RELIGIOSO !!!!!!!!!!!!!!!!
        da Marlene Robershaw, Manfre

    from Marlene Robershaw, Manfre

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.