Atteggiamento “irriconoscente” nei confronti di Giuni Russo?


Dopo l’ultimo intervento del Sindaco A. Messina  non posso non rispondere perchè mi pare stia trovando solo superficiali motivazioni volte a relegare ed archiviare l’artista Giuni Russo in uno stanzone che sia la sala prove o il centro congressi….

Non si riesce a capire:

1) La superficialità, l’insensibilità alla questione circa il sentimento di appartenenza all’ isola , pur essendo di fuori..(mi tocca personalmente) .Non si riconosce cioè, l’amore di questa grande artista per Ustica , pur avendolo pubblicamente confessato, tant’è che Le ha dedicato una canzone …..Questo atteggiamento si chiama “irriconoscenza”…

2) Perché si evince l’inerzia verso la questione, se non quello di dare il contentino a un Fun club… Sindaco, non siamo minchioni ed è ora che Lei se ne renda conto…Il messaggio che Lei sta presentando è quello di ‘”arrampicarsi sugli specchi”, che un giorno potrebbero essere così scivolosi da procurarLe una bella “caduta” di popolarità… quella di stile, mi perdoni, l’ha già avuta…

3) L’idea della statua (non necessita farle una statua immensa) è la più titolata e si addice a ciò che furono le sue ultime parole per Ustica…
La statua risponderebbe al concetto di “ringraziamento” e riconoscenza per l’artista, per non parlare poi di ciò che apporterebbe turisticamente all’Isola e alla sua immagine… Ma, stiamo parlando forse di turismo?.. Lei pensa che tutto ciò sia un “capriccio” popolare?. Mi rendo conto che ci sono tante altre problematiche da risolvere a Ustica, ma anche questo punto è rivolto al bene dell’isola e il Suo atteggiamento al riguardo, è la riprova di quello che ho sempre pensato…

4) Le Sue affermazioni circa il tempo e le richieste da inoltrare agli addetti ai lavori, ai vincoli paesaggistici: MA LE FACCIA QUESTE RICHIESTE PRIMA DI METTERE LE MANI AVANTI, FACCIA QUELLO CHE DEVE, SE E’ VERAMENTE INTERESSATO – senza porre nell’immediato veti e divieti …Una cosa per volta Sindaco!!

Non penso che una statua posta sul piazzale di via C. Colombo rovini la paesaggistica di Ustica! Anzi… il turista al suo arrivo la troverebbe a dargli il benvenuto… COSA MIGLIORE???!!!

La sensazione Sindaco che io sto avendo è che Lei stia giocando con l’intelligenza e la sensibilità altrui.

Non è tanto la questione Giuni quanto scarsa volontà, scarso impegno e mi permetta, scarso sentimento che ogni volta noi lettori e non solo, dobbiamo imbatterci sulle questioni volte alla crescita, al bene, all’imput che necessita l’isola di Ustica..

I Suoi ultimi interventi, mi creda, me lo confermano.

Nessun rancore Sindaco, la mia vorrebbe essere solo una critica spero costruttiva perchè, forse a Sua insaputa, sono questi i messaggi che Lei sta facendo passare, e siccome l’Isola ne ha bisogno LE AUGURO ORA E NEL TEMPO UN BUON LAVORO.

Mariangela Militello

^^^^^^^^^^

Da Montecosaro (MC) Mariangela Militello

Caro Luigi, permettimi di darti del tu e ti ringrazio se tu farai altrettanto con me, perché ci accomuna l’amore, l’orgoglio di avere radici usticesi, nel mio caso, orgogliosamente figlia di un usticese, concepita e vissuta ad Ustica fin dalla tenera età.

Le vicissitudini della vita hanno portato me e la mia famiglia fuori dell’isola, ma mai e dico mai, il forte sentimento di amore per il nostro “scoglio” che tanto dà e molto toglie, si è affievolito nel tempo, anzi, in me è sempre piu’ forte.

Detto questo, ho letto il tuo appello al Sindaco e sono convinta che molti altri condividono, ma non manifestano, quanto da te richiesto.

Riconosco di non essere stata molto morbida nel mio precedente commento e sicuramente non mi sono guadagnata la simpatia del 1° Cittadino di Ustica, ( e non solo), ma un po’ più di “riflessione” da parte Sua, in questa occasione, avrebbe evitato un danno all’Isola in termini di immagine.

Spero vivamente e auguro che la questione abbia un lieto fine, anche se sono dell’idea che il lavoro di “recupero” nei confronti del Funs Club Giuni Russo sia veramente compromesso e questo non doveva succedere.

Con la raccomandazione di non farsi mai prendere dallo sconforto e dall’amarezza una domanda mi sorge spontanea, come direbbe qualcuno: quali sono gli obbiettivi del Governo usticese in termini di crescita economica e turistica ?

Un carissimo saluto

^^^^^^^^^^

Da Ustica Luigi Palmisano

Gentilissima Sig.ra Militello,

anche se non ho l’onore di conoscerLa di persona, sono perfettamente d’accordo con le sue parole.

Da usticese mi sento indignato nel vedere quanta riluttanza e menefreghismo ci sia su tutto ciò che è arte e cultura, anche dalle massime cariche politiche.

Ho appena scritto su questo sito un appello al sindaco affinchè si interessasse maggiormente nel dedicare qualcosa di tangibile e visibile a questa grande artista (non un’anonima aula, ma almeno una statua), e il fatto che anche in queste circostanze si risponda citando “finanziamenti, bilanci, autorizzazzioni, vincoli paesaggistici” mi sembra davvero un’infamia e un’offesa alla cultura e alla sensibilità umana.

Avevo anche pensato che nell’occasione di una ipotetica celebrazione in memoria di Giuni, si poteva invitare ad Ustica anche “un certo” Franco Battiato, grande mentore di Giuni, per poi magari organizzare annualmente un festival musicale in sua memoria.

Ma evidentemente tutte queste belle idee vengono a noi e non a chi di competenza…

Mi duole dirlo, ma ho l’impressione che per l’ennesima volta “la mamma degli ignoranti è sempre incinta…”

^^^^^^^^^^^

Autore: Fan Club Giuni Para Siempre

Noi del Fan Club siamo pienamente d’accordo con quanto scritto dalla signora Militello, di certo non ci aspettavamo tale mancanza di rispetto. Come già scritto, siamo più di 1.100 iscritti, non solo italiani, ed avevamo chiesto ed ottenuto supporto da Platinette su RadioDeeJay e l’autorizzazione ad agire da parte dell’Associazione GiuniRussoArte, unica avente diritto all’utilizzo del nome, immagine e repertorio di Giuni Russo. Dopo la proposta della “sala prove” è evidente che il Sig. Sindaco non sa chi sia Giuni Russo. Ci preme sottolineare che la statua sarebbe stata donata da noi, non chiedevamo un centesimo al Comune. Ci dissociamo ufficialmente e ritiriamo la nostra richiesta, noi eravamo pronti a fare le cose in grande, ma evidentemente dall’altra parte non c’è questa volontà. Un ultima informazione: già nel 2007, 2 Comuni dell’agrigentino hanno deliberato all’unanimità l’intitolazione di una Via a Giuni Russo, senza che nessuno chiedesse nulla e senza tanta burocrazia, solo buona volontà. Sarà nostra cura far scendere il silenzio su questa triste vicenda, è evidente che il primo cittadino di Ustica non desideri che il nome dell’isola sia alla ribalta per alta cultura e arte, perchè QUESTO E’ GIUNI RUSSO.

 

Pubblichiamo l’ultima email inviata ieri al Sindaco:

 

Da: info

Data: 07 ottobre 2011 17.14.17 GMT+02.00

A: “aldo_odecon@libero.it”

Oggetto: Re: R: giuni russo ad ustica

Sì abbiamo ricevuto l’allegato, ma avevamo già compreso la legge dei 10 anni .
Spiace a noi che sia stata proposta una sala di 70mq, non è certo quello che ci aspettavamo e che speravamo… Le avevamo inviato la biografia per farle conoscere a fondo la figura e l’opera di Giuni Russo, ma evidentemente non ha avuto tempo di leggerla, nè di vedere il Dvd.
Giuni amava il mare di Ustica, ecco perchè le avevamo chiesto un sito di fronte al mare. Abbiamo letto dal Sig. Davide Caminita, sul blog, dell’area belvedere della Torre S. Maria, a prescindere che si possa o meno installare una statua… Abbiamo ricevuto tante email del genere da parte di usticesi.
Per favore ci faccia sapere cosa ne pensa. Se l’unica proposta è la sala, con molto rammarico siamo costretti a ritirare la nostra richiesta, perchè non possiamo accettare che ad un’artista come Giuni Russo venga intitolata una sala prove.

Cordiali saluti,

Enza ed Javier

www.giuniparasiempre.it”

 

 

3 thoughts on “Atteggiamento “irriconoscente” nei confronti di Giuni Russo?

  1. Noi del Fan Club siamo pienamente d’accordo con quanto scritto dalla signora Militello, di certo non ci aspettavamo tale mancanza di rispetto. Come già scritto, siamo più di 1.100 iscritti, non solo italiani, ed avevamo chiesto ed ottenuto supporto da Platinette su RadioDeeJay e l’autorizzazione ad agire da parte dell’Associazione GiuniRussoArte, unica avente diritto all’utilizzo del nome, immagine e repertorio di Giuni Russo. Dopo la proposta della “sala prove” è evidente che il Sig. Sindaco non sa chi sia Giuni Russo. Ci preme sottolineare che la statua sarebbe stata donata da noi, non chiedevamo un centesimo al Comune. Ci dissociamo ufficialmente e ritiriamo la nostra richiesta, noi eravamo pronti a fare le cose in grande, ma evidentemente dall’altra parte non c’è questa volontà. Un ultima informazione: già nel 2007, 2 Comuni dell’agrigentino hanno deliberato all’unanimità l’intitolazione di una Via a Giuni Russo, senza che nessuno chiedesse nulla e senza tanta burocrazia, solo buona volontà. Sarà nostra cura far scendere il silenzio su questa triste vicenda, è evidente che il primo cittadino di Ustica non desideri che il nome dell’isola sia alla ribalta per alta cultura e arte, perchè QUESTO E’ GIUNI RUSSO.

    Pubblichiamo l’ultima email inviata ieri al Sindaco:

    Da: info
    Data: 07 ottobre 2011 17.14.17 GMT+02.00
    A: “aldo_odecon@libero.it”
    Oggetto: Re: R: giuni russo ad ustica

    Sì abbiamo ricevuto l’allegato, ma avevamo già compreso la legge dei 10 anni .
    Spiace a noi che sia stata proposta una sala di 70mq, non è certo quello che ci aspettavamo e che speravamo…
    Le avevamo inviato la biografia per farle conoscere a fondo la figura e l’opera di Giuni Russo, ma evidentemente non ha avuto tempo di leggerla, nè di vedere il Dvd.
    Giuni amava il mare di Ustica, ecco perchè le avevamo chiesto un sito di fronte al mare. Abbiamo letto dal Sig. Davide Caminita, sul blog, dell’area belvedere della Torre S. Maria, a prescindere che si possa o meno installare una statua… Abbiamo ricevuto tante email del genere da parte di usticesi.
    Per favore ci faccia sapere cosa ne pensa. Se l’unica proposta è la sala, con molto rammarico siamo costretti a ritirare la nostra richiesta, perchè non possiamo accettare che ad un’artista come Giuni Russo venga intitolata una sala prove.
    Cordiali saluti,
    Enza ed Javier
    http://www.giuniparasiempre.it

  2. Gentilissima Sig.ra Militello,
    anche se non ho l’onore di conoscerLa di persona, sono perfettamente d’accordo con le sue parole.
    Da usticese mi sento indignato nel vedere quanta riluttanza e menefreghismo ci sia su tutto ciò che è arte e cultura, anche dalle massime cariche politiche.
    Ho appena scritto su questo sito un appello al sindaco affinchè si interessasse maggiormente nel dedicare qualcosa di tangibile e visibile a questa grande artista (non un’anonima aula, ma almeno una statua), e il fatto che anche in queste circostanze si risponda citando “finanziamenti, bilanci, autorizzazzioni, vincoli paesaggistici” mi sembra davvero un’infamia e un’offesa alla cultura e alla sensibilità umana.
    Avevo anche pensato che nell’occasione di una ipotetica celebrazione in memoria di Giuni, si poteva invitare ad Ustica anche “un certo” Franco Battiato, grande mentore di Giuni, per poi magari organizzare annualmente un festival musicale in sua memoria.
    Ma evidentemente tutte queste belle idee vengono a noi e non a chi di competenza…
    Mi duole dirlo, ma ho l’impressione che per l’ennesima volta “la mamma degli ignoranti è sempre incinta…”

  3. Caro Luigi, permettimi di darti del tu e ti ringrazio se tu farai altrettanto con me, perché ci accomuna l’amore, l’orgoglio di avere radici usticesi, nel mio caso, orgogliosamente figlia di un usticese, concepita e vissuta ad Ustica fin dalla tenera età.
    Le vicissitudini della vita hanno portato me e la mia famiglia fuori dell’isola, ma mai e dico mai, il forte sentimento di amore per il nostro “scoglio” che tanto dà e molto toglie, si è affievolito nel tempo, anzi, in me è sempre piu’ forte.

    Detto questo, ho letto il tuo appello al Sindaco e sono convinta che molti altri condividono, ma non manifestano, quanto da te richiesto.
    Riconosco di non essere stata molto morbida nel mio precedente commento e sicuramente non mi sono guadagnata la simpatia del 1° Cittadino di Ustica, ( e non solo), ma un po’ più di “riflessione” da parte Sua, in questa occasione, avrebbe evitato un danno all’Isola in termini di immagine.
    Spero vivamente e auguro che la questione abbia un lieto fine, anche se sono dell’idea che il lavoro di “recupero” nei confronti del Funs Club Giuni Russo sia veramente compromesso e questo non doveva succedere.
    Con la raccomandazione di non farsi mai prendere dallo sconforto e dall’amarezza una domanda mi sorge spontanea, come direbbe qualcuno: quali sono gli obbiettivi del Governo usticese in termini di crescita economica e turistica ?

    Un carissimo saluto

    Mariangela Militello

Rispondi con il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.