Appunti e spunti dal campionato (ASD e ASDUC)


Diciamo subito che entrambe le compagini usticesi, quella di calcio a 11 e quella di calcio a 5 dopo le rispettive giornate di campionato, rispettivamente la quarta per l’ASD e la terza per l’ASDUC si sono ritrovate accomunate da un primo significativo traguardo, quello di cancellare lo zero punti in classifica avendo ottenuto un pareggio contro gli avversari del Resuttana S.Lorenzo e Piano dei Geli S.Martino. Rompere il ghiaccio fa comunque morale e c’è da augugurarsi che sbloccata la situazione il punteggio si farà per tutte e due le squadre ogni settimana sempre più sostanzioso. Sono comunque rimasto piacevolmente sorpreso da questo inizio di campionato della squadra del Presidente Filippo Vena al di là dei numeri finora conseguiti ove si consideri il fermo nella stagione precedente ed in quale nota situazione precaria, vicina all’arte di arrangiarsi, hanno dovuto compiere la preparazione precampionato; li ho visti all’opera domenica scorsa al campo (dobbiamo chiamarlo campo ?) del Don Orione e che abbiano venduto cara la pelle si è visto da come si è conclusa; mi sono chiesto durante la partita che cosa questi ragazzi tecnicamente sarebbero in grado di dare se anzicchè giocare sulla vecchia, obsoleta e insidiosa terra battuta potessero gareggiare almeno in casa sull’erba naturale. Tra le pieghe di questa mia osservazione si può leggere, se si vuole, l’invito a chi di competenza a darsi da fare per dotare la formazione locale al più presto di un proprio terreno di gioco. A proposito, notizie ? Chi ha avuto invece la fortuna di esordire in casa è stata la neonata formazione di calcio a 5 del Presidente Salvatore Militello; c’era in tutti noi la speranza di centrare la prima “storica” vittoria ma così non è stato; un pareggio che ha lasciato l’amaro in bocca per via delle tante occasioni da rete come mi è stato riferito, gettate al vento. Al di la del mio intento consolatorio rivolto al morale di tutto lo “staff” che deve essere mantenuto sempre e comunque alto un segnale è sicuramente venuto da questo primo incontro casalingo, quello che si è prodotto tanto gioco; lavorare sulla concretizzazione e sulle disattenzioni in fase difensiva (media-goal subiti già alta) è il compito che attende gradualmente mister Cannilla. E’ una squadra giovane alla sua prima esperienza ed è impensabile che strada facendo non debba pagare dazio; prima e meno ne pagherà e meglio sarà. Dalla prosima si attendono buone notizie da Montelepre e da Capaci. Forza ragazzi !!!

Mario Oddo

 

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.