Riceviamo e pubblichiamo


Desidero segnalare il commento del signor Palmisano al post di Felice Caminita su Facebook . Il signor Palmisano sostiene, per sentito dire, che alcune delle persone che hanno partecipato al funerale erano già in attesa di tampone quando si sono recati sull’isola.

Ora sia chiaro che il commento del signor Palmisano mette in cattiva luce persone che hanno invece subito avvisato affinché si potesse immediatamente agire per la protezione della comunità.

Chiedo, a nome di tutta la famiglia del defunto di rimuovere quel commento e di chiarire pubblicamente che abbiamo agito in totale trasparenza e nel la tutela massima di tutti. Grazie

Giusy Albamonte

Ustica 1986 – foto ricordo con pulmino


foto ricordo con pulmino 1986

Ustica, famiglia Giordano


Ustica, famiglia, Giordano

Tracciamento Covid-19 per tutta la popolazione


Download (PDF, 77KB)

Download (PDF, 34KB)

P.S. – L’elenco per data dei nuclei familiari interessati verrà comunicato quanto prima

A Palermo “Ritratto di ignoto”, la grande mostra dedicata a Banksy.


A Palermo “Ritratto di ignoto”, mostra dedicata a Banksy.

La Famiglia Caminita ringrazia


A nome mio personale e dei miei familiari sento il dovere di ringraziare coloro i quali in questi giorni di angoscia e di paura sono stati non solo vicini ma anche capaci nel gestire quanto accaduto riuscendo ad essere riferimento certo e sicuro in un momento di difficoltà dei miei familiari e di tutti gli amici più cari.

Mi riferisco al pericolo di eventuale focolaio di malattia da Coronavirus che si sarebbe potuto sviluppare come conseguenza della accertata positività al virus di alcuni parenti di un nostro familiare defunto venuti da un paese in provincia di Palermo.

In primis il nostro ringraziamento va al Sindaco Salvatore Militello per la tempestività con cui ha attivato le procedure raccordando i diversi soggetti, chiamati ad intervenire in casi come quello avvenuto, evitando sovrapposizioni nelle decisioni risultate, alla prova dei fatti, pertinenti ed efficaci.

Un grazie per l’attenzione e la velocità di riscontro al Dott. Francesco Cascio, responsabile del nostro poliambulatorio il quale,  benché impegnato in altre emergenze nell’isola di Lampedusa, non ha fatto mancare il suo apporto decisivo alla regolare applicazione delle linee guida nella profilassi da infezione Covid-19.

Un grazie particolare ai medici ed infermieri della USCAT di Ustica che con amore e professionalità hanno assistito tutti i possibili contagiati eseguendo i tamponi e svolgendo un lavoro di tracciamento dei contatti preciso ed efficace.

Un grazie al Dott. Maurizio Severino, nostro medico di base, in prima linea nel raccordare gli interventi sanitari e fornire gli elementi utili ad una buona riuscita degli stessi.

Ma, il più grande dei ringraziamenti lo voglio rivolgere agli Usticesi che loro malgrado hanno vissuto questa angosciante vicenda, i quali con grande maturità si sono resi disponibili ad ogni limitazione della loro libertà personale a tutela della intera comunità  dando prova che soltanto i comportamenti corretti possono metterci tutti al riparo da possibili contagi.

Per il resto ringraziamo il Signore che ci ha voluto, almeno sino ad ora, evitare di sprofondare nell’angoscia  di una epidemia che sta mettendo in ginocchio tante piccole e grandi comunità.

Felice Caminita

Ustica anni ’60 – gara internazionale di pesca subacquea, premiazione


Collegamenti marittimi regolari oggi da e per Ustica


Aforisma, Citazione, Proverbio… del giorno


NON MI ABBRACCIARE !

 Un ragazzo di 16 anni era partito all’estero per fare una vacanza studio…
Quando tornò, sua madre lo stava aspettando all’aeroporto e quando lo vide, lo abbracciò forte forte perchè gli era mancato.
Per questo il ragazzo si arrabbiò dicendo che non era più un bambino e che lo faceva vergognare di fronte agli amici.
Dicendo queste cose aveva lasciato una ferita nel cuore della madre che aveva pensato che suo figlio non ci teneva più a lei.
Dopo 6 anni il ragazzo doveva partire di nuovo all’estero, ed anche se aveva 21 anni, la madre lo accompagnò per salutarlo, ma questa volta non lo abbracciò più ma si girò e con le lacrime agli occhi gli disse : Addio figliolo, abbi cura di te!!
Quando il ragazzo tornò, sua madre stranamente non lo stava aspettando più.
Una volta arrivato a casa il ragazzo trovò una mazzo di fiori con vicino una lettera da sua madre…la curiosità lo spinse a leggere la lettera, e dopo aver finito di leggerla è caduto in ginocchio piangendo.
Dentro alla lettera c’era scritto: ” Figlio mio 6 anni fa quando eri tornato a casa avevo lacrime di felicità agli occhi e ti ho abbracciato forte, mentre tu stai leggendo queste parole io sto già in un cimitero perchè sono morta di cancro…quando­ te ne sei andato l’ultima volta non ti ho abbracciato ma mi sono girata per non farti vergognare davanti agli altri, però ho pianto moltissimo perchè sapevo che era l’ultima volta che ti vedevo..
Ti amo e ti amerò sempre..con amore MAMMA ”

LA MORALE:
Non dobbiamo avere mai vergogna dei nostri genitori; loro sono tra le poche cose realmente importanti nella nostra vita.
Non lasciamo che il giudizio degli altri possa condizionare il nostro modo di essere ( tanto la gente continuerà a criticare anche quando non vi è nulla di criticabile! ).

Buon Compleanno


A Rosalba Russo
a   Antonio Lo Schiavo i Migliori
Auguri di Buon Compleanno

^^^^^^^^^^^^^

Oggi si festeggia S. Ignazio.
Auguri a tutti coloro che festeggiano
il loro Onomastico sotto questo Nome.