Ad Ustica tutto vergognosamente più caro…


Signor Daricello leggevo il suo commento è paradossalmente devo dire che chi dice che Ustica non è uguale al resto d’Itala ha davvero ragione ma dovrebbe dirlo nel senso che sottintende lei dicendo con tutte le noie che affrontiamo quotidianamente. Da giorni si parla dei prezzi dei carburanti, della differenza di prezzo tra qui e fuori ma scusate e dei prezzi dei generi alimentari ne vogliamo parlare? Siamo stanchi di sentirci diversi dal resto d’Italia dove il prezzo di tutto è inferiore ad Ustica. I generi alimentari sono vergognosamente più cari e voi che vivete fuori potete notarlo più di noi. Perché nessuno ne parla? Perché vivere ad Ustica significa pagare il latte ,il pane, la pasta quasi il doppio del resto d’Italia? Finiamola con la scusa del trasporto! lo sappiamo tutti quanto costa il biglietto di un mezzo che viaggia sulla nave e non penso incida tanto quanto lo scotto che ne pagano le famiglie usticesi costrette a fare la spesa a Palermo anche dei generi di prima necessità.(Quelli che pur volendo possono)

Mariangela Licciardi

^^^^^^^^^^^

COMMENTO:

Da Ustica Salvatore Militello

Cara Mariangela,

Intanto approfitto dell’occasione che poi mi è mancata per complimentarmi per il tuo modo di scrivere (Ho letto in passato alcuni tuoi interessanti articoli, precisi-puntuali e ben chiari). Fatta questa doverosa precisazione, desidero sottolineare quanto da te evidenziato.

Certamente non sono i costi di trasporto che incidono, così come nel prezzo finale del prodotto, così esageratamente nella vendita al dettaglio. Il problema dei prezzi non è da addebitare ai singoli Imprenditori che da parte loro hanno tutto il “diritto” di trarre il maggior guadagno dalla compravendita ma credo sia da attribuire alle Autorità preposte nell’Isola che dovrebbero “verificare” che non si ecceda in determinati limiti. Ora, se tutti ci lamentiamo, per come si sta facendo, significa anche che i limiti ragionevoli sono stati di gran lunga superati e che le Autorità controllano poco o niente. Quali sono le Autorità che dovrebbero controllare? E chi controlla il controllore? Qualcuno sa rispondere a tali domande? Forse in tali risposte sta la base del problema che è molto più complesso di ciò che potrebbe apparentemente sembrare. E non riguarda solo i generi di “vasto” consumo ci sono tanti altri settori dove i controlli sono o inesistenti o superficiali.

 

One thought on “Ad Ustica tutto vergognosamente più caro…

  1. Cara Mariangela,
    Intanto approfitto dell’occasione che poi mi è mancata per complimentarmi per il tuo modo di scrivere (Ho letto in passato alcuni tuoi interessanti articoli, precisi-puntuali e ben chiari). Fatta questa doverosa precisazione, desidero sottolineare quanto da te evidenziato.
    Certamente non sono i costi di trasporto che incidono, così come nel prezzo finale del prodotto, così esageratamente nella vendita al dettaglio. Il problema dei prezzi non è da addebitare ai singoli Imprenditori che da parte loro hanno tutto il “diritto” di trarre il maggior guadagno dalla compravendita ma credo sia da attribuire alle Autorità preposte nell’Isola che dovrebbero “verificare” che non si ecceda in determinati limiti. Ora, se tutti ci lamentiamo, per come si sta facendo, significa anche che i limiti ragionevoli sono stati di gran lunga superati e che le Autorità controllano poco o niente. Quali sono le Autorità che dovrebbero controllare? E chi controlla il controllore? Qualcuno sa rispondere a tali domande? Forse in tali risposte sta la base del problema che è molto più complesso di ciò che potrebbe apparentemente sembrare. E non riguarda solo i generi di “vasto” consumo ci sono tanti altri settori dove i controlli sono o inesistenti o superficiali.

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.