Ustica, lo stato di abbandono delle scuole pregiudica il futuro dei nostri ragazzi


f-c-8074-stato-abbandono-scuoleÈ sempre più pressante la richiesta, da parte di alcuni genitori  e non solo, intesa a conoscere:

  • 1) lo stato dei nostri plessi scolastici “distrutti” e  sospesi i lavori;
  • 2) perché i bambini della scuola dell’infanzia sono costretti a condividere locali piccoli e non idonei quando potrebbero usufruire, con maggiore agio, dei locali della ex Caserma dei Carabinieri.

Per quanto concerne il 1° punto  è stata istituita una Commissione Consiliare, presieduta dall’ Avv. Mario Bellavista, che dovrebbe accertare (si spera in poco tempo) la responsabilità della sospensione dei lavori.
È generale convinzione che a dipanare quest’intricata e cupa matassa, in ultima analisi, sarà la Procura della Repubblica competente.

Per quanto concerne le motivazioni richieste al 2° punto, è facile dare una risposta veritiera:

  • – Una parte dei locali dell’ex Caserma dei Carabinieri è stata assegnata, come uffici, alla Forestale – molto probabilmente in cambio di servizi di pulizia del depuratore e di particolari zone, con sfrondatura e potatura  di alberi all’interno e all’esterno del paese;
  • – L’altra parte è riservata per le “vacanze estive” della Legambiente, per avere in “omaggio”, in prospettiva, qualche “vela” in più

Pietro Bertucci

 

Rispondi con il tuo Commento