Carlo NataleCara Mariangela,

complimenti per la tua risposta alla lettera del mio amico Nuccio. La descrizione che hai fatto degli “nciuri” dei tuoi nonni paterni (dei quali conservo un bellissimo ricordo), mi è piaciuta moltissimo, non solo per il contenuto, ma anche per la forma.
E così con la descrizione di “U mpagghiatu” abbiamo scoperto un “vizietto” del nonno, che io non conoscevo… Brava!!!
Credo che quanto prima, per non creare disparità tra i nonni, ci farai conoscere perché a tuo nonno materno lo chiamavano “scorfanu”.

Cari saluti.

Carlo Natale

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.